Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 17 dicembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 372

DATA 25/05/2017 21:23:08 - AUTORE Marianna_H700O

Essere informati sulle nuove tecnologie didattiche e utilizzarle in ambito scolastico non è un diritto, o una possibilità di migliorarci, ma un dovere… una prerogativa imprescindibile per poter insegnare a 360°. L’uso della lavagna interattiva multimediale in aula, soprattutto in alcune discipline, aiuta notevolmente gli alunni nella comprensione dei concetti ma soprattutto a fissarli nella mente. La scelta di conoscere ed approfondire l’uso della LIM, attraverso il corso proposto da Assodolab, nasce proprio da ciò. Mi auguro che alla fine della formazione, abbia incrementato le mie conoscenze informatiche.

DATA 26/05/2017 15:11:01 - AUTORE Danielaa145a

Buongiorno. Sono iscritta al corso LIM basic normal immersion. Il corso che sto seguendo volge ormai a conclusione. Visionando le video lezioni proposte ho potuto prendere atto e provare in prima persona alcune delle funzioni previste nel Workspace della Lavagna Interattiva Multmediale Interwrite. In questo periodo, durante le lezioni in classe, ho potuto provare con successo parecchie funzioni del workspace di cui prima ignoravo quasi completamente l’esistenza. A seguito di questa esperienza e dell’esperienza pregressa ho potuto trarre alcune considerazioni personali sui vantaggi e svantaggi della LIM. Parlando di vantaggi: la mia disciplina si avvale costantemente di disegni di vario tipo, ho quindi molto apprezzato la possibilità di realizzare figure geometriche a mano libera e “rettificarle”, rendendo il disegno decisamente più chiaro. Molto utile (soprattutto per uno studio successivo) è l’inserimento di immagini in modo da avere sempre a disposizione il testo di un esercizio proposto oltre alla soluzione elaborata in classe. Trovo inoltre che sia un utilissimo strumento, per tutti e soprattutto per alunni disgrafici, la scrittura a mano libera con riconoscimento e la riconversione in caratteri digitali. Sempre nell’ambito delle mie discipline, molto interessante e dinamico è l’utilizzo di strumenti di misurazione. Come ho già detto in un mio vecchio commento, la possibilità di salvare il tutto in formato pdf e poterlo condividere con alunni e colleghi ha un grosso vantaggio. Parlando di svantaggi: l’utilizzo della LIM, e delle tecnologie digitali in genere, anche questa non ne è esente. Nonostante sia di supporto fornendo un maggior aiuto e coinvolgimento nello svolgimento della lezione, ho notato una tendenza dei ragazzi a prendere pochi appunti nella convinzione, spesso errata, che basti il file digitale salvato e condiviso. Per concludere: i vantaggi della LIM sono molti ma ritengo che questa debba essere utilizzata come supporto e come valore aggiunto alla lezione tradizionale durante la quale gli allievi prendono comunque i PROPRI appunti e svolgono autonomamente o in gruppo sul proprio quaderno gli esercizi assegnati durante le esercitazioni.

DATA 26/05/2017 15:19:06 - AUTORE ValentinaC421U

La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) è considerata un’innovazione tecnologica che può cambiare in positivo il modo di far scuola, ma anche di insegnare e di apprendere. Quando viene introdotto un nuovo approccio in classe, con le relative novità ed il relativo sconvolgimento di abitudini consolidate, si scatenano sia entusiasmi che perplessità. Uno dei primi problemi che si possono riscontrare sta nel fatto che le nuove tecnologie, proprio perché «nuove», non sono spesso adeguatamente conosciute al momento della loro diffusione. Nel riconoscere e prendere consapevolezza dell’esistenza di un considerevole ritardo tra la disponibilità degli strumenti e la diffusione di una sensibilità pedagogica e una cultura metodologica adeguate, è dunque auspicabile procedere con prudenza ed equilibrio. Gli aspetti positivi ed innovativi dell’introduzione dell’uso della LIM nella didattica sono molteplici sia per gli studenti che per i docenti. Innanzitutto non è una tecnologia del tutto nuova in quanto si tratta in fondo di una nuova modalità di utilizzo del computer a scuola, sicuramente con molte più potenzialità. Gli alunni, anche quelli di solito meno motivati, manifestano molto interesse e partecipazione nell’attività didattica con la LIM. Le presentazioni dei percorsi e le strategie di soluzione davanti ai compagni producono momenti di costruzione collaborativa delle conoscenze: i ragazzi seguono con interesse le performance dei compagni, notano le incongruenze e forniscono suggerimenti ed indicazioni. Anche gli alunni con alcune difficoltà di apprendimento sono in grado di mostrare la loro creatività e le loro potenzialità apportando il loro contributo nel gruppo. L’utilizzo della LIM nell’attività di tipo pluridisciplinare contribuisce a migliorare l’efficacia comunicativa e la capacità espositiva davanti ad un pubblico. Inoltre, la LIM arriva in Italia assieme a una buona quantità di esperienze e ricerche svolte in alcuni Paesi esteri che la utilizzano ormai da diversi anni. Dunque, è chiaro che la LIM si presenta come uno strumento dalle innumerevoli potenzialità, capace di aiutare a costruire ambienti di apprendimento innovativi e stimolanti che coinvolgano l’intera classe. L’auspicio è che, anche in Italia, la diffusione di questa tecnologia venga accompagnata da un’ampia disponibilità di testimonianze, esperienze e conoscenze oltre che dalle adeguate verifiche; solo così si riuscirà a sfruttare nel modo migliore questo prezioso strumento.

DATA 26/05/2017 15:21:33 - AUTORE ValentinaC421U

La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) ha sicuramente dei punti di forza, quelli che saltano subito all’occhio come più evidenti sono quelli elencati di seguito: essa permette di sfruttare presentazioni Power Point, arricchendole con oggetti multimediali; le presentazioni LIM sono dinamiche ed interattive; vivacizza la lezione frontale, rendendola più coinvolgente spostando il focus dall’insegnante al contenuto, reso più accattivante grazie all’interattività e alla condivisione col gruppo classe; migliora le dinamiche relazionali valorizzando le dinamiche di gruppo incrementando la collaborazione e la cooperazione in classe; influisce positivamente sull'attenzione, la memorizzazione, la motivazione e il coinvolgimento degli studenti; permette di condividere lezioni e conoscenze tra i docenti della stessa disciplina; utilizza un linguaggio più adatto all’attuale generazione di studenti definiti “nativi digitali” che ben conoscono queste nuove tecnologie, spesso anche meglio degli insegnanti; in particolare la LIM può risultare un mezzo prezioso ed efficace nell’attività di sostegno di alunni portatori di handicap o nelle attività di recupero extracurriculare degli alunni in difficoltà, ai quali è possibile somministrate attività e lezioni diverse da quelle tipicamente frontali. L' assonanza della LIM con la lavagna classica ne facilita la percezione sia da parte degli alunni che degli insegnanti. Le sue potenzialità più evidenti rispetto alla suddetta lavagna sono la multimedialità e la flessibilità, entrambe caratteristiche che incidono fortemente su motivazione, attenzione e concentrazione degli studenti. In ambito didattico, questo strumento supera i limiti dell'oralità e permette infatti maggiori occasioni per l'espressione collettiva, la possibilità di analizzare da punti diversi un concetto comune da più studenti ed il conseguente incremento di attenzione e partecipazione. Nonostante ciò la LIM può presentare allo stesso tempo dei punti deboli, quali ad esempio: apprendere l’utilizzo del sofware dedicato per riuscire ad utilizzarlo al meglio; avere prerequisiti informatici di base senza i quali si fa sicuramente più fatica; avere il tempo necessario a casa per preparare una lezione con la LIM, creando presentazioni già pensate in funzione di come presenterò i contenuti e di ciò che si aggiungerà a mano; inoltre, la LIM potrebbe essere usata in modo passivo (ad esempio solo per vedere video) e troppa esposizione alla luce e allo schermo potrebbe sovraccaricare i bambini di stimoli visivi, in particolare se, come spesso accade, quando tornano a casa continuano a stare davanti allo schermo per un certo numero di ore. Da ciò si evince che l’importante, sia per la LIM che per tutte le altre tecnologie, è farne un uso consapevole: ben venga l’innovazione in campo scolastico, ma senza dimenticare altre modalità di apprendimento che un uso eccessivo della LIM potrebbe ridurre, come l’uso della mano per la scrittura, l’ortografia, il dialogo e la parola.

DATA 26/05/2017 18:36:45 - AUTORE CHIARAZ103U

Sono una giovane insegnante di lingua francese, credo che in una società in continua evoluzione cambia necessariamente anche la scuola che per non risultare anacronistica deve riappropriarsi della sua funzione primaria che è quella formativa, anche attraverso l’introduzione di nuove tecnologie come la Lim. A mio parere essa rappresenta ormai un potente strumento didattico e tecnologico, indispensabile in classe e sicuramente più al passo con i tempi. Questo è il motivo per cui mi sono iscritta a questo corso, per sfruttare al massimo le potenzialità offerte dalla lavagna interattiva.

DATA 26/05/2017 22:33:33 - AUTORE MattiaVLLMTT

Mi piacerebbe esporre come userei la Lim per fare una lezione di storia. Dapprima cercherei di creare una sorta di diagramma con forme e connettori che rispecchino i passaggi temporali e logici della storia che vado a raccontare. Ad esempio se sto parlando della guerra del Peloponneso prima di tutto disegnerò un diagramma che mostrerà la causa della guerra: l'egemonia ateniese. Con lo strumento forma disegnerà una riquadro e al suo interno metterò del testo in cui scriverò la causa, appunto. Poi con un connettore collegherò questa prima immagine con l'attacco di Sparta ad Atene nella fase Archidamica della guerra. E via di seguito fino a coprire, avvenimento dopo avvenimento, tutti i fatti collegati gli uni con gli altri della guerra del Peloponneso. Infine utilizzerei lo strumento immagini per caricare una cartina della Grecia e mostrare i luoghi delle battaglie e le città coinvolte disegnando con lo strumento penna gli spostamenti degli eserciti delle rispettive parti. Io penso che la Lim sia un importante strumento per arricchire le spiegazioni della storia mostrando immagini, interagendo con esse disegnando appunto spostamenti di truppe e analizzando territori geografici. Inoltre potrei inserire delle foto di alcuni monumenti o reperti archeologici così da fare vedere che la storia lascia le sue tracce ancora visibili e visitabili anche da chi non vive più in quelle epoche. Penso quindi che la lavagna interattiva sia davvero un ottimo strumento per insegnare storia, ma penso comunque che debba integrare sempre lo studio sui libri e sulle fonti da cui il discorso storico nasce e prende forma. La Lim, infine, è un ottimo strumento per divulgare la storia purché non prenda il posto dei libri e dei libri più importanti.

DATA 26/05/2017 23:55:00 - AUTORE Simone

Buonasera, mi chiamo Simone e insegno in alcuni centri di formazione professionale nel torinese. Mi trovo quotidianamente a lavorare con allievi spesso incapaci di mantenere la concentrazione per più di qualche minuti nella misura in cui la lezone è affrontata in una modalità classica e frontale. Per questo da diversi anni utilizzo all'interno delle mie lezioni dei materiali informatici (in particolare PPW e video). Quest'anno però ho voluto approfittare del fatto che in questo tipo di istituti sta diventando sempre più frequente la presenza della Lavagna Interattiva Multimediale. Preso dalla curiosità ho provato ad utilizzarla come autodidatta, ma presto mi sono reso conto che è necessaria una formazione specifica e appropriata in modo da conoscere ed imparare ad usare tutte le molteplici funzionalità e applicazioni fornite dalla tecnologia in oggetto.

DATA 27/05/2017 00:11:08 - AUTORE Simone

Personalmente non sono un fan della tecnologia a tutti i costi, come neanche un nostalgico dei tempi in cui "si scriveva con la piuma". La funzionalità della lavagna di ardesia è di essere facile e veloce da usare, per l'insegnante e gli allievi. Dopo aver ascoltato le lezioni del corso ho compreso quante e quali importanti funzioni potrebbero essere utilizzate attraverso la LIM. Ad esempio, mi ha incuriosito la possibilità di inserire facilmente video e file audio, processo non così semplice se si utilizzano alcuni programmi dell'applicativo Office. Quindi ampie funzionalità a patto di poterla utilizzare appieno conoscendone bene sia la parte hardwere, sia il softwere. Purtroppo essendo la formazione sulla LIM facoltativa, il rischio è di utilizzarla in modo scarso rispetto alle sue reali potenzialità o di non utilizzarla affatto. Una possibilità reale è quindi di trovarsi senza più lavagne di ardesia e senza aver imparato ad utilizzare correttamente le LIM. Perché ciò non accada è necessario, a mio parere, che il Ministero si muova nella direzione di fornire una formazione obbligatoria e completa a tutti i docenti delle scuole di qualsiasi ordine e grado, nella misura in cui all'interno dell'Istituto vengono utilizzate questo tipo di tecnologie. Non basta solo conoscere il softwere, ma acquisire una manualità e un'esperienza tali da poterle utilizzare con velocità e disinvoltura. Se ci si impiega dei minuti per scrivere una semplice frase, a seguito di mancata manutenzione, uso scorretto, usura, insicurezza nell'utilizzo del nuovo strumento, vuol dire che c'è ancora molta strada da fare e che corsi come quelli organizzati da ASSODOLAB sono quanto mai indispensabili.

DATA 27/05/2017 17:54:48 - AUTORE AntonelloI452u

Salve, sono un laureato in gestione dell’ambiente e del territorio che ha deciso di migliorare le proprie conoscenze in materia di nuove tecnologie applicate all’insegnamento. D’accordo con il Prof. Del Buono, credo che il docente debba essere costantemente informato sulle nuove tecnologie informatiche, tecnologie che permettono all’insegnante di svolgere sempre meglio il proprio lavoro ed allo studente di capire più agevolmente.

DATA 28/05/2017 10:27:13 - AUTORE SimoneD662R

Sicuramente la LIM al giorno d'oggi è uno degli strumenti su cui si deve puntare per la didattica del presente e del futuro, poiché essendo un mezzo di comunicazione completo e interattivo, consente di preparare e proporre agli alunni delle lezioni moderne, lontane da quelle classiche con libro e lavagna normale, che risultano ormai obsolete, anche per i ragazzi stessi, molto tecnologici e sempre più informatizzati. Per cui uno strumento come la LIM può soltanto migliorare quella che è la didattica attuale, poiché permette una esposizione degli argomenti molto più chiara, multimediale, di facile comprensione e soprattutto più coinvolgente per i ragazzi. Ovviamente per permettere tutto questo, occorrono docenti preparati e al passo con i tempi, che sappiano utilizzare bene la LIM, altrimenti quest'ultima da strumento utile si può trasformare in strumento deleterio. L’utilizzo della LIM si adatta alla grande a diverse materie scolastiche, per molte ragioni. Innanzitutto, per permettere agli alunni di avvicinarsi e conoscere meglio quelle materie ritenute spesso noiose e con concetti da imparare a memoria. Poi, per risvegliare la curiosità degli allievi e la loro voglia di conoscenza, a volte accantonata anche per colpa di docenti poco attivi che propongono lezioni ormai superate e monotone. In definitiva, quindi, si può concludere dicendo in tutta tranquillità che l’utilizzo della LIM è attualmente, e dovrà esserlo sempre più in futuro, fondamentale per l’istruzione degli alunni per tutte le scuole, dalle elementari alle superiori.

DATA 28/05/2017 10:58:44 - AUTORE ChiaraG713L

Ho finito di seguire il corso e sto ultimando la tesina. Devo dire che sono davvero rimasta soddisfatta del corso LIM Basic Interwrite per tanti motivi: l’accesso e le modalità sono chiare e semplici, ho riguardato più volte con attenzione le lezioni così da poter metter in pratica le competenze acquisite in classe. I ragazzi sono rimasti entusiasti e alcuni colleghi mi hanno chiesto dei suggerimenti. Penso che seguirò sicuramente altri corsi organizzati da ASSODOLAB!

DATA 28/05/2017 11:17:16 - AUTORE Claudia_I754Y

Con la LIM abbiamo una frammentazione dei contenuti complessi in concetti più semplici che facilitano l’apprendimento e, contemporaneamente, la ricchezza di immagini, suoni e animazione della comunicazione multimediale, facilita il coinvolgimento emotivo degli studenti anche meno motivati, producendo un effetto sinergico in grado di facilitare e di potenziare il processo di apprendimento. E’ un obiettivo fondamentale dare agli studenti il gusto di fare delle cose e dare loro l’opportunità di esercitare il piacere di fare queste cose. Il problema centrale della scuola secondaria di 1° e di 2° grado è rappresentare proprio dal conseguimento di tale obiettivo fondamentale, cioè di sviluppare il gusto di apprendere (che implica il gusto di studiare, di ricercare, di capire), e, con strumenti come la LIM si riescono a coinvolgere anche gli studenti meno interessati e che si “distraggono facilmente”.E’ dunque importante per il docente saper usare al meglio la LIM, e, con corsi come quello di Assodolab, il tutto viene reso sicuramente più semplice e intuitivo.

DATA 28/05/2017 12:27:47 - AUTORE Fabrizio_H501R

Buongiorno a tutti. Ho riflettuto sulle qualità della lim, dopo le prime prove in classe, e non posso non pensare positivo, anche perché sarebbe anacronistico tenere fuori dalla scuola un mezzo così potente e così al passo con le nuove generazioni. La potenza sta nella forza del linguaggio visivo (foto, grafici, mappe, video e animazioni) e si sa, spesso un’immagine vale più di mille parole, sia per il valore esplicativo che per quello dell’attenzione! Si può rivoluzionare il modo di fare lezione velocizzando l’insegnamento. La potenza, inoltre, sta nel fatto che si accorcia senz’altro la distanza tra alunno e insegnante, che assumendo quasi il ruolo di animatore stimola l’interesse anche dei ragazzi con difficoltà di apprendimento poco abituati a mantenere a lungo la concentrazione. Per me, che insegno strumento musicale, è un mezzo che può dare ai miei allievi la possibilità di conoscere gli strumenti musicali, confrontare timbri, ascoltare brani, “partecipare” a lezioni di maestri importanti, recuperando spunti utili alla didattica; inoltre si rende possibile anche la registrazione delle lezioni per poi rivederle e commentarle o riutilizzarle a favore degli alunni non presenti. Per quel che riguarda gli aspetti negativi mi viene da pensare alla poca disponibilità all’interno degli istituti, che in genere possiedono 1-2 esemplari per ogni grado di scuola; anche se questa limitazione, nel mio caso, è minima tenuto conto che, svolgendo le mie funzioni di docente durante l’orario pomeridiano, dovrei spartirla con solo altri 3 colleghi! Un ulteriore aspetto da considerare è quello di non delegare tutto alla lim come mezzo risolutivo per migliorare la qualità della didattica del docente e l’apprendimento dei ragazzi; bisogna sapere e far capire dove, come, quando usare la lim e gli strumenti digitali e con quali scopi, obiettivi e opportunità. L’uso delle nuove tecnologie deve integrare le metodologie di studio tradizionali. Bisogna che capiscano che lo studio individuale resta insostituibile, soprattutto per la mia disciplina in cui la pratica è prioritaria, ed è necessario anche per elaborare un vero apprendimento completo di tutte le conoscenze “incontrate” durante un percorso variegato e multiforme. Utilizzare con intelligenza e responsabilità le tecnologie significa anche far capire l’importanza non fermarsi sempre al virtuale ma uscire ad incontrare il reale, oltre le immagini viste sulla lavagna, quindi, ad esempio, andare a vedere dal vivo un concerto o un bel museo!

DATA 29/05/2017 09:02:16 - AUTORE CECILIAB819O

Ho appena terminato il corso ed ho visto le potenzialità di questo strumento a prescindere dal semplice utilizzo per proiettare presentazioni in power point. Innanzitutto trovo molto utile la possibilità di creare e modificare mappe concettuali con pochi passaggi, nel caso un docente debba spiegare dei concetti, oppure, nel mio caso, la possibilità di creare i diagrammi (ad esempio i diagrammi a blocchi) che normalmente si utilizzano per aiutare lo studente a capire come affrontare un esercizio che poi si tradurrà in un programma. Non sono ancora convinta sull'utilità per la scrittura a mano libera, come si può vedere anche dai video immagini o scritte a mano libera, anche avendo a disposizioni una penna ottica anzichè il mouse, risultano comunque difficoltose a mio avviso, il che non permette di "Mandare completamente in pensione" le vecchie lavagne con il gesso. In ogni caso è un'ottima soluzione che può completare l'avo con i gessi e cancellino!

DATA 29/05/2017 18:09:35 - AUTORE AntonelloI452u

Buonasera, sono un neo-laureato in scienze e tecnologie per l’ambiente. Ho seguito con interesse il corso sull'utilizzo della Lim e sono rimasto colpito sia per le potenzialità che possiede ma anche e soprattutto per la semplicità d'utilizzo, anche se, delle buone competenze informatiche ne facilitano il suo utilizzo. A parer mio è interessante in quanto è un ottimo strumento che, quando ben utilizzato, cattura maggiormente l’attenzione dello studente facilitando il percorso di apprendimento delle lezioni.

DATA 29/05/2017 18:23:11 - AUTORE CARMENI483L

Sono giunta al termine del corso online LIM BASIC. La possibilità di accedere alle video lezioni quando e quante volte volessi mi ha permesso di assimilare con più efficacia i concetti e di gestire al meglio questo percorso di apprendimento autonomo, ricavandone il più possibile. La metodologia utilizzata è giusta e le spiegazioni sono molto chiare. Sono davvero soddisfatta, la piattaforma ASSODOLAB è stata una gran bella scoperta!

DATA 29/05/2017 21:53:49 - AUTORE Marianna_H700O

Ho terminato il corso, davvero ben strutturato! Le video lezioni sono chiare e spiegano passo passo l’uso della LIM e tutte le sue funzioni. Le procedure di iscrizione, login e logout sono semplici e intuitive, anche per i meno abituati alle tecnologie informatiche. Mi sono sentita guidata e seguita come se partecipassi ad un corso frontale. Imparare nuovi concetti per poter insegnare meglio è sicuramente, oltre che una gratificazione personale, anche un impegno nei confronti degli alunni. Durante quest’ultimo anno scolastico ho avuto modo di utilizzare una LIM nell’istituto in cui insegno (tecnologia), ma non ne conoscevo certamente tutti gli aspetti e le caratteristiche. Nella nostra scuola, abbiamo già un discreto numero di LIM e un laboratorio multimediale, ma purtroppo c’è l’assenza di personale tecnico formato per la gestione e manutenzione degli stessi. Alla conclusione di questo intenso, se pur breve, periodo posso affermare di aver raggiunto certamente gli obiettivi che mi ero prefissata.

DATA 30/05/2017 01:08:07 - AUTORE Fiorella_289g

Il corso LIM di base, normal immersion, al quale mi sono iscritta sta volgendo al termine. In questo periodo, in cui mi sono esercitata a casa e a scuola, ho utilizzato la Lim in classe, provando nuovi percorsi. Ho capito che questo mezzo mette a disposizione risorse da affiancare alla lezione verbale veramente efficaci, arricchendone i contenuti con gli svariati strumenti multimediali. Mi sono altresì resa conto che, perchè le potenzialità delle tecnologie digitali in genere,si traducano appieno in validi sussidi didattici, bisogna sviluppare competenze serie. Con lo studio e un esercizio costante spero che sarò in grado di destreggiarmi meglio nei meandri di questo nuovo mondo e di creare possibilità didattiche sempre nuove.

DATA 30/05/2017 23:24:53 - AUTORE patra

Sono una docente di italiano e storia negli istituiti di scuola secondaria di primo e secondo grado. Ho deciso di intraprendere il corso LIM per migliorare le mie competenze didattiche con l'ausilio delle più moderne tecnologie utili all'apprendimento di tutte le discipline. L'uso della tecnologia, se applicata nel modo corretto e con le giuste alternanze, migliora la qualità della lezione aiutando il docente a raggiungere gli obiettivi didattici per definire i feedback di apprendimento. Credo che l’uso di questo moderno strumento sia un valido supporto alle tradizionali lezioni di tipo frontale, perché è un attivatore di un forte coinvolgimento emotivo per lo studente, suscita attenzione, volontà di mettersi in gioco, aiuta la concentrazione, il ripasso dei contenuti, l’aggiornamento costante delle lezioni, velocità di accesso alle lezioni, curiosità, condivisione dei dati tramite e-mail o sistemi cloud computing, tutti fattori che contribuiscono alla formazione di un clima positivo durante la lezione, il miglior sistema per attivare l’apprendimento. L’utilità di questo strumento si riconosce nelle molteplici possibilità di utilizzo, infatti attraverso il linguaggio visivo adottato con l‘ uso della lavagna digitale, è possibile accedere direttamente dallo schermo a numerose applicazioni, immagini, video, siti web e supporti multimediali, accelerando la comprensione dei concetti mediante il supporto visivo e interattivo dei contenuti. La didattica che ne deriva è ricca di richiami, di potenzialità, di spunti e miglioramenti che possono essere costantemente proposti, la lavagna digitale è uno strumento adatto alla realizzazione di una didattica inclusiva. Pertanto il corso didattico sull’uso della lavagna digitale credo che sarà un ottimo punto di partenza per implementare e migliorare la didattica in classe. Il corso online è un ottimo sistema per conciliare il lavoro allo studio parallelo.

DATA 30/05/2017 23:27:15 - AUTORE patra

Dopo aver seguito il corso online credo che le lezioni didattiche in classe miglioreranno di molto. L’interesse sarà maggiormente attivato, garantendo una buona riuscita degli obiettivi didattici preposti. La lavagna elettronica multimediale ha un elevato potenziale di versatilità, perché può essere utilizzata per ogni tipo di studente anche per chi ha difficoltà di apprendimento oppure per i diversamente abili. Le possibilità che offe sono differenziate e numerose, in riconoscono in attività: di scrittura, disegno e interattività; la lavagna digitale è un ottimo punto di partenza e supporto ad ogni tipo di lezione, perché influisce di molto sull’attenzione degli studenti grazie all’uso di più stimoli che favoriscono il coinvolgimento emotivo e cognitivo. Ad oggi ritengo che sia imprescindibile l’uso della lavagna digitale per svolgere attività didattiche, infatti l’uso di questo strumento è al passo con i tempi, perché utilizza primariamente il linguaggio non verbale, proprio in un momento contemporaneo come il nostro in cui il digitale scandisce la nostra quotidianità, in una società basata sulla comunicazione visiva e interattiva. L’aggiornamento per noi docenti è utile per migliorare costantemente le nostre abilità al fine del miglioramento dell’offerta didattica, che deve essere scandita da contesti positivi che favoriscono l’assimilazione dei contenuti per tutti gli studenti della classe. La LIM deve essere per un docente uno strumento di comunicazione, presentazione, archiviazione e interazione dinamica con i partecipanti alla lezione. Inoltre le distanze tra docente e alunno si accorciano notevolmente grazie all’ interattività dinamica.

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

La scrittura stenografica con Word

Una proposta per l'utilizzo del glossario di Word

Giocare con grafici dinamici

Una proposta didattica per abituare gli alunni alla lettura di grafici

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT