Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 19 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 2

DATA 18/02/2010 23:00:36 - AUTORE carlod364i

Insegno matematica in un Istituto di secondo grado. Ho cominciato ad interessarmi alla LIM con curiosità ma anche con un pizzico di diffidenza (a volte la troppa tecnologia atrofizza la creatività dell'individuo). Nell'ultimo periodo notando un intensificarsi degli elogi delle potenzialità della LIM ho deciso di approfondire le conoscenze iscrivendomi al corso,spero di aver fatto la scelta giusta.

DATA 19/02/2010 09:10:35 - AUTORE stellacutrona

Salve, insegno matematica in un istituto tecnico industriale, e seguo il corso LIM advanced per Smartboard. Ho già lavorato con le LIM nell'ambito del progetto Digi-Scuola, dove il lavoro nelle classi che sperimentavano si svolgeva anche con l'ausilio dei CDD acquistati virtualmente dalle case editrici, fruibili tramite una piattaforma unica (a dire il vero un pò complessa), dove gli alunni potevano fruire di lezioni online create dai propri docenti. Ho in seguito avuto l'incarico dall'ANSAS di effettuare un'attività di coaching per 5 scuole della mia regione, supportandole nel prosieguo delle sperimentazioni. E' stata una bella esperienza, non lo nego, ma ciò che i docenti hanno apprezzato di più, fra la molteplicità degli strumenti tecnologici che hanno usato (chat, videoconferenza, forum,...), è stata proprio la LIM. Il progetto Digi-Scuola ne forniva 3 per ogni istituto partecipante. L'errore di molte scuole, è stato quello di relegare le LIM nei vari laboratori, mentre è assodato che le LIM debbano essere collocate nelle classi e con determinati criteri logistici. Le prime LIM Smart erano dotate di videoproiettore frontale e posizionato spesso su un carrellino di fronte alla lavagna. Capitava spesso che si creassero ombre e abbagliamenti vari. Nella mia attuale scuola, ho invece trovato 1 LIM Hitachy con videoproiettore posizionato in alto attaccato alla LIM stessa, e molto più funzionale nell'uso. Saluti Stella

DATA 19/02/2010 10:44:38 - AUTORE teresab717l

Sono un'insegnante di sostegno di scuola primaria e da tempo mi interesso di nuove tecnologie applicate alla didattica (dove possibile). Penso che la LIM sia di grande aiuto agli insegnanti in quanto si possono creare lezioni molto interessanti e, utilizzando un linguaggio più vicino ai ragazzi, stimoli questi all'interesse e alla partecipazione. Di negativo per il momento vedo solo il fatto che non ce ne sono nella mia scuola.

DATA 19/02/2010 15:56:23 - AUTORE pierol049f

Insegno in un istituto superiore e mi occupo di informatica, anche se la LIM permette l'avvicinamento, attraverso la semplificazione dei processi di comunicazione, da parte di docenti non sempre abituati all'uso delle tecnologie, costituisce uno strumento di stimolo dell'attenzione da parte degli allievi. Quindi, superando le consuetudini acquisite è utile anche a chi utilizza l'informatica quotidianamente e da lungo tempo.

DATA 19/02/2010 16:31:53 - AUTORE Francesca G273B

Insegno laboratorio di informatica gestionale e da sempre mi occupo di formazione nell'ambito delle nuove tecnologie applicate alla didattica. Ho partecipato come coach al progetto Digiscuola e da allora mi sono appassionata alla LIM. Come si può fare a meno di questo strumento? Certo porta via tanto tempo riuscire a preparare una lezione. Questo corso mi sta aiutando tanto a scoprire aspetti che prima mi erano sconosciuti. Lo trovo per questo molto interessante. L'impegno è quello di provare quanto ci viene offerto tramite le lezioni. Speriamo di farcela. Alla prossima.

DATA 19/02/2010 17:45:40 - AUTORE Francesco Z611A

La scuola è cambiata ma ciò che è cambiato di più sono gli studenti che la frequentano. I nostri studenti sono interessati alle nuove tecnologie di comunicazione: internet, blog, chat, ecc. Acquisiscono informazioni da file multimediali contenenti immagini, suoni, filmati. Ecco allora che le LIM possono diventare un utile strumento per rinnovare le metodologie didattiche utilizzate nella scuola. Le possibilità che un tale strumento offre sono molteplici: possiamo accedere a internet, utilizzare software didattici, salvare le lezioni e rivederle insieme agli studenti per ampliarle, modificarle ulteriormente, inserendo immagini, filmati, testi, ecc. Sicuramente, però, ci vorranno anni prima che in ogni classe la lavagna di ardesia sia sostituita dalla LIM e - nel frattempo - anche questa tecnologia sarà probabilmente diventata obsoleta.

DATA 19/02/2010 18:37:16 - AUTORE patriziad122g

Si, la scuola cambia. Ma sono i docenti pronti a cambiare? Con i progetti Digi-Scuola e Innovadidattica molte scuole sono state dotate di LIM, rimaste spesso arredi didattici dei laboratori e raramente utilizzati nelle aule. Ancora pochi sono oggi i docenti aperti al cambiamento e all'innovazione, e quei pochi che "osano" lo fanno per interesse e passione personale. Non si può parlare di Innovazione e Didattica se non si programma prima un vero piano capillare di aggiornamento professionale per i docenti.

DATA 19/02/2010 22:20:22 - AUTORE paolal049

Io penso che i corsi che funzionano sono quelli in cui si dà un contributo economico. Se non paghi, i servizi ottenuti sono quasi sempre scadenti. Trovo le lezioni molto interessanti e le spiegazioni estremamente chiare. Sarà importante nell'utilizzare la LIM nella didattica quotidiana saper sicuramente usare bene il computer ed essere anche molto veloci. Non sarà più possibile improvvisare le lezioni, che dovranno essere accuratamente preparate a casa. Ma la vecchia lavagna sarà definitivamente tolta?

DATA 19/02/2010 23:06:26 - AUTORE pieroL049F

Ho titubato un po all'inizio, pensavo che essendo un docente di informatica laboratorio non fosse adatto. Ma ho deciso, soprattutto perché non avevo tempo per dedicarmi da autodidatta, di partecipare al corso. Sono contento della scelta e i risultati sono positivi. Certo rimane il problema del tempo disponibile, ma per crescere è indispensabile. Piero.

DATA 20/02/2010 00:04:33 - AUTORE EmiliaD218H

I ragazzi che crescono nell'era tecnologica non riescono a mantenere viva l'attenzione, a lungo, con le semplici lezioni frontali o con le esercitazioni alla lavagna tradizionale. E'necessario attirare la loro attenzione e la disponibilità all'apprendimento anche con l'uso di strumenti più dinamici, che stanno al passo coi tempi. Da qui l'importanza della LIM , che porta in classe una ventata di novità e suscita motivazioni e interessi nuovi.

DATA 20/02/2010 00:27:58 - AUTORE DanielaD976Y

Insegno matematica e scienze in una scuola secondaria di primo grado. Il mio lavoro mi piace molto e cerco di cogliere le novità che possano aiutare i ragazzi a studiare più volentieri la matematica, troppo spesso messa al bando a causa di difficoltà effettive o di pregiudizi. Ho già seguito il corso LIM Basic on line di Assodolab e ho subito sfruttato le conoscenze acquisite durante il corso per lavorare con la LIM. I pro: effettivamente i ragazzi percepiscono velocemente tutto ciò che scorre sul grande schermo e sono invogliati a partecipare attivamente alla lezione pur di "mettere penna" sulla lavagna. I contro: i ragazzi più timidi o con meno dimestichezza con l'uso del computer cercano di isolarsi o di nascondersi ancora di più!!! Ma sono convinta che il disagio iniziale sarà superato nel momento in cui la LIM sostituirà totalmente la lavagna di ardesia... Ma quando? In ogni caso, ho reputato molto positiva la prima esperienza di formazione, così come i risultati ottenuti, e ho quindi deciso di iscrivermi al corso advanced. Buon lavoro a tutti noi e complimenti ad Assodolab.

DATA 20/02/2010 16:02:34 - AUTORE vincenzaf537s

Sono insegnante di matematica e fisica in un istituto secondario di secondo grado.E' vero ciò che lei afferma e cioè che i nostri ragazzi sono più preparati di noi nell'utilizzo delle varie opportunità che la tecnologia offre ed è perciò nostro obbligo tenere il passo anche se ciò comporta spesso sforzo e sacrificio. La LIM sicuramente è un ottimo mezzo per chi insegna discipline come la mia, spesso non amate, perché sono convinta migliorerà il livello di attenzione e di partecipazione dei miei alunni.

DATA 21/02/2010 15:22:30 - AUTORE francesca_lagattuta_g273b

Ho già fatto un primo intervento senza registrarmi, che sbadata! Per non confondere le idee mi sembra opportuno rinviare il post di qualche giorno fa. Eccolo: Insegno laboratorio di informatica gestionale e da sempre mi occupo di formazione nell'ambito delle nuove tecnologie applicate alla didattica. Ho partecipato come coach al progetto Digiscuola e da allora mi sono appassionata alla LIM. Come si può fare a meno di questo strumento? Certo porta via tanto tempo riuscire a preparare una lezione. Questo corso mi sta aiutando tanto a scoprire aspetti che prima mi erano sconosciuti. Lo trovo per questo molto interessante. L'impegno è quello di provare quanto ci viene offerto tramite le lezioni. Speriamo di farcela. Alla prossima.

DATA 21/02/2010 18:29:49 - AUTORE amaliarizzuto

Sono iscritta al corso LIM advanced per Smartboard (la scuola dove insegno è dotata di questo tipo di LIM e dal prossimo anno in un discreto numero di aule ce ne sarà una). Sicuramente queste potranno essere un valido supporto per i docenti e per gli alunni sia per la lezione sia per la presentazione e la condivisione di conoscenze. La LIM sta entrando a far parte delle dotazioni tecnologiche delle scuole e a non essere più un “semplice arredo” e credo che una formazione mirata ai docenti sia necessaria, anche se la “curiosità” di sperimentare nuove strategie per la mediazione didattica sfruttando le potenzialità della LIM ne sta coinvolgendo molti.

DATA 21/02/2010 22:04:26 - AUTORE MariaConcettaF5370

Sono un'insegnante di matematica e fisica in un istituto di istruzione secondaria di secondo grado. Ho colto l'occasione del voucher della Regione Calabria per l'aggiornamento sulle nuove tecnologie ed ho pensato di iscrivermi a questo corso base sulla LIM, perché nella mia scuola abbiamo alcune di queste LIM e mi piacerebbe impratichirmi per vedere se riesco a coinvolgere i miei alunni, che sono poco interessati alla disciplina che io insegno, ma molto addentrati e attratti dalle nuove tecnologie. Sono un pò perplessa dalle modalità di svolgimento del corso, che non prevede alcun incontro tra tutor e corsisti che, a mio giudizio, potrebbe invece risultare utile a chiarire i dubbi emersi e risolvere gli eventuali problemi sorti nella fase di apprendimento personale.

DATA 22/02/2010 20:55:20 - AUTORE L. B.

Ho avuto modo di utilizzare la LIM nella didattica ordinaria. Interessante il risultato a livello di coinvolgimento della classe. Importante anche la possibilità di registrare o salvare le lezioni rendendole fruibili agli studenti in ogni momento. Comunque l'utilizzo della LIM richiede molto lavoro a monte. Il docente deve preparare i materiali da utilizzare, selezionare risorse e altro. Vero è che il materiale prodotto incrementa un archivio da poter utilizzare nel tempo e aggiornare anche secondo le esigenze. Mi sono iscritta al corso avanzato per cercare di migliorare le conoscenze sulle potenzialità della LIM. Ho letto anche qualche articolo di pedagogisti sulla LIM. I pareri sono diversificati: chi ne esalta l'utilizzo nella didattica e chi invece ne registra il fallimento. Cosa ne pensano i colleghi che hanno avuto modo di sperimentarne l'applicazione nella didattica? Parliamone…

DATA 22/02/2010 21:46:47 - AUTORE piero l049f

La formazione in questo settore è importante, la possibilità di effettuarla on line è importante, io ad esempio riesco a seguire le lezioni la sera e nei week-end. Penso che andrò avanti con i livelli superiori.

DATA 23/02/2010 19:50:31 - AUTORE MarisaM089X

Trovo questo corso avanzato on-line sulla Lavagna Interattiva Multimediale «Interwrite Workspace» molto utile e interessante. In confronto a corsi ministeriali che stanno seguendo alcune miei colleghi di altre scuole, noto che c'è un abisso. Infatti, mi risulta che i corsi tenuti gratuitamente nelle scuole ad opera del Ministero della Pubblica Istruzione non soddisfano per nulla gli insegnanti. Dicono poco o nulla e propongono possibilità d'uso di scarso rilievo nella didattica, perché spesso banali. Inoltre, obbligano i docenti ad una frequenza in orari spesso scomodi, tenuto conto che i professori devono già svolgere attività pomeridiane di vario tipo, da effettuarsi sia a casa che a scuola, che li tengono impegnati già per parecchi pomeriggi alla settimana. Corsi come questo, invece, permettono all'insegnante di seguire le lezioni quando è più libero da altri impegni, gestendo il suo tempo come meglio crede. Iniziative come queste dovrebbero essere estese a tutto il corpo docente. Qui si impara davvero ad utilizzare la LIM in modo proficuo e non superficiale. In quest'ultimo caso, hanno ragione quei colleghi i quali non vedono la necessità di una sua introduzione nelle classi. Utili sono anche le chat, per scambiarsi velocemente pareri, anche da lontano. Oggi, per esempio, è sorto il problema di suddividere le chat per disciplina. Sono pienamente d'accordo e troverei utile offrire spunti per tutte le discipline. In particolare, avverto la mancanza di suggerimenti pratici per la Scuola Secondaria di primo grado e per le materie letterarie in specie. Alcuni strumenti presentati nella prima parte del corso (come il goniometro, la squadra, eccetera) servono senz'altro agli insegnanti di matematica o di tecnologia, ma non a quelli di lettere, se non misurare distanze od angoli sulle tavolette dell'I.G.M.I. Mi piacerebbe, soprattutto, che fosse dedicato un certo spazio all'utilizzazione della LIM nella didattica della geografia, argomento sul quale c'è ben poco, anche su Internet. Corsi come questo potrebbero fornire il giusto input. E' vero che la geografia sta per essere eliminata da molti istituti scolastici, ma è altrettanto vero che noi insegnanti abbiamo il dovere di difenderla fino in fondo (pena la probabilità di avere cittadini sempre più ignoranti in questo campo), anche facendo vedere l'applicazione delle moderne tecnologie, com'è appunto la LIM, a questa disciplina, ingiustamente considerata la cenerentola delle materie. Dimostrando che la geografia non è la materia tutta città, monti,laghi, fiumi, com'era una volta, ma che sa rinnovarsi, utilizzando tutti gli strumenti più all'avanguardia che si affacciano sul mercato, riusciremo a salvarla dal precipizio in cui è destinata a cadere.

DATA 24/02/2010 16:06:07 - AUTORE giusyA638V

Salve, sono docente presso una scuola primaria; anni fa seguendo un programma televisivo dove spiegavano l’uso della LIM, mi ha subito incuriosita.. Navigando qua e là ho scoperto il sito dell’ Assodolab dove è possibile frequentare corsi on-.line comodamente da casa e ho voluto iscrivermi al corso LIM advanced per cogliere tutte le novità e approfondire le mie conoscenze ritenendolo serio utile e interessante. Con grande fortuna quest’anno è arrivata anche nella nostra scuola! È stata una bella esperienza lavorare con la LIM; vedere partecipare i bambini con interesse e impegno mostrandosi come protagonisti; penso che il problema principale sia il numero limitato di LIM a disposizione e che dovrebbero mettere in ogni singola classe! Confesso di essere entusiasta quanto loro di avere a disposizione questo strumento interattivo ..e anche se richiede molto tempo nella preparazione di lezioni, credo ne valga la pena riuscire a stimolare interesse e curiosità sviluppando quell’incentivo persino nei bambini con difficoltà ai fini di ottenere un lavoro più appagante e proficuo. Tre parole per definire la LIM innovativa, futuristica e …tecnologica. Grazie Assodolab!!!

DATA 24/02/2010 21:33:36 - AUTORE francescaf158h

Insegno matematica e fisica in una scuola secondaria di secondo grado. Mi piace il mio lavoro e spero che la LIM diventi un valido strumento per il rinnovo delle metodologie didattiche e renda più efficaci l'esposizione delle lezioni e l'apprendimento degli allievi.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT