Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: giovedì 23 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 13

DATA 13/09/2010 22.47.42 - AUTORE FrancescaE038M

Il nuovo anno scolastico è "partito" ormai. Sarà più faticoso del solito: 32 anni di servizio, 28 di ruolo e, grazie alla "riforma"…3 sedi! Una ventata di gioventù, mi sembra di tornare ai primi anni d'insegnamento! Per fortuna amo il mio lavoro e, appena in classe mi tornerà il sorriso. Poi nella mia scuola di titolarità nelle prime hanno installato le LIM…un motivo in più per entrare in classe con piacere. Buon Anno a tutti

DATA 22/09/2010 17.44.08 - AUTORE RaffaeleA662P

Utilizzo la LIM già da qualche mese, e più vado avanti e più mi rendo conto delle enormi potenzialità che questo strumento di comunicazione possiede. E' versatile, semplice e intuitivo una vera manna dal cielo per chi deve insegnare o comunque trasmettere un concetto.

DATA 24/09/2010 18.25.42 - AUTORE FrancescaE038M

A scuola è tutto pronto per l’uso delle LIM. Ci siamo organizzati per gruppi di Assi culturali e abbiamo approntato delle unità didattiche da provare in sede di formazione in presenza e, quindi da proporre in classe. Le idee e i materiali sono tanti e, personalmente mi sento un tantino più preparata avendo seguito questo corso online organizzando la preparazione parallelamente sfogliando le lezioni e provando a usare Workspace.

DATA 27/09/2010 13.54.02 - AUTORE Gaetana

Con la rivoluzione telematica siamo entrati nell’età del noolitico (utilizzando un’espressione di Pierre Lévy), neologismo formato dalla radice greca noûs, mente, e lithos, pietra, dove la “pietra del sapere” è il silicio dei semiconduttori e delle fibre ottiche. Qualcuno ha scritto che il termine MATETICA indica l’arte di apprendere, mentre il termine DIDATTICA riguarda l’arte di insegnare, tradurre cioè la teoria in pratica. Quello che voglio dire è che se ho imparato qualcosa da tutto il mio variegato background di esperienze è che bisogna IMPARARE AD APPRENDERE, integrare il nostro sapere in una struttura personale (il termine lo prendo a prestito dal Prof. K. POLACEK che ho avuto la fortuna di conoscere) conservando tale capacità nell’arco della vita e cercando di trasmetterla ai nostri allievi affinchè essi operino quella che viene definita SCLETA SISTEMICA DI CAMBIAMENTO e acquisiscano le c.d. ABILITA’ TRASVERSALI per adattarsi ad una realtà che è in continua trasformazione. Le nuove tecnologie sono i MEDIA, i necessari strumenti didattici che non escludono quelli piu’ consueti dell’uso di materiale a stampa o degli incontri in presenza: anzi, la risposta piu’ idonea ad una specifica esigenza formativa è molto spesso di tipo misto (blended), tale da combinare vantaggiosamente merodi e strumenti di tipo innovativo con altri di tipo tradizionale. La lavagna interattiva rappresenta l’evoluzione in senso tecnologico di una risorsa tradizionale, la lavagna di ardesia: ma può rivelarsi il fattore chiave di un intervento didattico efficace nell’ambito di un percorso di apprendimento di tipo costruttivista. CPPGTN67

DATA 29/09/2010 9.07.45 - AUTORE Stefania

Salve, sono un'insegnante di sostegno laureata in inglese,in una scuola secondaria di primo grado;da anni utilizzo il computer per le mie attività didattiche. Ho avuto modo due anni fa di utilizzare la LIM e mi sono resa conto della grande utilità che può apportarmi nel mio lavoro. Ora sto seguendo con interesse il corso Advanced per poter conoscere in maniera approfondita tutte le potenzialità di questo strumento. Buon lavoro a tutti,Stefania

DATA 02/10/2010 15.36.16 - AUTORE giacinta78

Purtroppo ancora molti docenti vecchio stampo non riconoscono l' importanza della Lim, basti pensare che sono poche le scuole che ne possiedono qualcuna. A mio parere la Lim può avere solo vantaggi e non svantaggi, infatti non solo permette a noi docenti di attirare in maniea proficua l' attenzione dei nostri alunni ma permette anche a loro di avere una visione globale di quello che si sta facendo in classe e di interagire direttamente non solo con l' insegnante ma anche con i compagni di classe.

DATA 06/10/2010 17.29.34 - AUTORE RaffaeleA662P

Pensare non al futuro, ma nel futuro è il presupposto per non farsi trovare impreparati dalla frenetica voglia di conoscenza delle nuove generazioni. Vivere per imparare, per noi docenti, ma al contempo alunni di un sistema in eterno cambiamento, significa proiettarsi in una realtà continuamente decodificata, gestendo la metamorfosi come una parte essenziale per il nostro sviluppo cognitivo. Tecnologie come la lavagna interattiva multimediale sono mezzi di supporto essenziali per affrontare speditamente e con semplicità questo viaggio esplorativo. Coloro che hanno imparato a conoscere questo strumento, avranno sicuramente percepito una forte potenzialità comunicativa, capace di stravolgere gli equilibri canonici dell’ insegnamento, trasformando ogni singola disciplina in un momento di relazione interpersonale che definisce continuamente un nuovo margine di confine, dando la possibilità a docente e alunno di interagire in modo assolutamente equilibrato e paritario.

DATA 08/10/2010 10.20.52 - AUTORE Stefania

Credo che il problema sia proprio nella mentalità di molti docenti che amano trasmettere la cultura nella maniera tradizionale.Probabilmente perchè incapaci o restii ad apprendere queste nuove tecniche metodologiche.Io sto avendo molte difficoltà per poter utilizzare la LIM nelle lezioni ordinarie.Nella mia scuola utilizzare la LIM significa fare domanda in carta bollata,presentare tutte le certificazioni di competenze e in più presentare un progetto specifico e dettagliato per motivarne l'utilizzo. E' assurdo sono davvero arrabbiata!!!

DATA 08/10/2010 18.28.01 - AUTORE MARIA GIUSEPPINAg113u

Ciao a tutti, mi introduco timorosamente su questo forum al quale avrei dovuto partecipare tempo fa ma per tutta una serie di impedimenti , non ho potuto. Ho seguito il corso avanzato sulla Lim che uso da ben 5 anni. In me c'è un grande pessimismo poiché la mia esperienza ha portato semplicemente alla condivisione del mezzo con gli alunni e con una docente di sostegno. Quando partecipai al progetto Digi scuola, il consiglio di classe mi si rivoltò contro. Mentre io parlavo di lavagne interattive e innovazione della didattica, alcuni colleghi snobbavano le iniziative. Nonostante la consegna delle due lavagne Lim Smart Board alla mia scuola , niente è cambiato. Una giace ancora ben inscatolata, l'altra viene regolarmente utilizzata ma non funziona a regime poiché ingolfata da problemi logistici o cattivo funzionamento degli altri applicativi. Ad oggi ho deciso di " appropriarmi" anche della lavagna inutilizzata, di comprarmi un video proiettore tascabile per far lavorare i miei ragazzi secondo sani criteri di apprendimento. Ci vuole un grande coraggio nella scuola. I peggiori nemici sono molti colleghi chiusi nelle 4 mura di una classe che non accettano di spostarsi un pochino e leggere la prospettiva dell'altro. Per questo non vedo dei “ contro nell’utilizzo della Lim” ma solo la non volontà da parte di diversi docenti di cambiare prospettiva. Ecco la mia delusione e amarezza che comunque non supera l'entusiasmo e la motivazione , utili a mio avviso, per spronare gli alunni i quali comunque cambiano atteggiamento ( questo lo confermo),di fronte a nuovi sistemi strumentali utilizzati. Sta a noi periti dell’insegnamento sfruttare i pro e limitare, fronteggiare i contro. Ogni abuso è un errore. Solo la capacità di mediare potrà soddisfare bisogni, ampliare le conoscenze attraverso un fare sperimentale giornaliero. Alla prossima, Maria Giuseppina.

DATA 09/10/2010 19.54.16 - AUTORE emmelle

Sono sia un docente-esperto di informatica, ma anche un imprenditore nel campo informatico e questo fa si che possa vedere quanto sia utile l'inserimento delle nuove tecnologie nell'ambito dell'istruzione. La LIM è un prodotto perfetto per l'insegnamento che non risulta più mnemonico, ma interattivo sia per i docenti, che possono sfruttare strumenti più efficaci per le loro lezioni, che per gli alunni, che hanno la possibilità di una criticità personale sul lavoro da seguire. Quindi i vostri corsi sono essenziali affichè questo processo di formazione con l'uso delle LIM, possa essere portato a compimento in maniera esemplare.

DATA 09/10/2010 20.04.38 - AUTORE emmelle

Oltre la positività di utilizzare questo strumento tecnologico qual'è la LIM, la parte negativa sta nel fatto che non tutti sono in possesso delle capacità e della conoscenza necessaria all'utilizzo della LIM. Ed ecco necessario i corsi di formazione per insegnare ai docenti come sfruttare queste nuove tecnologie nell'istruzione. Inoltre si dovrà stare molto attenti a non far diventare un gioco uno strumento eccezzionale per l'apprendimento, ma deve essere un potente mezzo di comunicazione.

DATA 10/10/2010 17.20.33 - AUTORE IVANOZ133I

Salve, io sono laureato in ingegneria informatica e abilitato nelle classi di Matematica e Fisica (A038, A047, A048, A049) e sono anche un ricercatore privato MIUR. Mi sono spesso imbattuto in questi ultimi anni nella LIM in quanto partecipo spesso, e grazie a Dio vengo spesso nominato, ai Bandi PON relativi alle TIC e al miglioramento della didattica nelle scuole. In molte di queste la LIM era solo un abbellimento e veniva usata come per proeiettare con molto sconvolgimento da parte mia perche' vedevo soldi pubblici fermi e investiti male. Dall'anno scorso mi sono imbattuto nel suo utilizzo che e' molto innovativo e permette effettivamente una forte interazione specialmente nelle scuole di ordine piu' basso. Ad esempio nelle scuole elementari avvicina molto una classi lezione di matematica ad una stupenda lezione tecnologica con piu' voglia di partecipare da parte degli alunni ed una soddisfazione sempre piu' alta da parte di docenti e tutor. Ora cerchero' di prendere questo certificato base inizialmente, per poi prendere quello avanzato perche' e' bene che l'innovazione non resti sulla carta ma sia documentata e messa in pratica. Compliementi all'ASSODOLAB da parte mia!

DATA 15/10/2010 23.39.34 - AUTORE Mariangela_F052I

Sono una docente di matematica che insegna da poco in un Istituto Tecni Commerciale. L'anno scorso ho conosciuto la LIM durante dei progetti matematici che ho effettuato presso scuole medie inferiori e ne sono rimasta letteralemente innamorata. Ho imparato ad usarla da autodidatta e da subito ho notato ii grande fascino che la LIM esercita sugli studenti che diventano maggiormente attenti durante le lezioni e sono più partecipi alle attività didattiche.Inoltre, un riscontro positivo l'ho notato durante il recupero scolastico per gli alunni in difficoltà, per i quali la LIM ha rappresentato una molla motivazionale per lo studio. Non mancano però, alcune amare considerazioni: nelle scuole della mia città o nei dintorni il numero delle LIM è al massimo uno o due in tutto un istuto, diventando, così, in alcuni casi (e che ben venga!!) un motivo di contesa tra i colleghi, mentre in altri sono strumenti accantonati in stanzoni per un prossimo "poco probabile" utilizzo. Nelle scuole che ho frequentato,ho notato che molti docenti sono poco propensi ad imparare ad usarla, perchè ancorati a metodi tradizionali,o spaventati dalla tecnologia o solo perchè sono poco "volenterosi" nell'apprendere/aggiornarsi. Infine, ho anche osservato che il numero di personale qualificato in grado di insegnare ad usare la LIM ai docenti non è assolutamente sufficiente. Sicuramente la LIM prima o poi si affermerà nella scuola italiana, superando le remore e difficoltà scolastiche, così come è avvenuto per ogni novità; andrebbero, però, accelerati i tempi e a tal fine penso che una diffusione di corsi come quelli dell'Assodolab potrebbero sortire l' effetto auspicato.

DATA 16/10/2010 14.54.24 - AUTORE Pina

Sono un’insegnante di scuola primaria insegno matematica e inglese in una classe terza. Mi sono iscritta al corso basic perché a settembre è arrivata la prima LIM nella nostra scuola e vorrei usarla nelle mie lezioni. Questa nuova esperienza mi sta dando nuove emozioni e sono molto affascinata dal settore delle nuove tecnologie. Le lezioni video sono molto chiare e utili. Spero di rendere più interessanti le mie lezioni con la LIM.

DATA 17/10/2010 11.45.50 - AUTORE ROCCOI838J

Mi trovo d’accordo con l’analisi fatta dal Presidente dell’Assodolab, in effetti se noi docenti e anche assistenti di laboratorio non ci aggiorniamo corriamo il rischio di fronte a questa generazione di ragazzi “ super tecnologici “ di fare delle brutte figure. Ma naturalmente non è questo l’obiettivo di un formazione che a mio parere dovrebbe essere continua per tutto il personale della scuola, ognuno al suo livello, per quanto riguarda le proprie competenze. In particolare le nuove tecnologie della comunicazione e dell’informazione stanno realmente cambiando il modo di insegnare e non si può rimanere aggrappati a vecchi metodi che a mio parere hanno terminato la loro efficacia. Bisogna padroneggiare i nuovi strumenti come per esempio la LIM ma anche il registro elettronico e tutti quegli strumenti che possono profittevolmente essere messi al servizio della didattica. Quello che vorrei però sottolineare, è che comunque parliamo di strumenti , che possono migliorare, aiutare in qualche modo accompagnare l’insegnamento ; ma non bisogna perdere di vista quello che resta l’ingrediente più importante, e cioè la voglia di trasmettere qualcosa di buono alle nuove generazioni, di impegnarsi nella ricerca e nella strutturazione delle lezioni con onestà intellettuale e dando spazio alle critiche. Nessuna pessima lezione diventerà positiva pur sapendo padroneggiare le nuove tecnologie.

DATA 18/10/2010 15.10.58 - AUTORE MARIA GIUSEPPINAg113u

Vista la discussione sui pro e i contro della Lim, voglio quest’oggi riferirmi ad una mia personale esperienza vissuta proprio in questi giorni. Il mio stare attorno alla Lim ha incuriosito la collega di matematica , la quale con semplicità mi ha posto una domanda:” ma come posso utilizzare la lavagna nella mia materia”. L’occasione mi ha consentito di approfittare per pensare ad un programma di istruzione della collega all’uso del mezzo. Per questo una volta a settimana è nata l’idea di programmare sezioni funzionali all’utilizzo, e prima conoscenza, della Lim. Immediatamente la sua sorpresa è stata per il coinvolgimento della persona nel processo; ecco la mia prima osservazione: se in primis un docente si è sentito partecipe nell’interagire con la lavagna multimediale, come potrebbero reagire, a questo punto, gli studenti?. Ho girato la domanda alla collega, che con convinzione confermava quanto proponevo. Strada facendo era lei a dichiarare: “.. ma potrei fare così…… potrei anche strutturare la lezione a questo modo…. potrei verificare se…….”. Già, le ho risposto, non solo potresti ma effettivamente puoi! Certo la creatività, lo spirito di osservazione, il desiderio di sperimentare e provare a ripensare all’insegnamento mette nell’ottica di proporre soluzioni alternative e funzionali agli obiettivi che si intendono perseguire. La prossima lezione sarà la registrazione di una lezione da proporre in classe in modo tale da seguire gli allievi nel loro prendere appunti sui contenuti, nel seguire come quel percorso avviene e qualora si verificasse una errore eventuale, ci sarà spazio per bloccare la registrazione, riprendere l’argomento, riproporlo e riconfrontarlo, quindi correggere. Un semplice gesto nella complessità degli apprendimenti che la lavagna con i suoi applicativi mi consentirà di fare. Ecco un vantaggio sul quale mi andava di indugiare a dimostrazione del valore e dell’importanza dei nuovi sistemi di comunicazione. Ma la comunicazione più importante riguarda la condivisione tra colleghi all’interno del sistema scuola di cui si fa parte per evitare l’autoreferenzialità. Saluti, Maria Giuseppina

DATA 19/10/2010 18.16.37 - AUTORE Floriana_I199Z

Salve, sono un'insegnante di scuola secondaria di II grado. Ho iniziato ad usare la LIM due anni fa, in occasione del tirocinio della SISSIS. Devo dire che sono rimasta colpita positivamente in quanto gli alunni seguivano con più attenzione la lezione e chi insegna sa come è difficile mantenere alto il livello di attenzione dei ragazzi. Quella è stata una esperienza di breve durata. Infatti il mio tirocinio era al termine quando la scuola ospitante decise di acquistare la LIM. E' da allora che penso di dovermi formare al meglio così vi ho trovati e, in più, posso affermare che fin'ora le video lezioni sono esaustive e ben strutturate. Grazie e buon lavoro a tutti.

DATA 20/10/2010 22.23.45 - AUTORE andreal736x

Salve sono un insegnante di scuola primaria, la mia scuola ha partecipate al progetto Innovascuola promosso dal Ministero per l’Innovazione, ottenendo la fornitura di LIM interwrite. Bellissimo strumento perché ha un grande potenziale e soprattutto è accattivante, riuscendo a catturare l’attenzione e la curiosità degli alunni. Però c’è la difficoltà dell’insegnante di gestire questo strumento tecnico, anche perché l’amministrazione scolastica non fa un grande sforzo per la formazione in questo senso. Difficoltà soprattutto per quegli insegnanti che non hanno alle loro spalle una formazione/preparazione tecnica, perciò non ci resta che rimboccarci le maniche e accettare questa sfida con la serietà ed impegno che sempre ci contraddistingue. Saluti Andreal736x

DATA 21/10/2010 18.34.37 - AUTORE GiovanniD764M

Partecipo a questo primo corso con interesse e spero si poter frequentare anche i livelli successivi. Mi sono iscritto per imparare non tanto i contenuti tecnici, quanto gli aspetti metodologici; cosa e soprattutto come fare lezione con la LIM. Concordo con il Presidente: non si può continuare a fare lezione come 50 anni fa, anche se le condizioni logistiche degli istituti spingono a questo. Il nostro Istituto non ha ancora una LIM e disporre di un proiettore è già un grande risultato: il portatile bisogna comunque portarselo da casa!

DATA 25/10/2010 10.40.16 - AUTORE Pina

Sono un’insegnante di scuola primaria insegno matematica e inglese in una classe terza. Mi sono iscritta al corso basic perché a settembre è arrivata la prima LIM nella nostra scuola e vorrei usarla nelle mie lezioni. Questa nuova esperienza mi sta dando nuove emozioni e sono molto affascinata dal settore delle nuove tecnologie. Le lezioni video sono molto chiare e utili. Spero di rendere più interessanti le mie lezioni con la LIM.

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT