Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: giovedì 23 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 133

DATA 28/07/2012 11.56.44 - AUTORE anto55

Insegno matematica e fisica in un liceo scientifico e sono convinta che l’uso della LIM (a condizione che sia sempre presente in aula) può agevolare il processo di apprendimento se si sfruttano pienamente tutte le sue potenzialità relative alla progettazione di percorsi multimediali e soprattutto interattivi. Ritengo, pertanto, che la LIM non debba essere semplicemente uno strumento diverso per realizzare una lezione in modo tradizionale, bensì l’opportunità di poter costruire una lezione secondo percorsi più vicini al modo di comunicare dei ragazzi di oggi. Questo presuppone un impegno notevole da parte del docente che deve preparare le lezioni con la LIM; tale lavoro può essere però graduale e si può cominciare con percorsi di base molto semplici, che possono essere completati e approfonditi nel tempo. Per quanto riguarda la matematica, con la LIM e l’uso di programmi specifici si potranno facilmente costruire grafici, figure geometriche dinamiche (anche in tre dimensioni), ecc. per una migliore acquisizione di alcuni concetti. Che dire poi della possibilità di ricerca e approfondimento che offre INTERNET?

DATA 28/07/2012 11.58.29 - AUTORE anto55

Sicuramente l’uso della LIM non presenta solo aspetti positivi, ma anche negativi. Primo fra tutti la perdita di tempo dovuta al fatto che non sempre questi strumenti ed il software che ne gestisce il funzionamento si comportano come noi “ci aspettiamo….”. Inoltre, soprattutto in una prima fase, non si può evitare che gli studenti siano attratti più dagli “effetti speciali” della lavagna che dai contenuti che il docente vuol far acquisire.

DATA 28/07/2012 12.02.36 - AUTORE toniorollo

I pro e i contro degli strumenti multimediali durante la lezione? pro1) tutto tempo guadagnato per il docente. Quante volte abbiamo scritto e riscritto gli stessi schemi alla lavagna? Adesso si costruisce una sola volta, si proietta e si integra secondo le necessità docente/classe. pro2) andare oltre la superficie della lavagna e oltre le parole di "rimando". Tutto è visibile: riferimenti, citazioni, visualizzazioni, collegamenti,... pro3) "i compiti a casa" sono più creativi (sempre se si è data la possibilità di avere una certa padronanza dei codici multimediali). pro4) ridurre il gap tra nativi digitali e migranti digitali. pro5) possibilità di ripartire dal via... creando un deposito materiali su cui ci si può tornare o a cui si può rimandare. contro1) passività e spettacolarizzazione del docente-regista... e adesso mandiamo la pubblicità... al primo intoppo tecnico. contro2) mancanza di preparazione critica sul mondo digitale sia da parte dei docenti che, di conseguenza, negli studenti. contro3) lezione del copia/incolla e del tanto c'è google e wikipedia... addio studio e approfondimento, ma anche semplice lettura di ciò che si copia e incolla dalla rete. contro4) le resistenze dei docenti nativi del carta-penna-calamaio dove tutto ciò che è nuovo è diabolico... tutto una perdita di tempo.

DATA 28/07/2012 17.13.44 - AUTORE mariaa65

1- Apro questo mio intervento con un interrogativo: Perche è difficile apprendere a scuola? Ci verrebbe da pensare che ciò dipenda dal fatto che il sapere scolastico ha, in sostanza, una fattura, una struttura e una articolazione di natura diversa da quelle che caratterizzano il sapere che circola nell’ambito della società. Il sapere scolastico è di tipo formale, elevato, complesso, costituzionalmente diverso dal sapere al quale si accede nel mondo circostante la scuola. Allora forse la ragione di tale difficoltà è da ricondurre allo scontro di due antropologie, una formalizzata e consapevole: quella adulta; l’altra informale, inconsapevole: quella giovanile, organizzata dentro gli spazi fluidi della multimedialità. Allora come non riconoscere l’importanza strategica dell’utilizzo della LIM a scuola? La LIM costituisce senza dubbio uno strumento per rendere meno difficile l’apprendimento.

DATA 28/07/2012 18.39.36 - AUTORE mario52

La presenza nell'Istituto in cui insegno di numerose aule attrezzate con LIM, ma più di ogni altro aspetto avere un collega che è stato un "mentore" di alta professionalità e sempre disponibile, mi ha spinto, nonostante l'ex vicino traguardo del pensionamento, a misurarmi con l'innovazione didattica. Ho trovato utile e stimolante l'utilizzo della LIM che mi ha consentito di presentare e documentare le mie proposte didattiche con schede e lavori utili agli studenti che hanno dimostrato di accogliere con interesse gli stimoli ricevuti.

DATA 28/07/2012 18.46.06 - AUTORE mario52

Nell'ambito dell'utilizzo della LIM in ambito didattico, vorrei sottolineare il ruolo attivo degli studenti, molti dei quali con le loro competenze informatiche sostengono e facilitano il lavoro del docente. La LIM inoltre valorizza un insegnamento cooperativo in quanto tra gli studenti si produce un'intesa proficua nel partecipare all'esperienza. Di rilievo è inoltre il ricorso all'uso della LIM nella preparazione degli studenti maturandi che sono spinti a produrre autonomamente il loro lavoro utilizzando materiali presenti in rete che sono costretti a selezionare, compiendo così un esercizio mentale molto produttivo.

DATA 28/07/2012 19.20.58 - AUTORE maria63

Perchè gli allievi di oggi “resistono all’apprendimento?” Oggi si tende a scaricare il problema del disagio e dell’inappetenza, sulle responsabilità individuali del giovane. Invece, spesso entra in gioco la scuola come apparato, con le sue ristrettezze epistemologiche che agiscono anche con indifferenza nei confronti del portato conoscitivo dei nuovi media e del quadro di competenze di chi vive a stretto contatto con questo mondo. Fare didattica dentro le tecnologie significa riqualificare le forme e gli oggetti dell’insegnamento e significa interrogarsi su ciò che può essere utile sapere e far sapere per un individuo che vive in questo millennio, in cui le “macchine” possono condizionare lo stile e i contenuti dell’insegnamento e rendere quindi più appetibile l’apprendimento. E’ quindi, a mio parere, indubbia la preziosità dell’utilizzo della LIM nelle aule scolastiche.

DATA 29/07/2012 17.17.33 - AUTORE giuseppe

Questa leggenda metropolitana della NATIVITA' DIGITALE non riesco proprio a sopportarla! Ma i nostri figli sono veramente extraterrestri digitali? Da quando sono andati in vigore i nuovi esami di stato per esempio, dove i candidati iniziano il colloquio con un argomento a loro scelta, nella mia esperienza decennale di presidente o commissario solo un paio hanno accennato ad una presentazione multimediale mentre gli altri si sono affidati alle classiche "tesine" cartacee i cui contenuti erano sequenziali e a compartimento stagno (l'unità del sapere si faceva benedire e la grande assente era sempre la MATEMATICA).

DATA 29/07/2012 17.42.12 - AUTORE giuseppe

Attenzione a non confondere le metodologie didattiche e l'etica professionale del docente con gli strumenti e le attrezzature impiegate. Condizione necessaria per l'utilizzo della LIM è avere degli efficaci metodi di lavoro, ma soprattutto le idee molto chiare in merito e, un altro aspetto imprescindibile, la collaborazione tra i docenti almeno di materie affini. Immaginate una lezione di matematica con il carisma del prof. George Clooney: potremmo tenere spenta la LIM.

DATA 29/07/2012 17.55.26 - AUTORE giuseppe

Parlavo in un precedente intervento della difficoltà di scrivere un testo a mano libera sulla LIM. Tale difficoltà diventa insormontabile se devo preparare un lavoro a casa (a meno che non ci impongano l'acquisto domestico di una LIM con l'IVA al 21%). Gli allievi per poter usufruire dei suoi prodotti dovrebbero avere il software relativo( p.e. Workspace, Smartboard o altro) perché l'esportazione in PDF fa perdere la multimedialità.

DATA 29/07/2012 18.17.47 - AUTORE giuseppe

...FINALMENTE I CONFETTI. Assodato che il cartaceo e la lezione cattedratica ci seguiranno ancora per i prossimi c... anni, fino al pensionamento, La LIM diventerà sempre di più insostituibile per i vari motivi precisati da diversi colleghi: 1)trasparenza delle interrogazioni alla lavagna e possibilità per i discenti (i loro familiari e il prof di ripetizione) di rivedere il tutto a casa; 2)possibilità per gli assenti di avere online parte della lezione; 3)ottimizzazione del tempo a disposizione; 4)esaltazione dei lavori di gruppo e di équipes e degli interventi di individualizzazione; 5)maggiore spazio alla creatività sia dei docenti che degli allievi; 6).... Per gli altri confetti dovete andare a L'Aquila.BUONE VACANZE e buon esame a tutti noi.

DATA 29/07/2012 21.34.10 - AUTORE Romina

La LIM e le nuove tecnologie possono rappresentare efficaci facilitatori dell’apprendimento e dell’insegnamento solo se affiancate da nuove metodologie didattiche che mirino a un coinvolgimento attivo degli studenti nella costruzione del sapere. La possibilità di creare insieme, docenti e alunni, lezioni multimediali rappresenta l’occasione per applicare metodologie come lavori di gruppo, cooperative learninng, tutoraggio, peer education, che permettono un apprendimento motivato e una didattica personalizzata sulla base di bisogni educativi dei singoli alunni.

DATA 29/07/2012 22.04.01 - AUTORE giuseppe

L'ETA' CHE AVANZA: Naturalmente è Sulmona la capitale dei confetti. Amen

DATA 29/07/2012 22.24.14 - AUTORE giuseppe

Da alcuni interventi fatti mi sembra di capire che grazie alla LIM possiamo utilizzare internet in classe. Se così è, allora bisogna andare a capire cosa facevamo noi in classe con il computer collegato ad un videoproiettore. Se non fosse che su di essa possiamo "scrivere a mano libera" potevamo tranquillamente stare seduti vicino al computer e lavorare con PowerPoint che sicuramente è più affidabile dei vari software "LIMMICI" in circolazione.

DATA 29/07/2012 22.35.20 - AUTORE giovanna

La LIM consente la socializzazione di CDD in una lezione frontale

DATA 29/07/2012 23.46.48 - AUTORE giovanna

Prima di tutto voglio ringraziare tutta la ASSOLAB.IT per tutto quello che ha fatto e ottenuto per la A075. Ho frequentato un corso sulla LIM e trovo preziosa la sua utilità. Ciao a tutti Gianna.

DATA 30/07/2012 8.59.44 - AUTORE anna

Lavorare con la LIM è impegnativo perchè non consente "improvvisazioni", quindi il lavoro domestico, per noi insegnanti, diventa più gravoso. Ma l'aspetto positivo della LIM è che permette di condividere lezioni con altri colleghi e collaborare nella realizzazione di lezioni interdisciplinari.Personalmente, non ho ancora sperimentato la LIM in classe, quindi mi riservo di comunicare la mia esperienza.

DATA 30/07/2012 9.06.06 - AUTORE Gina Della Bona

Sono laureata in matematica e insegno in un Liceo Scientifico. Mi è sempre piaciuto sperimentare nuove attività e cerco di tenermi aggiornata. Non mi ritengo un mago del computer però me la covo bene.

DATA 30/07/2012 9.17.59 - AUTORE Gina Della Bona

In questo anno scolastico ho partecipato al corso con una motivazione in più. Mi sono impegnata ed ho scoperto che, a volte, basta veramente poco per impare e per rendersi conto di come le nuove tecnologie permettano di impostare un nuovo rapporto sia con i colleghi che con gli studenti. Non ho ancora utilizzato la LIM in classe e credo sarà il primo passo che farò nel prossimo anno scolastico impegnandomi a fondo

DATA 30/07/2012 9.19.05 - AUTORE Maria Rosaria Renna

Penso che la LIM sia molto utile perchè, oltre a catturare l'attenzione dei ragazzi, permette di rendere più facilmente fruibile la lezione.

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT