Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 19 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 223

DATA 27/02/2013 19.13.25 - AUTORE Giovanna

Sono un’insegnante di matematica, e una delle pioniere della mia scuola nell’uso della LIM; ho sempre detestato sporcarmi le mani con gesso, ecco un altro vantaggio dell’uso della lavagna interattiva: non ci si sporca più le mani e si hanno a disposizione i pennarelli di vari colori, i disegni geometrici sono perfetti, e si può facilmente integrare la lezione con l’uso di software dedicati e materiali multimediali forniti dalle case editrici.

DATA 27/02/2013 19.32.32 - AUTORE Madaudo Graziella

Sono una docente di Matematica e Fisica di un liceo scientifico. Nella scuola in cui insegno, l’unica delle mie classi provvista di LIM è una prima. Ho cominciato a usare la lavagna interattiva appena ho iniziato a frequentare questo corso e ho subito notato come l’attenzione, l’entusiasmo e l’interesse degli alunni siano cresciuti. Molti sono i punti di forza della LIM: stimola la memoria visiva, grazie anche alla possibilità di collegamenti ad internet per approfondimenti, ricerche o per scaricare filmati e animazioni; permette di “salvare” la lezione e le esercitazioni svolte in classe, senza trascurare il fatto che tale strumento è più vicino al modo di comunicare e di interagire dei nostri alunni. Madaudo Graziella

DATA 27/02/2013 19.48.09 - AUTORE Madaudo Graziella

L’uso della LIM presenta anche degli inconvenienti, almeno in questa prima fase di adozione, impiego molto più tempo a preparare la lezione, poiché una lezione non si può improvvisare, ma ha bisogno di pianificazione, progettazione e ricerca. Bisogna tener conto anche di problemi tecnici che si possono verificare come mancato collegamento, interruzione di corrente elettrica o problemi al software (come mi è capitato di recente, perdendo buona parte della mia ora di lezione). Senza considerare che l’esiguo numero di lavagne a disposizione nella mia scuola rende raro e saltuario il loro utilizzo da parte di noi docenti, che non avendo dimestichezza con lo strumento, impieghiamo anche più tempo nella presentazione degli argomenti agli alunni, rallentando lo svolgimento del lavoro. Graziella Madaudo

DATA 27/02/2013 21.28.49 - AUTORE loretamaria

Ho terminato il corso sull'uso della LIM nella didattica e mi preparo a svolgere il test finale.Speriamo bene! Intanto sto realizzando le lezioni con la LIM, in aula con gli alunni,e le trovo molto più coinvolgenti. Saluto il prof.Di Fiore,davvero esperto e il prof.Manna, efficiente tutor.In bocca al lupo alle mie colleghe di corso,con cui mi sono divertita molto.

DATA 27/02/2013 22.13.47 - AUTORE VINCENZA_D761W

Salve a tutti, sono entrata nel mondo della scuola insegnando matematica ma da 10 anni mi occupo del sostegno. Spesso in questo campo si ricorre a software didattici per l'apprendimento ed è impressionante come questi ragazzi con deficit mentali e disturbo di attenzione riescano ad essere produttivi per l'ora intera se si utilizza nella didattica un computer! Nella mia scuola lo scorso 'anno sono state installate una decina di lim e l'utilizzo seppur limitato è stato molto positivo: l'utilizzo della tecnologia porta nei ragazzi diversamente abili una nuova fiducia in loro stessi perchè si sentono capaci di fare qualcosa, a differenza di quando stanno in classe che sono fuori dal mondo perchè gli argomenti trattati sono fuori dalla loro portata. Attraverso immagini e animazioni gli argomenti possono essere sintetizzati meglio e fissarsi in modo significativo nella memoria visiva . Mi sono avvicinata a questo strumento per caso, ma l'ho apprezzato subito, dopo poche lezioni. Davvero una bella esperienza, che sicuramente frutterà al mio lavoro di insegnante, soprattutto ogni volta che dovrò istruire ragazzi iperattivi e con problemi di concentrazione. Saluti

DATA 27/02/2013 22.41.59 - AUTORE Rocca_D960G

Sono una docente di lettere e sto frequentando un corso LIM. Ritengo che la LIM sia un supporto multimediale della didattica da non sottovalutare nella scuola dell'innovazione, in quanto può rendere,grazie alle sue potenzialità, sicuramente più efficace e proficuo il processo di insegnamento-apprendimento. Inoltre, la LIM permettendo al docente di presentare in una maniera del tutto inedita una lezione, con l'ausilio di immagini, di video e di collegamenti ad internet assicura una certa attenzione e motivazione da parte degli allievi. Non bisogna dimenticare però,che la buona riuscita di una lezione richiede sempre un impegno continuo da parte dell'insegnante!

DATA 27/02/2013 23.31.50 - AUTORE francy

sono un'insegnante di francese e ho deciso di iscrivermi al corso Lim perchè penso che un buon prof deve stare al passo con i tempi e, data la "nuova generazione tecnologica", non può più permettersi di fare lezione in maniera tradizionale. La nuova società della conoscenza, complessa e instabile, ha bisogno di intelligenze aperte e flessibili, disponibili all'uso delle nuove tecnologie tra cui appunto la Lim, che promuovono lo sviluppo di menti ipertestuali e reticolari.

DATA 27/02/2013 23.38.15 - AUTORE francy

La Lim coniuga due grandi potenzialità tipiche dei nuovi media, la multimedialità e l'interattività. Entrambe non fanno altro che accrescere la motivazione e la partecipazione attiva da parte dello studente. La Lim sfrutta il potere dell'immagine che ha una grande attrattiva e migliora la memoria. L'interattività sottolinea il ruolo attivo del discente, non solo come singolo ma anche come gruppo classe. la classe a sua volta diventa un laboratorio in cui si sperimenta il gusto della ricerca e della scoperta.

DATA 27/02/2013 23.55.32 - AUTORE Alberto_E506D

L’introduzione della LIM nelle aule scolastiche di ogni ordine e grado ha rappresentato, negli ultimi anni, la più grande novità sul piano didattico-metodologico a cui abbiamo assistito, una vera e propria rivoluzione copernicana. Grazie al contributo offerto dai contenuti digitali, la lezione, da frontale, diviene per lo più interattiva e in molti casi cooperativa-collaborativa. L’utilizzo della LIM è in grado di promuovere la motivazione, l’interesse e la partecipazione oltre a surrogare l’assenza del libro di testo in aula che, specie in questi ultimi anni, complice la crescente crisi economica, ha rappresentato un fenomeno dilagante. Oltre a questo, proprio perché vicina agli stili cognitivi degli alunni, sempre più multimediali, sviluppa la creatività, assicura la presenza attiva e collaborativa facilitando il processo di comunicazione e di apprendimento e rappresenta un ottimo diario di bordo per documentare le varie fasi dell’attività didattica. Il tallone d’achille, a mio avviso, potrebbe essere rappresentato dalla scarsa autonomia, in termini di carica, della penna digitale e dalla carenza del collegamento internet in tutte le aule che finirebbe con lo svilire moltissimo le enormi potenzialità della lavagna interattiva.

DATA 28/02/2013 9.54.32 - AUTORE sebastiano manciagli

Insegno matematica e fisica presso il liceo scientifico "Archimede" di Acireale.Ho frequentato questo corso per imparare l'uso della LIM che è sicuramente un mezzo utile per quanto riguarda l'applicazione delle moderne tecnologie alla didattica. In particolare mi riferisco al collegamento ad internet per mezzo del quale, con buon senso, è possibile incrementare e migliorare le conoscenze in tempo reale.

DATA 28/02/2013 10.08.17 - AUTORE sebastiano manciagli

Non sono convinto di un uso sistematico e continuo della LIM. Un tale uso richiede che le lezioni vengano preparate secondo schemi preconfezionati che dovranno andare bene per quella classe e in quel determinato momento. Io credo, invece, che la lezione debba essere impostata nel rispetto delle esigenze che emergono in quella particolare classe nel particolare contesto che si è creato in quel particolare momento.

DATA 28/02/2013 11.48.29 - AUTORE Messina Giuseppe

Ho deciso di frequentare il corso di aggiornamento sull’utilizzo della LIM spinto dalla curiosità di verificarne le potenzialità nell’insegnamento delle discipline umanistiche. Sempre più spesso capita, a noi insegnanti, di notare il disinteresse dei giovani nei confronti di quei contenuti culturali che, però, continuiamo a considerare imprescindibili nella formazione delle nuove generazioni. I ragazzi sono attratti da nuove modalità conoscitive, prevalentemente visive e interattive, e non per nulla li si definisce “nativi digitali”. Ecco perché, forse, i nuovi strumenti didattici che la tecnologia ci fornisce possono costituire una sorta di cavallo di Troia che riesca a veicolare contenuti non banali e formativi attraverso percorsi più coinvolgenti e attraenti, in un linguaggio che i giovani sentono più vicino al loro. Del resto, credo che catturare l’attenzione e l’interesse degli alunni sia una esigenza molto sentita oggi nelle aule scolastiche. Approfondendo la conoscenza della LIM, ho potuto rendermi conto delle opportunità che essa offre nella pratica didattica quotidiana. La trattazione di argomenti letterari, storici, geografici, l’analisi dei testi possono essere utilmente supportate dalla possibilità di avere rapidamente a disposizione sulla lavagna multimediale brani su cui far lavorare gli alunni, o ancora immagini, riproduzioni audio, video e tutto ciò che Internet ormai offre all’insegnamento. Credo, inoltre, che l’uso della LIM si presti bene ad una didattica attiva e collaborativa, in cui ogni alunno è chiamato a dare il suo apporto alla lezione (penso ad esempio alla realizzazione in classe di mappe concettuali, di grafici e tabelle, ecc.). Da non trascurare, infine, il vantaggio di conservare i materiali realizzati, che potranno così essere ripresi anche in un secondo momento.

DATA 28/02/2013 11.54.42 - AUTORE Messina Giuseppe

Gli aspetti positivi delle tecnologie multimediali nella didattica non possono, tuttavia, prescindere da un loro uso ragionevole e appropriato. La LIM non può sostituire l’insegnante, e questi dovrà essere in grado di gestire in modo non banale gli innumerevoli strumenti a sua disposizione, evitando soprattutto l’improvvisazione e l'estemporaneità. Credo, insomma, che come non è il caso di decretare la fine dell’uso dei libri cartacei, così la lezione ascoltata dalla viva voce del docente debba rimanere il fulcro dell’insegnamento, nel quadro di un’azione didattica che sia arricchita e resa attraente dalla tecnologia, e non sostituita da forme di “spettacolarizzazione” o intrattenimento di cui i nostri alunni non hanno certo bisogno.

DATA 28/02/2013 11.54.43 - AUTORE Messina Giuseppe

Gli aspetti positivi delle tecnologie multimediali nella didattica non possono, tuttavia, prescindere da un loro uso ragionevole e appropriato. La LIM non può sostituire l’insegnante, e questi dovrà essere in grado di gestire in modo non banale gli innumerevoli strumenti a sua disposizione, evitando soprattutto l’improvvisazione e l'estemporaneità. Credo, insomma, che come non è il caso di decretare la fine dell’uso dei libri cartacei, così la lezione ascoltata dalla viva voce del docente debba rimanere il fulcro dell’insegnamento, nel quadro di un’azione didattica che sia arricchita e resa attraente dalla tecnologia, e non sostituita da forme di “spettacolarizzazione” o intrattenimento di cui i nostri alunni non hanno certo bisogno.

DATA 28/02/2013 13.12.04 - AUTORE Giovanna Concetta Sigona

La LIM ha numerosi vantaggi. Permette di condividere con la classe e con i docenti lavori ritenuti significativi. Rende gli alunni più protagonisti del loro apprendimento anche semplicemente permettendo di mostrare la loro bravura nel suo utilizzo e quindi le loro competenze digitali. Contribuisce a ridurre il divario digitale nazionale dando a tutti gli alunni l'opportunità di utilizzarla in classe. Può essere utilizzata come uno spazio dinamico che si apre verso il web. Evita l'utilizzo del gesso che oltre ad imbrattare le mani provoca in molti delle allergie. Facilita moltissimo la visione da lontano, aiutando soprattutto gli ipovedenti. Supporta strategie didattiche individualizzate e pratiche didattiche di integrazione ed inclusione, rispettando i diversi stili di apprendimento e i diversi livelli di competenza presenti in ogni classe. Rende possibile il recupero delle informazioni diversamente dalle lavagne classiche. Inoltre, l’uso della LIM in classe può portare senz’altro dei benefici all’attività didattica. Favorisce l’attenzione degli alunni e il coinvolgimento attivo di questi. La lezione può essere strutturata in classe, ricorrendo anche a materiali che possono essere ricercati nel WEB. In altre circostanze e in funzione degli obiettivi didattici prefissati è possibile costruirla preventivamente usando l’apposito programma, centellinando testi, immagini video ed altro. Lavorare con la LIM è un'esperienza molto gratificante. Gli studenti arrivano a padroneggiare in tempi rapidi concetti e teorie. Essi diventano talvolta autori di una propria lezione, poiché costruiscono le risorse, ovviamente con la supervisione dell'insegnante e tenendo presente il loro livello di competenze. Oggi l’uso di tecnologie innovative è diventata una necessità per tutti, strumenti tecnologici come la LIM, i tablet, etc, sono elementi quasi imprescindibili da una didattica che deve essere sempre più ritagliata a misura dei discenti. Giovanna Concetta Sigona

DATA 28/02/2013 13.49.12 - AUTORE francy_G187X

sono un'insegnante di francese e ho deciso di iscrivermi al corso Lim perchè penso che un buon prof deve stare al passo con i tempi e, data la "nuova generazione tecnologica", non può più permettersi di fare lezione in maniera tradizionale. La nuova società della conoscenza, complessa e instabile, ha bisogno di intelligenze aperte e flessibili, disponibili all'uso delle nuove tecnologie tra cui appunto la Lim, che promuovono lo sviluppo di menti ipertestuali e reticolari.

DATA 28/02/2013 13.49.55 - AUTORE francy_G187X

La Lim coniuga due grandi potenzialità tipiche dei nuovi media, la multimedialità e l'interattività. Entrambe non fanno altro che accrescere la motivazione e la partecipazione attiva da parte dello studente. La Lim sfrutta il potere dell'immagine che ha una grande attrattiva e migliora la memoria. L'interattività sottolinea il ruolo attivo del discente, non solo come singolo ma anche come gruppo classe. la classe a sua volta diventa un laboratorio in cui si sperimenta il gusto della ricerca e della scoperta.

DATA 28/02/2013 15.03.38 - AUTORE Anna De Nuzzo

Leggo in molti dei "nostri" post la "celebrazione" dei numerosi vantaggi che ofre la lavagna interattiva in termini di praticità, attrattiva, efficacia ed economia di energie. Numerosi aspetti vantaggiosi che presto mi auguro possano divenire ordinaria quotidianità anche per le classi in cui mi trovo ad insegnare. Queste classi, infatti, non sono ancora dotate di lavagna interattiva ad eccezione di una ed in fine c'è da aggiungere che io sono ancora alle prime armi e, al momento ad anno avviato con la programmazione già impostata e con zero tempo in esubero temo che non riuscirò ad fare le necessarie operazioni di modifica in corso d'opera delle attività. C'è qualcuno qui che usa la lavagna da tempo? Se ne può fare un uso frequente e sistematico? Come reagisce il gruppo classe, e, dal punto di vista tecnico, sono emerse difficoltà rispetto all'uso frequente? ??? ... a presto, Anne De Nuzzo (forza "De Marco - Valzani" FRANCAVILLA FONTANA!)

DATA 28/02/2013 16.20.05 - AUTORE Anna

Penso che la LIM sia veramente uno strumento utile ma ci vuole molto impegno per imparare bene per chi non è portata come me.

DATA 28/02/2013 16.47.55 - AUTORE Davide

Buona sera, scrivo in qualità di esperto in un corso PON che precede la certificazione finale. Devo dire che non è la prima volta che lavoro con l'Assodolab, ed anche questa volta confermo la validità dell'impostazione metodologica che traspare nei test che vengono somministrati ai candidati. Essi costituiscono un equilibrato mix tra le conoscenze di base - indispensabili - legate alle tecnologie usate e le abilità legate all'uso del software di riferimento di volta in volta usato.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT