Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: giovedì 23 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 140

DATA 23/09/2012 22.53.25 - AUTORE rosa lacatena

Salve sono laureata in Fisica ed ho seguito on-line un corso sulla LIM con Assodolab nel 2009,poichè sentivo già allora la necessità di imparare ad utilizzare questo strumento che i ragazzi sentono più vicini alla loro realtà.

DATA 23/09/2012 23.12.56 - AUTORE rosa lacatena

Salve, insegno Matematica e Fisica in un Liceo Scientifico,in una classe ho un'allieva ipovedente, grazie all'ausilio della LIM è stato possibile agevolare il suo apprendimento riducendo le notevoli difficoltà evidenziate.E' bene sottolineare che tutta la classe ne trae beneficio non solo in termini di apprendimento, ma anche nella comunicazione e collaborazione.

DATA 24/09/2012 2.19.37 - AUTORE florinda gigante

L'utilizzo delle tecnologie multimediali nella fascia d'età della scuola primaria, non ritengo che debba essere predominante. Io penso che in questa fase l'intervento degli adulti debba puntare principalmente a far emergere le capacità del bambino; l'adulto, qualunque ruolo svolga, deve aiutarlo a prendere contatto con le sue potenzialità, ad ogni livello (motorio, relazionale, di pensiero, percettivo,....)e fornirgli stimoli affinchè le metta in atto e le sviluppi. Pertanto computer, calcolatrice e similari, non devono "assorbire e annichilire" le sue energie, ma essere vissuti per quello che realmente sono: degli strumenti,atti quindi ad essere usati. Essi sono il risultato dall'ingegno umano, un prodotto e una testimanianza della miniera creativa e realizzativa dell'Uomo!. Invece osservando come i bambini, i ragazzi (e non solo)si rapportano a questi strumenti, la sensazione che mi ritorna è di suditanza passiva, di intorpidimento mentale e fisico. Mi sorge il dubbio che qualcosa andrebbe ri-equilibrata.

DATA 24/09/2012 2.57.31 - AUTORE florinda gigante

La LIM, come il computer, offre tante possibilità e tanti stimoli sia per l'insegnante che per l'alunno. Può essere un valido supporto sia per l'insegnamento che per l'apprendimento. Sicuramente averla in ogni classe (e non in un solo ambiente scolastico)mi aiuterebbe molto a familiarizzare con questo strumento. Io la userei e la farei utilizzare ai miei alunni(scuola primaria), ma come una delle tante modalità di comunicazione-lavoro-apprendimento. L'uso dei tasti e del "tocco" elettronico non possono sostituire il ventaglio di percezioni, sensazioni, implicazioni motorie, emozioni, "imperfezioni" che derivano dall'uso di penna, matita, colori, gomma, riga, ecc., né dallo sfogliare, prestare, restituere, riordinare libri e quaderni.

DATA 24/09/2012 9.59.17 - AUTORE PippoCurrenti

Salve a tutti, sono un assistente tecnico del Liceo Scientifico "C. Caminiti" di S. Teresa di Riva in provincia di Messina. Abbiamo acquistato le LIM con un progetto FESR e dovremmo cominciare ad usarle quest'anno. Abbiamo da poco iniziato un corso a tal proposito e, la difficoltà principale dei docenti è proprio quella della padronanza tecnica dello strumento che però, a mio avviso, è più la paura del non conosciuto che altro. Infatti, nel corso che ho frequentato a maggio scorso presso l'Istituto Nautico di Catania, i docenti presenti sono riusciti, dopo poche ore di lezione, a riempire di contenuti delle loro materie le lezioni che hanno preparato per esercitarsi. Quindi, il segreto sta proprio qui, usare la LIM subito, accedendola ogni giorno appena si entra in classe!

DATA 24/09/2012 14.58.54 - AUTORE Giusy Laera

Oggi ho fatto la mia prima lezione con un e-book, libro pensato per far lezione con la LIM: troppo bello!!!! Avere la possibilità di far interagire il libro di testo con le potenzialità della LIM apre un ampissimo ventaglio di possibilità. Ovviamente ora le lezioni vanno ripensate e riformulate, ma penso che la fatica sarà sicuramente ricompensata dai risultati degli studenti.

DATA 24/09/2012 15.07.09 - AUTORE Addolorata Gentile

Il corso di formazione sull'utilizzo della LIM è ormai giunto al termine. Le mie conclusioni? Come ho già detto nel mio primo intervento, ritengo che sia una cosa utilissima, mentre sono molto scettica perchè mi chiedo: -Potremo mettere in atto quanto appreso? Avremo in tutte le classi questi nuovi strumenti tecnologici?

DATA 24/09/2012 16.29.06 - AUTORE rosalia lippolis

Sempre più interessante questo corso di formazione: spero di poter realmente concretizzare e arricchire i miei interventi! A mio modesto parere, occorrerà molto tempo per preparare lezioni ad hoc,nel frattempo spero che le aule vengano veramente attrezzate!

DATA 24/09/2012 20.52.08 - AUTORE Erminia_F052F

Sono un esperto/tutor nel Piano Nazionale di diffusione delle LIM del MIUR e, più volte, nei Seminari Nazionali sulla LIM sia io che altri tutor abbiamo insistito sull'importanza della formazione dei docenti sia dal punto di vista tecnologico(training) sia metodologico, se non vogliamo che la LIM rimanga ancora per molti docenti uno strumento didattico generico di presentazione, sicuramente più accattivante e potente rispetto ai tradizionali sistemi di presentazione (a tal proposito ci sono degli interessanti studi che analizzano la LIM dal punto di vista della "pragmatica", cioè della scienza che studia le relazioni fisiche tra i partecipanti ad un dialogo, per capire l'origine del suo successo, ma sempre e solo un semplice strumento di presentazione. Dalla mia lunga esperienza di formatore del MIUR nel Piano Diffusione LIM occorre assolutamente puntare sulla formazione sul software autore affinché i docenti (la grande maggioranza arriva ai Corsi con nessuna competenza o al massimo ha usato la LIM come strumento di presentazione appunto) entri nel mondo LIM e comprenda appieno tutte le potenzialità didattiche della LIM e le faccia proprie. Inoltre, le differenze di funzioni e di procedure per il loro uso sono minime tra una marca LIM e un'altra, quindi, in attesa di risoluzioni che anch' io auspico, cerco nei corsi di superare questo problema presentando le differenze nel caso di colleghi che si trovano ad operare con più marche LIM. Resta, comunque, una questione aperta quello di uno "standard" per le lezioni prodotte per la LIM con i diversi software autore. Attualmente so che è stato proposto uno standard dal BECTA, Agenzia governativa del Regno Unito per l'uso innovativo delle tecnologie per l'apprendimento, chiamato IWB basato sull'XML, ma non è molto diffuso. Vedremo!

DATA 24/09/2012 21.03.42 - AUTORE Erminia_F052F

Uno dei punti di forza (vantaggi) della LIM è sicuramente quello che consente di realizzare nella didattica un "Laboratorium" inteso non come luogo fisico, ma come insieme strutturato di attività volte alla costruzione di significati degli oggetti. Dalla Ricerca-azione all’osservazione-analisi dei dati percepiti, alla costruzione creativa, all’astrazione. E' possibile articolare le attività didattiche in classe prevedendo momenti in cui si procede in modo più operativo-interattivo utilizzando schede strutturate per osservare,ma anche la RETE per ricercare, software didattici dinamici come GEOGEBRA che interagiscono con la LIM e i tools della LIM per manipolare e creare, realizzando momenti in cui si attivano processi astrattivi per riorganizzare, elaborare e rielaborare concetti e conoscenze affinché gli apprendimenti si possano considerare, come dice Ausbel, “apprendimenti significativi”.

DATA 25/09/2012 17.21.01 - AUTORE Erminia_F052F

Vantaggi della LIM: Molti studi, condotti principalmente in Gran Bretagna (primo paese europeo ad aver promosso una diffusione sistematica della LIM a scuola), correlano la presenza e l’utilizzo della lavagna digitale nelle aule ad un incremento del livello di attenzione, di motivazione e di coinvolgimento degli studenti e ad una trasformazione della didattica delle discipline. Tali studi attribuiscono alla LIM una “funzione facilitatrice” per l’integrazione delle ICT nei processi di apprendimento e di insegnamento ed evidenziano l’approccio graduale ai linguaggi della multimedialità e dell’interattività delle metodologie didattiche che questa tecnologia veicola. La LIM risulta una tecnologia che consente di creare condizioni di accesso ai contenuti digitali nello spazio fisico-virtuale dove è agita principalmente la relazione formativa docente-alunni, rendendo la didattica in ambiente digitale una possibilità quotidiana di esperienza e non un evento episodico e circoscritto,per questo la LIM è bene sia collocata in classe e non nel laboratorio d’informatica.

DATA 25/09/2012 17.46.32 - AUTORE Erminia_F052F

Un punto di forza della LIM è sicuramente quello che, rispetto al Personal Computer, concepito come oggetto trasversale a diverse attività e adottato in modo indifferenziato in diversi contesti, la LIM risponde meglio al paradigma di interazione uomo-macchina consentendo una progettazione centrata sui bisogni dell’utente, sul compito e sul contesto in cui la tecnologia deve essere situata. Trattasi, quindi, di una tecnologia fondamentalmente intuitiva, in grado di operare una trasformazione degli ambienti didattici con modalità non intrusive. La LIM in classe si conferma come uno strumento in grado di facilitare la penetrazione della tecnologia nella classe e, quindi, nella pratica educativa quotidiana, permettendo di raggiungere gli obiettivi educativi e digitali fissati nei principali Documenti Europei già dal processo di Lisbona in poi. Le potenzialità della LIM sono molteplici e per essere sfruttate al meglio è necessaria un’attività di preparazione ed una costruzione delle risorse multimediali ad hoc, che poi si utilizzeranno durante la lezione. Tale attività sicuramente incide sulla trasformazione della pratica didattica e risulta gravosa (nota dolens) se rimane a carico del singolo docente. L’esperienza inglese, però, dimostra come la collaborazione tra docenti e la creazione di sistemi di condivisione all’interno dei singoli istituti e di repository di risorse, possono ovviare a questa difficoltà ed, anzi, trasformarla in punto di forza poiché incentivano il lavoro in team e gli scambi metodologici-culturali favorendo momenti di riflessione e di metacognizione oltre che favorire la re-mediazione dei saperi e delle metodologie didattiche.

DATA 26/09/2012 17.45.10 - AUTORE derosa_cdp_A783E

Salve, mi chiamo Francesca De Rosa sono una laureta in Conservazione dei Beni Culturali e un'aspirante insegnante, motivo questo che mi ha portata ad iscrivermi al corso sulla LIM-Lavagna Interattiva Multimediale. Penso che il suo utilizzo nelle scuole di ogni ordine e grado permetterà un valido ausilio per la didattica, una maggiore interazione tra alunno-insegnante, alunno-alunno e insegnante-insegnate e porterà a un sostanziale cambiamento nell'approccio con le lezioni e "cambiando il modo di fare le cose abituali, permetti che un uomo nuovo cresca dentro di te". (Paulo Coelho)

DATA 26/09/2012 20.26.27 - AUTORE capuanocdp-f839c

Sono una docente di scuola primaria che in passato nutriva dubbi in merito alle nuve tecnologie tanto da rifiutarle. Col passr del tempo, però, sono diventata consapevole dell'importanza delle nuove tecniche e della necessità di aggiornarsi, di guardare avanti, di guardare al progresso. Ho deciso, perciò, di frequentare il corso sulla LIM, una lavagna innovativa che realmente scoinvolge le lezioni in classe, in quanto elimina qualsiesi barriera tra docente e alunni, coinvolgendo questi ultimi sia dal punto di vista ricettivo che da quello propositivo e migliorando la loro soglia di attenzione. Ritengo, inoltre che la LIM possa essere un valido aiuto anche per gli alunni DSA, catturando il loro interesse e potenziandone la memoria visiva. Sono sicura che utilizzerò questo strumento innovativo ed utile per meglio comunicare ed interagire con gli alunnii, ottimizzando così il grado di apprendimento. Spero che le mie aspettative siano fondate e che presto potrò raccoglierne i frutti.

DATA 27/09/2012 13.15.05 - AUTORE auxilia1_cdp_F839Q

Salve sono Maria Elena e sto partecipando al corso per le LIM livello base. Sono una docente si scienze umane e filosofia ho spesso utilizzato le nuove tecnologie con i mie allievi e ora con le Lim si apre un nuovo capitolo direttamente in classe. Potrò preparare le mie lezioni e renderle interattive invitando gli studenti a partecipare da protagonisti al loro percorso formativo. mariaelena1_F839Q

DATA 28/09/2012 21.58.35 - AUTORE helen

Insegno Lettere nella scuola secondaria di 1° grado e ho da poco terminato il corso sulla LIM. L'ho trovato molto interessante e penso che una lezione da somministrare con questo supporto multimediale renderà ancora più attiva la partecipazione degli alunni, già abituati ad usare il PC, forse meglio di me!!!

DATA 28/09/2012 22.20.44 - AUTORE helen

Salve, sono del parere che l'utilizzo delle nuove tecnologie, come la LIM, deve essere funzionale alla comunicazione didattica. Si crea un ambiente di apprendimento in cui disinteresse e noia, spesso presenti durante la tradizionale lezione lasciano il posto alla curiosità e al piacere di ascoltare. Penso sia importante utilizzare le LIM per integrare le lezioni, proprio perché nessun libro si adatta perfettamente alle esigenze dell’insegnante. Inoltre il materiale creato può essere riutilizzato, e nello stesso tempo arricchito, in qualsiasi momento.

DATA 29/09/2012 9.02.55 - AUTORE damiana-H264J

Sono un'insegnante di scuola Primaria da ben trentatré anni. Ho sempre avuto curiosità rispetto alle novità che si sono sviluppate in tutto questo tempo, in particolare riguardo alle nuove tecnologie. Tra queste ovviamente anche per la LIM. Usavo già la lavagna interattiva in classe, non in modo costante e continuativo ma questo corso mi ha dato l'opportunità di approfondirne l'utilizzo e di scoprire nuove ed ulteriori possibilità. Gli alunni hanno mostrato, rispetto all'utilizzo quotidiano, grande interesse e quando non era possibile usarla mostravano segni d’insofferenza. La cosa che mi ha sorpresa di più, però è stata che, man mano che scoprivo nuove possibilità, mi divertivo davvero ad applicarle. Ero convinta che i bambini sarebbero stati motivati ad usarla, ma non avevo preso in considerazione che sarebbe stato così entusiasmante anche per me. Fatta questa debita premessa, anch'io concordo sul fatto che essa non può sostituire in toto libri e quaderni, perché anche quelli svolgono un ruolo importante nella vita scolastica quotidiana. Come in tutte le cose, la via di mezzo forse è la migliore.

DATA 29/09/2012 9.23.44 - AUTORE LauraL219P

Insegno matematica e scienze nella scuola media e ho sempre fatto grande uso della lavagna tradizionale, in particolar modo in questi ultimi anni, da quando cioè si è assistito ad un aumento cospicuo del numero di studenti extracomunitari, DSA ed EES, per i quali davvero la lavagna può diventare uno strumento indispensabile. In diverse occasioni mi sono resa conto del fatto che l' uso continuo del gesso mentre spiegavo mi procurava frequenti, dolorosi e duraturi problemi di salute a livello del cavo orale, lasciandomi oltretutto afona alla fine di ogni settimana. Con l'utilizzo della LIM, per fortuna, anche questa difficoltà, che ormai era diventata una preoccupazione, è scomparsa. Quello della tutela della salute dei docenti penso possa essere considerato uno dei tanti vantaggi da attribuire alla lavagna multimediale.

DATA 29/09/2012 15.40.35 - AUTORE Fausta

Sono una docente di Scuola Primaria che, insieme ad altre colleghe del proprio Istituto, ha sempre mirato ad accrescere la propria formazione metodologica-didattica in modo innovativo e sperimentale, allo scopo di produrre un reale cambiamento al modo di fare scuola. La LIM, installata nelle classi e utilizzata regolarmente dai docenti e dagli studenti, per le sue caratteristiche dinamiche e per la sua versatilità nelle diverse aree disciplinari, permette l’utilizzo di strategie e tecniche collegate alle teorie più recenti sull’apprendimento-insegnamento, rendendo possibile l’impiego del metodo tradizionale in modo innovativo. Noi docenti, usufruendo di materiale didattico, di immagini, di ricerche più immediate e dirette possiamo, infatti, coinvolgere gli alunni in attività laboratoriali in grado di valorizzare le potenzialità di ciascuno e sollecitare ad azioni riflessive e all’interiorizzazione dei concetti. Resto in attesa di tempi migliori che vede ogni aula dotata di LIM, poiché le poche installate e a disposizione di tutti i docenti non soddisfano le esigenze di ciascuno.

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT