Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: mercoledì 22 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 167

DATA 22/11/2012 20.04.12 - AUTORE antonio_L951N

Ho utilizzato il programma Easy Board per preparare delle lezioni inserendo, in queste, la costruzione di grafi ad albero per sintetizzare e rendere maggiormente semplice e immediata la comprensione dell’argomento. Ovviamente mi ripromettevo di proiettare, attraverso questo nuovo strumento didattico “LIM” , agli alunni quanto preparato in modo da carpire maggiormente la loro attenzione. Dopo avere salvato le diverse pagine della lezione, nel riaprire il documento mi sono trovato la sgradita sorpresa che parte dei termini erano scomparsi e sugli altri erano spuntati geroglifici e segni estremamente strani. In conclusione, tutto il lavoro di preparazione effettuato non è andato a buon fine. Se questo problema si è verificato a qualcuno di voi, come lo avete risolto ??? Grazie

DATA 22/11/2012 20.39.21 - AUTORE serena_G273R

Sono un' insegnante di scuola primaria e quest'anno, entrando in classe a settembre, ho trovato un oggetto sconosciuto. Conoscerlo, scoprirlo ed utilizzarlo e' stato ed e'  un' avventura coinvolgente e stimolante non solo per i miei alunni.

DATA 22/11/2012 20.59.25 - AUTORE Giuseppina3186H

Sono un'insegnante di scuola primaria,sono entusiasta di aver partecipato al PONFSE2011D1.Ho constatato personalmente che la LIM è uno strumento molto utile alla didattica d'aula poiché coniuga la forza della visualizzazione tipica della lavagna tradizionale con le opportunità del digitale e della multimedialità. Ho, inoltre, riscontrato che la LIM migliora la partecipazione dell'intera classe, nonchè l'ingrazione degli alunni con disabilità.

DATA 22/11/2012 21.29.40 - AUTORE lucia

Ritengo che la LIM sia uno strumento innovativo che permette all'insegnante di trasformare la lezione classica in uno scenario multimediale e collaborativo,in cui lo studente non è più semplice "fruitore " di conoscenza,ma diventa parte attiva e partecipe del processo d'apprendimento.

DATA 22/11/2012 21.54.48 - AUTORE giuseppina_64G273S

Insegno Italiano, Storia a Geografia in una scuola secondaria di primo grado di Palermo e sto seguendo il corso “Conosco la LIM” che si sta svolgendo proprio nel mio Istituto. Mi hanno spinto a partecipare la curiosità verso quello che mi appariva come un” oggetto misterioso” e il desiderio di avvicinarmi ad un nuovo strumento di lavoro per scoprirne le potenzialità. Inoltre, mi piacerebbe che questo corso fosse per me l’occasione per affiancare al mio amato – e credo sempre valido – insegnamento tradizionale anche qualche modalità innovativa più stimolante per gli alunni, aiutandomi a superare una certa diffidenza che mi ha finora accompagnato riguardo all’uso didattico dei supporti informatici. Ovviamente la mia esperienza con la LIM è ancora molto limitata, ma ho già avuto modo di constatare alcuni vantaggi che possono scaturire dal suo utilizzo: innanzitutto, rende molto più coinvolgenti le lezioni , motivando maggiormente gli alunni a prestare attenzione e a partecipare in modo diretto e personale; favorisce l’interazione; facilita la presentazione e la comprensione di contenuti di tipo interdisciplinare; permette di utilizzare contemporaneamente molteplici forme di linguaggio, supportando il tradizionale testo scritto con audio, grafici, foto, video; consente di intervenire direttamente sui testi e di “vivacizzarli” anche da un punto di vista grafico, mediante l’utilizzo delle penne colorate e degli evidenziatori; agevola la lettura, la spiegazione e la correzione degli esercizi; permette di conservare, rivedere e riutilizzare le lezioni preparate in precedenza…e molto altro ancora! Attualmente, lo svantaggio principale che posso rilevare relativamente alla LIM è la competenza ancora modesta che non mi consente di sfruttare pienamente le sue potenzialità; spero di acquisire gradualmente maggiore familiarità con questo strumento per utilizzarlo con maggiore sicurezza e disinvoltura insieme agli alunni.

DATA 22/11/2012 22.04.50 - AUTORE iole

Sono un'insegnante di Lettere e con gli strumenti multimediali faccio spesso a botte,tuttavia li uso quando mi servono. E' stato quasi per una scommessa con me stessa e per non sentirmi troppo retrò che ho frequentato il corso sull'uso della LIM. Spero di fruire al meglio della lavagna interattiva per offrire ai ragazzi vecchi contenuti in modo nuovo e più coinvolgente.

DATA 22/11/2012 22.48.08 - AUTORE cris

Salve, in aggiunta a quanto avevo esposto in precedenza, vorrei completare la mia riflessione sull'importanza della Lim nell'attività didattica.Favorisce l'apprendimento attraverso il linguaggio multimediale a cui sono abituati gli alunni e stimola il docente ad organizzare in modo organico il proprio lavoro.Certo ci vuole tempo per acquisire la conoscenza di tutte le sue potenzialità ed il corso che sto frequentando mi aiuta in ciò. La Lim deve diventare il computer di classe in cui condividere materiale con altri docenti e favorire l'apprendimento collaborativo o perlomeno è ciò che mi auguro essa diventi al più presto.

DATA 22/11/2012 22.54.05 - AUTORE ernestatortellocannata

Insegno educazione fisica o, per meglio dire, scienze motorie e sportive in un istituto dove la palestra è in perenne costruzione. Utilizzare la LIM, forse servirà a rendere le lezioni più attraenti e a far sentire meno penalizzati i miei studenti.

DATA 22/11/2012 23.05.34 - AUTORE RosaA662X

La LIM: non solo innovazione tecnologica. L’introduzione della Lim è stata da molti presentata come una vantaggiosa sostituzione della vecchia e polverosa lavagna di ardesia, perché dotata di mille accessori ed opportunità, notevole interattività tra alunni e docente, tra docenti e tra scuola e mondo esterno. L’elevata tecnologia di cui è dotata, con l’utilizzo di software simili, in parte, a quelli utilizzati sui PC, la pone all’avanguardia, nel mondo della comunicazione, per le peculiarità insite nella sua struttura e nella filosofia del suo utilizzo. Finalmente, la possibilità di avere in classe un laboratorio fruibile in ogni momento e da tutta la classe, ha entusiasmato la maggior parte degli operatori del comparto scuola, che hanno ravvisato, attraverso il suo utilizzo, la possibilità di portare la scuola Italiana a livelli alti, sotto il profilo tecnologico, ma soprattutto, attraverso l’arricchimento di quegli aspetti socio- cultuali, che emergono dai piccoli contributi quotidiani di ciascun docente, nell’espressione della responsabilità, criticità, esperienza e quotidiana pratica relazionale. Lo strumento Lim consente di potenziare la comunicazione a tutti i livelli e tra più utenti, di promuovere lo spirito critico ed il senso per la ricerca negli studenti, a causa della elevata interattività, di migliorare la vita sociale scolastica, non solo in classe, tra alunni e tra alunni e docenti, ma anche all’esterno, con le famiglie e con tutto ciò che interagisce con la vita di ogni cittadino del mondo. E’ necessario curare, non solo l’aspetto tecnologico di tale innovazione, quale contributo a migliorare e diversificare le modalità di fare didattica nelle singole discipline, ma anche, rafforzare la comunicazione in senso globale, in seno alla scuola e all’esterno della stessa. La Lim deve essere considerata come strumento che consente differenti modi di comunicare, attraverso la trasmissione di informazioni e conoscenze, l’acquisizione e riproduzione di nuovi stili di metodiche didattiche, creazione di nuove relazioni, per costruire stili di vita scolastica migliori da condividere o confrontare con altri, perseguendo obiettivi comuni, ovvero la crescita culturale e consapevole dei futuri cittadini, nel rispetto delle indipendenze individuali e di pensiero.

DATA 22/11/2012 23.07.06 - AUTORE RosaA662X

La LIM: Ambienti fisici e virtuali. Cosa è cambiato? Molti nostalgici e tradizionalisti sono fortemente legati all’immagine del docente alla maniera del maestro del libro “ Cuore”, che dalla cattedra esercitava la sua centralità di educatore e dispensatore di una conoscenza essenziale, basilare e standardizzata, che doveva servire ad educare la massa e ad inserirla nel mondo del lavoro. Le immagini evocate in ognuno di noi, attraverso letture o film, degli ambienti scolastici degli anni passati, prefigurano la classe come un insieme statico e rigido, con banchi allineati secondo una geometria regolare e fissa, orientati verso l’unico punto essenziale: la cattedra del docente. Questa disposizione, risultava rassicurante per il docente che esercitava, in tal modo, il potere di controllo su tutti gli alunni, attraverso una centralità fisica e relazionale. Il docente esprimeva così la sua funzione educativa attraverso una comunicazione frontale e di tipo lineare, “era colui che sapeva”, tutti intorno, coloro che dovevano essere istruiti. Le successive trasformazioni sociali ed economiche avvenute nel nostro paese, hanno comportato un’evoluzione tecnologica senza pari, che ha modificato le modalità di comunicazione, produzione, socializzazione e condivisione, sia individuali che di gruppo,sino a pervenire ad una globalità di pensieri ed idee diversificate e diffuse. In particolare le LIM, per le proprie caratteristiche e potenzialità diventano il legame tra tutte le azioni educative presenti nell’ambiente fisico classe, con le sue dinamiche relazionali, emotive, funzionali e l’esterno, mediante elementi virtuali che offrono infinte opportunità di apprendimento. Pertanto, l’ambiente fisico ( inteso come struttura funzionale e dinamica predisposta all’apprendimento), le LIM e gli ambienti virtuali, costituiscono una estensione formativa al di fuori dello stesso contesto classe e scuola, dove si creano scenari formativi ed innovativi, ovvero gli ambienti integrati di apprendimento. In tali ambienti convergono tre livelli: tecnologico, didattico e digitale-multimediale. • Tecnologico: differenti tecnologie pregresse, utilizzatrici di dati numerici, video e audio, confluiscono in un unico sistema che le utilizza, al fine di offrire un servizio innovativo mediante internet. Si potrebbero implementare sistemi di webconferencing, per fare comunicare gli studenti con esperti o con classi di altre nazioni. • Didattico: La LIM è l’evoluzione tecnologica dello strumento didattico utilizzato da sempre nella didattica, ovvero la lavagna di ardesia. Questa somiglianza con la tradizionale lavagna, consente una facilità di utilizzo, tale da agevolare il processo e la qualità dell'insegnamento e della progettazione didattica. L’inserimento di elementi digitali direttamente in classe, la possibilità di salvare e riutilizzare in tempo reale sulla lavagna ciò che viene elaborato, sono presupposti per sperare in un miglioramento degli apprendimenti, delle metodologie didattiche e della comunicazione. La LIM dovrebbe diventare un portale in grado di trasportare l’apprendimento verso nuove dimensioni. • Digitale - multimediale: La lavagna costituisce il punto di incontro degli oggetti multimediali e digitali prodotti, da elaborare e da ricercare, mettendo in comunicazione, l'ambiente formativo fisico con quello virtuale, amplificando, notevolmente, la valenza e l’operatività didattica che diventa in questo modo attiva e concreta. Adoperando più software con caratteristiche e funzionalità tra loro diverse, permette di produrre dei sofisticati oggetti didattici digitali, che stimolano maggiormente il pensiero e la creatività. Si delinea, così, la concezione di una scuola che non può più appartenere genericamente a tutti, ma che deve diventare parte di ogni singolo studente, espressione della propria unicità ed individualità. Una scuola dinamica, in evoluzione, in grado di spingersi oltre i vincoli fisici spaziali, per andare incontro ad esigenze e caratteristiche specifiche e diversificate, anziché forzatamente massificate.

DATA 22/11/2012 23.46.49 - AUTORE floraC514Y

Salve a tutti, insegno matematica e scienze nella scuola secondaria di primo grado e mi sono sempre interessata ai metodi didattici innovativi.quest'anno entrando in classe l'ho rivista e ho pensato che il mio prossimo obiettivo sarebbe stato quello di iscrivermi al corso per la Lim. Sono assolutamente entusiasta e soddisfatta della scelta.

DATA 22/11/2012 23.55.19 - AUTORE beatrice_g273t

vorrei completare il mio primo intervento con una riflessione, utilizzare,utilizzare la LIM rappresenterà senz'altro un aiuto per l'insegnante che, oltre a poter preparare anticipatamente buona parte della lezione,potrà presentare i contenuti ponendosi di fronte alla classe e non dietro lo schermo del PC di un'aula multimediale e quindi interagire meglio con gli alunni che saranno parte integrante e partecipante della lezione.

DATA 23/11/2012 10.18.17 - AUTORE napoli

aaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

DATA 23/11/2012 10.20.30 - AUTORE napoli

Efficacia del corso LIM. Secondo il mio parere, questo corso sarà efficace, in quanto si avvale di una metodologia interattiva e dinamica: i corsi tradizionali di formazione producono molte idee… ma non abbastanza azione. Non si può trasmettere l’azione che attraverso dei “laboratori / palestre” che coniughino dinamiche di gruppo e lavori individuali sulla “vita professionale reale”: i partecipanti non ascoltano e basta, devono lavorare attivamente! PROVA DI COMMENTO

DATA 23/11/2012 12.37.43 - AUTORE gabriella

La formazione in questo settore è importante ma, secondo me, è necessario,trovare in ogni aula una LIM già predisposta per la lezione(naturalmente accanto alle nostre vecchie lavagne in ardesia),purtroppo siamo ancora agli albori! Mi auguro che i tempi siano brevi perchè, mi entusiasma a tal punto, da non vedere il gran lavoro preparatorio.

DATA 23/11/2012 17.28.30 - AUTORE gaia

Da due anni sono l’insegnante prevalente di una classe di scuola primaria, e mi occupo di quasi tutte le materie. L’uso della LIM, secondo me, facilita il percorso di apprendimento, poiché cattura l’attenzione degli alunni, conducendoli alla riflessione e alla rielaborazione dei contenuti. Ed inoltre consente di scoprire la trasversalità del sapere in modo naturale. Tra l’ altro ritengo che questo tipo di innovazione, oltre a cambiare l’apprendimento dei ragazzi, migliorerà l’approccio didattico tra alunni e insegnanti, nel senso che, la LIM diviene uno strumento di aggregazione, in cui si insegna e si apprende insieme.

DATA 23/11/2012 18.35.48 - AUTORE manuc351b

Pur conoscendo, dopo aver frequentato il corso, le potenzialità della lim non ho ancora avuto modo di adoperarla in una lezione vera e propria, la lim non è uno strumento che permette di improvvisare,ma richiede un lavoro preventivo abbastanza lungo e non sempre realizzabile,inoltre il problema è che nella mia scuola le lim si trovano solo in tre aule e quindi per utilizzarla bisogna far spostare classi intere, disturbando anche le lezioni dei colleghi. Spero in futuro di avere l'occasione di utilizzare la lim più spesso per realizzare lezioni più interessanti e creative

DATA 23/11/2012 20.00.54 - AUTORE giusy_h269x

Salve a tutti!Sono un'insegnante di Scuola Primaria che ha preso parte,quest'anno ,alla formazione relativa all'uso delle L.I.M. Recentemente ,ho avuto modo di provare in classe la "mia" L.I.M. ed ho potuto riscontrare che, la stessa attività presentata precedentemente in modalità tradizionale, ha preso nuovo impulso e nuova vita attraverso questo splendido strumento che ci viene offerto in ausilio alla didattica di classe.

DATA 23/11/2012 20.20.01 - AUTORE angela_g273p

Sono un’insegnante di matematica e scienze della scuola media, uso da poco la LIM e, nonostante l’impiego di un tempo maggiore rispetto alla lavagna tradizionale, trovo diversi aspetti positivi. In primo luogo la LIM è tecnologica e quindi più familiare al linguaggio dei giovani, facilita l’apprendimento cooperativo ,attiva tutti i sensi del discente ( multimedialità) e gli argomenti trattati possono essere memorizzati

DATA 23/11/2012 20.38.24 - AUTORE mercedes

solo una prova..

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT