Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: lunedì 20 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 52

DATA 09/05/2012 18.48.47 - AUTORE MARIALUISA

L'impiego della Lim rappresenta un modo per poter proporre strategie alternative alla lezione frontale, facilita il processo di apprendimento e favorisce il recupero degli studenti meno motivati.

DATA 09/05/2012 19.23.21 - AUTORE lina

Saluto tutti, sono lina rega docente di materie letterarie. Ho deciso di partecipare al corso per migliorare le mie conoscenze tecnologiche, visto che gli alunni sono molto esperti in questo campo e sono aperti alle innovazioni.Con l' uso della LIM gli alunni sono protagonisti attivi del percorso didattico .Credo sia utile insegnare in modo novo sebbene il libro , per me , continua ad essere strumento essenziale che può essere affiancato da nuove risorse e strumenti , quale la LIM , facendone però un impiego intelligente e accorto

DATA 09/05/2012 21.42.42 - AUTORE Alessandra

Ho seguito il corso on line sulla LIM e hgo provato a fare delle lezioni di matematica, scienze e motoria. Ho avuto riscontri molto positivi dagli alunni, i quali ovviamente mi hanno richiesto. Sono contenta di averci provato e di aver seguito il corso. BGrazie assodolab. Alessandra

DATA 10/05/2012 16.47.30 - AUTORE assunta

Scrive Roberto MAragliano: "I contenuti diventano importanti quando creano legami cognitivi. Non solo: i contenuti sono importanti come le forme che li veicolano. Il nostro Paese, l'Italia, ha una straordinaria tradizione in campo sonoro, musicale, visivo, artistico, architettonico. E' qui la sua fondamentale identità a livello internazionale. Eppure c'è una tradizione scolastica modellata sull'esclusività della cultura scritta. Oggi, fortunatamente, sta emergendo la consapevolezza del fatto che, oltre la mediazione della lingua scritta, possano crescere delle culture audio-visive combinate al testo. Stanno nascendo nuove configurazioni di saperi." E noi docenti siamo veicoli di queste nuove culture. Attenzione però a non perdere i contenuti!

DATA 10/05/2012 16.49.24 - AUTORE rossella d.l.

L’epoca che stiamo vivendo è fortemente connotata dalla pervasiva diffusione di tecnologie e strumenti della comunicazione. La scuola, da sempre attenta agli strumenti per la mediazione didattica, non può trascurare gli effetti che le tecnologie possono produrre sia in quanto “protesi” per l’insegnante, sia in quanto oggetti culturali capaci di creare ambienti specifici di relazione e apprendimento. Il dibattito sulla formazione più confacente e rispondente alle esigenze della modernità, anche se conferma e valorizza il ruolo della scuola, ritiene però urgente e indispensabile una revisione dei contenuti e un adeguamento dei saperi alle mutate condizioni di lavoro e di vita nella società della conoscenza. Le nuove tecnologie, e in particolare la LIM, assumono a mio parere un ruolo centrale per la personalizzazione dell’insegnamento, l’individuazione di proposte didattiche in grado di valorizzare le caratteristiche cognitive, affettive, emotive e sociali di ciascun allievo, l’allestimento di attività di insegnamento capaci di coinvolgere gli studenti in qualità di protagonisti attivi dell’apprendimento e di aiutarli a “imparare ad imparare” per tutta la vita, al fine di prevenire e contrastare situazioni di abbandono degli studi e di disagio giovanile e di favorire un apprendimento significativo e diversificato. Garantire l’accesso alle TIC per tutti, sviluppare le competenze per la società della conoscenza, creare un ambiente aperto per l’apprendimento, rendere tale apprendimento più “attraente”, accrescere le competenze digitali devono essere i principali obiettivi da perseguire, e una serie di progetti e attività negli ultimi anni ha coinvolto le istituzioni scolastiche, per sperimentare nuove modalità di fruizione dei contenuti da parte degli studenti, per creare nuove sinergie di interazione tra metodologie tradizionali e innovative per i docenti. Ben vengano, dunque, accanto all’uso diffuso delle LIM, forum tematici, blog, wiki, focus-group, corsi in modalità blended, community on line e tutto quanto possa contribuire a diffondere nuove pratiche e nuove modalità di insegnamento e apprendimento, monitorandone in particolare le ricadute e gli esiti sul curricolo formativo degli studenti.

DATA 10/05/2012 17.18.38 - AUTORE rossella d.l.

La LIM, a mio avviso, si presta a una serie di applicazioni e attività, alcune delle quali sono ancora tutte da esplorare: registrare lezioni, salvare schermate di lavoro e file prodotti dagli studenti, connettersi ad Internet per visionare o scaricare materiali multimediali, costruire materiali multimediali, offrendo la possibilità di fornire rappresentazioni multiple della realtà e alimentando pratiche riflessive condivise. Inutile soffermarsi sull’importanza a fini didattici di questi strumenti. A fare da sfondo alla diffusione delle nuove tecnologie (che poi tanto nuove non sono più, se non in relazione al loro continuo e frenetico evolversi) è, infatti, il paradigma dell’ “apprendimento costruttivo” e in particolare del “costruttivismo sociale”. La scuola, pertanto, da luogo di trasmissione delle conoscenze diviene ambiente di apprendimento, in cui docenti e studenti hanno la possibilità di lavorare insieme e di imparare ad usare molteplici strumenti e risorse, perseguendo comuni obiettivi di apprendimento e attività di problem solving, nelle quali l’allievo è responsabile del proprio apprendimento e il docente assume funzioni di guida e supporto. Su queste convinzioni si inserisce l’uso del computer (e a maggior ragione della LIM) ai fini didattici: uno strumento utile “per creare cose – per dirla con Papert -, non per fare esercizi, non per dimostrare o risolvere problemi che qualcun altro vi ha dato - ma per fare e costruire. Il che permetterà una maggiore interazione fra la vostra mente e la cultura che vi circonda”. Assumendo un ruolo attivo nel proprio processo di apprendimento, i piccoli si trasformano da “consumatori” (di tv, di media, di scuola) in “produttori”. Se l’acquisizione della conoscenza avviene attraverso processi costruttivi, è facilitata dalla collaborazione, è determinata dal contesto, le tecnologie dell’informazione e l’e-learning possono offrire un contributo fondamentale, pur non essendo da sole sufficienti a determinare l’apprendimento. Le persone apprendono “con” le tecnologie e non “dalle” tecnologie, da utilizzare come “strumenti cognitivi” o “cognitive tools”, che non rendono – come comunemente si sarebbe portati a credere - più facile l’apprendimento, ma richiedono fatica mentale e capacità di pensare in maniera più profonda ai contenuti oggetto di studio e qualificano l’apprendimento significativo (meaningful learning), in quanto attivo, costruttivo (attraverso l’equilibrio tra i processi di assimilazione e accomodamento), collaborativo, intenzionale, contestualizzato, riflessivo.

DATA 10/05/2012 19.14.39 - AUTORE Tina_B180R

Ciao, sono una insegnante di scuola primaria e sto partecipando al corso sull’uso della LIM. Per il momento sono contenta di essere entrata in questo mondo finora sconosciuto.

DATA 10/05/2012 19.34.57 - AUTORE ASSUNTA

Sono una docente di lettere e insegno in un liceo scientifico,sto frequentando un corso sull'utilizzo della LIM convinta che sia necessario approfondire la conoscenza delle nuove tecnologie,particolarmente utili per consolidare saperi e per ampliare conoscenze.L'utilizzo della LIM è strumentale all'apprendimento in classe ed è un utile supporto allo studio,alla verifica,al recupero e agli approfondimenti personali dello studente.

DATA 10/05/2012 20.52.57 - AUTORE lina

Un saluto a tutti da Lina.Ho parlato ai miei alunni della lavagna LIM e li ho visti entusiasti,alcuni hanno già avuto occasione,alle scuole medie di provenienza,di poterla utilizzare.Vorrebbero avvalersi di questa risorsa durante il prossimo anno scolastico ,poichè ritengono che la LIM possa cambiare in positivo il modo di far scuola e di apprendere.Certamente gli aspetti su cui puntare nell'utilizzo di questo nuovo strumento sono proprio la partecipazione attiva dell'alunno,l'attenta gestione delle dinamiche relazionali e la promozione di forme di lavoro collaborativo.

DATA 10/05/2012 21.57.34 - AUTORE Antonio_B963E

La LIM è un potente strumento didattico, consente di proiettare e manipolare immagini ed altri oggetti multimediali, salvare le lezioni e metterle a disposizione degli allievi. La LIM vivacizza la classica lezione frontale rendendola più coinvolgente e più accattivante grazie all’interattività, riesce a focalizzare l’attenzione del gruppo classe, oggi quasi sempre, eterogeneo. L’utilizzo in classe deve avvenire ovviamente a valle di un accurato lavoro di progettazione e preparazione svolto dall’insegnante. Non bisogna quindi utilizzare la LIM solo come strumento di presentazione, ma come ambiente che permette la creazione di conoscenze, favorendo inoltre le didattiche di tipo collaborativo. In base all’esperienza delle ultime settimane, durante le quali ho utilizzato la LIM, ho riscontrato un aumento di attenzione in classe, un maggior coinvolgimento ed interesse degli alunni, che hanno fatto a gara per utilizzare la LIM. E’ migliorata, quindi, la partecipazione degli allievi, sono migliorate le dinamiche relazionali e la collaborazione tra gli allievi in classe. La LIM sembra uno strumento fatto apposta per i giovani di oggi, i nativi digitali

DATA 10/05/2012 22.46.25 - AUTORE Donato Iannone

L'uso della LIM, a mio parere, introdurrà una vera rivuluzione nella didattica

DATA 11/05/2012 0.20.08 - AUTORE LeonardaTO81B

Salve a tutti! Sono un'insegnante di scuola primaria. Ho deciso, pur essendo quasi alla fine delle mia carriera lavorativa, di iscrivermi a questo corso poichè ritengo che sia necessario oggi giorno essere sempre aggiornati sulle nuove tecnologie informatiche, soprattutto quando queste possono essere di supporto come strumento didattico. Il corso è molto interessante e tutte noi partecipanti siamo stimolate a proseguire ed a concludere con soddisfacenti risultati. Buon lavoro a tutti!

DATA 11/05/2012 8.45.24 - AUTORE Carmela_F152L

Ciao a tutti,sono una docente di scuola primaria che frequenta il corso sulla LIM. Sono contenta perchè la LIM è davvero uno strumento speciale con la quale si possono proporre strategie alternative alla lezione classica,facilita il processo di apprendimento e favorisce il recupero degli alunni meno motivati

DATA 11/05/2012 9.31.31 - AUTORE silvana

Non sono molto pratica, spero di non trovare particolari difficoltà per utilizzare la lim

DATA 11/05/2012 12.02.56 - AUTORE sergio

utilissima per motivare gli alunni facilita la comprensione degli argomenti

DATA 11/05/2012 17.18.10 - AUTORE LuciaC

Prima di fare il mio intervento ho letto un pò quelli precedenti,fatti dai colleghi.Condivido in pieno o quasi quello che scrivono, ma molte volte bisogna fare i conti con la realtà in cui si opera.Il mio corso è quasi agli sgoccioli e sono entusiasta di quello che sto imparando.Mi chiedo, però: "Quando mi si offrirà la possibilità di lavorare con i miei alunni con una metodologia innovativa quale può offrire la LIM?"

DATA 11/05/2012 17.47.29 - AUTORE giorgio

Sono una docente di scuola primaria quasi al termine del corso.Ringrazio per l'opportunità datami,ma credo che ci sarà bisogno di esercitazioni pratiche e non disdegnerei la partecipazione ad un altro corso di approfondimento.Bet8387

DATA 11/05/2012 18.38.25 - AUTORE Carlad

Ho scelto di seguire questo corso perchè ritengo la Lim uno strumento oramai indispensabile per la nostra didattica quotidiana.Esso è versatile, adatto a tutte le discipline e ai diversi livelli scolastici, è di supporto all'esposizione di noi docenti e, soprattuttto, influisce positivamente sull'attenzione, la motivazione e il coinvolgimento dei nostri alunni....cosa sempre più difficile oggi!!! Il corso mi sta dando la possibilità di organizzare in modo innovativo le attività didattiche e di sperimentare nuove forme di lavoro cooperativo ma sarà necessario un utilizzo frequente e proficuo per comprendere appieno le infinite potenzialità della Lim.

DATA 11/05/2012 20.00.33 - AUTORE Maria

buonasera, sono una insegnante di lettere in un Liceo scientifico e sto frequentando un corso sulla LIM. Ritengo sia uno strumento utile nella presentazione di lezioni e sono sicura possa avere una ricaduta positiva in termini di memorizzazione di argomenti e di attenzione da parte degli allievi.

DATA 11/05/2012 20.07.57 - AUTORE Rosa07

Ciao, sono un insegnante di Scuola d'Infanzia e ho iniziato a frequentare il corso LIM più per seguire le collghe che per vero interesse. Ora però sono rimasta affascinata dalle lezioni e non posso più rinunciare all'incontro settimanale che mi apre un mondo nuovo che prima ritenevo essere difficoltoso e complesso.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT