Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: lunedì 20 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 73

DATA 31/05/2012 17.01.58 - AUTORE ALIDAL667W

I vantaggi della LIM La LIM è uno strumento destinato alla didattica d'aula poiché coniuga la forza della visualizzazione e della presentazione tipiche della lavagna tradizionale con le opportunità del digitale e della multimedialità. Il suo utilizzo in classe è ancora contestato. Appare evidente però che essa è uno strumento assai adattabile con la vita scolastica, con gli usi comunicativi degli studenti e con la possibilità di documentare tutta l’attività didattica. A mio avviso l’uso delle Lim se compare dopo la formulazione di percorsi didattici tradizionali o ne costituisce una possibile estensione (la possibilità di ricorrere ad immagini, esercizi, esemplificazioni) allora può sostenere e supportare la “consueta ” didattica senza, ovviamente, sostituirla integralmente. In tal senso la LIM offre senza dubbio interessanti opportunità: - permette di sfruttare presentazioni power point, arricchendole con oggetti multimediali - consente di creare sempre presentazioni dinamiche e interattive; - concede di salvare la lezione scritta sia su pendrive che sulla rete scolastica; - ammette di condividere lezioni e conoscenze fra docenti della stessa disciplina o discipline affini per realizzare lezioni interdisciplinari organiche e ben articolate; - favorisce il lavoro attivo e collaborativo; - permette di esprimersi con “ un linguaggio” più vicino all’attuale generazione di studenti definiti nativi digitali, aumentandone partecipazione e interesse; - accorda la concretizzazione di una lezione spalmata sulle suggestioni provenienti da esempi o quesiti posti dagli alunni senza perdere di vista gli obiettivi prefissati - garantisce un buon esito di apprendimento se impiegata nelle attività a sostegno degli alunni portatori d’handicap o a supporto agli alunni in difficoltà assicurando attività di recupero extracurriculare con lezioni diversificate da quelle frontali.

DATA 31/05/2012 17.21.01 - AUTORE Mariacarmen_G187K

Sono un’insegnante di scuola primaria e in questo anno scolastico, grazie ai Fondi Strutturali Europei, dal 28 febbraio 2012 sto seguendo un corso di formazione e aggiornamento sull’introduzione e l’utilizzo della Lavagna Interattiva Multimediale nel sistema educativo. Sto affrontando questa “avventura” con particolare interesse ed entusiasmo, nonostante all’inizio ci fosse una certa resistenza a questa innovazione innovativa didattica, percepita come strumento complicato e difficile da gestire. Come molti insegnanti, ero a conoscenza della LIM esclusivamente a livello teorico e con questo corso mi auguro di poter acquisire le competenze necessarie per migliorare, attraverso l’utilizzo della LIM nella mia classe, gli apprendimenti disciplinari dei miei alunni realizzando attività didattiche innovative ed interattive.

DATA 31/05/2012 17.21.47 - AUTORE Mariacarmen_G187K

Il corso di aggiornamento sull’ utilizzo della Lavagna Interattiva Multimediale volge quasi al termine. E’ il momento di tirare le somme e di cominciare a “proiettarmi” fisicamente nel prossimo futuro, quando metterò in pratica nella mia classe l’esperienza affrontata. Cosa mi è rimasto più impresso di questa esperienza? Innanzitutto la disponibilità estrema dell’insegnante che ha saputo con chiarezza ed entusiasmo dare corpo a concetti che per me erano solo “teorici” . Ho imparato che se la LIM viene utilizzata come un semplice schermo da videoproiettore non viene assolutamente valorizzata la sua effettiva funzione, ossia creare occasioni coinvolgenti, entusiasmanti, accattivanti per trasformare l’ambiente di apprendimento da statico a dinamico facendo leva sulla curiosità dei bambini. Ho imparato che la LIM è uno strumento che aiuta ma non sostituisce, approfondisce e consolida le lezioni tradizionali che, comunque rimangono sempre la base sulla quale innescare e costruire una “nuova” conoscenza aperta al futuro.

DATA 31/05/2012 17.33.38 - AUTORE Mariaantonietta_B180V

La mia prima esperienza con la lavagna interattiva multimediale è stata quest’anno grazie al corso PON organizzato dalla scuola e finanziato dai fondi europei. A tale proposito ho potuto rilevare i vantaggi che tale strumento può dare alla didattica, motivo per cui negli ultimi anni ha avuto una rapida diffusione nelle scuole. La lim, infatti, oltre alla visualizzazione e alla presentazione tipica della lavagna tradizionale offre agli utenti un nuovo modo di comunicare e di accedere alle informazioni grazie alle opportunità del digitale e della multimedialità. Inoltre ritengo, che oltre ad essere uno strumento molto efficace per la realizzazione di attività di gruppo in classe rende più agevole gli apprendimenti favorendo l’integrazione di studenti con diverse abilità e stranieri grazie all’impiego di altri linguaggi, al riconoscimento dei caratteri e la visione in grande la quale permette di presentare una molteplicità di contenuti utilizzando non solo l’ascolto o la lettura individuale, ma anche la forza comunicativa dell’immagine. Pertanto mi pongo come obiettivo finale del corso di possedere un discreto approccio allo strumento tale da avere una ricaduta positiva sugli alunni e un miglioramento nell’utilizzo della didattica.

DATA 31/05/2012 17.33.46 - AUTORE Cosima_G187I

Sono un’insegnante di sostegno e ho avuto la possibilità grazie ad un corso PON attivato nella mia scuola di “toccare, provare” la LIM e mi sono aperte davanti tutte le potenzialità comunicative e formative di questo nuovo strumento, potenzialità che sono sostanzialmente centrate sulla manipolazione degli oggetti (testi, immagini, audiovisivi, ecc) che vengono proiettati sulla sua superficie. Questa manipolazione è molto più facile, flessibile e diretta rispetto a quella permessa dal computer: è infatti possibile scrivere e disegnare sullo schermo, spostare icone, sovrapporre immagini anche solo col dito di una mano e senza altri strumenti. Queste caratteristiche d’interazione, unite alle potenzialità espressive tipiche dei nuovi media, ne fanno uno strumento assai coinvolgente per gli studenti che riescono in questo modo a mantenere l’attenzione più a lungo. Inoltre la lavagna digitale può essere usata non soltanto come semplice supporto alla didattica, ma anche in rete su Internet o con altre lavagne, aprendo scenari comunicativi e formativi estremamente interessanti. La LIM va a sostenere la tradizionale comunicazione fra insegnanti e alunni, con quelle importanti potenzialità proprie di una tecnologia che opera direttamente con contenuti digitali.

DATA 31/05/2012 17.34.32 - AUTORE Mina_I396N

Sono un’insegnante di scuola primaria e quest’anno grazie ai fondi PON Europei, mi sono avvicinata alla conoscenza della LIM. La Lavagna Interattiva Multimediale svolge, a mio avviso, un ruolo chiave per l’innovazione della didattica e di tutta la scuola italiana. Ha le dimensioni di una tradizionale lavagna di ardesia sulla cui superficie è possibile scrivere, disegnare, rappresentare figure geometriche, diagrammi, grafici, gestire immagini…. Mentre sulla lavagna di ardesia, una volta riempita d’informazioni, bisogna cancellare per far posto a nuovi contenuti, la LIM, invece, permette di duplicare infinite volte lo spazio di scrittura e consente di non perdere i contenuti elaborati in diversi momenti della lezione. Navigando tra le “pagine” possono essere messe in atto strategie di riepilogo e recupero dei concetti. Introdurre una LIM in aula equivale ad “aprire” la classe al digitale. I bambini sono così abituati a usare la tecnologia tutti i giorni e in tutte le discipline, senza aspettare la classica “ora” d’informatica settimanale.

DATA 31/05/2012 17.34.53 - AUTORE Francesca_B809B

La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) svolge un ruolo decisivo per l’innovazione della didattica rendendo le lezioni, di qualsiasi materia, colorate e coinvolgenti. Ogni lezione è fonte di sorprese, di cose interessanti da fare, vedere, ascoltare e manipolare. La prestazione di attenzione migliora perché sostenuta con molteplici supporti. Molto apprezzata è la funzione “penna magica” che offre la possibilità di focalizzare l’attenzione su un punto preciso (funzione Occhio di bue) e di ingrandire (funzione lente d’ingrandimento) con precisione alcune parti dell’esposizione. Soprattutto permette a tutti, anche a chi si trova in difficoltà, di accedere ai concetti e ai contenuti disciplinari attraverso una pluralità di canali e questo aiuta moltissimo anche le diverse attitudini mnemoniche.

DATA 31/05/2012 17.35.18 - AUTORE Cosima_G187I

Come insegnante di sostegno ho subito pensato al ruolo fondamentale della LIM nell’integrazione e formazione degli alunni disabili. L'introduzione di lavagne interattive, favorendo un apprendimento di tipo visivo, uditivo e tattile può portare a significativi risultati sotto il profilo didattico, in modo particolare nella didattica rivolta a bambini e ragazzi con bisogni educativi speciali. Il fatto che la lavagna sia di grandi dimensioni e sensibile al tocco rende accessibili esercizi e software didattico anche ad alunni con problemi motori; la modalità multimediale di presentazione e di fruizione dei contenuti, la possibilità di interazione e di reiterazione del materiale presentato, la possibilità di “manipolazione” di alcuni concetti astratti rappresentano facilitazioni importanti per gli studenti che trovano difficoltà a concentrarsi o a decodificare i testi cartacei. Non bisogna inoltre dimenticare che tale strumento favorisce l'interazione e la partecipazione di tutti gli studenti, motivando anche chi tende generalmente a tenersi in disparte. Inoltre privilegiando il canale visivo, quindi un linguaggio di tipo iconico, e favorendo una didattica basata sul ‘fare' le lavagne interattive sono una tecnologia molto promettente nell'insegnamento rivolto a bambini e ragazzi sordi. L'adozione di lavagne interattive può costituire un beneficio per la didattica rivolta a bambini e ragazzi con disturbi dell'apprendimento - specifici e non – sia come strumento compensativo, offrendo la possibilità di apprendere attraverso canali alternativi alla letto-scrittura, sia come strumento per proporre attività di recupero specifiche. In primo luogo la possibilità di ancorare gli argomenti delle lezioni a materiale multimediale é di per sé un elemento in grado di facilitare l'apprendimento di quanti incontrino difficoltà nella letto scrittura, in modo particolare in tutte quelle materie che richiedono buone capacità attentive, lessicali e di memoria. Naturalmente noi insegnanti non dobbiamo dimenticare prima di tutto che la sola introduzione delle tecnologie non è di per sé un elemento in grado di offrire vantaggi significativi, è infatti necessario comprendere i differenti stili di apprendimento degli alunni offrendo loro un ampio spettro di tecniche di insegnamento. Inoltre l'efficacia di questi strumenti richiede da parte di noi docenti una conoscenza adeguata di queste tecnologie e del loro potenziale pedagogico … quindi eccomi qui, pronta a formarmi sulla LIM!

DATA 31/05/2012 17.35.30 - AUTORE Giuseppemaria_I396A

Il 28 febbraio 2012 ho iniziato un corso di aggiornamento che ha come fine l’acquisizione di competenze specifiche sull’uso della L.I.M., delle sue peculiarità e soprattutto delle sue applicazioni. Personalmente ritengo che sia uno strumento versatile e interessante che può rappresentare un valido supporto nella didattica scolastica.La novità più accattivante dell’utilizzo della L.I.M. , una volta attivato il software SMART Notebook, è rappresentata dal suo immediato controllo. Toccando la superficie della lavagna con un dito (ma anche con un pennarello), è possibile gestire tutte le funzionalità del computer: aprire e lavorare con tutti i programmi applicativi, scrivere sulle videate, creare annotazioni, navigare su Internet, utilizzare la posta elettronica. La semplice pressione di un dito della mano o l’utilizzo dei 4 pennelli (nero, rosso, verde, blu), che non necessitano di batterie interne, consente di interagire con la tecnologia dello strumento poiché l’intera area utilile di lavoro della L.I.M. è Touch-Sensitive. Devo confessare che l’approccio non è stato esaltante. Da un punto di osservazione distante dalla lavagna (3-4 metri) si ha la sensazione di un assoluto controllo dello strumento ma, arrivati a contatto con la L.I.M., si avverte una sensazione di smarrimento e tutto ciò che prima appariva chiaro e facilmente eseguibile, diventa difficilmente attuabile. Poi con la pratica questo ostacolo è stato superato e il suo utilizzo risulta sempre più prezioso e accattivante.

DATA 31/05/2012 17.35.54 - AUTORE Vittoria_I396W

Sono un’insegnante di scuola primaria e ho deciso di frequentare un corso sull’uso didattico della LIM, livello base, in quanto avverto il desiderio, il bisogno, la necessità di modificare il mio modo di insegnare che non può essere più basato sull’utilizzo solo di strumenti tradizionali. Dopo aver appreso le prime nozioni sull’uso di tale strumento , stimolata ed incoraggiata dal professore che ci impartisce le lezioni, ho voluto sperimentare tale strumento con i miei alunni con attività semplicissime. Gli alunni hanno mostrato, subito, entusiasmo ed interesse per la LIM e nell’operare non hanno incontrato difficoltà. Non dobbiamo dimenticarci che ci troviamo di fronte ad una generazione di alunni digitali nativi e pertanto l’introduzione delle tecnologie non rappresenta più una novità per loro. La LIM è vicina al loro linguaggio e alle loro modalità d’apprendimento, per questo è accolta da tutti ed è ormai uno strumento destinato alla didattica d’aula. Il compito di noi educatori è quello d’insegnare ai bambini di utilizzare tale strumento in maniera attiva ed intelligente e in modo sempre più consapevole ed efficace al fine di un apprendimento significativo.

DATA 31/05/2012 17.35.54 - AUTORE Francesca_B809B

La Lavagna Interattiva Multimediale permette ai docenti di introdurre strategie e modalità didattiche innovative ; tuttavia, è opportuno che essa sia vista come un completamento dell’attività di insegnamento, piuttosto che come un mezzo per cambiare radicalmente il proprio stile di insegnamento. La LIM, consente, più di altre tecnologie (quali ad esempio il PC), di aumentare il coinvolgimento e l’attenzione dell’intera classe, migliorando l’apprendimento e arricchendo le lezioni con contenuti multimediali; inoltre, riducendo l’intervallo temporale nelle diverse fasi dell’intervento didattico, si evitano i tempi di attesa, che generalmente, comportano distrazione degli alunni. Sicuramente la ricaduta sull’apprendimento è migliore rispetto a quella di una lezione tradizionale.

DATA 31/05/2012 17.36.11 - AUTORE Mina_I396N

La Lavagna Interattiva Multimediale si sta diffondendo sempre più nelle nostre scuole, e con l’inizio del nuovo anno scolastico si prevede l’introduzione della LIM in aula. Molti docenti dovranno confrontarsi con la tecnologia, perciò non possiamo far finta che è una cosa che non ci riguarda. Cambierà il modo di pensare, progettare e realizzare la lezione. Servirà a tutte le discipline e sarà lo strumento davvero utile per innovare la didattica. È uno strumento facile da usare ed è necessario solo un po’ di pratica. Gli alunni avvertono la LIM come uno strumento vicino al loro modo di comunicare e di accedere alle informazioni. Non aspettiamo che sia la montagna ad andare da Maometto, diamoci da fare e apriamo la mente alle nuove tecnologie.

DATA 31/05/2012 17.38.15 - AUTORE Vittoria_I396W

L’aspetto più innovativo dell’introduzione della LIM è rappresentato dalla documentazione. E’ possibile presentare ai ragazzi le normali attività didattiche con il vantaggio che le informazioni possono essere salvate e memorizzate, così da poter essere riutilizzate in un secondo momento,sia per apportare modifiche o ulteriori contenuti, sia per ripassare. Attraverso la LIM gli insegnanti possono coinvolgere in maniera attiva l’intera classe nel processo di apprendimento con una maggiore consapevolezza da parte dell’alunno su che cosa significa imparare e partecipando alla costruzione dei percorsi gli alunni sono maggiormente motivati. Inoltre vengono sfruttati non solo gli aspetti della letto-scrittura ma anche quelli visivi con una ricaduta positiva sull’attenzione e sulla memorizzazione e di conseguenza un migliore apprendimento. Il docente ha la possibilità ,grazie a questo strumento, di prepararsi in anticipo le schermate di lavoro da utilizzare al momento opportuno. Ritengo che gli insegnanti non debbano abbandonare del tutto, nonostante i suoi limiti, la tradizionale lavagna di ardesia, in quanto qualsiasi problema tecnico non ti permetterebbe di andare avanti durante una lezione.

DATA 31/05/2012 17.41.58 - AUTORE Giuseppemaria_I396A

L’ utilizzo della L.I.M. rappresenta un’esperienza personale formativa e nel contempo assume carattere funzionale nella prassi didattica quotidiana. Tutto ciò attraverso l’uso del software specifico nativo dello strumento. Acquisita una pratica, seppur ancora iniziale, conoscenza nell’utilizzo della L.I.M., ho avuto la possibilità di sperimentare sul campo e di presentare contenuti e proposte didattiche, preventivamente elaborate con Word. Un gruppo di alunni, infatti, ha avuto l’opportunità di interagire con questo tipo di hardware che ha suscitato interesse e stimolato l’impegno anche negli alunni meno motivati. Senza dubbio questo percorso formativo e la conseguente acquisizione di competenze specifiche, mi permetterà di dare più impatto alle proposte didattiche arricchendole di contenuti attraenti. Tuttavia, per una più fluida decodificazione degli obiettivi programmati, è essenziale una maggiore conoscenza personale degli strumenti di base forniti dal software SMART Notebook. Creare, salvare, modificare le proprie lezioni rendendole fruibili e riutilizzabili attraverso la L.I.M. costituisce il fine primario dell’utilizzo di tale strumento.

DATA 31/05/2012 17.43.49 - AUTORE Mariaantonietta_B180V

La mia nuova esperienza con la LIM e il confronto con altri docenti che prima di me hanno avuto un approccio con la lavagna multimediale mi ha permesso di rilevare un elevato indice di gradimento e di coinvolgimento degli alunni; infatti una delle proprietà della LIM è quello di allinearsi al linguaggio delle immagini, dei filmati, della fruizione interattiva, cui le nuove generazioni e i loro stili di apprendimento sono ormai abituati. Ritengo, infatti, che l’uso di strumenti tecnologici e il modo di fare didattica può diventare accattivante e sicuramente più divertente. Noi docenti potremo potenziare con la multimedialità e la possibilità di utilizzare software didattici in modo condiviso, la nostra attività, facilitare la spiegazione dei processi, la descrizione di situazioni e ambienti e l’analisi di testi. Tutto ciò consentendo una visualizzazione diretta e condivisa dell’oggetto su cui è convogliata tutta l’attenzione degli allievi avendo altresì contestualmente la possibilità di salvare i percorsi didattici proposti, per successivi utilizzi o per la distribuzione agli studenti inclusi quelli assenti. Personalmente, mi dispiace che tale innovazione tecnologica, purtroppo, non è ancora molto diffusa nelle nostre scuole italiane, da un lato per una questione economica, dall’altro perché non tutti gli insegnanti sono disposti a spendere tante energie per imparare bene ad usare la LIM e soprattutto per creare materiali didattici che possono affiancare i tradizionali metodi di insegnamento a cui sia loro che gli studenti, sono comunque molto legati. sarebbe opportuno e auspicabile che la lavagna sia posizionata in classe e non in laboratorio in modo da utilizzarla quotidianamente. Spero, vivamente, che in un prossimo futuro tutte le scuole possano munirsi di questo prezioso strumento e di farne un buon utilizzo perfettamente integrato ad una didattica di tipo “tradizionale” tale da sfruttare tutte le potenzialità che offre.

DATA 31/05/2012 17.48.36 - AUTORE Mariagiuseppa_I396C

La lavagna interattiva multimediale rappresenta un mezzo di comunicazione efficace per l’innovazione della didattica scolastica. La potenziale efficacia insita in questo mezzo è data dalla possibilità di utilizzare direttamente e simultaneamente più codici e canali comunicativi che coinvolgono maggiormente il destinatario in termini di significatività e trasversalità cognitiva. La lezione “multimediale”, consentendo una gestione dei materiali più efficace ed efficiente, diventa più accattivante e più divertente per gli alunni del nostro tempo abituati a vivere in osmosi con i multimedia digitali. In condizioni di funzionamento ottimale la LIM consente un notevole risparmio di risorse temporali, editoriali ed umane: una lezione ben preparata con la LIM evita un ulteriore impiego di tempo, di materiale cartaceo ed anche di energie umane per recuperare, approfondire e potenziare i concetti con ricerche correlate.

DATA 31/05/2012 17.50.36 - AUTORE Mariagiuseppa_I396C

L’anno scorso, grazie ad un corso di formazione sulle tecnologie multimediali, ho avuto modo di acquisire alcune conoscenze di base relative all’uso della LIM, così quest’anno, poiché nella scuola dove lavoro ne è stata installata una, alcune volte ho portato i miei alunni per svolgere l’ora d’informatica o per proiettare video o per utilizzare lezioni multimediali. È stato utile l’uso della lavagna interattiva per le lezioni d’informatica in quanto gli alunni hanno avuto la possibilità di apprendere insieme alcune funzioni del programma considerato per metterle subito in pratica con il “tocco magico del dito” o della penna; i video proiettati sulla LIM hanno consentito una visione ed un ascolto migliori; le lezioni multimediali hanno entusiasmato gli alunni per gli effetti grafici e sonori soprattutto nella parte delle esercitazioni pratiche. Sono convinta che ho usato molto impropriamente la LIM perché non possiedo le competenze per progettare e costruire materiali didattici personalizzati e adatti al contesto didattico-pedagogico della classe in cui lavoro; peraltro la mancanza delle LIM all’interno delle aule rende praticamente impossibile un loro utilizzo sistematico e funzionale alla didattica.

DATA 31/05/2012 17.59.36 - AUTORE Angela_I396F

L’introduzione della LIM nelle scuole sta cambiando, in positivo, il modo di fare lezione rendendola più ricca e coinvolgente. La LIM non si sostituisce all’insegnante, ma lo aiuta a potenziare il suo modo di fare lezione. Di fatto entra a scuola come uno strumento che inizialmente può essere utilizzato come una lavagna tradizionale, ma che da subito offre tante potenzialità in più a vantaggio sia del modo di lavorare degli insegnanti e della loro creatività, sia di tutti gli alunni, disabili compresi. La LIM, infatti, può essere utilizzata come una normale lavagna di classe, ma con tutte le potenzialità in più offerte dal digitale come la possibilità di salvare le pagine della lezione per poi riprenderla, corredare la spiegazione con immagini efficaci o filmati… è insomma uno strumento in più a supporto della lezione per facilitare la comprensione dei contenuti, catturare l’attenzione degli alunni e favorire un coinvolgimento più attivo degli stessi. La LIM è, quindi, uno strumento tecnologico che permette di mantenere la didattica classica centrata sulla lavagna tradizionale, potenziandola con la multimedialità compresa la possibilità di attingere al mare di risorse presenti su internet.

DATA 31/05/2012 18.00.40 - AUTORE Angela_I396F

La LIM è uno strumento che fa della semplicità d’uso il suo punto di forza, nonostante ciò la sua introduzione nella scuola alimenta ansia e preoccupazione. Per cui emerge in modo sempre più chiaro che gli insegnanti hanno necessità di formazione e supporto in itinere per trasformare uno strumento potenzialmente innovativo in un concreto supporto alla trasformazione della propria pratica didattica. Per questo ho deciso di seguire il corso di formazione per capire “cosa” si può fare, ma anche il “come” e il “perché” servirsi di questa tecnologia per arrivare a individuare le modalità di appropriazione tecnica e metodologica della LIM e progettare, quindi, interventi di adozione efficaci. Ora mi ritrovo ad essere riconoscente nei confronti di questo corso perché mi ha aiutata a capire che, se è vero che la LIM richiede una formazione attenta e specifica, è però anche uno strumento davvero utilizzabile da tutti perché, oltre agli innumerevoli esempi di attività didattiche, ha già, in dotazione, tutta una serie di funzioni, di proposte di lavoro, di oggetti animati che interagiscono con i bambini e che possono essere riadattati, rendendo molto più interessanti le “solite” lezioni.

DATA 31/05/2012 18.05.59 - AUTORE Gabriela_I396G

Sono una docente di scuola primaria e sto frequentando un corso PON sulla LIM perché ritengo si tratti di uno strumento che possa supportare e integrare la pratica didattica ed è dunque importante approfondirne le possibilità d’uso. Durante le prime lezioni, quando abbiamo iniziato ad esaminare gli strumenti di base della LIM, è stato evidente che possiamo utilizzare innanzitutto i suoi “effetti speciali”: linee colorate, forme, sfondi, oggetti (modificarli, colorarli, …) per veicolare i contenuti in modo originale, stando, comunque, sempre attenti a evitare di cadere nell’errore di spostare l’accento dal contenuto alla forma. Non posso, poi, fare a meno di pensare alla preziosa possibilità di salvare l’iter di un “ragionamento” costruito tutti insieme alla lavagna e rivederlo quando se ne presenta la necessità.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT