Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: giovedì 23 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 214

DATA 15/02/2013 10.24.51 - AUTORE mariarm

Avendo avuto la "fortuna" di avere in classe la LIM, quando per la prima volta l'ho usata i miei bambini sono rimasti affascinati e si sono mostrati "ricettivi" come non mai. Nel giro di pochi minuti li ho avuti tutti intorno, pronti e "capaci" ad utilizzare i vari bottoni. Infatti senza sporcarsi le mani di gesso si sono divertiti a scrivere, spostare e giocare con un "touch".

DATA 15/02/2013 12.18.25 - AUTORE Andrea

All'inizio dell'anno scolastico mi sono ritrovato nella classe una LIM, avendo poche conoscenze sul suo utilizzo ma voglioso di sperimentare nuove metodologie didattiche, ho chiesto al dirigente se era possibile organizzare un corso di formazione per tutti i docenti desiderosi di apprendere e di aggiornarsi. Il dirigente si è subito attivato e così 35 insegnati abbiamo partecipato al corso di formazione, nel quale abbiamo appreso gli innumerevoli modi di presentare una lezione ai ragazzi. Tutti i docenti appena terminato il corso abbiamo sperimentato positivamente il riscontro con gli alunni, i quali hanno avuto modo di apprendere "giocando". Vorrei rivolgere un invito a tutti quei colleghi che non vedono di buon occhio l'utilizzo di queste nuove tecnologie, A G G I O R N A T E V I , perché si rimane giovani.

DATA 15/02/2013 16.42.04 - AUTORE angela

Ciao a tutti, mi chiamo Angela e nel 2012 ho partecipato ad un corso LIM indetto nella scuola vicino casa. Il lavoro svolto è stato molto interessante anche se comunque l'approccio alle nuove tecnologia è stato molto complicato.Pur frequentando il corso basic, ho riscontrato notevoli difficoltà a trasformare il mio metodo di lavoro classico in lavoro multimediale, ma alla fine quando le prime difficoltà sono state superate, mi sono resa conto di quanto sia utile e proficuo il lavoro fatto e quanto questo possa essere importante ai fini didattici. Posso dire quindi, che alla fine del corso, mi sento più ricca e più sicura, per aver trovato un valido sostegno all'azione educative tramite l'innovazione tecnologica.

DATA 15/02/2013 16.50.07 - AUTORE Annamaria

Sono un'insegnante di materie letterarie di scuola secondaria di primo grado. Per un docente di lettere l'utilizzo delle nuove tecnologie rappresenta una sfida perchè, da un lato, ci sentiamo legati ad una tradizione letteraria e ad un certo modo di fare scuola basato sul libro che, in quanto oggetto di studio e di lavoro, consente una certa personalizzazione dell'apprendimento e permette di essere riletto e meditato. D'altra parte, però, ho maturato la convinzione che la metodologia didattica debba avvalersi delle nuove tecnologie che i ragazzi conoscono e padroneggiano a volte meglio di noi insegnanti e la LIM mi sembra lo strumento che consentirà un reale miglioramento metologico, rendendo più efficace l'insegnamento e più semplice l'apprendimento, perchè rappresenta l'anello di congiunzione tra la generazione degli insegnanti e quella degli alunni. E' chiaro che l'insegnante dovrà rivedere il proprio modo di lavorare e questo richiederà tempo, fatica e volontà di cambiamento, però l'utilizzo della LIM in classe, come ho avuto modo di constatare, crea maggiore empatia tra alunni e insegnante e, se le lezioni vengono preparate a casa, rende più agevole lo svolgimento delle unità di apprendimento e più facile il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

DATA 15/02/2013 17.11.43 - AUTORE angela

Purtroppo nella mia classe non c'è la lavagna interattiva multimediale e ultimamente mi accorgo, cosa che non accadeva prima di frequentare il corso LIM, di quanto la sua presenza in classe sia importante. Spesso mi capita di sentire la sua mancanza quando spiego ai miei ragazzi luoghi lontani, in geografia, fatti e avvenimenti, in storia, che possono essere meglio compresi attraverso immagini o filmati. Per questo, oggi io tardiva digitale, mi rendo conto di quanto utile e importante sia il ruolo della tecnologia come nuovo strumento educativo più vicino ai giovani, più semplificativo nei processi comunicativi e più stimolante dell'attenzione degli allievi.

DATA 15/02/2013 18.31.45 - AUTORE silvana

Ciao a tutti. Sono un' insegnante di scuola primaria. Trovo importante oltre che necessario, per noi docenti, stare al passo con i tempi. All' inizio non avevo un buon feeling con le tecnologie, ma la costanza e l'impegno mi hanno permesso di capirne sempre di più.

DATA 15/02/2013 19.16.03 - AUTORE barbara

Insegno lingue da diversi anni ed ho sempre utilizzato dei supporti tecnologici nelle mie attività didattiche ma oggi, in un contesto basato sulle nuove tecnologie, il ruolo dell'insegnante di lingue assume tratti più complessi: le conoscenze tecniche che erano necessarie per l'utilizzo del laboratorio o del videoregistratore vengono riciclate e approfondite per poter utilizzare strumenti informatici. Inoltre un utilizzo della multimedialità attento alle dinamiche dell'apprendimento che non si accontenti dell'ipertesto proposto dal cd-rom, o del materiale reperito online presuppone competenze tecniche e didattiche, capacità organizzative, di osservazione e gestionali in passato non richieste o comunque non indispensabili. Anche il rapporto con lo studente cambia, spesso è più paritario e basato da un lato su modalità collaborative di apprendimento e dall'altro sull'insostituibile autorevolezza dell'insegnante . Il docente non è più un detentore della verità assoluta, ma un esperto che accetta e promuove la possibilità di crescere insieme agli studenti.

DATA 15/02/2013 19.18.29 - AUTORE barbara

Gli insegnanti di lingue hanno sempre utilizzato le nuove tecnologie, soprattutto i laboratori linguistici che sono un supporto didattico insostituibile per l'apprendimento autonomo. Invece la LIM usata normalmente nelle lezioni, anche semplicemente per utilizzare il cd-rom in dotazione con i libri di testo, è un importante strumento per coinvolgere gli studenti. Infatti ogni studente potrà utilizzare delle strategie d'apprendimento a lui più consone. Naturalmente sarà compito dell'insegnante osservare attentamente i comportamenti degli studenti alla ricerca delle giuste strategie di apprendimento per ognuno di loro. Ad esempio uno studente prevalentemente visivo preferirà apprendere attraverso le mappe mentali, la lettura o organizzare i concetti sotto forma di tabelle. Per uno studente auditivo invece saranno più importanti gli esercizi di ascolto, le spiegazioni orali di tabelle e diagrammi, i riassunti e le esposizioni orali, le fasi di brainstorming orale prima delle attività di lettura, ascolto e scrittura. Il cinestesico, invece, preferirà il role-play e le drammatizzazioni. La possibilità di avere in classe una LIM permette di far eseguire queste attività con facilità e risparmio di tempo e di poter effettivamente individualizzare il percorso educativo.

DATA 15/02/2013 20.13.02 - AUTORE silvana

Ho partecipato a un Pon sulla LIM attivato presso il nostro Istituto.Mi sono accorta che la LIM è uno strumento molto interessante!! Mi sento fortunata, perchè non rimarrà solo un discorso teorico ,infatti, nel mio plesso ci sono diverse LIM che mi permetteranno di fare esperienze didattiche, che come già sperimentato coinvolgono e suscitano entusiasmo in tutti i bambini.

DATA 17/02/2013 11.42.25 - AUTORE ersilia

Dopo il primo intervento, ho iniziato a prepare delle lezioni per i miei alunni, accorgendomi delle potenzialità della LIM, che sono innumerevoli ed interessanti. Spero di avere il tempo necessario per continuare ad utilizzare questo strumento, che ritengo utile per l'insegnamento e per evolversi.

DATA 18/02/2013 9.44.26 - AUTORE maria

Il mio modo di fare scuola è sicuramente migliorato. E' prodigioso scambiare le esperienze da me maturate con quelle vissute dai colleghi. Purtroppo non tutti i docenti si accostano alla tecnologia e dunque il dialogo è ristretto al gruppo dei cosiddetti (dagli altri) tecnologici. Ma noi non siamo tecnologici al 100%, nel senso letterale del termine che potrebbe far pensare a lezioni troppo tecniche, io penso a noi non timorosi dei PC e delle LIM come a dei soggetti relazionanti capaci di sfruttare lo strumento tecnologico. Dunque non aridi nozionisti ma aperti dialogatori. Condividete?

DATA 18/02/2013 12.47.37 - AUTORE vincenza57

sto seguendo un corso LIM, che trovo interessante e stimolante dal punto di vista didattico,poichè offre la possibilità di utilizzare una nuova metodologia interattiva dinamica coinvolgente per gli alunni,per noi corsisti invece,l'opportunità di essere parte attiva e non solo uditori.

DATA 18/02/2013 13.07.12 - AUTORE vincenza57

Ho avuto modo di leggere alcuni commenti e chiaramente , me compresa,sono tutti favorevoli all'uso della Lim. Ho cercato di spiegarmi il perchè ,è vero che rende più snello il lavoro in classe, ma forse richiede più tempo la fase di preparazione fatta a casa,suscita più curiosità da parte dell'alunno e si può registrare il suo coinvolgimento attivo, ma quello che forse è di maggior interesse è il fatto, che anche i cosidetti"non volenterosi " o "passivi" perdono questa connotazione diventando parte attiva del percoso formativo a cui partecipano.Il vecchio cartaceo per i ragazzi moderni è superato da un pò e di conseguenza i "libri" fanno parte del passato.

DATA 18/02/2013 13.57.03 - AUTORE AngeloM

La LIM è una periferica hardware collegabile con un computer, che utilizza la tecnologia touch - rilevazione del tocco - realizzata con varie soluzioni per acquisire come input la posizione del puntatore del mouse e la pressione dei suoi tasti destro e sinistro. La LIM consente a chi ne fa uso di interagire su di una superficie di grandi dimensioni sulla quale viene proiettata l’immagine prodotta da un computer, utilizzando varie tipologie di stilo - apparati di puntamento denominati nel gergo “penne” - o, in alcuni casi, le dita. Il sistema identifica istantaneamente la posizione dello stilo, o del dito, che viene mosso sulla superficie e, nel punto in cui viene esercitata una pressione, esegue la funzione scelta sul software applicativo (scrittura a mano libera, disegno assistito, etc) o di sistema (movimenti del puntatore e ‘click’ del mouse) che si sta utilizzando in quel momento. In poche parole la LIM è una superficie interattiva, sulla quale viene riprodotta l’uscita video di un computer, che opera come parte (periferica di input) agendo come un grande touch screen. Per comprendere a fondo il funzionamento di una LIM iniziamo distinguendone due tipologie diverse in relazione alla struttura adoperata per realizzare la base interattiva: •dispositivi dotati di una superficie dedicata: un pannello rettangolare bianco, di dimensioni paragonabili ad una lavagna tradizionale, che contempla nella sua struttura il sistema di rilevamento e tracciamento del movimento (sistema touch); •dispositivi funzionanti con qualsiasi superficie: in questo caso la LIM è costituita da un sistema esterno di rilevamento che, posizionato adeguatamente, trasforma in un sistema touch una parete, uno schermo di proiezione o un qualsiasi altro piano sul quale è possibile proiettare l’immagine del computer. In entrambi i casi per poter funzionare una LIM deve essere collegata a un personal computer che elabora l’input ricevuto per rilevare la posizione dello stilo sullo schermo. Lo scambio dei dati avviene di norma utilizzando una interfaccia di tipo USB o seriale o, in modalità wireless, una scheda bluetooth. La LIM viene riconosciuta dal sistema operativo come una periferica Human Interface Device (HID) configurabile utilizzando i driver che vengono forniti unitamente ad essa. Nel protocollo HID sono presenti due entità: l’host e la periferica (device). La periferica è l’entità che interagisce direttamente con l’utente, come una tastiera, un mouse, un touch screen. L’ host comunica con la periferica ricevendo in input i dati che rappresentano le azioni eseguite dall’utente. L’esempio più comune di host è un computer ma anche un cellulare o un palmare possono essere considerati host. Per la restituzione dell’immagine del computer collegato alla LIM vengono utilizzate diverse modalità. •La retroproiezione: il proiettore è posto dietro la superficie interattiva che deve rispondere ad adeguate caratteristiche di trasparenza. In questa configurazione la LIM incorpora l’apparato di proiezione in una struttura simile a un televisore di grandi dimensioni. •La proiezione frontale: viene utilizzato un normale videoproiettore collegato al pc. Nelle configurazioni più recenti una caratteristica fondamentale - adottata da quasi tutti i sistemi in commercio - è rappresentata dalla proiezione a focale corta. Questa caratterist

DATA 18/02/2013 15.15.21 - AUTORE bono

L'utilizzo di strumenti multimediali in aula porterà ad un nuovo livello la scuola italiana penalizzata da una inefficace progammazione ministeriale e da investimenti inadeguati.La facilità di accesso ad un cospicuo nucleo di informazioni in maniera semplice da ai docenti l'occasione per effettuare un aggiornamento delle proprie competenze tali da avere un immediato riscontro in aula.E' auspicabile quindi una maggiore attenzione verso tutte le nuove tecnologie multimediali per ottenere risultati in linea con i nuovi scenari mondiali.

DATA 18/02/2013 15.40.25 - AUTORE bono

I livelli di conoscenza informatica nel nostro paese sfiorano il ridicolo pensando che moltissimi docenti ne ignorano l'utilizzo.La partecipazione ai corsi organizzati da assodolab sono pertanto uno strumento fondamentale per quei docenti che ancora sono ancorati a schemi ormai passati.Per avere una scuola che stia al passo con la realtà è necessario un investimento in risorse cospicuo e deciso.

DATA 18/02/2013 15.46.48 - AUTORE nella

Ritengo che la Lim sia uno strumento efficace per stimolare l'attenzione e la voglia di apprendere. Sono convinta che attraverso l'utilizzo delle lim nella didattica anche noi insegnanti riusciremo a diventare più sensibili all'uso delle nuove tecnologie. Credo che, grazie all'uso della lim, lo svolgimento della programmazione di Religione diventi molto più accattivante per gli alunni che fanno a gara per venire alla lavagna. Nella

DATA 18/02/2013 18.12.40 - AUTORE giuly

Insegno in una piccola scuola, sto iniziando soltanto ora ad utilizzare la LIM, è sicuramente uno strumento utile, come affermano tanti colleghi,ma lo strumento perchè sia pienamente utilizzabile dovrebbe essere attrezzato di tutto il necessario:la mia non è collegata ad internet e l'uso che ne posso fare è quindi relativo!

DATA 18/02/2013 18.14.06 - AUTORE MariaL083E

L’utilizzo della lavagna interattiva multimediale detta anche L.I.M. si rivela uno strumento molto utile: consente di velocizzare e consolidare gli apprendimenti, stimola e incuriosisce, coinvolge, sorprende e cattura. E’ uno strumento molto valido per la didattica, un “valore aggiunto”. Ho potuto approfondire da alcune letture che l’uso della L.I.M. in classe cambia il modo di fare didattica, essa diventa partecipativa, collaborativa, dunque cambia altresì il modo di lavorare del docente. È uno strumento che migliora l’attenzione degli alunni, rendendoli più attivi, di certo un gran beneficio anche per gli alunni in difficoltà. Tuttavia è anche necessario saperla integrare con le metodologie tradizionali di insegnamento ed apprendimento. L’aggiornamento e, quindi, la formazione sull’uso delle nuove tecnologie multimediali diventa indispensabile per tutti i docenti.

DATA 18/02/2013 18.14.47 - AUTORE giuly

La LIM è un ottimo strumento ma le lezioni non sempre sono improvvisabili se non si ha una buona dimistichezza con le sue funzioni, così tanto per cambiare lavoriamo a casa, e condividiamo con altri colleghi i nostri lavori!

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT