Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: lunedì 23 ottobre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 319

DATA 12/06/2014 10.47.22 - AUTORE teresa _a089k

Sono una docente di scuola dell’infanzia che ha frequentato il corso basic sull’uso della LIM. Preparando la lezione con il programma Smart Notebook ho potuto apprezzare le enormi potenzialità offerte dalla lavagna interattiva multimediale quale valido strumento di supporto alla didattica. La LIM mi ha permesso di utilizzare ed integrare più modalità di comunicazione: suoni, immagini, colori, animazioni, musiche, video, navigazione internet, che hanno reso l’unità didattica divertente, stimolante e coinvolgente. In particolar modo ho sviluppato un percorso di apprendimento per consentire all'alunno di interagire con la lavagna multimediale scrivendo direttamente con le varie penne,disegnando linee, spostando oggetti, disegnando forme, ascoltando i suoni o scrivendo in modo libero e spontaneo.

DATA 12/06/2014 11.01.57 - AUTORE rosaria elena lombardo

Ho partecipato a questo corso di formazione con molto entusiasmo,l'ho trovato molto interessante e mi ha dato l'opportunità di arricchirmi di varie abilita. Frequentando questo corso mi sono resa conto che la LIM costituisce un fortissimo incentivo all'apprendimento e soprattutto stimola a fare domande facendo assumere alla lezione percorsi nuovi e non completamente programmati.In definitiva la Lim ci offre grandi opportunità che dobbiamo saper cogliere per un cambiamento costruttivo della scuola che apre le porte a nuove opportunità formative

DATA 12/06/2014 11.11.06 - AUTORE giuseppina_G273S

La LIM è sicuramente un’innovazione tecnologica che incide notevolmente sulla didattica delle discipline . Infatti, viene superata la lezione tradizionale in quanto gli alunni possono interagire con la LIM che si rivela uno strumento accattivante e attraente. I bambini sono così più motivati all’apprendimento lasciandosi incantare dalle modalità con cui si sviluppano le varie attività. Essa si configura, quindi, come un buon potenziale sia per l’insegnante sia per i discenti non solo normodotati , ma anche per i diversamente abili e per coloro che sono in difficoltà di apprendimento.

DATA 12/06/2014 12.08.53 - AUTORE Domenico_A225X

In riferimento al corso LIM Basic Interwrite da me seguito, ritengo che il programma di gestione ed utilizzo è abbastanza agevole e reattivo. Il corso messo in atto dall’ASSODOLAB è inoltre esaustivo e di facile comprensione sia per le persone un po’ più addentrante all’interno del mondo informatico sia per le persone meno esperte. Attraverso il corso, ho appreso utili strategie sia sotto il livello prettamente funzionale e del metodo pratico di utilizzo del programma WORKSPACE, per la creazione di piccoli progetti e presentazioni tramite, sia, in maniera generale, dell’efficacia della LIM per l’attività didattica. Infatti, questo mezzo interattivo rende il lavoro del docente molto più dinamico e interattivo, dall’altra parte invece, per l’allievo rende l’apprendimento più reattivo e vivace, lasciando un’impronta decisiva e soprattutto durevole. Inoltre aumenta l’attenzione da parte dei ragazzi e crea una maggiore interdipendenza ed intervento diretto da parte di ciascuno di loro. Infine, ritengo che sia il materiale messo a disposizione da parte dell’ASSODOLAB sia le attività proposte risultano fondamentali per l’esperienza formativa di un docente e di grande utilità, senza alcun dubbio risultano essere immediatamente spendibili a livello quotidiano sia nel mondo scolastico sia nel mondo del lavoro più in generale. Inoltre mi ha dato la possibilità di crescere e di migliorare tutte quelle che sono le mie conoscenze sia in campo prettamente didattico sia sotto il livello informatico ed interattivo.

DATA 12/06/2014 15.24.15 - AUTORE mariag510k

Sono davvero contenta di essermi iscritta a questo corso sulla LIM, perché finalmente posso iniziare a usarla.Una Lavagna Interattiva Multimediale in aula equivale ad aprire quella classe al digitale.Non sono più gli allievi ad essere portati in laboratori per la classica “ora di informatica”, ma è il multimediale ad entrare in classe e a presentarsi come immagine, video, web e risorse interattive. L’unico svantaggio, almeno nella fase iniziale è ,a mio parere,il lungo tempo richiesto agli insegnanti per l’organizzazione armoniosa delle lezioni e per una buona conoscenza di questa nuova metodologia.Personalmente non vedo l’ora di vedere i miei piccoli alunni al lavoro!Sono fiduciosa!

DATA 12/06/2014 15.30.30 - AUTORE antonio_G273B

il corso sulla LIM sta continuando con sucesso. Non credevo fosse così interessante. Auguro alla scuola italiana che si attrezzi al più presto perchè ogni scuola abbia una LIM. Non è giusto che ci siano scuole di serie A e di serie B. Studiare è un diritto ed è opportuno che si facciano investimenti in tal senso al fine che ogni alunno possa usufruire di tale tecnologia.

DATA 12/06/2014 16.08.11 - AUTORE mariaL328E

Il corso di formazione sulla Lim è stato molto interessante perchè mi ha permesso di capire le molteplici possibilità offerte da questo strumento per integrare l’azione didattica del docente e rendere l’apprendimento più motivante e vicino a quelle che sono le abitudini dei ragazzi di oggi. Perché risulti essere la Lim uno strumento efficace in tal senso richiede un impegno e uno studio da parte del docente nell'elaborazione delle lezioni in modo da evitare che venga utilizzata come una semplice lavagna che differisce da quella tradizionale solo per il materiale di cui è fatta. La mia preoccupazione è quella che l’apprendimento possa essere incentrato solo sulle tecnologie tornando in qualche modo a quello che è l’apprendimento di tipo tradizionale in veste “moderna” .Sicuramente più accattivante e interattivo tra docenti e alunni, ma c’è il rischio che si perda di vista quello che è un ambiente di apprendimento significativo dove i ragazzi lavorano in gruppo, collaborano, discutono tra di loro, sperimentano nuove soluzioni, riflettono sugli errori commessi sotto la guida dell’insegnante: tutto quello che avviene nella didattica laboratoriale. Sperimentando l’utilizzo della lim in classe, dopo aver fatto il corso, potrò rendermi conto se la lim rappresenta una reale innovazione in campo didattico.

DATA 12/06/2014 16.09.00 - AUTORE mariaL328E

La lim è uno strumento efficace per facilitare l’apprendimento soprattutto dei ragazzi in difficoltà con disturbi specifici di apprendimento . Essendo uno strumento multimediale, consente di favorire l’attenzione dei ragazzi attraverso diversi canali audio, video, testo in modo da rendere possibile l’inclusione di questi ragazzi. La lim può agevolare l’insegnante nella scelta di un percorso più adeguato a quelle che sono le reali possibilità dei singoli alunni e quindi permettere un insegnamento individualizzato più efficace.

DATA 12/06/2014 16.50.23 - AUTORE Maria Rita_I533L

Mi sono accostata ad un corso LIM per un verso curiosa di conoscere questo nuovo strumento tecnologico, per l’altro verso scettica sull’utilizzo in una scuola primaria. Man mano ho compreso l’importanza che può avere come ricaduta formativa sugli alunni. Gli alunni, grazie all'uso versatile e coinvolgente della lavagna interattiva, potranno essere motivati e potranno attivamente partecipare alle attività proposte, sperimentando nuovi percorsi, anche nell'apprendimento linguistico. Si possono proporre attività/gioco, realizzate attraverso la LIM, e nel contempo può essere considerato un vero e proprio percorso di ricerca da parte dell’ insegnante che ha lo scopo, più che altro, di cercare di produrre un piccolissimo percorso in forma di gioco. Questo sia per stimolare ulteriormente gli alunni, sia per sperimentare, da parte dell’ insegnante, molte delle funzionalità dello strumento. Ritengo, comunque che le risorse e le potenzialità degli strumenti digitali dovranno essere integrati con metodologie tradizionali. Gli strumenti utilizzati, infatti, dovranno essere molteplici e, fra questi anche la Lim che è sicuramente un ottimo mezzo grazie alla sua interattività.

DATA 12/06/2014 16.58.14 - AUTORE antonella cisotta

Sono una docente di Scuola Media dove insegno francese. Ho aderito al Corso sulla LIM in quanto penso che l’utilizzo della lavagna digitale in classe è una possibilità per innovare la didattica e condurla da una logica di preparare i giovani a diventare la nuova classe dirigente del Paese a quella di farli diventare cittadini attivi e responsabili del mondo in cui viviamo. La Lavagna Interattiva Multimediale (LIM) svolge infatti un ruolo chiave per l’innovazione della didattica: è uno strumento “a misura di scuola” che consente di integrare le Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica in classe e in modo trasversale alle diverse discipline. Il corso è stato molto interessante e coinvolgente. Sicuramente ci darà l'opportunità di metterci alla prova e verificare sul campo le nuove metodologie innovative e didattiche attraverso la LIM, sia a scuola sia a casa, con la preparazioni delle lezioni.

DATA 12/06/2014 17.02.31 - AUTORE antonella cisotta

Ritengo che le nuove tecnologie come la LIM sono utili per stare al passo coi tempi e dare la possibilità a tutti gli alunni, in particolar modo i BES e i disabili in generale, di trovare percorsi di apprendimento più facili da acquisire per garantire il raggiungimento del successo formativo, attraverso quindi vari percorsi. Il progetto Scuola Digitale – LIM - si snoda infatti in diversi interventi formativi indirizzati ai vari ordini di scuola e nasce per sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie informatiche. Pertanto la LIM, oltre ad essere una superficie di visualizzazione e di presentazione, si trasforma in un innovativo spazio operativo di condivisione, accompagnamento e riflessione. Diviene uno strumento di “scaffolding cooperativo” e una “portafinestra sul mondo”, permettendo così di costruire “tra pari” il proprio apprendimento, attraverso un percorso pensato, progettato e realizzato con gli strumenti forniti in rete in modo da riconoscere allo strumento LIM una più ampia connotazione e un ruolo nuovo e innovativo. Da “semplice” strumento di classe la LIM , se organizzata e gestita in un contesto metodologico ben definito e con le opportune strategie pedagogiche, può diventare rete di comunicazione, di apprendimento, di costruzione e di circolazione delle idee.

DATA 12/06/2014 18.16.01 - AUTORE Giuditta Pellicani

Aver imparato ad usare la Lim considerandola, come uno strumento di comunicazione , di condivisione e di costruzione di contenuti mi ha permesso di individuare la sua caratteristica piu' importante e cioè l'interattività.Questo senza dubbio creerà un ambiente piu' stimolante per catturare l'attenzione e la curiosità degli alunni stessi.

DATA 12/06/2014 18.36.25 - AUTORE Giuditta Pellicani

Il corso di formazione sulla Lim, mi ha aperto nuovi orizzonti per il suo utilizzo come strumento compensativo da utilizzare con gli alunni che presentano disturbi di apprendimento, visto che l'incidenza di tali difficoltà aumenta ogni anno scolastico. L'utilizzo della Lim in classe diventerebbe così uno strumento efficace per recuperare e rendere il più possibile autonomi gli alunni in difficoltà. In questa maniera la lezione diventa un laboratorio costruttivo e l'aula un ambiente generativo di apprendimento, valido per tutti i discenti.

DATA 12/06/2014 18.48.40 - AUTORE Pro.ssa Annarita

Formarsi, aggiornarsi va bene...poi concludi e gli esiti sono sempre sorprendenti perché gli aiuti e i suggerimenti sono rivolti a tanti ma non a tutti. E' forse dagli ottimi e conformi risultati che un corso può ritenersi valido ed efficace? Io ritengo che tenersi costantemente informati sia un dovere di ciascun docente al di là del conseguimento di una certificazione con una ottima valutazione. Amara esternazione di una docente che oggi ha concluso il corso. Prof.ssa Annarita

DATA 12/06/2014 20.08.44 - AUTORE Giovanna 55

La scuola oggi, deve stare al passo con la velocità dei cambiamenti sociali, culturali ed epistemologici della società moderna. E'giusto quindi chel'apprendimento dei concetti fondanti le discipline, indispensabili per vivere nella società, si adegui a nuove metodologie didattiche. In questa ottica noi docenti dobbiamo mettere in discussione il nostro modo di "fare scuola". Ecco quindi la LIM, strumento innovativo per la sua versatilità, flessibilità e ricchezza di funzioni. Se la lavagna tradizionale ha il potere di prolungare l'attenzione,coinvolgere gli alunni, la LIM amplifica questi benefici grazie alla combibazione di più funzioni- La LIM aiuta gli alunni ad accedere alle informazioni,interpretare e organizzare le proprie conoscenze.

DATA 12/06/2014 22.57.35 - AUTORE Giovanna 55

L'impatto visivo della LIM potenzia, secondo me, il linguaggio non verbale, permettendo una semplificazione dei concetti e un maggior coinvolgimento dell'alunno che seguirebbe con maggiore attenzione. Penso alla realtà delle nostre classi, ai ragazzi con difficoltà di apprendimento o non abituati a una lunga concentrazione. La LIM ti consente un approccio didattico tutto centrato sull'alunno, l'insegnante diventa un facilitatore che stimola i ragazzi a organizzare, produrre, comunicare e condividere le conoscenze.

DATA 12/06/2014 23.18.28 - AUTORE Mariagrazia Lorusso

1) Mi sono iscritta al corso per il conseguimento della certificazione sull’uso della LIM non certo con la convinzione di stravolgere il mio modo di fare lezione, ma pensando di innovarlo dal punto di vista comunicativo, avvicinandomi maggiormente agli stili cognitivi dei miei alunni. Condurre a una completa e attiva cittadinanza digitale è diventato un compito fondamentale per chi si occupa di formazione. Nella realtà socio-economico-culturale nella quale ci muoviamo, la tecnologia è integrata agli strumenti che usiamo quotidianamente e influenza azioni, comunicazioni, relazioni. È in atto una repentina evoluzione culturale che ruota intorno a una diffusione e a un impiego “immersivo” dei media. È necessario quindi che i docenti di allievi “nativi digitali” siano pronti a interpretare i cambiamenti e a rispondere ai nuovi bisogni formativi che essi comportano. Ritengo che docenti e allievi si educano ad acquisire un atteggiamento di disponibilità all’ascolto e al continuo cambiamento, si educano al nuovo coltivando la curiosità nello sperimentare “esperienze di apprendimento”.

DATA 12/06/2014 23.19.25 - AUTORE Mariagrazia Lorusso

Sappiamo bene che i nostri alunni mostrano una certa difficoltà a utilizzare testi tradizionali e strumenti per apprendere strutturati secondo un modello sequenziale, fisso e non modificabile in base alle loro necessità. Loro, nativi digitali, hanno trasformato il concetto di sapere, inteso come “memorizzazione” in “saper ricercare”. Organizzano la propria conoscenza in modo reticolare, selezionano le risorse personalmente, e utilizzano la “rete” come una “memoria periferica” per poter gestire la grande quantità di informazioni di cui dispongono e necessitano. Pertanto la varietà dei materiali digitali come la LIM, ad esempio, che propongono approcci diversi allo stesso argomento, sia fondamentale per i diversi stili cognitivi: ogni ragazzo può trovare la chiave che lo aiuti ad apprendere (l’ascolto, la visualizzazione, gli schemi, le mappe, gli esercizi con verifica immediata). Anche alcuni disturbi dell’apprendimento: dislessia, disgrafia, disortografia, possono essere affrontati con la LIM grazie alla proposta di strumenti di comunicazione alternativi alla semplice lettura, alla possibilità di ingrandire immagini e porzioni di testo e di svolgere esercizi in modalità diversa da quella tradizionale. Certo, nulla può sostituirsi all’insegnante e alla lezione in classe, ma la tecnologia può contribuire in modo decisivo al processo di apprendimento.

DATA 13/06/2014 0.01.15 - AUTORE nicla

Sono docente di Lingue straniere in una Scuola Secondaria di primo grado. Penso sia molto efficace utilizzare la Lim in classe che arricchisce le modalità di insegnamento del docente. La Lim infatti permette di presentare contemporaneamente una molteplicità di contenuti utilizzando non solo l'ascolto o la lettura individuali, ma anche la forza comunicativa delle immagini (fotografie, grafici, mappe, musiche, video). Si impiega così in classe un linguaggio più adatto alle attuali generazioni di studenti, aumentando la partecipazione, l'attenzione e più in generale, l'interesse per le discipline scolastiche. In particolare la lezione con la Lim può risultare preziosa nelle attività di sostegno e nelle attività di recupero degli alunni in difficoltà ai quali possono essere messe a disposizione attività didattiche e lezioni diverse da quelle tipicamente frontali.

DATA 13/06/2014 0.42.14 - AUTORE nicla

L'aver frequentato il corso di formazione sull'uso della LIM mi ha fatto comprendere come sia sempre più indispensabile, nella scuola moderna, partecipare a corsi di aggiornamento di questa natura per diffondere nel corpo docente le competenze necessarie ad incentivare l'uso di risorse digitali e telematiche. Sempre più la lezione frontale, infatti, dovrà integrarsi con le nuove tecnologie, sintetizzate dalla LIM, sfruttandone le potenzialità multimediali attraverso le quali sarà sempre più semplice fornire agli alunni lezioni interdisciplinari. In realtà sarà inevitabile assistere alla evoluzione della lezione frontale in una attività più complessa, più articolata e al contempo più fruibile per gli alunni anche grazie alla indiscutibile attrattiva dello strumento digitale. La vera difficoltà sarà quella di raggiungere il giusto equilibrio tra nuove tecnologie e metodi tradizionali. In questo ambito si pone l'obiettivo più complesso per il docente: utilizzare sistemi tecnologici ampiamente padroneggiati dalle nuove generazioni allo scopo ultimo di suscitare nella classe l'interesse vero per le materie insegnate. Interesse radicato non tanto sull'apprendimento di nozioni da memorizzare, ma sul desiderio di comprendere e maturare competenze approfondite sulle singole discipline e sulle interrelazioni tra discipline diverse. La grande potenzialità legata all'impiego sistematico delle nuove tecnologie nella didattica del futuro è quella, per il docente, di poter mettere a disposizione dei propri alunni, in modo semplice, intuitivo ed "attraente" i collegamenti tra le varie discipline. Sarà possibile così concretizzare, a scuola, la rete informatica, ovvero la disponibilità immediata di notizie, dati e concetti tra loro sempre correlati.

Sfondi per Desktop

Una raccolta di fotografie ad alta risoluzione per dare un tocco di originalità al nostro PC

Creare giudizi automatici con il Glossario di Word

Una proposta di utilizzo del glossario, molto utilie al corpo docente

Creare verifiche e test interattivi con i campi modulo di Word

Dalla verifica cartacea a quella elettronica

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT