Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 19 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 32

DATA 30/10/2011 22.35.28 - AUTORE MariaZ103G

Sono al termine del corso smartboard intermedio e questo è il mio secondo intervento sul forum. Sono sempre più convinta che l’utilizzo della lavagna in classe è motivante e che la necessità di preparare la lezione costringa l’insegnante a riflettere sull’organizzazione chiara e sintetica dei contenuti, ma nello stesso tempo, la possibilità di utilizzare in diretta le risorse ( immagini, internet,…) e le pagine vuote per eventuali integrazioni, permette di orientare la lezione secondo le curiosità e gli interessi degli studenti. La lezione non è più rigidamente trasmissiva ma diventa partecipativa perché gli interventi degli studenti, le domande possono essere registrati come una lavagna a fogli mobili. Si potrebbe pensare di inviare il file agli studenti assenti perché i fogli della lavagna rappresentano i fogli di un grosso blocco di appunti. Tuttavia ribadisco che l’uso a regime della Lim per lezioni preparate dagli insegnanti richiederà un po’ di tempo per motivi tecnici. Ogni classe deve possedere una Lim e gli insegnanti devono essere in possesso dello stesso software utilizzato dalla scuola. Intanto si può pensare di sostituire la lavagna d’ardesia con i fogli della Lim e adottare e-book in modo da visualizzare le pagine del libro ed eventuali video esplicativi. Maria Z103G

DATA 31/10/2011 16.19.40 - AUTORE FortunataF206X

La LIM svolge un ruolo importante per l’innovazione della didattica perché consente di integrare le tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione (ICT) nella didattica in classe e in modo trasversale alle diverse discipline. Io sono una docente di Tecnologia e oltre alla parte teorica devo quindi spiegare la parte di disegno. Dalle lezioni che ho finora esposto in classe con la LIM (da premettere che queste sono state per me, dopo 6 anni d’insegnamento le primissime lezioni con la LIM), ho potuto subito notare il maggior coinvolgimento degli alunni agli argomenti trattati. E’ indubbio l’effetto positivo sulla motivazione allo studio e all’apprendimento, tutti gli alunni, anche quelli con DSA, si sentono attivi e collaborativi, partecipano con interventi e si sentono, e in realtà lo sono, al centro del processo di apprendimento. La lezione tradizionale, in genere, rileva sempre un calo dell’attenzione dopo circa 20 minuti, invece, la possibilità di differenziare le lezioni e l’integrazione di supporti iconografici, come fotografie, immagini, filmati e schizzi, all’interno della medesima unità didattica, determina un livello di attenzione pressoché costante fino al termine della lezione. Purtroppo le potenzialità di questo strumento devono essere accompagnate da una adeguata formazione dei docenti, che attualmente non c’è. Sono ancora pochi i docenti che usano i comandi e i software della LIM con disinvoltura e comunque, e credo sia questo uno dei limiti, non si ha ancora la facilità nell’improvvisazione: se dovesse nascere la necessità di affrontare ed approfondire un nuovo argomento emerso durante la lezione, ci troveremmo un po’ “spaesati”, cosa che, con la tradizionale lavagna in ardesia e i gessetti colorati, non avremmo nessuna difficoltà. La LIM richiede dunque del tempo per pianificare l’unità didattica, e per valutare eventuali scostamenti dall’impostazione iniziale. Probabilmente questo è uno dei limiti di chi, come me, sta per finire un corso e comincia da poco ad applicare questa metodologia. Inoltre, l’esigua disponibilità del numero delle LIM nei singoli istituti scolastici, dovuta all’eccessivo costo, comporta, per noi docenti, un uso raro e saltuario e quindi poche possibilità per esercitarsi. Nella scuola dove insegno, la LIM si trova solo in una classe e ovviamente solo quella classe può usufruirne. I contro che ho menzionato, in realtà, sono i limiti propri che l’introduzione di una nuova tecnologia comporta. Come quello dei libri di testo non supportati dal CD multimediale. Spero, almeno, che in un immediato futuro, vengano superati.

DATA 31/10/2011 16.29.27 - AUTORE giuseppef158s

L’introduzione della LIM ha condizionato fortemente il modo di insegnare. Col tempo i docenti hanno sviluppato un atteggiamento di maggiore apertura e disponibilità e una sempre crescente competenza. La tecnologia delle LIM ha non presenta rilevanti barriere di utilizzo anche per i meno esperti nell’uso del pc, ed è quindi facilmente comprensibile anche da chi non ha competenze informatiche avanzate. In secondo luogo, la LIM può essere vissuta come complemento e arricchimento dell'attività di insegnamento prima ancora che come un mezzo per cambiare radicalmente il proprio stile di insegnamento. Più in generale, la presenza della Lavagna Digitale consente di introdurre nella scuola strategie e modalità didattiche innovative, potenzialmente più in sintonia con le forme di comunicazione adottate oggi dagli studenti nella scuola. Per quanto riguarda i limiti di questa tecnologia l’esigua disponibilità del numero delle LIM nei singoli istituti scolastici, dovuta all’eccessivo costo, comporta, per noi docenti, un uso raro e saltuario e quindi poche possibilità sia nell’ esercitarsi che nello sfruttare i vantaggi nella comunicazione e nell’apprendimento verso gli alunni.

DATA 31/10/2011 16.38.38 - AUTORE rosa

ciao a tutti, come previsto dagli adempimenti del corso , mi accingo a fare il mio secondo intervento sul forum. Siamo arrivati alla fine del corso basic LIM e devo dire che mi è piaciuto anche se penso che in realtà corsi del genere che servono per l'aggiornamento degli insegnanti, dovrebbero essere organizzati direttamente dalla scuola di appartenenza o dallo stesso ministero,considerando lo stipedio basso della categoria.Comunque, ciò che conta è che non ci abbandoni mai la voglia di sapere , di conoscere e la voglia del fare :ne vale il futuro educativo e didattico dei nostri alunni.In bocca a lupo a tutti, Rosa Di natale

DATA 31/10/2011 19.22.48 - AUTORE Ros

Salve. Sono alla fine del corso LIM BASE e dopo aver concluso le lezioni ho provato a usare la LIM della mia scuola per prendere sicurezza nell'usare questo strumento.Ho cercato di mettere in pratica quanto imparato e ad ogni passaggio che effettuavo anche dal più semplice come creare ad esempio forme geometriche provavo una gioia immensa perchè riuscivo a realizzare qualcosa. E' stato bellissimo, più usavo la LIM più mi venivano in mente idee su come trasmettere alcuni contenuti ai miei alunni.Insegno in una classe quinta e giorni fa ho provato a fare la lezione di scienze usando la LIM. Ho svolto l'attività proiettando alcune slide sulla cellula.Successivamente a turno gli alunni usando lo strumento penna hanno completato immagini e creato schemi sull'argometo trattato. comprendo di non aver fatto molto però mi sembra un buon inizio e poi vi lascio immaginare l'entusiasmo e l'attenzione prestata da tutto il gruppo classe. un saluto a tutti Ros.

DATA 01/11/2011 16.41.20 - AUTORE tiziana

Buongiorno a tutti, ho appena finito di seguire le lezioni on-line per la seconda volta e sono in piena fase di esercitazione. Mentre sperimento questa nuova tecnologia , mi vengono in mente tante possibilità di applicazioni per le mie lezioni: certo è, però, che impiantare ex novo una lezione con la LIM, richiede veramente tempo. Sarebbe effettivamente bello che alcuni lezioni ‘base’ ( esempio.: dimostrazione dei fondamentali teoremi di geometria che richiedono anche complesse costruzioni e numerosi passaggi logico-deduttivi,..) fossero preparate un po’ per ciascuno da tutti i colleghi di matematica del Liceo e poi condivise. Chiaro è che poi ogni docente, al momento di proporle in classe, a seconda degli interventi e delle necessità dei propri alunni, ha la possibilità di personalizzarla sfruttando proprio la caratteristica punto di forza della LIM: la duttilità. Mi rendo conto di aver pensato un’ingenuità…………: quanto spirito di collaborazione c’è in giro? Arrivederci a tutti e

DATA 02/11/2011 16.55.36 - AUTORE Frankie632N

Come molti colleghi condivido la necessità di utilizzare gli strumenti innovativi che la tecnologia ci offre quali la LIM e al contempo la difficoltà di reperire con facilità tutti gli strumenti necessari a scuola vista la penuria di materiali e l'assenza di personale tecnico che si occupi della manutenzione degli stessi.Malgrado le negatività che ci troviamo davanti ,l'aspetto positivo è rappresentato dal poter afrrontare la didattica con strumenti dinamici,coinvolgenti e più vicini al target di riferimento della nostra azione didattica.

DATA 02/11/2011 17.05.18 - AUTORE Frankie632N

Non condido lo scetticismo che emerge da qualche intervento in relazione alla disponibilità di colleghi che,vuoi per le materie insegnate(gli informatici,i matematici),vuoi per interesse personale,hanno sviluppato meglio di altri la dimestichezza all'utilizzo di LIM o altro.Ritengo,invece che la collaborazione sia possibile che questi colleghi possano rappresentare un aiuto,un sostegno valido specie inh fase di esercitazione e più avanti si potrebbe facilitare la condivisione grazie allo Smart Exchange che è stato uno degli aspetti a mio avviso più interessanti del corso.

DATA 05/11/2011 0.23.01 - AUTORE Antonella_H926A

Ho appena terminato il mio primo corso Lim Basic online e dal mio primo approccio a questo nuovo mezzo di insegnamento ho potuto immediatamente constatare le innumerevoli risorse e possibilità didattiche che può offrirci questo nuovissimo e avanzatissimo strumento permettendoci di organizzare vere e proprie lezioni interattive con gli alunni, rendendoli parte attiva della lezione, attraverso uno strumento più vicino al loro mondo e ai moderni mezzi tecnologici ai quali loro sono già piuttosto abituati. Nell'utilizzo di questo strumento in classe è stato possibile permettere agli alunni di imparare e di esercitarsi attraverso un approccio più interattivo e moderno che ha migliorato notevolmente la loro attenzione, partecipazione, impegno e risultato. Buoni risultati sono stati riscontrati anche con gli alunni che normalmente evidenziano difficoltà di apprendimento, un mezzo e un approccio più "divertenti" hanno permesso loro di sentirsi maggiormente coinvolti e motivati.

DATA 05/11/2011 14.03.38 - AUTORE FortunataF206X

L’introduzione della LIM non deve indurci a pensare che aumenterà automaticamente il livello di competenze e conoscenze del gruppo classe. E’ uno strumento di grande utilità che aiuterà il docente ad arricchire la lezione tradizionale e a renderla più interessante, coinvolgendo e rendendo protagonisti gli alunni nel processo di apprendimento. Tuttavia, il docente che si trova a poter utilizzare la LIM, deve, oltre ovviamente a conoscere la propria disciplina, avere delle solide competenze informatiche, non basta accendere un pc e un proiettore. Inoltre, ferma restando la disponibilità dei docenti ad aumentare le conoscenze con corsi specifici (come quelli che l’associazione Assodolab propone), il limite ancora insuperabile, almeno per quello che mi riguarda, è la mancanza di un numero adeguato di LIM all’interno degli istituti scolastici. Avere una sola LIM in un I.C. che è dislocato su 3 plessi, significa non averla. Se è vero che è uno strumento fondamentale per gli interventi di recupero degli alunni con DSA e comunque per quelli che hanno difficoltà, perché non vengono stanziati dei finanziamenti alle scuole perché provvedano ad assegnarne una per ogni classe? In attesa che la situazione migliori all’interno delle scuole, mi auguro che anche le case editrici dei libri di testo forniscano, come molti stanno già facendo, una stampa aggiornata con l’ausilio del cd multimediale. Sarebbe già un grosso passo avanti sapere che ciò che proietterò e spiegherò in aula, potrà essere studiato a casa, evitando di fare fotocopie o dettare parti di testi o schemi.

DATA 05/11/2011 21.16.55 - AUTORE FORTUNA_CDPF839V

Sono Fortuna, laureata in Scienze dell'Educazione e in Scienze Pedagogiche, educatrice e tutor spesso come volontaria in un quartiere difficile di Napoli. In previsione del TFA ho deciso di iscrivermi ad un corso per imparare ad utilizzare la lavagna luminosa e mi sono affidata alla serietà e all'onestà della CDP SCHOOL a Frattamaggiore che ha organizzato un corso in presenza, molto significativo per chi, come me, non ha mai avuto nessun contatto con la lavagna luminosa. E' uno strumento che potrebbe coinvolgere di più, credo che riuscirebbe a smuovere anche i più timidi e, forse, fermerebbe l'attenzione dei più vivaci. Forse stimolerebbe la curiosità che attiverebbe e farebbe crescere la motivazione. Prima di dare un giudizio, però, dovrei utilizzarla per un gruppo classe e verificare un riscontro; certamente mi ha colpito la possibilità d'integrare maggiormente argomenti, ma nello stesso tempo mi spaventa il fatto che integrando troppo, si potrebbe lasciare un sapere enciclopedico che a poco serve... Un aspetto che non mi piace, riflettendo con una mia amica, è che se si utilizzasse alle elementari sarebbe difficile individuare la grafia (Anche i bambini vanno alla lavagna e non ci illudiamo la grafia che compare sulla LIM non è come quella che compariva sulla vecchia lavagna, poi magari mi è sembrato di vedere male). Prima s'insegnava la bella grafia, più passano gli anni, più questo aspetto viene sciupato da un linguaggio sicuramente più vicino alla nostra generazione (io ho 27 anni), ma anche quella è importante perchè anche la grafia ci parla di personalità. Ultima cosa e poi concludo il monologo. Certamente la memorizzazione in archivio di lezioni è una cosa utile, ma la nostra memoria quali sforzi farà più?!? Rivedere una lezione attraverso una rivisualizzazione è molto più semplice che fare uno sforzo di memoria che, mi dispiace ricordarlo, ma è importante attivare la memoria... Questo è un contributo senza riscontro, semplicemente ho ragionato pensando a certe discipline studiate, quando l'avrò utilizzata, saprò dirne di più...

DATA 05/11/2011 21.41.56 - AUTORE antoninaD423L

Ciao a tutti, ho appena finito di seguire le lezioni del corso Lim Basic. Sono rimasta molto entusiasta perchè non mi aspettavo che la LIM potesse essere così versatile. Per adesso, partecipo ad un progetto a scuola e non ho la possibilità di poter usare la LIM. Ma se mi dovesse capitare di insegnare, come docente, sicuramente utilizzerò questo bellissimo strumento che è in grado di stimolare la curiosità e la concentrazione degli studenti. Certo preparare la lezione con la LIM richiede molto tempo ma penso che possa essere molto utile, perchè spesso noto che gli alunni si dimostrano annoiati nel seguire le lezioni "tradizionali" di matematica e scienze.

DATA 07/11/2011 20.08.03 - AUTORE Giovanna Chiara_CDP_F839S

Salve sono laureata nella magistrale in scienze pedagogiche e sto seguendo il corso LIM organizzato dall'Assodolab presso la CDP in presenza. Questo corso è utile al fine del concorso del TFA (tirocinio formativo attivo). Ho capito che la LIM può avere diversi tipi di vantaggi. Infatti può rendere la lezione più coinvolgente e può motivare di più gli alunni ad andare alla lavagna. Con la vecchia lavagna d' Ardesia però l'unico vantaggio era quello di avere una maggior creatività e personalizzazione da parte dell'alunno. Con il linguaggio multimediale si crea una sorta di spersonalizzazione della scrittura. Nonostante questo è una novità che doveva essere approvata in un mondo che è in continua evoluzione attraverso le tecnologie, gli alunni avevano bisogno di essere motivati, anche attraverso l'utilizzo di video e materiali audio-visivi correlati alla lezione.

DATA 08/11/2011 11.33.59 - AUTORE daniela_CDP_F839C

Salve mi chiamo daniela e sono laureata in pedagogia, sto frequentando il corso della LIM organizzato dall'Assodolab presso la CDP scuola in presenza perché credo che per poter imparare ad usarla siano necessarie ore di pratica in modo da poter sfruttare al massimo le potenzialità di questro strumento formativo. La lim è uno strumento operativo molto interessante e si sposa bene con materie psico-pedagogiche aiuta a realizzare lezioni interattive e partecipative a rendere lo studio più interessante e a schematizzare la teoria in modo più pratico anche per i ragazzi che diventano parte attiva del loro percorso formativo credo che sia davvero un'importante introduzione a livello scolastico anche per coloro che presentano difficoltà di apprendimento se usata nella maniera giusta e con competenza. Come ogni innovazione c'è sempre il rovescio della medaglia la lim è certo uno stumento funzionale ma come un po’ tutte le tecnologie informatiche riduce delle abilità manuali e personalizzanti di ogni singolo individuo tende a rendere il lavoro meccanico perché anche nella scrittura nn si riproduce una grafia personale ma sermpre uguale e impostata così come le figure geometriche e i disegni ecco il limite che per adesso ho riscontrato, anche se la bravura del docente è anche quella di saper utilizzare qualsiasi strumento con intelligenza e in modo creativo. Sono solo all'inizio del corso, questo è il mio primo intervento,ma sono molto propositiva perché credo che la lim sia un opportunità in più per innovare il metodo di studio e renderlo più partecipativo.

DATA 08/11/2011 12.52.03 - AUTORE Anna_CDP_F839Na

Sono docente precario di Matematica e Fisica, insegno attualmente al triennio di un Liceo Scientifico di una scuola paritaria. Ho visto in diverse scuole, dove ho partecipato come esperto PON, l'istallazione delle lavagne interattive: un oggetto davvero affascinante!!! E se lo è per un insegnante, figuriamoci per un allievo!!! E' un mondo da esplorare e da vivere...ma, come tutte le cose, vanno usate con intelligenza e creatività! Ecco perchè ho deciso di arricchire la mia formazione con un corso LIM...spero di approfondire e soprattutto mettere in pratica tutto ciò che oggi sto imparando per migliorare continuamente la mia offerta didattica.

DATA 10/11/2011 12.06.29 - AUTORE stefania

Il PC ha modificato in senso positivo le modalità di approccio nelle scuole nei confronti degli allievi, fino al raggiungimento di una tecnologia più avanzata quale la LIM. Questo strumento si è rivelato uno dei mezzi più efficacie per quanto riguarda l’apprendimento scolastico, specialmente in quei casi in cui i metodi tradizionali non raggiungono gli obbiettivi prefissati in quei soggetti che oltre a presentare difficoltà nell’apprendimento, hanno anche difficoltà a rapportarsi con gli altri, con conseguenze quasi gravi o meglio dire gravi come vivere il disagio dell’emarginazione con il rischio di perdere la stima di se stesso. Mi chiedo e vi chiedo: ‘’Arriveremo mai ad avere per ogni classe la LIM? La mia speranza è SI e spero che sia anche la vostra.

DATA 10/11/2011 12.16.34 - AUTORE stefania

Ciao a tutti. Mentre frequentavo un corso di Open Office,sono venuta a conoscenza che lo stesso Ente svolgeva un corso per la LIM. L'idea mi ha entusiasmata fino a voler conoscere le proprietà di questo strumento. Ho appreso l'importanza di tale strumento in quanto carico di potenzialità istruttiva e comunicativa con gli altri. A mio giudizio si sposa bene con le scuole, ma penso che non si debba dimenticare che esistono altri enti quali centri per anziani,strutture che si occupano di ragazzi a rischio in cui la LIM possa occupare uno spazio di grande importanza anche per loro.

DATA 10/11/2011 17.48.34 - AUTORE MARIA_CDP_B371O

Sto frequentando un corso in presenza, sull'uso della L.I.M., presso CDP School, organizzato dall'Assodolab, e anche se ho assistito solo alla prima lezione, posso dire che questo nuovo strumento tecnologico mi già entusiasmata… immagino gli alunni durante una lezione frontale e la loro attenzione moltiplicata per 100

DATA 10/11/2011 18.19.53 - AUTORE Maria C

Ho frequentato diversi corsi di Formazione Professionale, ma quello che ha suscitato in me maggiore interesse è stato quello sulla LIM. Sarebbe un bel traguardo se tutte le scuole avessero uno strumento tecnologico del genere, carico di potenzialità istruttiva, comunicativa ed educativa, capace di trasmettere interesse anche in quei soggetti con difficoltà apprenditiva e difficoltà d'inserimento sociale.

DATA 10/11/2011 18.40.11 - AUTORE Maria C

La LIM a mio giudizio è uno strumento tecnologico molto sofisticato, ma allo stesso tempo si presenta molto facile e di grande attrattiva nei confronti di quei ragazzi che spesso mostrano disinteresse per la didattica scolastica, suscitando in loro la voglia di scoprire tutte quelle risorse apparentemente nascoste di cui tale strumento possiede. Questo interesse li porta in un binario facile da percorrere fino ad arrivare a degli obbiettivi molto soddisfacenti sia per gli inseganti e sia per gli allievi.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT