Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 19 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 130

DATA 12/07/2012 0.23.39 - AUTORE Giuffrida Santina

I CONTRO NELL’UTILIZZO DELLA LIM La scuola è luogo di socializzazione, di esercizio, di scambio, di apprendimento, di ricerca, di scrittura,di creatività, di sviluppo di capacità e di competenze ecc. Sempre più però, con le nuove tecnologie si tende a sostituire l’incontro con la chat, la scrittura manuale con la videoscrittura, il disegno tecnico frutto di fatica nell’uso della matita e dei righelli con i programmi di progettazione, la ricerca come consultazione di testi e di documenti con pagine scaricate senza la minima fatica ed ora entra in gioco anche la LIM, la lavagna multifunzione ed interattiva, così non ci si sporca neanche più con il gesso! Scherzi a parte occorre utilizzare bene la tecnologia per accorciare i tempi, eliminare le distanze, per alleggerire la mole di lavoro ma non bisogna mai sostituire nessuno strumento all’intelligenza dell’essere umano, alla sua creatività, al suo linguaggio, alla sua memoria e alla sua manualità.

DATA 12/07/2012 9.33.38 - AUTORE mfrizzi66

Sicuramente la LIM cambia il modo di fare scuola. Io quest'anno ho avuto modo di confrontarmi con questa esperienza e devo riconoscere che è un lavoro un po' impegnativo. Preparare le lezioni richiede un bell'impegno in termini di tempo, soprattutto per chi come me non è un nativo digitale, anche se c'è il vantaggio che lo stesso materiale può essere riutilizzato più volte e migliorato nel tempo. Posso affermare che i ragazzi apprezzano abbastanza gli sforzi fatti da noi docenti, ma talvolta hanno sentito il bisogno di tornare alle vecchie lezioni con gesso e lavagna, perchè solo in questo caso sentivano il bisogno di prendere appunti. Ritengo quindi che bisogna essere aperti al nuovo ma non abbandonare del tutto il vecchio, perchè il fattore umano fa la differenza!

DATA 12/07/2012 17.24.34 - AUTORE mfrizzi66

Un problema che si presenta ai docenti che magari non sono stabili in una scuola e sono costretti, per vari motivi, a cambiare sede, è quello che il materiale preparato per lavorare con un tipo di lavagna (es. la SMART)non può essere utilizzato per altre lavagne (es. la Panasonic). Potrebbe essere produttivo avere un programma che consenta di lavorare con diversi strumenti, senza dover ogni volta mettere da parte tutto e dover ricominciare da zero.

DATA 13/07/2012 10.12.51 - AUTORE Donatella_L814A

Ho scelto di seguire questo corso perché mi interessa come cambia il modo di far scuola con la LIM. Mi piacerebbe capire quanto l’uso di questo strumento può modificare la didattica tradizionale, studente “spettatore”, in una didattica che definirei “attiva” dove il docente prepara il materiale e lo studente, questa volta “attore”, diventa protagonista del proprio apprendere. Si tratta di ripensare le tematiche disciplinari per un approccio che utilizzi la LIM, cogliere il mutamento nella proposta dei contenuti e nelle modalità di apprendimento. Quindi vorrei capire se la LIM può connotarsi come strumento d’elezione per la "didattica laboratoriale" fuori dal laboratorio tradizionale, nelle nostre classi, con i nostri studenti!

DATA 13/07/2012 10.26.28 - AUTORE BarbaraL328L

Ciao a tutti. Mi chiamo Barbara, sono laureata in Lingue e Letterature Straniere ed insegno come prevalente in una scuola primaria. Sono appena all'inizio di questa nuova esperienza che ho deciso di intraprendere con L'Assodolab, ma mi sono già appassionata. Ritengo che ormai sia nostro dovere tener presente che le nuove tecnologie sono parte integrante della realtà dei nostri alunni, di qualsiasi età. Non possiamo ignorarle continuando a proporre lezioni tradizionali che vengono percepite come distaccate dal mondo in cui gli allievi vivono e lavoreranno. In tal modo non solo non creiamo il giusto coinvolgimento,ma rischiamo di favorire un atteggiamento di disaffezione nei confronti della scuola.La Lim, per esempio, è uno strumento che consente di proporre numerose attività di tipo trasversale, un vero supporto capace di mantenere desta l'attenzione anche degli alunni meno concentrati, grazie al potere dei differenti linguaggi che utilizza.Sono entusiasta della decisione che ho preso. Grazie e buon lavoro a tutti.

DATA 13/07/2012 17.45.58 - AUTORE BarbaraL328L

Cari colleghi, ho letto con interesse molti vostri interventi in questo FORUM, con particolare riferimento ai PRO ed ai CONTRO l'utilizzo della Lim. Convengo pienamente con quanto viene detto da alcuni, perchè ritengo che tutte le tecnologie,Lim compresa, siano strumenti molto validi nello svolgimento quotidiano delle nostre attività didattiche, ma non esaustivi. Essi, a mio avviso, dovrebbero INTEGRARSI ed ARRICCHIRE quelli tradizionali. Da tempo, per esempio, penso che essi non dovrebbero essere utilizzati solo nel laboratorio informatico, ma dovrebbero poter essere presenti ed a disposizione nelle aule, esattamente come la tradizionale lavagna ed il buon caro ed insostituibile libro cartaceo, alla penna ed al righello ecc. Non dimentichiamo che non è solo lo strumento a determinare la qualità,a fare la differenza, ma chi lo usa e come lo si usa. Insomma, fa la differenza chi c'è dietro e quindi concordo sull'importanza del fattore umano.

DATA 14/07/2012 15.06.02 - AUTORE Donatella_L814A

Sono d'accordo con Barbara, meglio usare tutti gli strumenti, adattandoli volta per volta alla classe, al momento, al contenuto. Quello che c'è da capire è se lo strumento cambia il modo di apprendere, quanto si modifica, grazie alle possibilità della tecnologia, il nostro modo di insegnare. Il mio "studente tipo" ha gli stessi occhi fissi nel vuoto, e la testa persa chissà dove, alla 15° schermata di Power Point e all' 11° lucido alla lavagna luminosa....voglio dire se continuiamo a proporre un flusso direzionale univoco dal docente al discente possiamo, cambiando il mezzo, solo aumentare di poco il numero di slides alle quali i nostri studenti porgono attenzione ma non sarà una gran vittoria! Dalla LIM mi aspetto altro e le videolezioni sono molto interessanti una saluto a tutti e buon lavoro

DATA 16/07/2012 19.13.48 - AUTORE BarbaraL328L

Che bella soddisfazione, sto imparando davvero ad utilizzare Workspace! Ho realizzato i miei primi lavori. Sono tanto contenta.Grazie mille.

DATA 18/07/2012 12.05.49 - AUTORE rita

Ho partecipato al corso base per l'uso della LIM in classe, mi sono resa conto delle grandi potenzialita' che l'uso di questo strumento ha nella didattica ma rimango scettica sul suo utilizzo fino a quando non ci saranno le LIM in tutte le classi

DATA 19/07/2012 11.31.53 - AUTORE caterina22

Insegno Matematica e Scienze in una Scuola Secondaria di primo grado di Lecce ed ho l'opportunità di avere in ogni classe una LIM che utilizzo con molta regolarità. Sono convinta dell'importanza dell'uso delle nuove tecnologie, ed ho potuto verificare sul campo quanto la LIM riesca ad attirare l'attenzione ed accrescere l'interesse degli allievi che sono direttamente coinvolti nella costruzione della lezione. Seguire il corso mi è stato utile per approfondire le mie conoscenze ed acquisire maggiore dimestichezza con la LIM,inoltre,il confronto con altri colleghi è servito per condividere e superare difficoltà ed arricchire il mio bagaglio culturale.

DATA 19/07/2012 12.56.46 - AUTORE claudia barbara giustizieri

Sono una docente di matematica e secondo me la LIM può migliorare la gestione dei contenuti perché integra diversi linguaggi (iconografico, filmico, sonoro e verbale ) e avvicina i docenti alla realtà dei nostri studenti. Un’idea sarebbe quella di far partecipare alla costruzione dei percorsi didattici il gruppo classe, integrando la lezione, rendendola interattiva non solo da un punto di vista multimediale ma anche e, soprattutto, da un punto di vista sociale, gli studenti così si sentirebbero protagonisti della lezione e, inoltre, ritengo che possa essere un ottimo strumento per coinvolgere gli alunni meno motivati e con DSA.

DATA 19/07/2012 13.03.51 - AUTORE claudia barbara giustizieri

Vorrei però aggiungere e non in tono polemico che nell’istituto dove lavoro c’è solo una LIM e inoltre che in una scuola come quella italiana, nella quale i tagli sul personale docente ed ATA sono all’ordine del giorno, dove gli edifici scolastici sono spesso obsoleti o carenti, dove si deve limitare l’uso delle fotocopie (devo firmare anche per le verifiche), non basta la nostra formazione, il nostro impegno e la nostra buona volontà , ma abbiamo bisogno di sostegno da parte delle istituzioni e di fondi.

DATA 20/07/2012 0.20.07 - AUTORE MariaLIM

Le nuove tecnologie applicate alla didattica hanno cambiato totalmente l'approccio metodologico nelle nostre aule. Per quanto riguarda la LIM, grazie ai corsi di aggiornamento, la maggior parte dei docenti è in grado di utilizzarla, ma non tutte le aule ne sono dotate. Con la LIM la lezione diviene interattiva e spesso anche cooperativa. L'obiettivo generale è quello di aumentare l'interesse e la partecipazione degli alunni e consolidare la collaborazione.

DATA 20/07/2012 0.52.56 - AUTORE MariaLIM

La LIM non è solo uno strumento utile per gli alunni, lo è anche per i docenti. La possibilità di creare, spostare, recuperare e salvare una grande quantità di risorse, facilita il lavoro. E' vero che richiede più tempo nella preparazione delle lezioni, ma solo nella fase iniziale, dopo si tratterà di fare piccole integrazioni. Spesso sono gli stessi alunni a venirci incontro.

DATA 20/07/2012 7.12.56 - AUTORE caterina22

Credo che la LIM rinnovi il modo di fare lezione, modifichi la didattica a misura di alunni abituati all'uso quotidiano delle nuove tecnologie. L'allievo vede la lezione come qualcosa di dinamico e non più di statico e calato dall'alto, il potersi collegare ad internet per vivacizzare e completare un argomento che in precedenza veniva imposto dal docente senza la collaborazine attiva dell'allievo, rende tutto pià interessante e coinvolgente. L'allievo non "subisce" la lezione , ma, è un protagonista che collabora con il docente nella preparazione della stessa.

DATA 21/07/2012 21.09.48 - AUTORE Maria I.D.L.

La didattica con la LIM Sono un insegnante di matematica di scuola media superiore e sono convinta che la comunicazione, quando avviene tramite la lezione frontale, non riesce sempre a destare l’attenzione degli alunni e pertanto l’efficacia dell’intervento dipende dal carisma del docente di turno. Ho seguito tre corsi di aggiornamento sulla didattica con la LIM nell’ottica di rivitalizzare le mie metodologie di insegnamento con strumenti frutto del tempo in cui viviamo. Mi sono approcciata ad essi con la convinzione gli studenti benché “nativi digitali”, spesso, utilizzano le nuove tecnologie in modo esclusivamente ludico. Di conseguenza, il docente, con l’uso della LIM, non deve solo comunicare conoscenze ma far acquisire competenze trasversali quali imparare a selezionare, confrontare, integrare informazioni provenienti da fonti diverse, comprendere i contenuti letti, estrapolare e rielaborare informazioni con consapevolezza critica, al fine di far utilizzare le nuove tecnologie con una progettualità culturale mirata.

DATA 21/07/2012 21.13.16 - AUTORE Maria I.D.L.

la Lavagna Interattiva Multimediale - La LIM può essere utilizzata come semplice lavagna però può dare l’opportunità al docente di trasformare la didattica frontale in didattica cooperativa. Infatti, con una LIM in classe si possono salvare e/o inviare tramite mail le lezioni o le interrogazioni, ci si può connettere ad Internet per scaricare o visionare materiali, si possono costruire mappe concettuali o preparare esercitazioni impossibili da realizzare con la lavagna in ardesia. Essere un docente addestrato all’uso del software per la LIM, però, è una condizione necessaria ma non sufficiente per una efficace integrazione della lavagna digitale con la propria didattica, fondamentale, secondo me, è lo scambio di idee, esperienze tra colleghi e una formazione continua.

DATA 22/07/2012 18.13.03 - AUTORE Maria

Sono una docente di matematica, ho frequentato un corso BASIC e ho potuto verificare che l'utilizzo della LIM è un grande aiuto nel lavoro quotidiano. Ora, in classe, inizia la vera sfida!

DATA 23/07/2012 18.21.16 - AUTORE isabella

Sono una docente di italiano in una scuola secondaria di I grado e ho partecipato ad un corso di formazione di primo livello per l'uso della LIM. La frequenza delle lezioni mi ha offerto un primo approccio allo strumento e alle sue potenzialità di utilizzo nella didattica. Durante le lezioni teorico-pratiche non è mancato l'entusiasmo che, successivamente, è andato un po' calando quando si è trattato di applicare sulle lavagne a disposizione in classe quanto si stava via via apprendendo durante la formazione. La realtà di alcune nostre scuole è ancora ben lontana dall'offrire quegli standards minimi che consentano di lavorare in modo adeguato con questo tipo di strumenti e così le iniziali certezze si sono trasformate in numerosi dubbi "operativi" e interrogativi in cerca di risposte.

DATA 23/07/2012 21.09.10 - AUTORE giovanna

Usare la LIM in classe non significa sostituire semplicemente la lavagna di ardesia con la lavagna digitale destreggiandosi pù o meno bene con il software di gestione. Usare la LIM significa rinnovarsi nel modo di comunicare con la classe durante il processo di apprendmento- insegnamento. E' su questo rinnovamento che i docenti devono investire le enerigie della formazione/aggiornamento

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT