Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: venerdì 17 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 199

DATA 10/01/2013 3.44.36 - AUTORE GraziaD643F

DATA 10/01/2013 – AUTORE GRAZIA-D643F POST PRO LIM Io in quanto insegnante di matematica e scienze ritengo ci siano molteplici motivi per essere favorevole all’uso quotidiano della LIM che dovrebbe essere presente in tutte le aule scolastiche. Un insegnante di matematica con l’uso della LIM ha la possibilità in primis di poter presentare la propria lezione di geometria utilizzando figure geometriche precise, può inoltre sovrapporre figure e confrontarle, stimolare i propri alunni a cercare analogie differenze. Ha a disposizione strumenti di misurazione che può utilizzare e far utilizzare direttamente ai propri allievi e presentare con assoluta precisione le caratteristiche e le proprietà dei vari elementi geometrici. Una lezione presentata con la LIM stimola e coinvolge veramente in modo attivo tutti gli alunni, anche i meno dotati, favorendo maggiormente la memorizzazione delle informazioni apprese. Per quanto riguarda le lezioni di scienze sperimentali la LIM da la possibilità di poter integrare la propria lezione con attività interattive attraverso immagini e filmati scientifici che sicuramente rendono la lezione molto più interessante e stimolante. Molto utile è anche la possibilità di poter preparare le lezioni da presentare, soprattutto con l’utilizzo di schemi e grafici, permette di poter meglio ottimizzare il tempo che si ha a disposizione. Vantaggio, non irrilevante è la possibilità per gli alunni allergici al gesso di poter utilizzare liberamente al pari dei compagni la lavagna interattiva che utilizza pen tray con inchiostro virtuale anche colorato(compresa la sottoscritta) DATA 10/01/2013 – AUTORE GRAZIA-D643F POST CONTRO LIM L’uso della LIM deve essere sicuramente un semplice strumento di supporto o di riferimento che non deve allontanare l’alunno dalla realtà che lo circonda. Lo studio delle figure geometriche, per esempio, deve essere effettuato soprattutto con l’utilizzo di figure reali costruite da lui anche con semplici cartoncini, oppure ricercati nel contesto reale che li circonda, e deve effettuare confronti e misurazioni con strumenti che deve avere tra le proprie mani e riportare le misurazioni effettuate in modo diretto su carta. Solo il contatto diretto con la realtà che circonda l’allievo sicuramente favorisce meglio il suo apprendimento. Infatti per far in modo che l’apprendimento delle scienze sperimentali sia più efficace l’alunno deve poter effettuare direttamente le semplici esperienze scientifiche su cui è invitato a riflettere e a trarre analogie e differenze. L’utilizzo della LIM deve rimanere quindi uno strumento innovativo utile per completare un ambiente di apprendimento centrato sull’azione degli alunni.

DATA 10/01/2013 10.59.50 - AUTORE barbara_D643C

La Lavagna Interattiva Multimediale rappresenta un nuovo strumento di supporto alla didattica. Essa non prevarica rispetto ai materiali didattici tradizionali, come libri di testo, atlanti, dizionari, vocabolari, etc.. Piuttosto, ne massimalizza gli effetti in termini assolutamente positivi. La Lim consente la scrittura di un testo esplicativo ed il suo salvataggio in un file, che rimane a disposizione della classe; consente di compiere lavori con gli studenti e successive correzioni corali; risulta particolarmente utile per la preparazione alle prove Invalsi. Infine ritengo che l’opportunità di connessione ad internet sia uno strumento indispensabile, soprattutto in talune discipline come la geografia, la storia dell’arte. La visione di immagini riguardanti ad esempio gli ambienti naturali della Terra o i dettagli di un’opera d’arte credo sia molto più efficace di tante spiegazioni, che, per quanto dettagliate, possono lasciare margine all’incomprensione.

DATA 10/01/2013 11.01.27 - AUTORE barbara_D643C

Non tutte le scuole sono dotate di Lavagne Interattive Multimediali presenti in ciascuna classe. A volte essa, in attesa di una copertura totale, viene installata solo in alcune aule, privilegiando gli alunni di età più elevata e più vicini agli esami di fine ciclo. Ritengo che questo sia un errore. In presenza di poche lavagne interattive, si dovrebbe procedere innanzitutto alla creazione di un’aula LIM da tutti fruibile. Per esperienza diretta ho spesso notato che la tecnologia è presente in classi dove i colleghi si mostrano poco inclini al suo utilizzo, sottraendo in questo modo risorse importanti all’intera comunità scolastica. La LIM è uno strumento non solo di utile supporto alla didattica, ma in grado di creare uno spirito cooperativo fra docenti e discendi. Questi ultimi infatti si sentono maggiormente coinvolti poiché più vicini alle tecnologie informatiche.

DATA 10/01/2013 16.15.31 - AUTORE rosa

DATA 14/02/2010 20:56:39 - AUTORE eugeniaA773V Sono un'insegnante di sostegno in una scuola superiore. Mi sono iscritta al corso sulla LIM perché convinta dell'importanza dell'utilizzo degli strumenti tecnologici all'interno del processo di insegnamento per i ragazzi disabili. Spero di poter utilizzare la LIM e rendere più interessanti le lezioni.

DATA 10/01/2013 16.17.06 - AUTORE rosa

Efficacia del corso LIM. Secondo il mio parere, questo corso sarà efficace, in quanto si avvale di una metodologia interattiva e dinamica: i corsi tradizionali di formazione producono molte idee… ma non abbastanza azione. Non si può trasmettere l’azione che attraverso dei “laboratori / palestre” che coniughino dinamiche di gruppo e lavori individuali sulla “vita professionale reale”: i partecipanti non ascoltano e basta, devono lavorare attivamente!

DATA 10/01/2013 16.18.06 - AUTORE angela_F915A

Sono una docente di Matematica e Fisica in una Scuola Secondaria di secondo grado e sto frequentando il corso sulla Lim,come sappiamo la scuola sta cambiando, non solo nei programmi ma anche nel modo di insegnare, infatti stiamo assistendo ad un cambiamento rivoluzionario sul campo dell'informatica in tutti i settori della vita sociale, così anche per la scuola.Ci accorgiamo che gli alunni sono più preparati dei docenti, utilizzano il computer con molta disinvoltura e facilità. Per questo ritengo che noi docenti abbiamo il dovere di tenerci informati ed essere aperti a questi cambiamenti. Possiamo considerare un valore l'iniziativa formativa sull'ambito tecnologico, per far si che l'attività didattica assuma sempre più un volto interattivo nel processo di insegnamento-apprendimento. Le potenzialità della LIM sono molteplici : una di queste la possibilità di videoregistrare la lezione. In questo modo gli alunni, che non hanno potuto assistere alla lezione per motivi personali , possono vederla a casa. La LIM , inoltre, rende la lezione più diretta e intuitiva,favorisce la comprensione di concetti complessi, facilita la memorizzazione soprattutto grazie all'impiego di immagini,sviluppa il saper fare e l'attitudine alla ricerca.

DATA 10/01/2013 16.26.37 - AUTORE Carmela_A662L

Ritengo che la maggior parte degli aspetti negativi della LIM siano di natura prettamente tecnica e non didattica; può essere, infatti, un problema spesso la mancanza di personale tecnico competente che supporti il docente in caso di cattivo funzionamento o mancato collegamento internet. Analogamente ho riscontrato la difficoltà del docente o dell’ alunno nel posizionarsi, durante una spiegazione o interrogazione, in maniera tale che la propria ombra non copra i contenuti della lavagna o ancora un uso prolungato potrebbe stancare la vista degli alunni. Per quanto riguarda, invece, gli svantaggi di tipo didattico potrebbe succedere che gli studenti siano più attratti dal movimento degli oggetti, dal funzionamento dei pulsanti, dai collegamenti ipertestuali che interessati effettivamente ai contenuti trasmessi, centrali nella lezione di tipo tradizionale. Inoltre gli alunni potrebbero tendere a usufruirne in maniera passiva perché la LIM stimola il visual learning a discapito di un rapporto più vivo e stimolante con l’insegnante. Infine può portare ad una semplificazione e banalizzazione dei contenuti (soprattutto in una scuola superiore) e un’accelerazione dei tempi nella trattazione di argomenti che richiederebbero un maggiore approfondimento..

DATA 10/01/2013 16.29.19 - AUTORE Valeria

VALERIA_D643I Le tecnologie informatiche sono vitali in tutti i campi e anche la scuola vive l’esigenza di rinnovamento, legata all’utilizzo dei ragazzi di internet i quali hanno la possibilità di accedervi con l’uso di nuovi smartphone che avendo un sistema android possono collegarsi tramite wi-fi alla rete, per l’utilizzo di social-network o per scaricare applicazioni anche solo di giochi. Pertanto nasce l’urgenza della scuola di adeguarsi alle nuove tecnologie e agli stimoli dei ragazzi. La LIM può essere un valido mezzo per comunicare “cultura” entrando nell’universo degli adolescenti. La curiosità spinge i giovani ad accedere a “mondi-internet” nuovi e accattivanti, pertanto utilizzando la LIM a scuola, come stimolo per imparare in modo veloce e innovativo, può aiutare gli alunni a comprendere che anche la nuova tecnologia può veicolare cultura e può guidare nell’apprendimento in modo piacevole, stimolante e accattivante, così la scuola potrà essere vista, non come un ambiente noioso e quasi sofferente, ma un luogo dove poter restare anche molte ore della giornata perché il docente sarà solo un “traghettatore” di piacevole cultura. La lavagna interattiva può essere, perciò,particolarmente utile per: introdurre concetti chiave; presentare il contenuto di una lezione: valutare attività; ricercare informazioni; presentare filmati; condividere il lavoro degli studenti. DATA 10/01/2013 AUTORE VALERIA_D643I L’uso della tecnologia è diventato ormai uno strumento indispensabile per tutte le discipline. Utilizzare la LIM presuppone che l’insegnante abbia frequentato un corso per essere in grado di usare il software della lavagna e avere la possibilità di utilizzarla in ore extra scolastiche perché il suo impiego all’inizio richiederà del tempo preparatorio per le lezioni non solo a casa ma anche nell’ambiente dove dovrà essere utilizzata la lavagna interattiva. La LIM infatti, può essere vista come la vecchia lavagna, utile a ricordare ai ragazzi che la tecnologia collabora con i vecchi strumenti del passato ma ancora indispensabili in Paesi, dove la tecnologia non può essere un ausilio per imparare. Uno studio recente ha dimostrato però che c’è ancora un’ampia fascia della popolazione che non ha accesso all’Adsl, presente nell’84,5% delle abitazioni delle fasce più elevate, ma solo nel 50% delle case delle fasce più basse. Il Censis e la Rur (Rete Urbana delle Rappresentanze), hanno fotografato i comportamenti dei cittadini che vivono nei centri urbani con più di 10.000 abitanti e mostrato come cambiano gli stili di vita urbani grazie alle tecnologie. E che, se è vero che gli italiani sono sempre più tecnologici, è anche vero che le città faticano a tenere il passo e non sempre sono in grado di offrire servizi adeguati per tutti. La linea Adsl è presente in due terzi delle abitazioni degli italiani ma non lo è nel 22,3% delle case di fascia media e addirittura nel 43,1% delle case di fascia medio bassa e bassa. La possibilità di accedere a Internet sembra quindi più legata alla buona volontà e alla possibilità del singolo individuo, mentre lo sforzo che le amministrazioni locali hanno intrapreso per digitalizzarsi non sempre tiene il passo con le esigenze. Lo dimostra, ad esempio, la diffusione del servizio wi-fi gratuito in alcune aree, vie o piazze della città, poco presente o poco noti ai cittadini. E’ anche vero che l’utilizzo della LIM può avvenire senza l’accesso ad Internet ma se nelle scuole e nelle case è possibile accedervi , la lezione diventa molto più interessante e gli allievi , se assenti, potranno usufruirne accedendo da casa con la possibilità di imparare da un docente anche da un luogo diverso dalla scuola.

DATA 10/01/2013 16.29.43 - AUTORE rosa

10/01/2013 16.15.31 - AUTORE rosa DATA 10/01/2013 16:30- AUTORE rosyzito.Sono un'insegnante di sostegno in una scuola superiore. Mi sono iscritta al corso sulla LIM perché convinta dell'importanza dell'utilizzo degli strumenti tecnologici all'interno del processo di insegnamento per i ragazzi disabili. Spero di poter utilizzare la LIM e rendere più interessanti le lezioni.

DATA 10/01/2013 16.37.32 - AUTORE caterina

SONO UN'INSEGNANTE DI SOSTEGNO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO. RITENGO CHE L'USO DELLA LIM RENDA LA LEZIONE PIU' COINVOLGENTE AGLI ALUNNI CON DISABILITA'E MI AUGURO CHE QUESTO STRUMENTO POSSA ESSERE SFRUTTATO AL MASSIMO NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO.

DATA 10/01/2013 16.41.28 - AUTORE caterina

La partecipazione al corso di formazione sull’uso della LIM mi ha ulteriormente convinta della necessità di attualizzare le tecnologie didattiche fornendo strumenti che consentano di poter insegnare in modo innovativo. Mi accingo a sostenere gli esami.......speriamo bene!!!!

DATA 10/01/2013 16.42.49 - AUTORE Carmela_A662L

Innumerevoli e indiscutibili ritengo siano gli aspetti positivi legati all’utilizzo della LIM in classe, come si evince dal corso che stiamo seguendo, frequentato inizialmente con un certo scetticismo e poi con sempre crescente entusiasmo e curiosità. La LIM rende più vivace la tradizionale lezione spostando l’attenzione dall’insegnante al contenuto, diventato più interessante grazie all’interattività e alla condivisione con la classe. Di conseguenza aumentano l’entusiasmo e la partecipazione degli alunni, un tempo fruitori piuttosto passivi, perché le strategie messe in atto dal docente risultano diversificate e personalizzate in base ai diversi stili e livelli cognitivi. La lavagna interattiva ha il pregio di migliorare le dinamiche relazionali incrementando, all’interno della classe, la collaborazione e la cooperazione nella soluzione di problemi, anche in vista dello svolgimento di un compito. Inoltre contribuendo a creare simulazioni e a stimolare discussioni permette di rafforzare l’autonomia e di mettere a punto un modo personale più proficuo di affrontare lo studio. Infine, forse l’aspetto più interessante tra tutti perché al passo con i tempi, offre l’integrazione di media diversi: la multimedialità infatti riunisce in sé tutti i vantaggi didattici finora utilizzati, andando incontro in modo efficace alle diverse intelligenze degli alunni.

DATA 10/01/2013 16.51.14 - AUTORE angela_F915A

Sicuramente la LIM cambia il modo di fare scuola. Io quest'anno ho avuto modo di confrontarmi con questa esperienza e devo riconoscere che è un lavoro un po' impegnativo. Preparare le lezioni richiede un bell'impegno in termini di tempo, soprattutto per chi come me non è una nativa digitale, anche se c'è il vantaggio che lo stesso materiale può essere riutilizzato più volte e migliorato nel tempo. Ritengo però che bisogna essere aperti al nuovo ma non abbandonare del tutto il vecchio, perchè il fattore umano fa la differenza!Ritengo che la lavagna interattiva non sia la “Panacea” per tutti i mali della scuola. I problemi di apprendimento che molti alunni manifestano richiedono, infatti, una attenzione e una discussione molto più approfondita, coinvolgendo tra l’altro, anche famiglia e società. Inoltre, non in tutte le classi sono presenti le lavagne interattive, e talvolta si presentano problemi anche di tipo tecnico. Peraltro, ancora non tutti i docenti possiedono competenze informatiche adeguate, e a volte, tali lacune possono loro impedire di interagire in maniera appropriala con la LIM, che potrebbe rimanere inutilizzata. Ogni docente dovrà, inoltre, impiegare anche molto del suo tempo per aggiornarsi continuamente, e per poter “costruire” lezioni apprezzabili, sempre a suo carico. Lezioni che presuppongono un lavoro extra a casa, lavoro che non viene riconosciuto in alcun modo. Non dobbiamo infine dimenticare che, nell’ambito didattico, le nuove tecnologie sono sempre e soltanto uno strumento, e non, invece, un fine. La lavagna interattiva non può e non deve, secondo il mio modesto parere, sostituire il libro, bensì lo deve integrare ed ampliare.

DATA 10/01/2013 18.10.20 - AUTORE marella

Sono un insegnante di sostegno della scuola primaria. Ritengo che l'uso della Lim renda la lezione più coinvolgente agli alunni con disabilità e mi auguro che questo strumento possa essere sfruttato al massimo nelle scuole di ogni ordine e grado. La Lim è senza dubbio uno stumento innovativo a forte impatto emotivazionale e ritengo che sia un valido supporto per tutte le attività didattiche.

DATA 10/01/2013 20.02.22 - AUTORE angelo960p

Sono un docente di scuola primaria. Insegno ormai da anni, prima nei moduli ,dove si riuscivano a migliorare le proprie competenze perché si spaziava in un ristretto numero di materie. Oggi, che siamo ritornati tuttologi ed è diventato più difficile potenziare le competenze di più ambiti disciplinari, ero alla ricerca di innovazioni e all'interno della mia scuola mi sono fatto promotore per lo sviluppo delle conoscenze tecnologiche. Ultimo gradino di questo percorso è la LIM in classe che, avendone già fatto uso, mi ha fatto capire di avere visto bene: la validità e la ricaduta decisamente positiva. Gli alunni, e non solo, hanno subito manifestato entusiasmo e, aiutati dalle innumerevoli possibilità che questo strumento possiede, hanno appreso con maggiore facilità concetti disciplinari molto complessi. E' stato un ottimo strumento per le verifiche e il consolidamento di mappe concettuali precedentemente salvate. Oggi, il nuovo corso PON organizzato dalla scuola mi ha dato la possibilità di migliorare ed ampliare l’orizzonte delle mie conoscenze in tema di LIM. Penso che l’utilizzo di questo strumento dia un maggiore beneficio agli insegnanti, che meglio possono organizzare il lavoro scolastico quotidiano. Auspico che, visto che tutte le aule della scuola dove io insegno sono fornite di LIM, ogni Docente possa averne una ricaduta positiva come quella che ho potuto avere nella mia classe e che la sostituzione della vecchia nera e polverosa lavagna in ardesia possa essere vincente, oltre che in senso medico (visto la diffusione delle allergie) anche in senso didattico.

DATA 10/01/2013 20.03.34 - AUTORE carolina

Sono contenta di aver frequentato un corso sulla LIM perché anch'io ritengo che sia necessario essere aggiornati sulle nuove tecnologie e spero di potermi destreggiare al meglio nell'utilizzo di questo strumento.....

DATA 10/01/2013 20.03.40 - AUTORE natigalia

"La LIM può influenzare positivamente l’insegnamento e l’apprendimento di ogni materia. Come generalmente succede per le ICT, l’impatto sull’insegnamento e sull’apprendimento dipende dal modo con cui queste sono integrate con successo negli esercizi di classe. Mentre sulla solita lavagna d’ardesia via via si cancella, qui invece, poiché l’ambiente della LIM è digitale, memorizzando i diversi “fogli” si può conservare tutta la sequenza delle operazioni che compongono una qualunque lezione. Questo è uno dei vari aspetti positivi. La LIM favorisce la conservazione della “storia” di un processo formativo e, mantenendone traccia, agevola il recupero del suo farsi in itinere. Nella LIM la tracciabilità può dunque servire al docente non solo per “far passare” contenuti disciplinari: può far rivisitare alla classe i percorsi di costruzione della conoscenza"

DATA 10/01/2013 20.10.42 - AUTORE carolina

Il corso PON sulla Lim che ho frequentato è risultato interessante e coinvolgente, mi ha permesso di avvicinarmi a uno strumento tecnologico che consentirà di realizzare ed impostare lezioni multimediali motivanti e stimolanti per tutti gli allievi.

DATA 10/01/2013 20.11.34 - AUTORE mariangela

Sono un docente di scuola primaria. Insegno ormai da anni, prima nei moduli ,dove si riuscivano a migliorare le proprie competenze perché si spaziava in un ristretto numero di materie. Oggi, che siamo ritornati tuttologi ed è diventato più difficile potenziare le competenze di più ambiti disciplinari, ero alla ricerca di innovazioni e all'interno della mia scuola mi sono fatto promotore per lo sviluppo delle conoscenze tecnologiche.

DATA 10/01/2013 20.14.25 - AUTORE mariangela

La mia esperienza con le LIM è sicuramente positiva. L'aspetto che più mi ha colpito è stato il miglioramento nel rendimento degli alunni maggiormente in difficoltà, sopratutto di quelli con maggiori carenze in Italiano . Questi miglioramenti li attribuisco alle peculiarità delle LIM che consentendo di utilizzare un linguaggio più sintetico grazie ad immagini ed animazioni, e dando la possibilità di evidenziare parole chiave o frasi importanti (liguaggio specifico), hanno consentito di superare, almeno in parte, le difficoltà connesse alla difficoltà di comprensione e alla povertà lessicale degli alunni. A ciò si aggiunge un incremento nella curva di attenzione di tutti gli alunni, con conseguenti ricadute positive sia in termini quantitativi che qualitativi.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT