Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 22 ottobre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 277

DATA 18/06/2013 18.15.47 - AUTORE tina86

Non bastano poche righe per descrivere le incredibili opportunità offerte da una LIM... le sue possibilià di utilizzo sono veramente infinite: dal "normale" lavoro che si farebbe con la lavagna di ardesia ai giochi interattivi, alla costruzione di testi e di quant'altro si voglia. Penso che la LIM permetterà a tutti, anche a chi si trova in difficoltà, di accedere ai concetti e ai contenuti disciplinari attrasverso una pluralità di canali.

DATA 18/06/2013 18.18.24 - AUTORE nina68

Trovo che la LIM possa essere un ottimo strumento didattico in quanto rende protagonista l'alunno stimolandone l'interesse e la motivazione, anche perchè si avvale di immagini, filmati e suoni.

DATA 18/06/2013 21.17.50 - AUTORE AngelaPalombaF839Q

Le nuove tecnologie didattiche costituiscono una variabile da gestire con grande attenzione all’interno dei processi di insegnamento e apprendimento, proprio per la loro influenza sul processo cognitivo.In riferimento alla LIM, le ricerche finalizzate a investigare gli atteggiamenti degli studenti verso questa nuova tecnologia hanno rilevato che essa esercita un’influenza positiva sulla loro attenzione, motivazione e partecipazione al processo di apprendimento. Nel preparare la lezione con la LIM, già il tener conto della caratteristica “interattività” dovrebbe portare a costruire, per esempio, un percorso didattico che permetta l’intervento “fisico” alla lavagna da parte degli alunni, o a costruire insieme la lezione a partire dalle conoscenze pregresse, o a modificare gli spunti che si intendono trasmettere. Altrimenti, il rischio-schermo è sempre lì in agguato. Ma, pensare ad una lezione simile sposta – è evidente – il proprio canovaccio di presentazione verso un orizzonte che oscilla dalla lezione dialogata (il minimo) a quella collaborativo-costruttivista (il massimo).

DATA 18/06/2013 21.23.08 - AUTORE tinasebastianoG964J

Ho letto con molto interesse vari commenti riguardanti la lim: c’è chi considera questo “nuovo” mezzo didattico qualche cosa di potenzialmente utile e chi rimane cauto interrogandosi sulla reale utilità delle LIM a livello didattico. Per quanto mi riguarda posso intravedere molteplici vantaggi nell’utilizzo di questo strumento e, pertanto, considererei estremamente utile una corretta formazione, cercando di sensibilizzare tutti i docenti, magari attraverso corsi d’introduzione sulle numerose possibilità che offre questa lavagna interattiva. I docenti diventano progettisti e organizzatori di un insegnamento condiviso e trasmissibile per via delle numerosissime risorse audio, video e immagini. L’impiego della lim favorirebbe un approccio didattico secondo il quale le intelligenze sono multiple, gli stili d’apprendimento diversi e all’80% si memorizza quanto si vede, si tocca, si metabolizza, partecipando e, perché no, divertendosi! Alcuni pensano che si voglia banalizzare la didattica al gioco e allo “smanettamento” inutile. Invece un percorso multimediale, integrato, partecipato all’apprendimento, pensato pedagogicamente, è un accesso alla scoperta della conoscenza, al mondo presente e passato, con risorse che cambiano e si trasformano continuamente. Il procedimento di presentazione e organizzazione degli argomenti muta, perché i ragazzi a cui si insegna sono “nati digitali”, vivono questa realtà e la riconoscono quotidianamente; una modalità che già influenza il loro modo di conoscere, di esplorare, di relazionarsi e di esprimersi.

DATA 18/06/2013 22.01.09 - AUTORE grace959

Per utilizzare la LIM in classe è necessario che il docente abbia conoscenza di cosa, come e perchè utilizzarla e con quali metodologìe didattiche informatiche far raggiungere le competenze previste dalla programmazione . Le tecnologìe permettono di raccorciare le distanze tra i docenti e i ragazzi e consentono di arrivare alla mente di ognuno con tempi immediati ed efficienti. Nel mio Circolo, appena ho potuto ho voluto frequentare il corso per approfondire e rafforzare le mie competenze informatiche pregresse. Stare al passo con i tempi e il modo di comunicare dei ragazzi fosse necessario per catturare e migliorare i tempi e la qualità dell'attenzione. Ieri abbiamo visto per la prima volta un banco multifunzionale multimediale per attivita' dedicate al sostegno ed ho potuto osservare che il maggior beneficio lo hanno gli insegnanti nella organizzazione del lavoro;nel campo della scuola primaria gli alunni sono molto interessati e producono lavori molto avanzati tecnologicamente rispetto ai bambini che la frequentavano 10 anni fa. Molte scuole non sono dotate di un gran numero di Lim, ma in quelle più tecnologicamente informatizzate la cosa è molto diversa. Dovrebbe essere data la possibilita' ai docenti di formarsi per più tempo ed in modo sistematico e non casuale.Forse perché la scuola permette solo un utilizzo saltuario di alcuni laboratori. Penso che se la LIM fosse in tutte le classi, sempre a disposizione dei docenti e degli alunni, il modo di insegnare,di apprendere e di valutare potrebbero migliorare e adeguarsi agli standard europei e di quelli di tutto il mondo.

DATA 18/06/2013 22.38.47 - AUTORE gemini2

Sono una docente della scuola dell'infanzia ritengo che la complessità della società odierna impone una nuovo modo di fare scuola. Se è vero che la società cambia,è anche vero che i nostri alunni sono diversi e lo è anche il loro modo di apprendere. Il problema è se anche il modo di insegnare dei docenti è cambiato. Non si tratta di un cambiamento formale ma sostanziale, che riguarda essenzialmente la didattica, nuove modalità di fare scuola. La lim, in questo senso, assume un ruolo fondamentale e definisce una nuova cornice di senso in quanto strumento che possa favorire e innovare la didattica curricolare quotidiana.

DATA 18/06/2013 22.39.55 - AUTORE Maria Rosaria

A mio parere credo che la LIM sia un mezzo estremamente rapido per apprendimenti e conoscenze del mondo di oggi. Il problema è che spesso l'approccio verso queste tecnologie non sia opportuno o adeguato, poiché capita di dover intraprendere nuovi percorsi senza avere appreso opportunamente i requisiti per gli stessi. Troppo spesso assistiamo a formatori che frettolosamente inducono alla conoscenza di queste tecnologie, trascurando a volte gli aspetti psicologici e intellettuali dei singoli individui. Non sempre si riesce ad apprendere con semplicità queste nuove metodologie, se non si è anche predisposti. Si incontrano molte difficoltà che inibiscono queste persone e, quindi, tendono a regredire e ad allontanarsi dall'uso di queste tecniche moderne. Si auspica in ua maggiore sensibiità da parte di chi forma e opera in questo settore.

DATA 18/06/2013 22.43.41 - AUTORE gemini2

Trovo che la LIM rappresenti sia un supporto alla didattica per l'immediatezza delle risorse che mette a disposizione (grafica,testo,internet) sia un supporto all'apprendimento perché, promuovendo l'espressione attiva e l'aspetto ludico, stimola l'apprendimento collaborativo e l'apprendimento visivo.Un limite che mi è parso di cogliere è che si ha un'eccessiva focalizzazione sull'immagine, a discapito del testo scritto e della riflessione.

DATA 18/06/2013 22.43.56 - AUTORE mariaangelac341g

Certamente la LIm pone l’alunno al centro del processo insegnamento-apprendimento ma permette anche di condividere lezioni e conoscenze fra docenti della stessa disciplina o di discipline affini. Quindi un arricchimento culturale a 360 gradi.

DATA 19/06/2013 10.23.10 - AUTORE carmela1

Sono un docente di scuola primaria, sto frequentando un corso sulla LIM. Penso che le nuove tecnologie siano un valido supporto, soprattutto, per gli alunni diversamente abili; per la semplificazione dei concetti, la molteplicità dei contenuti, ma anche per la forza comunicativa dell'immagine.Le potenzialità di questo strumento sono davvero infinite!

DATA 19/06/2013 10.26.35 - AUTORE carmela1

La LIM è davvero uno strumento fantastico, un valido supporto, soprattutto, per gli alunni in difficoltà, i quali vengono coinvolti e si sentono "attori" partecipi riuscendo a raggiungere più facilmente gli obiettivi prefissati.

DATA 19/06/2013 10.26.40 - AUTORE irenecautieroG964O

Oggi attraverso l’uso di prodotti digitali è possibile rinnovare i percorsi di insegnamento e di apprendimento. La LIM permette di integrare linguaggi, discipline e saperi (didattica multidisciplinare) e migliorare la motivazione e il coinvolgimento degli alunni Essa offre le opportunità per favorire una didattica individualizzata e il lavoro collaborativo, potenzia il canale visivo,è veloce, interattiva e attraente. Per gli alunni dislessici che faticano a leggere con gli occhi, è una risposta positiva alla dislessia, un disturbo della didattica tradizionale che si basa sulla letto-scrittura, è un vantaggio per il bambino dislessico e non solo. Grazie ad essa è possibile proporre agli alunni (nativi digitali) attività,svilupparle,salvarle,rielaborarle continuamente e metterle poi, a disposizione degli assenti; è una porta sul mondo perché grazie ad internet è possibile soddisfare curiosità e apprendimento. In particolare, nell’insegnamento della storia e della geografia, trova la sua applicazione attraverso le fasi di una didattica costruttiva( commentando e condividendo le conoscenze con gli alunni).

DATA 19/06/2013 10.27.04 - AUTORE irenecautieroG964O

Sicuramente l’incontro tra le forme tradizionali della didattica e il mondo dei contenuti e degli strumenti digitali rappresenta per la scuola un passaggio non semplice: avere competenze informatiche di base, avere la LIM in aula (conoscere il software dedicato) e non in un altro locale con perdita di tempo per la classe che deve spostarsi, sono le condizioni necessarie perché ciò avvenga facilmente E’ bene che coesistano LIM e lavagna di ardesia per eventuali problemi tecnici (un cattivo funzionamento del software …)e va sottolineata l’importanza di condividere le lezioni fra docenti perché ciò che conta sono le competenze e le conoscenze che vengono acquisite dagli alunni. Va valutato il tempo di esposizione al proiettore e va sviluppata la costruzione del pensiero critico nell’alunno, per insegnargli a rielaborare un metodo personale, per far sì che eviti lo stare a guardare e per darsi da fare.

DATA 19/06/2013 11.48.55 - AUTORE grace959

Penso che le attivita' didattiche organizzate in team con docenti che utilizzano tecniche di fruizione diretta con l'uso delle tecnologìe informatiche possono, a mio avviso integrare il lavoro tradizionale , che non va tralasciato in alcun modo e che non può essere sostituito completamente. Le unita' per la formazione delle competenze organizzate con criterio da tutti i docenti che collaborano nel gruppo classe, devono avere come punto di partenza un lavoro a monte, mirato all'uso del cartaceo,prodotto indispensabile per la formazione delle competenze di base per la trasformazione del pensiero logico in quello scritto. Contemporaneamente si possono prevedere attivita' diverse con l'uso delle tecnologìe multimediali che saranno da supporto e da rinforzo o potranno dare talvolta stimoli maggiori per dare inizio alla fase di osservazione, riflessione, verifica, valutazione e confronto tra alunni e docenti per abituarsi a lavorare insieme e crescere in una scuola che utilizza attrezzature, metodi e metodologìe avanzate e immediate...Cosa ne pensate a proposito?

DATA 19/06/2013 12.59.01 - AUTORE VarchettaG964G

La LIM in aula oggi rappresenta uno straordinario medium nel processo di insegnamento-apprendimento perché è versatile, veloce, interattiva e attraente. E’ uno strumento che trova la sua applicazione in tutti i livelli scolastici e nelle diverse aree disciplinari. La sua applicazione didattica è molto versatile: permette una didattica frontale innovativa, approcci formativi di tipo collaborativo e costruzionista e simulazioni di attività laboratoriali. La LIM è molta apprezzata dai docenti, perché a differenza di altre tecnologie applicate alla didattica, permette di convogliare l’attenzione dei ragazzi sulla lezione grazie a metodi innovativi che favoriscono la spiegazione dei concetti più complessi e di utilizzare a meglio il tempo proiettando schemi, formule, brani senza doverli riprodurle manualmente sulla lavagna. Inoltre permette di salvare percorsi didattici proposti, per successivi utilizzi e per la distribuzione agli studenti, diminuendo il tempo necessario alla preparazione della lezione e dei materiali di studio. Infine rende il momento di recupero più dinamico e interattivo, agendo su intelligenze diverse e migliorando i risultati come dimostrato da diversi studi.

DATA 19/06/2013 12.59.26 - AUTORE VarchettaG964G

La LIM è uno strumento innovativo che permette al docente di trasformare la lezione classica in uno scenario multimediale e collaborativo, in cui lo studente non è più semplice “fruitore” di conoscenza, ma diventa parte attiva e partecipe del processo di apprendimento. La LIM è uno dei vari strumenti tecnologici moderni che, se introdotti in modo efficace ed adeguato, possono portare a rivedere le metodologie didattiche e quindi i processi della formazione. I benefici attesi riguardano non solo gli allievi ed il loro apprendimento, ma anche il modo con cui viene prodotta, comunicata e condivisa la conoscenza, soprattutto in una prospettiva di sistema di rete. La LIM, favorendo l’apprendimento visivo costituisce uno strumento particolarmente utile per gli alunni diversamente abili e per quelli studenti che hanno maggiore difficoltà a seguire le lezioni tradizionali e traggono vantaggio da approcci multimediali, più coinvolgenti e in grado di stimolare intelligenze diverse. La vista è uno dei principali canali attraverso il quale siamo in grado di apprendere e, per alcuni aspetti, un apprendimento di tipo visivo è superiore ad apprendimenti che facciano uso di altri canali. In particolare, la ricerca in questo ambito dimostra come l’uso di materiale visivo favorisca l’apprendimento agevolando i processi mnemonici dal momento che la memoria delle immagini è molto più persistente rispetto a quella di stimoli di tipo acustico.

DATA 19/06/2013 15.04.25 - AUTORE rosalia5G273J

Salve, essendo una docente specializzata in attività per il sostegno, come ho specificato nel post di qualche giorno fa, oltre all’utilizzo da fare insieme agli alunni normodotati questo strumento si rivela molto utile nel caso degli studenti diversamente abili. La Lim in questi casi può essere considerata come “Didattica speciale per l’integrazione” e come educatori dobbiamo essere in possesso di soluzioni adeguate che rispondano a necessità diverse. L’educazione deve partire da elementi di novità producendo competenze e prospettive di integrazione. Attraverso la Lim quindi si possono attivare processi di facilitazione, semplificazione, scomposizione dei contenuti e nel contempo partecipazione e arricchimento emotivoSalve, essendo una docente specializzata in attività per il sostegno, come ho specificato nel post di qualche giorno fa, oltre all’utilizzo da fare insieme agli alunni normodotati questo strumento si rivela molto utile nel caso degli studenti diversamente abili. La Lim in questi casi può essere considerata come “Didattica speciale per l’integrazione” e come educatori dobbiamo essere in possesso di soluzioni adeguate che rispondano a necessità diverse. L’educazione deve partire da elementi di novità producendo competenze e prospettive di integrazione. Attraverso la Lim quindi si possono attivare processi di facilitazione, semplificazione, scomposizione dei contenuti e nel contempo partecipazione e arricchimento emotivo

DATA 19/06/2013 17.03.51 - AUTORE annaG315R

Nella mia scuola sono Funzione Strumentale Sostegno ai docenti e come tale sapendo che ci sarebbe stato un Corso PON sulla LIM con certificazione ho distribuito ai colleghi un questionario per capire se possedevano i prerequisiti per parteciparvi. A seguito delle informazioni rilevate mi sono adoperata per fare un corso di informatica base. La partecipazione è stata buona ed anche la voglia di apprenndere. La cosa che bisogna che tutti capiscano è che oggi come oggi è impensabile poter fare a meno del computer e della LIM. Io ho insegnato per tantissimi anni in una piccola isola e forse anche per i limiti che questa presentava, ho ritenuto da sempre che degli spazi della rete e della tecnologia non si poteva e non si doveva fare a meno. Saluti

DATA 19/06/2013 17.04.02 - AUTORE ROSALIA_G273X

Ciao a tutti. Sono un’insegnante di sostegno della scuola primaria. Con molto entusiasmo e interesse sto frequentando il corso di formazione per l’utilizzo della Lim in classe. È sicuramente un arricchimento professionale. La Lim è uno strumento che porta una trasformazione nella didattica, è proprio un modo diverso di “ fare scuola”, consente di integrare le tecnologie dell’informazione e della comunicazione. E’ un nuovo modo di intendere la lezione dove l’interattività favorisce la motivazione e tutti si sentono partecipi e quindi si ha una scuola più coinvolgente, attiva,viva. Gli alunni sono attratti dall’utilizzo della Lim anche da questa visualizzazione in grande e con l’utilizzo del touch screen si sentono anche sicuri perché utilizzando il computer o i tablet vi si ritrovano e quindi sono molto ricettivi e pronti nell’utilizzarla. Nella mia scuola le classi non ne sono dotate ma utilizziamo quella presso l’aula di informatica.

DATA 19/06/2013 17.27.17 - AUTORE annaG315R

Sono sempre più convinta che lavorare in classe con la LIM sia una grande opportunità per gli alunni (siano essi considerati bravi o meno bravi), tutti possono godere di maggiori possibilità di apprendimento. L’apprendimento cooperativo che è più facile gestire con la LIM è sicuramente una metodologia efficace e di qualità. Nella mia scuola le LIM sono presenti solo nei laboratori, le classi ancora sono sprovviste, penso che il prossimo anno, se il progetto sarà finanziato, tutte le classi saranno dotate di una LIM. Non si può quindi pensare ad una strumentazione stupenda e meravigliosa e ad utenti che non la sappiano o non la vogliono usare. L’impegno di tutti e di ciascuno deve essere quello di divulgare al massimo le proprie conoscenze e metterle a servizio degli altri. Nel sito della mia scuola ho inserito una infinità di link che possono essere di aiuto per imparare ad usare la LIM. Una cosa che mi preme sottolineare è che il docente deve avvicinarsi al nuovo non perché così lavora di meno, assolutamente no, lavorerà di più, soprattutto a casa, ma migliorerà di molto l’apprendimento, perché i bambini saranno i veri protagonisti dello studio e il docente sarà il facilitatore dei vari percorsi didattici.

Creare funzioni personalizzate per Microsoft Excel

Come utilizzare Excel in maniera innovativa e creativa

Sfondi per Desktop

Una raccolta di fotografie ad alta risoluzione per dare un tocco di originalità al nostro PC

Come lavorare con Microsoft Word 2007

Una panoramica introduttiva per orientarsi nell'uso del nuovo applicativo

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT