Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: venerdì 17 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 156

DATA 23/10/2012 23.17.29 - AUTORE M. Ciralli

Salve sono un’insegnante dell’istituto comprensivo F. Cordova di Caltanissetta, ritengo l’utilizzo della LIM essenziale per imparare ad utilizzare meglio le nuove tecnologie nella didattica, non solo per poterle sfruttare nel modo più efficace per l’insegnamento/apprendimento di tutte le discipline ma, specialmente, per favorire l'inclusione, la personalizzazione e l’individualizzazione degli apprendimenti per tutti gli alunni con bisogni Educativi Speciali, in particolar modo per gli alunni con DSA. Ins Maria Ciralli

DATA 23/10/2012 23.20.41 - AUTORE M. Ciralli

In particolare l'utilizzo della LIM, attraverso risorse di tipo iconico, favorisce l'apprendimento nei soggetti sordi i quali posseggono capacità di apprendimento visuo-spaziale superiori alla norma. Anche gli studenti ipovedenti possono trarne beneficio dato che la lavagna multimediale permette di ingrandire immagini e caratteri o di trasformare il testo scritto a mano in testo a caratteri di stampa. Le mappe concettuali digitali, oltre a essere utili per tutti gli studenti, possono essere un valido supporto per l’organizzazione delle informazioni, soprattutto per gli studenti con dislessia, con problemi cognitivi o di attenzione (si pensi ai ragazzi affetti da ASD o da ADHD). Ins. M.Ciralli

DATA 24/10/2012 21.42.51 - AUTORE Cristina Morabito

Qualche giorno fa una collega raccontava di aver lavorato l'anno scorso con la Lim e quest'anno, che ha una classe senza Lim, le sembra di non riuscire più a fare lezione senza. La cosa mi ha fatto sorridere ma anche riflettere. Forse in effetti si può correre il rischio di diventare Lim-dipendente, nel senso negativo del termine. Si può rischiare di adagiarsi sulle belle lezioni già preparate, sui materiali reperiti in rete e di perdere creatività giorno dopo giorno. Penso però che questo stesso rischio lo si corra anche senza la Lim, quando si cominciano ad usare sempre le stesse schede, gli stessi materiali, senza guardare le peculiarità degli alunni che abbiamo in classe. Ho capito durante il corso che non è così facile e scontato riuscire a sfruttare pienamente tutte le potenzialità della Lim e le risorse a cui si può avere accesso, ma continuando a mettersi in gioco e a sperimentare, senza perdere di vista gli alunni e le finalità educative e didattiche, è possibile "cambiare" il fare scuola. Cristina Morabito

DATA 25/10/2012 11.19.47 - AUTORE Marilina_F892P

Confrontandomi con altri docenti e visitando spesso i siti di istituti scolastici di ogni ordine e grado, mi capita di apprendere che molte scuole della mia regione, la Sicilia, sono alla ricerca di enti accreditati presso i quali avere l’opportunità di formare e/o aggiornare i propri docenti riguardo all’utilizzo appropriato della lavagna interattiva multimediale che, ahimè, rimane ancora troppo spesso un oggetto di arredamento passivo nelle aule scolastiche. A tal proposito, ritengo che un intervento più incisivo da parte del Ministero dell’Istruzione sia fondamentale per promuovere, da una parte, la formazione e/o l’aggiornamento di tutti i docenti relativamente all’utilizzo delle dotazioni tecnologiche innovative, prime tra tutte le LIM, di cui la stragrande maggioranza delle scuole già usufruisce grazie ai fondi europei e, dall’altra, l’effettivo uso di tale strumento in aula con gli allievi.

DATA 25/10/2012 11.20.35 - AUTORE Loredana_D754Z

Ciao a tutti, ho quasi concluso il primo corso sulla LIM, sono davvero entusiasta e sono già all'opera per realizzare delle lezioni personali da mostrare ai miei alunni, sempre se arriverà una supplenza. Penso che impostare la lezione in questo modo renderà più partecipi e attivi gli alunni, inoltre consentirà di prolungare i tempi di attenzione e i processi di memoria.

DATA 25/10/2012 17.55.15 - AUTORE rosanna costarelli

Avevo partecipato, nella scuola in cui mi trovavo prima, a l progetto DIGI SCUOLA in cui per la prima volta avevo sentito parlare di LIM. Le abbiamo avute in classe quasi alla fine dell’anno scolastico ma da subito cominciai a lavorarci utilizzando un certo software. Poi fui trasferita in un’altra scuola in cui le LIM non c’erano. Oggi dopo 5 anni finalmente le abbiamo anche in quest’altra scuola ma con mio dispiacere mi accorgo che il software non è più lo stesso anzi mi sono resa conto che ci sono tanti diversi tipi di applicativi ma la cosa più sgradevole è che non sempre è possibile leggere i file di un altro applicativo. Credo che questa sia una grossa limitazione per le lavagne e sarebbe il caso che qualcuno ponesse rimedio a ciò…….

DATA 25/10/2012 19.51.09 - AUTORE Aleo Lucia

Salve,sono una docente di scienze del liceo scientifico di Acireale. Ho frequentato con interesse ed entusiasmo il corso LIM che mi ha dato l'occasione per sperimentare, con la LiM in classe, le nuove tecnologie nella didattica delle scienze.

DATA 25/10/2012 20.27.08 - AUTORE Aleo Lucia

L'introduzione della LIM nelle classi prime è stata di ausilio perchè mi ha dato la possibilità di coinvolgere positivamente i numerosi studenti. Gli studenti si sono sempre interessati ai filmati ed alle animazioni ed hanno prestato molta attenzione agli argomenti svolti.

DATA 25/10/2012 21.21.35 - AUTORE angelaanastasi

La LIM è un mezzo importante per l'insegnante che può organizzare le attività in modo nuovo che sicuramente è più vicino al mondo dei ragazzi. Sono sicura che l'apprendimento sarà più stimolante e interessante per gli allievi, anche se il tempo da dedicare alla preparazione delle attività sfruttando questa nuova tecnologia è certamente maggiore rispetto alla preparazione delle attività tradizionali. L'uso della LIM richiede, inoltre, da parte del docente competenze che vanno al di là della pura conoscenza della propria disciplina, per cui è necessaria la partecipazione a corsi di aggiornamento ed anche la disponibilità ad un nuovo modo di insegnare. Angela Anastasi

DATA 25/10/2012 21.24.25 - AUTORE angelaanastasi

Sono una docente di un liceo scientifico e mi accingo per la prima volta all'utilizzo di questo strumento. Peccato che non tutte le classi del mio istituto possiedono le LIM. Il vantaggio più immediato che ho riscontrato nell'uso della LIM è quello di abbinare alla tradizionale lezione frontale tutti i vantaggi che vengono dal mondo multimediale e che motivano e coinvolgono maggiormente i ragazzi. Angela Anastasi

DATA 26/10/2012 8.49.42 - AUTORE Vincenzo Mirabella

Sono un insegnante di matematica di un Liceo, la lavagna è uno strumento che stimola l’apprendimento, in quanto utilizza un linguaggio più vicino alla modalità comunicativa delle nuove generazioni, riducendo così la distanza docente e discente. Questo è tanto più importante nel caso di studenti con disabilità o con disturbo specifico dell’apprendimento: il disabile sensoriale può utilizzare la modalità comunicativa residua, il disabile motorio può «sfogliare» un testo, farselo leggere, prendere appunti, il ragazzo con DSA può usufruire della sintesi vocale per la lettura e/o per il supporto alla scrittura.

DATA 26/10/2012 12.10.16 - AUTORE rosita valeria borzì

Salve, insegno inglese nella scuola primaria di un Istituto Comprensivo, dove da qualche anno sono state installate alcune Lavagne Interattive Multimediali. A mio parere, la LIM svolge un ruolo chiave per l’innovazione della didattica: è uno strumento “a misura di scuola” che consente di integrare le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica in classe e, in modo trasversale, alle diverse discipline. I vantaggi riguardano soprattutto: la visualizzazione in grande, l'utilizzo delle tecnologie a favore di tutta la classe, la semplificazione dei concetti, l'interattività, l'aggregazione di risorse multimediali, soprattutto se nella classe è disponibile il collegamento a internet. Gli studenti avvertono la LIM vicina al loro modo di comunicare e di accedere alle informazioni. L'estrema semplicità di utilizzo è all'origine della diffusione delle LIM. Le competenze necessarie per il suo impiego sono quelle di base (scrittura, apertura ed inserimento file, upload, download, uso del web). La costruzione collaborativa dei percorsi di studio fanno della LIM uno strumento particolarmente efficace per la realizzazione di attività di gruppo in classe.

DATA 26/10/2012 17.41.50 - AUTORE rosita valeria borzì

Le LIM vengono installate in gran pompa nelle aule di molte scuole, sembra quasi che non se ne possa più fare a meno, ma negli Stati Uniti, come in altri Paesi, crescono tra gli insegnanti le perplessità nei confronti delle Interactive Whiteboards, che si stanno rivelando un gadget costoso e poco efficace, come spiega bene in un articolo un insegnante americano, Bill Ferriter, che peraltro non è assolutamente restio nei confronti delle nuove tecnologie. Bill insegna in una prima media a Wake County nella Carolina del Nord, dove è stato in passato premiato come migliore insegnante dell’anno di quello stato (a.s.2005-2006) e pubblica regolarmente articoli sull’integrazione delle TIC nella scuola nel periodico Educational Leadership. In un suo articolo, dice di essersi “sbarazzato di questo marchingegno dopo circa un anno di sperimentazione”, perché secondo lui non serviva a nulla. Poi dice che, partecipando a una chat sulle Lim, ha scoperto che pochi sono i pareri favorevoli sulle LIM e scarsi gli elogi senza riserve per la bontà didattica di questo strumento. La maggioranza dei partecipanti alla chat, invece, ammette che senza un considerevole dispendio di tempo e senza una formazione appropriata, le LIM rapidamente si utilizzano solo come proiettori.

DATA 26/10/2012 21.02.02 - AUTORE Carla Musmeci

Sono un insegnante di scuola primaria ed ho da poco finito di frequentare il corso LIM, vi confesso di non essere mai stata attirata da computer, informatica e quant'altro attinente, ma devo ammettere che questo nuovo strumento mi ha coinvolta e conquistata. Credo che la multimedialità possa migliorare la partecipazione degli alunni(a volte più esperti di noi docenti in questo campo), creando un ambiente didattico più stimolante e che permette di trasmettere le discipline in maniera più divertente.

DATA 26/10/2012 21.34.08 - AUTORE Carla Musmeci

Spero tanto di avere presto una LIM in classe per poter cominciare la mia prima lezione. Penso soprattutto agli alunni stranieri, sempre più numerosi, che trovano difficoltà nell'apprendimento e nell'integrazione all'interno del gruppo classe. Credo che possano trarre grandi vantaggi dall'utilizzo di questo strumento grazie alle varie modalità di interazione che offre.

DATA 26/10/2012 22.17.33 - AUTORE Laura Failla

Sono Laura ed insegno musica alla scuola secondaria di I grado a Caltanissetta. Ho appena finito di seguire un corso sull’uso della Lim ed ho immediatamente provato ad usarla nelle mie lezioni (col rischio di qualche figuraccia!); tutto sommato non è andata poi così male. Ho potuto notare una maggiore attenzione da parte degli alunni, ma soprattutto li vedo affascinati, tanto che, appena entro mi dicono: ”Accendiamo la Lim?”. Da parte mia devo osservare che mi sono così abituata che, se talvolta non riesco a metterla in funzione per motivi tecnici, dovendo usare la vecchia lavagna “analogica”, mi sento quasi a disagio!

DATA 26/10/2012 22.18.11 - AUTORE Laura Failla

Che figata quest’anno! In tutte le classi abbiamo le Lim. Per i ragazzi della nostra scuola è stata una bella sorpresa , al rientro dalle vacanze, trovare la lavagna digitale nella propria classe, anche se l’avevano già conosciuta ed usata, l’anno scorso, nell’”aula Lim”. Che dire? Le lezioni sono più divertenti e colorate e i ragazzi, che ai nostri giorni hanno sangue digitale nelle vene, mangiano pane per i loro denti! Ins. Laura Failla da Caltanissetta

DATA 27/10/2012 16.19.43 - AUTORE teresa

Sono Maria Teresa Santangelo, docente di matematica e fisica in un liceo scientifico. Reputo che un uso della Lim come strumento didattico giornaliero, possa interferire nella capacità di riflessione degli allievi, distratti da troppi stimoli visivi. Sono invece più propensa ad un utilizzo più mirato quando si voglia accedere all'enorme potenzialità della rete. In particolare mi è stata utile in matematica al quinto anno per ricercare degli approfondimenti necessari per l'asame di stato, di cui deficitava il libro di testo. Quest'anno ho la possibilità di utizzarla nelle classi prime per la Fisica, sia per accedere ad interessanti applet che inseriti in una comune lezione frontale, attivano interesse e partecipazione, sia per la preparazione di qualche argomento trattato nel libro di testo in maniera troppo astratta.

DATA 27/10/2012 16.36.33 - AUTORE teresa

Sono Maria Teresa Santangelo, l'aggiornamento su queste nuove tecnologie mi ha spronato a rimettere in discussione il mio stile d'insegnamento. Con maggiore consapevolezza dovrò preparare delle lezioni in grado di accedere alle informazioni della rete, anche in inglese, varcando gli stretti ambiti del libro di testo, che comunque per gli allievi deve essere sempre un sicuro riferimento nel lavoro a casa. Il docente pertanto rappresenta la guida per andare alla ricerca di informazioni più complesse e per la gestione delle stesse. Questo modus operrandi per me è molto formativo in in'epoca, in cui gli allievi sono bombardati da così tante informazioni.

DATA 28/10/2012 1.27.27 - AUTORE FrancaG920Q

Sono un’ insegnante di lingua e cultura tedesca e da poco tempo sto seguendo un corso di formazione Basic, organizzato nella mia scuola nell’ambito dei PON, sull’utilizzo della LIM, per conseguire, eventualmente, anche la certificazione. Ritengo che questo nuovo strumento, che mi sta veramente appassionando per la molteplicità di funzioni e materiali, sia una importante innovazione tecnologica che potrà sicuramente cambiare il mio modo di insegnare e mi permetterà, alternando didattica “tradizionale” ed attività laboratoriali, di coinvolgere i miei alunni in modo più attivo e collaborativo, di tenere sempre alta la loro attenzione e farà conseguire risultati più positivi nel processo di insegnamento-apprendimento. La LIM non si sostituirà all'insegnante, ma la sua lezione sarà organicamente supportata da più elementi per una più profonda comprensione e una più facile memorizzazione da parte degli alunni.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT