Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 17 dicembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 355

DATA 19/12/2015 10:10:27 - AUTORE NicolaH096O

Un corretto e funzionale utilizzo della LIM richiede anzitutto una formazione iniziale adeguata a fornire al docente le principali conoscenze per integrare nella personale pratica didattica questo strumento dalle tante potenzialità, che, però, a volte presenta anche degli svantaggi o dei potenziali inconvenienti. Al di là dei problemi tecnici che possono sempre insorgere nell’utilizzo di apparecchiature elettroniche (momentanei blackout, malfunzionamenti, guasti, incompatibilità di formati file, rapida obsolescenza, costi di assistenza etc.), l’impiego della LIM impone al docente una serie di sforzi aggiuntivi, che non tutti sono sempre disposti a sopportare. In una scuola, come quella italiana, che registra un tasso anagrafico del personale docente molto elevato, spesso si riscontrano situazioni di “analfabetismo” digitale che occorre affrontare preliminarmente, al fine di rendere efficiente la presenza della LIM in classe o in laboratorio. Ed inoltre la creazione di materiali dedicati per LIM esige uno specifico lavoro domestico, con un dispendio di tempo ed energie che, in molti casi, viene evitato rinunciando tout court all’uso della LIM. Difronte ad una tecnologia in continua evoluzione, l’esigenza è, dunque, quella di mettere i docenti nelle condizioni materiali e motivazionali di prepararsi, formarsi ed aggiornarsi periodicamente sulle modalità d’uso della LIM affinché sia effettivamente sfruttata come supporto integrante della lezione, impedendo invece che rimanga un semplice complemento d’arredo da mostrare solo nelle giornate di orientamento. Dal punto di vista più strettamente didattico, pur apprezzando gli apporti positivi della LIM, ritengo, tuttavia, che esista il rischio di svilire l’esperienza di insegnamento, con un’eccessiva “spettacolarizzazione” della presentazione dei contenuti a discapito della loro acquisizione critica. In altri termini, la multimedialità è utile nella misura in cui serve a veicolare meglio concetti e idee che in classe devono essere discussi e problematizzati; in caso contrario, la LIM diventa solo un espediente per incuriosire o divertire, “distraendo” lo studente con contenuti semplificati e ben presto dimenticati. Occorre perciò adoperare la LIM in modo accorto, mantenendo alta la partecipazione attiva degli studenti per stimolare da parte loro la personale elaborazione ed interiorizzazione dei contenuti.

DATA 21/12/2015 23:50:25 - AUTORE PaoloD037U

Come insegnante di Tecnologia nella scuola secondaria di I grado penso sia fondamentale riconoscere il ruolo delle nuove tecnologie nella scuola: l'informatica, fino a non molti anni fa considerata una "sperimentazione" , è oggi parte integrante della didattica. In particolare con l'introduzione delle lim il computer entra nelle singole aule, senza necessità di spostare fisicamente la classe in un "laboratorio" : non si tratta di una singola lezione "sul computer", ma il computer e soprattutto Internet sono onnipresenti, nella quotidianità della classe. Gli alunni di oggi sono i cosiddetti nativi digitali, sono cresciuti considerando naturale la presenza dell' ICT nella loro vita, e di conseguenza sono portati ad interessarsi maggiormente a strumenti multimediali piuttosto che alla tradizionale lavagna. Innegabili sono anche le opportunità che la lim offre per aiutare alunni stranieri di recente immigrazione oppure alunni BES o DSA. Risulta quindi immediato apprezzare i vantaggi dell'introduzione delle lim, ma occorre soffermarsi anche su alcuni difetti: innanzitutto il costo, che talvolta rende possibile l'installazione delle lim solo in alcune aule, ed inoltre anche la gestione degli eventuali imprevisti: se prima bastava un gesso, con la lim entrano in gioco molti fattori, dall'autonomia del notebook alla stabilità della connessione wifi. In ogni caso, ritengo che con un minimo di attenzione questi possibili problemi siano facili da evitare, e non siano tali da mettere in ombra i tanti vantaggi sopra citati.

DATA 23/12/2015 22:42:25 - AUTORE PaoloD037U

Insegno Tecnologia nella scuola secondaria di I grado, e sono sempre stato appassionato di informatica anche ben prima di iniziare ad insegnare. Proprio per questo motivo utilizzo volentieri strumenti informatici in classe. Vorrei però in questo post soffermarmi meglio sui "difetti" dell'approccio consueto alle lim, su cui ho avuto recentemente modo di ragionare. Innanzitutto il frequente disinteresse del settore verso i software opensource e i sistemi operativi liberi, che sarebbero invece molto interessanti in ambito scolastico per abituare gli alunni ad una "mentalità informatica". Quasi sempre gli alunni sanno usare correttamente computer, smartphone, tablet e simili, ma spesso si limitano a esserne utenti passivi; a onor del vero alcune recenti iniziative scolastiche riguardanti il coding lasciano però ben sperare. Altre volte poi mi è capitato di osservare come l'attenzione degli alunni riguardasse più lo strumento (la lim) che non i contenuti oggetto della lezione; questo tuttavia mi è sembrato attenuarsi: con la ormai grandissima diffusione delle lim, questa viene considerata ormai una presenza normale nell'aula. Inoltre ho notato frequentemente alcuni problemi di ordine pratico, ad esempio lo spostamento degli alunni da una classe ad un'altra quando non tutte sono provviste di lim e la gestione pratica dei computer nelle classi: spesso per motivi di sicurezza i notebook vengono custoditi in cassaforte al di fuori degli orari di lezione, con conseguenti tempi morti per il collegamento e successivo smontaggio del notebook a fine mattina o quando la classe rimane vuota...

DATA 11/01/2016 19:54:05 - AUTORE IlariaL845E

La lavagna interattiva multimediale, detta anche L.I.M. o lavagna elettronica, è una superficie interattiva su cui è possibile scrivere, disegnare, allegare immagini, visualizzare testi, riprodurre video o animazioni. I contenuti visualizzati ed elaborati sulla lavagna potranno essere quindi digitalizzati grazie a un software di presentazione appositamente dedicato. La LIM è uno strumento di integrazione con la didattica d'aula poiché coniuga la forza della visualizzazione e della presentazione tipiche della lavagna tradizionale con le opportunità del digitale e della multimedialità. Nell'accezione più comune quando si parla di Sistema LIM si intende un dispositivo che comprende una superficie interattiva, un proiettore ed un computer. Oggi l'evoluzione tecnologica offre dispositivi che permettono di sfruttare le potenzialità di uno schermo interattivo e multimediale utilizzando qualsiasi tipo di superficie e pennarello, oppure attraverso schermi "touch screen", anche della grandezza di un normale monitor desktop in cui il pc è incorporato.

DATA 12/01/2016 11:33:43 - AUTORE natalia9g273b

Buongiorno a tutti! Mi chiamo Natalia e ho appena iniziato il corso LIM Basic. Sono sempre stata molto attratta dalle nuove tecnologie e per tale motivo sto seguendo con piacere ed estremo interesse questo corso che mi sta dando l’opportunità di ampliare le mie conoscenze. Ritengo che l’uso della LIM in classe sia molto utile ed efficace perché crea un ambiente didattico molto più stimolante ed interattivo rispetto alla didattica tradizionale; infatti, l’uso di testi colorati, suoni e immagini consente di mantenere l’attenzione degli studenti per un maggiore periodo di tempo, rendendo l’apprendimento più stimolante ed incisivo.

DATA 14/01/2016 14:18:56 - AUTORE valeriaC573F

Sono un’insegnante di Chimica di una scuola secondaria di secondo grado. La possibilità di utilizzare una LIM in classe, per l’insegnamento della mia disciplina, risulta molto utile in quanto consente di mostrare immagini e soprattutto filmati, animazioni o software per la rappresentazione tridimensionale delle molecole. Ciò semplifica e rende meno astratti molti concetti teorici, talvolta di difficile comprensione da parte degli studenti, in quanto mancano loro le conoscenze pregresse. Inoltre, la LIM risulta utile per l’utilizzo di software che consentono di realizzare esperimenti virtuali nelle scuole che non dispongono di laboratori scientifici e lo spazio “infinito” sul quale si scrive permette di risolvere esercizi o problemi che richiedono diversi passaggi tenendo sempre sott’occhio l’intero esercizio svolto. In conclusione, ritengo che l’utilizzo delle tecnologie multimediali possa migliorare e potenziare la didattica tradizionale, anche perché il loro linguaggio di comunicazione è vicino a quello utilizzato quotidianamente dai ragazzi. Le lezioni online mi sono state utili per conoscere e quindi sfruttare al meglio tutte le potenzialità che la LIM offre.

DATA 17/01/2016 22:04:31 - AUTORE Ilaria

Il mio argomento principale contro le LIM è il seguente: le lavagne interattive multimediali sono poco compatibili con le teorie pedagogiche alle quali la maggioranza degli insegnanti afferma di credere. Domandate a un dirigente come dovrebbero essere le migliori classi e la risposta probabilmente sarà pressappoco così: “Nelle classe migliori, gli studenti possono apprendere collettivamente e in modo creativo. Le classi sono un ambiente di lavoro dove si studia in gruppi, si discutono congetture varie, si svolgono ricerche, si mettono a punto esperimenti, si collabora con i compagni, si discute qualsiasi nozione preconcetta, si verificano ipotesi. Siccome l’insegnante è sempre presente per guidarli e per aiutarli, gli studenti vengono incoraggiati a provare, a cambiare idee, e a proseguire in modo indipendente, da soli, a non temere di sbagliare.” Bello tutto ciò,vero? Se potessimo davvero trasferire il controllo dell’apprendimento agli studenti, probabilmente potremmo assistere a un miglioramento sia della motivazione nei confronti dello studio sia dei livelli d’apprendimento. Le aule si trasformerebbero in comunità d’apprendimento, diventerebbero cellule d’innovazione, modellate dagli studenti invece di essere luoghi noiosi, come lo sono oggi per moltissimi studenti.

DATA 18/01/2016 16:29:36 - AUTORE natalia9g273b

Ho appena finito di vedere tutti i video del corso LIM basic e ho avuto modo di esercitarmi su uno dei software di prova reperibile sul sito del produttore, e devo ammettere che adesso che conosco molte delle potenzialità della LIM riesco a coglierne meglio le possibilità di impiego in ambito didattico. Credo che per chiunque abbia un minimo di dimestichezza col computer la LIM risulti uno strumento facile e intuitivo che facilita il lavoro di noi insegnanti; soprattutto per quanto riguarda l’ambito delle lingue straniere( la mia classe di concorso) trovo che la LIM permetta di presentare agli studenti numerosi contenuti multimediali con maggiore facilità rispetto al passato; basti pensare alla facilità con cui si possono presentare file audio e video in lingua originale senza la necessità di doversi portare dietro un registratore, o un videoproiettore; oppure alla possibilità di favorire l’apprendimento collaborativo presentando esercizi interattivi da svolgere insieme in classe. L’unico aspetto negativo che ho potuto riscontrare in ambito didattico è la diffidenza di certi insegnanti, soprattutto “vecchio stampo”, che sono ancora legati a una didattica di tipo tradizionale e non hanno molta dimestichezza con il computer, o la difficoltà di certe scuole ad investire sulle nuove tecnologie così da favorire lo sviluppo di un apprendimento più moderno, innovativo e sicuramente anche più attraente ed incisivo.

DATA 19/01/2016 18:26:51 - AUTORE valeriaC573F

Nonostante i vantaggi che offre l’utilizzo della LIM, rilevo anche alcuni limiti. Ad esempio, i tempi di preparazione di una lezione multimediale da parte del docente vengono allungati, soprattutto nei primi tempi, in quanto è necessario acquisire dimestichezza con il software da utilizzare; l’eccessivo utilizzo delle presentazioni multimediali con i relativi filmati o animazioni, non sempre stimola gli alunni alla rielaborazione personale dei contenuti attraverso l’uso degli appunti. Quindi, ritengo che la LIM sia un utile strumento per lo svolgimento delle lezioni, ma che ancora non sia in grado di sostituire completamente l’utilizzo dei tradizionali strumenti didattici.

DATA 22/01/2016 22:58:25 - AUTORE Stefano_E506K

Un saluto a tutti i colleghi qui presenti sul forum. Io mi chiamo Stefano e sono un docente neoabilitato tramite TFA (II ciclo, 2015). Inutile dirvi che ho da subito notato uno scollamento tra quel che ci veniva insegnato al corso d'abilitazione e quelli che erano i miei (ancora freschi) ricordi delle scuole superiori, avvalorati poi dall'esperienza di tirocinio. La loro, era una didattica che oserei definire "accademica" nel senso di "condotta in un ambiente asettico" che teneva scarsamente conto delle dinamiche di una classe di una scuola superiore, magari perchè semplicemente abituati all'aria "ovattata" da aula universitaria. Inutile dirvi, che di tutte quelle ore di lezione teorica, alla LIM nemmeno un accenno. È per questo motivo che ho scelto di mia sponte di iscrivermi a questo utilissimo corso LIM, perchè io (nato nell'87), non potevo permettermi di non conoscere uno strumento presente in tutte le classi in cui insegno (a Milano). Appartenendo alle nuove leve dell'insegnamento, trovo che un'insegnante d'oggi risulti incompleto nell'essere ignaro di quanto potente questo strumento sia. Come diceva il collega Del Buono, molte volte gli studenti conoscono meglio dei loro insegnanti l'utilizzo delle tecnologie, allora non è tollerabile che chi viene formato adesso non ne abbia contezza. Trovo la LIM uno strumento molto potente che apre a orizzonti sconfinati e rivoluzionari rispetto alla classica didattica fatta con "gessetto e lavagna". Oltre tutto, è possibile mantenere molto più a lungo l'attenzione dei ragazzi e inglobare tutta una serie di strumenti utilissimi ai fini didattici, come l'inserimento di video, suoni o anche delle annotazioni su schermo. Lo dico senza vergogna, entrare ogni mattina in classe e vedere questo "aggeggio" montato e non capire nemmeno da dove cominciare ad usarlo era alquanto irritante. Finalmente, con questo utilissimo corso, potrò entrare anch'io e utilizzare la LIM e perchè no, registrare le mie lezioni!

DATA 23/01/2016 14:56:57 - AUTORE vicanoloD862V

Ho deciso di partecipare a questo corso online con lo scopo di scoprire pregi e difetti di una lezione svolta alla Lim. Per ora (sono ancora alla quarta video lezione), mi sembra uno strumento interessante e per niente complicato come avevo immaginato. La Lim è ormai presente in ogni aula, ma durante il mio Tirocinio formativo, non mi è stata mai data la possibilità di imparare nella pratica il suo funzionamento. Grazie a questo corso posso aggiornarmi, tenermi al passo e diventare un'insegnante "tecnologica".

DATA 23/01/2016 20:33:55 - AUTORE vale.belli

La Lim è ormai uno strumento fondamentale per la didattica. aiuta a rendere la lezione più coinvolgente e dinamica, inserendo contenuti multimediali che attivano l'interesse degli studenti. purtroppo, nella mia breve esperienza di insegnamento non ho ancora avuto la possibilità di utilizzarla, e durante il mio tirocinio formativo sono state poche le occasioni in cui l'ho vista in funzione. ho deciso di seguire questo corso online proprio per acquisire maggiore dimestichezza con questo strumento, sicuramente importante appunto, ma di non immediata e semplice fruizione.

DATA 24/01/2016 12:01:34 - AUTORE vicanoloD862V

Giunta al termine delle lezioni online, dopo aver utilizzato il software, posso trarre le mie conclusioni. Non c'è dubbio che la Lim sia un prodotto tecnologico interessante ed efficace. Le nuove generazioni si troveranno sicuramente al loro agio con le tecnologie e probabilmente non avranno bisogno delle lezioni online per capirne l'utilizzo. Quanto a me, sono riuscita a comprendere bene i vari strumenti di lavoro presenti e con un po' di lavoro, sarà sempre più veloce la creazione di una "lezione Lim". L'unico dubbio che mi sorge è questo: Io sono nata nel 1985, generazione dei primi computer e telefoni cellulari, dunque la tecnologia non mi spaventa; ma come fanno i miei colleghi più anziani? Utilizzano la Lim o la considerano parte dell'arredamento? Sarebbe interessante aiutarli a scoprirne i vantaggi.

DATA 25/01/2016 13:53:52 - AUTORE vale.belli

Avendo avuto la possibilità di esercitarmi concretamente con il software per l'utilizzo della Lim, posso dire che la mia idea iniziale è stata confermata. la lim è sicuramente uno strumento molto importante nella didattica, poichè permette di rendere la lezione più dinamica e interattiva. resta però forte un dubbio: quanto realmente i ragazzi saranno coinvolti durante la preparazione di contenuti multimediali in classe? e quanti perderanno in poco tempo la concentrazione? l'uso della lim può risultare macchinoso, dal momento che l'inserimento di testo e immagini richiede diversi passaggi. sicuramente si può ancora migliorare tanto. a noi docenti spetta il compito di trovare strategie sempre nuove per tenere alta l'attenzione dei nostri studenti.

DATA 25/01/2016 14:14:10 - AUTORE Stefano_E506K

Ho iniziato ad utilizzare la LIM in classe dopo aver acquisito un’iniziale dimestichezza a casa con il software. Benché avessi bene in mente un’idea di lezione da sviluppare durante le ore di oggi, mi sono reso conto che l’utilizzo di una LIM per un’ora singola di lezione può risultare poco maneggevole. Se infatti si pensa al tempo che si perde tra l’ingresso in classe, l’appello, e la fase di “warming up” iniziale ci si rende bene conto che l’ora si restringe a poco più di 30-35 minuti. Ovviamente, in queste prime lezioni, ho perso un po’ di tempo a trovare i bottoni giusti per ottenere esattamente il risultato che volevo, tempo che ovviamente si assottiglierà con una maggiore pratica. Ciò non toglie, però, che secondo me la LIM vada usata vada usata quando si hanno due ore contigue di lezione o quando si vuole spiegare un determinato concetto in maniera precisa ma per la creazione di uno schema (per esempio), avvalersi di un semplice pennarello può risultare più facile, immediato e risparmioso in termini di tempo. Stesso discorso per quel che concerne l’utilizzo dell’applicativo Excel tramite LIM: trovo molto più immediato l’utilizzo diretto dell’applicativo stesso. Tutte queste osservazioni non tolgono però importanza e peso ad uno strumento così potente come la LIM, quindi, a parte tutto, sono ancora dell’opinione che ogni docente debba essere formato sul suo utilizzo.

DATA 26/02/2016 15:46:21 - AUTORE Cristiana

Riflessione solo dopo pochi giorni di utilizzo: E 'semplicemente magica, un nuovo “display” per l'istruzione, ma anche una semplice lavagna che consente in tempo reale una collaborazione multi-way. Una delle proprietà più spettacolari della lavagna , a mio avviso, è proprio la possibilità degli studenti di contribuire al contenuto sullo schermo scrivendo o disegnando direttamente dai loro dispositivi mobili, da qualsiasi luogo. L'apprendimento potrà essere il più intuitivo, proprio perché è dentro l'aula ma contemporaneamente è al di fuori di essa. Si può proprio dire: “Benvenuti in una nuova era nel campo dell'istruzione”. Gli studenti possono esplorare argomenti insieme, ispirandosi a vicenda per esprimendo la propria creatività, stimolando la curiosità collettiva utilizzando uno strumento per loro sicuramente semplice da riconoscere. I ragazzi infatti sono molto più tecnologici e intuitivi di noi professori di una certa età, senza voler offendere nessuno naturalmente. Utilizzando le nuove tecnologie (che oggi hanno fatto davvero passi da gigante, se solo pensiamo a come i nostri professori, dovevano tenere il libro in mano al contrario per mostrarci un’immagine) la lavagna interattiva aiuta a liberare le persone e a evolvere il loro pensiero, semplificando la condivisione ed esplorando idee illimitate. Piuttosto che scarabocchiare furiosamente note, o imparare lezioni a memoria da una presentazione, possiamo avere lezioni che scorrono naturalmente e rimangono sul tablet di ognuno. Mi ripeto semplicemente magica, invito tutti, nonostante le prime difficoltà iniziali a non arrendersi e a provare i risultati ci saranno e saranno sorprendenti e gratificanti.

DATA 29/02/2016 15:26:25 - AUTORE Cristiana

Ho incominciato a imparare l’uso del Software smart Notebook, con il corso base della LIM on-line. È descritto come uno dei più popolari software per la creazione delle lezioni interattive ma ha mio avviso ci sono alcune lacune rispetto al “mitico” Poewr Point. Mentre la lavagna di per se, come già postato in precedenza, la trovo straordinaria, il software manca in “vivacità”. Faccio un esempio. Il comando “WordArt” ricchissimo di possibilità per formulare una scritta colorata, simpatica, accattivante, qui non trova un equivalente, le stesse tipologie per rappresentare un carattere di scrittura sono un po’ limitate, come anche le forme geometriche già pronte. Certo possiamo sempre creare una nostra libreria e importarla, ma mi aspettavo qualche cosa di meglio o almeno di uguale sotto l’aspetto grafico delle forme geometriche e dei grafici già pronti all’uso, come anche degli stessi colori. Non si riesce, per esempio a sfumare il colore riempitivo di una forma geometrica, la sfumatura con due colori la puoi fare solo con lo sfondo della pagina. Almeno così mi sembra di aver capito fin qui. Se qualcuno ha qualche suggerimento a tal proposito ben venga. In ogni modo non vedo l’ora di provarla in classe con i miei futuri alunni.

DATA 16/03/2016 16:21:46 - AUTORE LiaA662I

Sono un'insegnante di scuola dell'Infanzia. Il plesso in cui lavoro non è dotato attualmente di Lim, ma spero che al più presto le nostre aule possano essere aumentate dalla tecnologia. Intanto mi preparo all'utilizzo di questa lavagna: ho avuto modo di visualizzare dei software da utilizzare con la Lim in cui veniva insegnato l'inglese a bambini di 5 anni e ho trovato che l'apprendimento interattivo, corredato da immagini, suoni e colori sia stimolante e permetta ai piccoli di essere protagonisti dei processi di apprendimento.

DATA 17/03/2016 19:34:02 - AUTORE mariciaA669T

Il corso è interessante soprattutto perché è chiaro e semplice. Gli altri corsi on line che ho seguito dopo un po' risultavano noiosi mentre questo risulta piacevole perché la lezione teorica è intervallata da esercitazioni pratiche facilmente utilizzabili nelleattività didattiche quotidiane . Per me ,che sono sempre stata un po' scettica circa l'utilizzo delle nuove tecnologie, devo dire che alcune lezioni ( quella sulle mappe concettuali o l'utilizzo di figure da internet mi sono apparse "divertenti" e al piu' presto le sperimenterò in classe . Sono sicura che anche per gli alunni sarà particolarmente piacevole questo approccio didattico interattivo. Continuate così e... buon lavoro

DATA 17/03/2016 19:55:10 - AUTORE mariciaA669T

Utilizzare le nuove tecnologie è sicuramente stimolante e offre la possibilità di un approccio didattico piu' vicino alla realtà in cui vivono i nostri alunni fatta di tablet ,computer, telefonini etc...L'utilizzo degli strumenti informatici colma in parte il gap generazionale spesso esistente tra alunni e docenti e consente di avvicinarsi a quel mondo virtuale in vivono sommerse le nuove generazioni. Questo ,però non deve far perdere di vista il fine ultimo del processo di insegnamento- apprendimento e non farci cadere nell'equivoco che tutto possa completarsi nell'utilizzo delle nuove tecnologie. La pratica didattica che limita tutto all'uso di un computer ,a noi insegnanti , cresciuti con libri da leggere e pagine da sfogliare non sempre risulta agevole e spesso sentiamo dirci dagli allievi che non riusciamo a comprendere subito questo o quel programma o sistema operativo. Ma è proprio in questa interazione, in questo scambio di esperienze che il processo insegnamento -apprendimento si arricchisce e si forma in fieri e diventa meno noioso e stimolante per tutte le parti del processo. Grazie per i corsi che organizzate servono a farci credere che anche noi insegnati un po' meno giovani possiamo farcela ad entrare in questo mondo che in parte ancora non ci appartiene

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

La scrittura stenografica con Word

Una proposta per l'utilizzo del glossario di Word

Giocare con grafici dinamici

Una proposta didattica per abituare gli alunni alla lettura di grafici

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT