Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 19 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 5

DATA 27/03/2010 16:32:06 - AUTORE daniela_D976Y

Mi rivolgo al collega Gianluca, insegnante di sostegno e a tutti i colleghi che leggono. Nelle classi dove insegno ci sono alcuni alunni con sostegno. Tra questi un paio hanno mostrato molto interesse alle lezioni presentate alla LIM e hanno partecipato risolvendo alcuni semplici esercizi. Una ragazzina invece (con problemi di timidezza e socializzazione) si è completamente isolata durante la lezione. Gianluca, hai già fatto esperienze in classe con i tuoi alunni? E voi colleghi?

DATA 28/03/2010 09:50:31 - AUTORE Daniela

Sono d'accordo con Giuseppe! Bisogna trovare il tempo per dedicarsi all'informatica e alla multimedialità, il che non sempre è facile... voglio aggiungere che questo corsi base sulla lim mi ha entusiasmato e mi dà la possibilità di formarmi in base ai "miei" di tempi. Saluti a tutti

DATA 28/03/2010 13:52:29 - AUTORE gab_A182C

E lavagna sia… “vai alla lavagna!”. Quante volte lo hanno detto a me. Quante volte io, da docente, l’ho detto a ciscuno dei miei alunni. La lavagna è da sempre il vero centro della classe: di ardesia nera, bianca col pennarello, si spera non indelebile ed ora elettronica. Passando, ovviamente, tramite le presentazioni proiettate da pc a schermo. Queste ultime, però, non sono flessibili ed adattabili sul momento. La LIM rende evidente il cambiamento nei mezzi di comunicazione. Non solo il docente deve rendersi aperto e disponibile a tale cambiamento e alle abilità “informatiche richieste”, ma anche l’alunno “digitale” vede valutate e valorizzate quelle abilità e competenze tecnologiche necessarie nel mondo reale.

DATA 28/03/2010 14:47:18 - AUTORE gab_A182C

PRO: La LIM rappresenta, sicuramente un passo avanti rispetto le presentazioni pps (e meno male, che c’è Power Point). Queste presentazioni, però, sono statiche e non modificabili sul momento. Noi, come docenti, non teniamo conferenze e i nostri alunni non stanno seduti e tranquilli a sentire un relatore (che spesso legge le slide e basta)noi dobbiamo comunicare contenuti e coinvolgere i ragazzi. E di ciò che proviamo a trasmettere dovremo fare una valutazione sui contenuti, competenze ed abilità acquisite. Da questo punto di vista la LIM è un utile sussidio didattico, che si presta a lezioni tradizionali di tipo frontale, ma anche ad una maggiore interattività.

DATA 28/03/2010 14:49:39 - AUTORE gab_A182C

Non tutto è oro.......: non tutte le materie si prestano ugualmente bene o comunque non per tutte le età di scolari. A mio avviso un esercizio di matematica va svolto passo passo e non può essere data una schermata da copiare e basta. Vantaggio indubbio: posso registrare su pen drive ciò che faccio così da rivederlo o se, come capita, qualcuno risolve in modo diverso, ho già pronto il materiale. Attenzione: la lim non deve essere un gadget e basta; averne in dotazione una sola, magari non spostabile, comporta la lotta con altri colleghi tecnologici e moderni. Una per aula, forse è utopia, anche perché se non si sa usare si rischia di rovinarla per tutti, ma almeno una decina si. Attenzione: ogni lavagna ha un suo software. Io sto imparando ad usare interwrite e sto creando delle presentazioni. Potrò usarle in una scuola con lim differente?

DATA 28/03/2010 17:37:29 - AUTORE GiuseppinaH501Q

Ho quasi completato il corso BASIC e non posso che ribadire quanto già scritto in precedenza: la LIM costituisce un mezzo ricco di soluzioni per il docente e quanto mai accattivante per gli alunni (ne è prova il loro totale coinvolgimento in laboratorio). Mi sforzo di non dimenticare, comunque, al di là del facile entusiasmo, che si tratta di un \\\"mezzo\\\", uno strumento che in quanto tale può permettere tanto soluzioni meravigliose quanto sopraffine corbellerie. La LIM presenta infinite potenzialità, ma sta al docente e al discente concretizzarle attraverso una azione di insegnamento-apprendimento ricca di significato.

DATA 28/03/2010 19:27:26 - AUTORE Giuseppina_H501Q

E' vero! Come leggo dai commenti di altri miei colleghi, la scuola fatica a tenersi al passo con i tempi; si muove con lentezza elefantiaca e molto spesso quando riesce ad aggiornare i propri mezzi, questi si rivelano superati dalle nuove tecnologie che intanto galoppano a grande velocità e lasciano dietro di se la polvere dell'obsolescenza. Tuttavia, ritengo doveroso cogliere tutte le opportunità, anche quando sono limitate, per aggiornare i nostri metodi ed adeguarli alle esigenze di alunni e studenti che crescono stimolati (a volte iperstimolati) da una molteplicità di sollecitazioni multimediali in continua evoluzione. La LIM offre, a questo proposito, una gamma di possibilità indiscutibilmente ricca e stimolante ed introduce aria nuova nella didattica. Certo, sarebbe auspicabile avere a disposizione questo strumento in ogni aula affinché la multimedialità e l'interattività diventino prassi quotidiane che ci permettano di attivare le "intelligenze multiple" di tutti i nostri alunni.

DATA 28/03/2010 21:24:59 - AUTORE anna pia D086R

Fra i contro della LIM citerei una certa difficoltà nel suo inserimento a pieno titolo fra gli “ingranaggi arrugginiti” e gli \\\"scricchiolii” della macchina-scuola, spesso il contrasto tra la superficie lucente della LIM e quella screpolata delle pareti scolastiche è stridente. Eppure una patina di modernità e ricchezza renderà la scuola più efficiente, con insegnanti e dirigenti che si mettono in gioco. Toccare la Lavagna e interagire con tutti gli applicativi, come se il dito sia un mouse, ancora crea stupore. Lavorare, scrivere, disegnare con un finto pennarello che usa inchiostro virtuale presenta caratteristiche rivoluzionarie e una sfida che tutti i docenti devono essere pronti ad affrontare.

DATA 28/03/2010 21:44:50 - AUTORE Marisa_M089X

Ho avuto occasione, proprio in questi ultimi giorni, di avere uno scambio di opinioni sulla Lavagna Interattiva Multimediale con una collega della Scuola Media dove lavoravo. Lei, pur insegnando religione, è una persona che, al pari di me, si è sempre data molto da fare, amante delle novità, tra le prime ad aver utilizzato il computer anche nella compilazione dei giudizi globali e degli attestati. E questo con notevole risparmio di tempo e di energia, per tutti. Oggi, che in quella scuola sono entrate quattro LIM, quella collega non ha esitato a sperimentare il nuovo strumento. Forse perché è ancora giovane, è piena di entusiasmo, perché si aggiorna e cerca di mettere subito in pratica quanto appreso nelle lezioni. La collega mi diceva, però, che parecchi insegnanti della scuola sono entrati in crisi di fronte a questo nuovo strumento. Adducono tutte le scuse possibili e immaginabili per non usarlo, asserendo che, intanto, richiede tempi lunghi di accensione e che, poi, per scrivere è molto più sbrigativa e pratica la lavagna di ardesia. La verità è che c'è un totale rifiuto, da parte di questi docenti, molti dei quali ormai prossimi alla pensione, di conoscere la Lavagna Interattiva Multimediale, sottraendosi persino ai corsi di aggiornamento istituiti dall'Indire. Fin che vanno così le cose, finché non ci si aggiorna come si deve, la LIM non avrà lo spazio che le compete e che si merita nelle nostre aule. Già siamo in ritardo rispetto ad altri Paesi, quindi non c'è tempo da perdere: bisogna coprire il divario, occorre aggiornarsi ed associazioni come l'Assodolab hanno giustamente pensato ad istituire corsi di aggiornamento, con tipologie e con livelli differenziati secondo le varie esigenze. Non resta che cogliere l'occasione, quella che si presta di più al proprio caso, visto che, tra l'altro, i corsi proposti possono essere benissimo seguiti on line, senza la necessità di spostarsi, e nelle fasce orarie preferite. Di fronte a realtà come questa, dell'Assodolab, non c'è giustificazione che tenga. Chi non si aggiorna manca davvero di buona volontà, non c'è che dire.

DATA 28/03/2010 22:13:36 - AUTORE Marisa_M089X

Ho avuto, nei giorni scorsi, occasione di scambiare qualche opinione sulla Lavagna Interattiva Multimediale con una mia collega della Scuola Media in cui lavoravo. Lei insegna religione ed è stata, come del resto anche me, tra le prime a capire l'utilità del computer, che adoperava anche nella compilazione dei giudizi globali e degli attestati. E questo con notevole risparmio di tempo e di energia sulle pastoie burocratiche, per tutti. Ora è la volta della LIM. A scuola ne sono entrate quattro e la mia collega si è data subito da fare, aggiornandosi come si deve. E' vero, lei è ancora giovane, entusiasta di fronte alle novità. Mi diceva, viceversa, che molti altri colleghi, e soprattutto quelli ormai prossimi alla pensione, sono entrati in una vera e propria crisi, rifiutandosi persino di partecipare alla piattaforma Indire. Tanto - così sostengono - la Lavagna Interattiva Multimediale intanto richiede tempi lunghi di accensione, durante i quali i ragazzi approfitterebbero per fare confusione, e poi la scrittura è molto più rapida con la classica e più rassicurante lavagna di ardesia. Già siamo in ritardo rispetto ad altri Paesi, ma, se andiamo avanti di questo passo, non riusciremo mai e poi mai a colmare il divario che ci separa. Oggi, associazioni come l'Assodolab offrono occasioni di aggiornamento, differenziate per tipologia e per livelli, di fronte alle quali è quasi impossibile addurre scuse. Tra l'altro, i corsi possono essere seguiti benissimo on line, quindi senza la fatica degli spostamenti e negli orari preferiti. Se si continua a non aggiornarsi, è proprio per mancanza di buona volontà o perché non si crede abbastanza nella propria professione.

DATA 28/03/2010 22:54:10 - AUTORE anna pia D086R

Sicuramente la LIM porterà nelle classi un nuovo modo di “fare” lezione. Il distacco dalla vecchia e tradizionale lavagna implica che l’insegnante dovrà necessariamente mettersi in gioco e trovare nuove soluzioni didattiche per “interagire” al meglio e sfruttare tutte le potenzialità di questo meraviglioso strumento. Ci sono già diverse scuole di pensiero e già alcuni insegnanti che propongono le loro esperienze come metodo. Anche l’editoria comincia a interessarsene proponendo contenuti digitali pensati propriamente per le LIM. Io credo che la Lavagna darà modo a tutti di poter sperimentare e personalizzare percorsi di apprendimento, ma ritengo fondamentale il supporto tecnico e la formazione, soprattutto iniziale. La LIM può rappresentare un pretesto per coinvolgere gli studenti nella progettazione delle attività didattiche e farli diventare protagonisti del processo di insegnamento-apprendimento.

DATA 29/03/2010 22:25:46 - AUTORE 09sbmar

La Lavagna Interattiva Multimediale sta assumendo un ruolo sempre più attivo nell'attuale Scuola della Riforma.Meno gesso più inchiostro virtuale nelle aule. In qualità di insegnante mi è doveroso sostenere che la LIM ha permesso di riorganizzare le tradizionali attività didattiche in una innovativa Cooperative Learning. Si è rafforzata nei miei discenti la motivazione, il coinvolgimento e la partecipazione attiva nel processo di insegnamento/apprendimento.

DATA 30/03/2010 00:48:36 - AUTORE virginiah971v

Nella scuola del nuovo millennio la Lavagna Interattiva Multimediale sta diventando fra le nuove tecnologie,uno strumento importantissimo a supporto della didattica. Ritengo inverosimile l'evoluzione di una normalissima lavagna da gesso ad una lavagna con touch screen ad inchiostro virtuale. Non è fantasia è realtà. L'innovazione ci comporta tanto sacrificio, tanto studio e questo corso ne è la dimostrazione. Ma riflettiamo sui futuri vantaggi dell'insegnamento\apprendimento.

DATA 30/03/2010 01:01:46 - AUTORE Virginia_H971V

La Lavagna Interattiva Multimediale sta assumendo un ruolo sempre più attivo nell'attuale Scuola della Riforma.Meno gesso più inchiostro virtuale nelle aule.In qualità di insegnante mi è doveroso sostenere che la Lim permette di riorganizzare le tradizionali attività didattiche in una innovativa Cooperative Learning.Viene rafforzata negli studenti la motivazione, il coinvolgimento e la partecipazione attiva nel processo di insegnamento\apprendimento.Le potenzialità della Lim, come nuova tecnologia didattica,sono notevoli.Basti pensare che si propone come vero strumento di inclusione perchè favorisce l'integrazione di fattori tecnologici e socio-affettivi.La scuola sta cambiando radicalmente e le innovazioni devono stimolare noi docenti nell'aggiornamento costante se vogliamo potenziare il nostro insegnamento.Ritengo fondamentale e doveroso riuscire a portare in campo la sperimentazione adeguandoci ai parametri che la nuova scuola ci propone.Così anche se questa Semina in principio risulterà alquanto difficoltosa,saremo poi nel tempo ricompensati dalla maturità dei frutti che raccoglieremo insieme ai nostri studenti.

DATA 30/03/2010 01:12:24 - AUTORE virginiah971v

L'introduzione della LIM come nuovo sussidio nella didattica ha finalmente rivoluzionato gli antiquati canoni di insegnamento. Una ventata di novità per noi docenti con l'opportunità di organizzare un'attività didattica più aperta al Cooperative Learning rispetto al tradizionale. Vero è che molte scuole non sono ancora dotate di questo prezioso contributo tecnologico ma vogliamo augurarci che lo siano col tempo. La motivazione del docente ad imparare con calma e pazienza l'utilizzo della LIM nella pratica didattica dovrà eccellere sempre.

DATA 30/03/2010 05:29:39 - AUTORE SilviaG113O

A corso finito posso dire che la formazione su nuove tecnologie sono utili non solo a noi insegnanti...ma sopratutto lo saranno per i nstri alunni!!!!

DATA 30/03/2010 07:12:47 - AUTORE AlbertoA182K

Ritengo necessario a questo punto del corso, dopo aver visionato le lezioni proposte e dopo avere incominciato a preparare lezioni multimediali, fare alcune osservazioni circa la lavagna interattiva. Problemi: Prima di tutto sono convinto che questo sia uno strumento didattico prezioso quando si riesce ad utilizzarlo sistematicamente e non saltuariamente. In caso contrario rischia di restare un oggetto certamente affascinante e dalle notevoli potenzialità, ma nulla più. Purtroppo, al momento, ci si scontra con problemi sia di quantità (poche LIM a disposizione – nella scuola dove insegno solo una) e soprattutto logistici (dove sistemare le poche o la sola a disposizione, soprattutto quando i locali sono limitati e le norme di sicurezza da rispettare impediscono la sistemazione in quelli che sono liberi). Quando si potrà avere a disposizione le LIM come ora si hanno a disposizione le lavagne tradizionali (di ardesia con gesso o plastificate con pennarello) si potrà valutare davvero l’impatto didattico perché si potrà davvero lavorare sistematicamente in un modo nuovo. Ora come ora siamo ancora in un ambiente di pionieri nell’utilizzo delle nuove tecnologie in genere e spesso, dispiace osservarlo, i laboratori di informatica sono ancora visti come parcheggi di classi, piuttosto che come strumenti complementari alla spiegazione del docente. In definitiva, secondo me, solo l’utilizzo abituale permette considerazioni realistiche e confronti concreti con i sistemi tradizionali di insegnamento. Siamo tutti d’accordo nell’affermare che la lavagna interattiva sia un ottimo strumento didattico, ma se lo si può utilizzare solo poche volte finisce per rimanere un bel gadget e nulla più. Metodi e strumenti didattici sono validi solo se si possono impiegare quando si decide di impiegarli e non solo quando si può. Evviva la LIM e sono certamente convinto dell’esclamazione scritta, però, visto che in questo contesto, penso siamo tutti d’accordo nell’apprezzare la lavagna interattiva, mi è sembrato opportuno mettere in evidenza un problema non trascurabile legato all’utilizzo delle nuove tecnologie in genere. E non ho parlato, volutamente, delle difficoltà che si incontrano nel cercare di convertire i colleghi ad un utilizzo più consapevole di certa tecnologia. Quale è l’aspetto veramente innovativo della LIM? A parer mio questa tecnologia è quanto di più vicino alla ‘vecchia’ lavagna (e questo potrebbe convertire molti) perché si può spiegare in classe come si spiega ora, ma con molto in più. Non c’è la necessità di digitare testi, ma li si può scrivere a schermo e poi memorizzare. Cerco di chiarire il concetto partendo dalla mia esperienza. Insegno matematica e fisica e poter arricchire la spiegazione con filmati e programmi inseriti ad hoc facilita notevolmente il lavoro, perché la parte descrittiva degli argomenti trattati non è più lasciata all’immaginazione dei ragazzi e, nello stesso tempo, l’esecuzione di un esercizio può essere effettuata passo passo anche sulla LIM, con la possibilità di registrare i passaggi per una visione e una rielaborazione successive. Soprattutto in campo scientifico è preziosissimo poter scrivere come sulla lavagna senza dover perdere tempo con software specifici per preparare testi formalmente e simbolicamente corretti. Per non parlare della possibilità di realizzare disegni e grafici precisi in tempo reale. E l’aspetto importante è che, una volta pronta, una lavagna interattiva è utilizzabile anche da chi non ha una formazione approfondita perché tutti sappiamo scrivere su una lavagna. Sarà poi cura e dovere di un docente responsabile arricchire la sua professionalità aggiornandosi, però questa possibilità di interagire con una nuova tecnologia, servendosi di una penna e delle proprie mani, ritengo possa abbattere molte reticenze e paure verso questa innovazione didattica.

DATA 30/03/2010 11:35:56 - AUTORE GiovannamariaF979S

A corso terminato posso dire di essere stata piacevolmente sorpresa da tutti gli strumenti messi a disposizione dalla LIM soprattutto per quanto riguarda le materie che insegno (matematica e fisica). Ora non resta che mettere in pratica quanto imparato e sorprendere così anche i nostri studenti, auspicando un'ampia e svelta diffusione di questi mezzi di insegnamento nelle nostre scuole.

DATA 30/03/2010 13:03:55 - AUTORE Giovannamaria_F979S

Ritengo che l'utilizzo della lavagne multimediale sia una gran risorsa. Per me come insegnante, prima di tutto, perchè mi permetterà di fare lezioni "diverse", e per i ragazzi che potranno essere protagonisti delle lezioni e saranno sicuramente incuriositi dalla nuova tecnologia, visto che spesso e volentieri sono più esperti degli insegnanti sulle conoscenze informatiche e sulle nuove tecnologie in genere. Sono insegnante da appena un anno ma mi rendo conto che si fa molta fatica a interessare i ragazzi, e le lim sono un ottimo modo per svecchiare l'insegnamento. Penso sia quasi necessario che tutti i docenti frequentino un corso di questo genere, soprattutto perchè vedo intorno a me insegnanti che si adagiano su quello che sanno, o non provano comunque a cambiare qualcosa nel loro modo di insegnare nonostante sia palese che i ragazzi non rispondo in modo adeguato ai loro stimoli, scaricando sempre e comunque la colpa sui ragazzi, sul loro poco interesse e sulla loro scarsa voglia di studiare. Dobbiamo noi porci il problema di stare al passo coi tempi, di capire quali strategie e quali mezzi porre al nostro servizio per interessare i ragazzi che ormai sono incuriositi da svariate altre attivita su tanti fronti.

DATA 30/03/2010 13:41:51 - AUTORE DomenicoP04G273P

Credo che finalmente, uno dei problemi più difficoltosi nel campo dell’insegnamento e cioè quello dell’attenzione all’ascolto da parte dei discenti ovvero, il cosiddetto calo d’attenzione, sia stato risolto. Risolto grazie ad uno strumento che in un breve acronimo (LIM) racchiude il passato ed il futuro. Il passato rappresentato dalla Lavagna ed il futuro dalla Interattività e dalla Multimedialità. La LIM è una lavagna elettronica, sulla cui superficie si può scrivere, disegnare, tracciare segni, spostare oggetti, ecc., ma la sua caratteristica principale è che permette ad insegnanti e ragazzi di partecipare in modo interattivo alle attività. La LIM può influenzare positivamente l’insegnamento e l’apprendimento non soltanto di quelle materie legate alle Tecnologie Informatiche (le cosiddette TIC), ma anche per tutte le altre. Le LIM sono uno strumento forte per l’insegnamento, soprattutto per quanto riguarda: · il miglioramento della qualità dell’insegnamento; · il favorire la valutazione degli allievi · il miglioramento delle presentazioni; · l'integrazione tra la programmazione dell'insegnamento e la preparazione delle risorse necessarie; · la facilità di apprendimento; · la ripetizione della lezione svolta e registrata dalla LIM utile per gli alunni assenti. La LIM appartiene ad una delle ultime innovazioni nel campo delle ICT che sembra avere tutte le carte in regola per “attecchire” cioè non porsi come una tecnologia a disposizione dei pochi e se “titolati”, ma essere a disposizione di coloro che con l’acquisizione di semplici informazioni di base possono ritrovare il "gusto di fare" con l’ausilio di un P.C., una lavagna interattiva ed un proiettore. Domenico_G273P

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT