Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: lunedì 20 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 101

DATA 21/06/2012 17.08.45 - AUTORE MARIA RITA

Trovo la LIM uno strumento straordinario a disposizione di docenti e alunni che, così, possono lavorare in modo interattivo e coinvolgente. Certo occorre avere qualche infarinatura di informatica per poterla utilizzare al meglio, ma i risultati possono essere sorprendenti in termini di motivazione e apprendimento attivo. Occorrerebbe avere una LIM per ogni classe e soprattutto la possibilità di collegarsi ad internet, cosa che purtroppo non accade in tutte le scuole. Mi auguro ci si attivi in tal senso.

DATA 21/06/2012 17.17.15 - AUTORE MARIA RITA

Sono una docente di scuola secondaria di primo grado e, attualmente, sto frequentando un Master in Didattica e psicopedagogia per i DSA. Mi rendo conto che, a tal riguardo, la LIM potrebbe essere un ottimo strumento compensativo per gli alunni che presentano difficoltà di apprendimento e che, in tal modo, potrebbero ricevere un importante supporto. Compito di noi docenti è non trascurare la formazione, sopratutto legata alle nuove tecnologie che rappresentano il futuro dell'insegnamento, sebbene cia sia ancora qualcuno che si arrocca su posizioni di intransigenza.

DATA 21/06/2012 17.24.51 - AUTORE Laurarita_F888M

Sono un'insegnante di scuola primaria sto frequentando un corso di formazione Pon sull’utilizzo della LIM nella didattica quotidiana ho deciso di intraprendere questa esperienza( anche se speravo di andare in pensione il prossimo anno) mi auguro di mettere in pratica solo per pochi anni queste nuove conoscenze. Comunque ciò che ho imparato ritengo sia interessante e stimolante per lo svolgimento di attività didattiche perchè la Lim ritengo sia un valido strumento per stimolare l'interesse e catturare l'attenzione degli alunni in quanto la visualizzazione dei lavori è grande e luminosa , l'utilizzo delle tecnologie è a favore di tutta la classe, c'è una semplificazione dei concetti, l'interattività, l'aggregazione di risorse multimediali.

DATA 21/06/2012 17.25.35 - AUTORE Laurarita_F888M

Sono un'insegnante di scuola primaria sto frequentando un corso di formazione Pon sull’utilizzo della LIM nella didattica quotidiana. Come punti negativi è difficile trovarne perchè ho solo considerato la parte positiva del corso, comunque penso che si potrebbe correre il rischio che gli allievi, se non guidati opportunamente, possano scambiare la Lim per uno strumento di gioco.Un altro aspetto negativo è il cono d'ombra che si proietta sulla lavagna e quindi ostacola i contenuti proposti . Altri aspetti negativi sono: l'esigenza di ricalibrare prima dell'uso la lavagna, la possibilità di non poter interagire contemporaneamente due allievi perchè non tutte le Lim sono abilitate a farlo come quella della mia scuola.

DATA 21/06/2012 17.26.10 - AUTORE Vittoria_F888K

Mi chiamo Vittoria e sono una docente di scuola primaria, che sta frequentando un corso di formazione Pon sull’utilizzo della LIM. Frequentando questo corso mi sono accorta, che al contrario di come pensavo, la LIM è uno strumento utilissimo per la didattica di ogni insegnante. E’ indispensabile per catturare l’attenzione degli alunni e mantenerla viva. Migliora le dinamiche relazionali incrementando la collaborazione in classe. Negli alunni viene stimolato l’interesse e la motivazione attraverso l’uso di immagini, filmati e suoni. Inoltre può aiutare a comprendere in maniera più semplice argomenti che trattati in maniera tradizionale, risultano piuttosto difficili. Molto interessante è la possibilità di utilizzare diversi colori, conservare le pagine già create, potendo quindi riprenderle quando necessario. Sono soddisfatta delle competenze raggiunte, visto il mio livello incerto di partenza. Di tutto ciò ringrazio l’ingegnere esperto e il tutor, che con la loro preparazione, pazienza e disponibilità hanno permesso a tutti di esprimere al massimo le proprie potenzialità.

DATA 21/06/2012 17.26.55 - AUTORE Vittoria_F888K

Ci sono però degli inconvenienti nella mia scuola, in quanto le LIM in dotazione sono limitate a poche classi. Possono presentarsi problemi tecnici, come per esempio il mancato collegamento a internet o un problema al software installato e in una lezione di una sola ora, questo significherebbe non fare lezione. Il suo utilizzo inoltre richiede molta pratica e soprattutto molto tempo a disposizione e tanto impegno nella preparazione dei materiali didattici che puntano a nuove modalità d’insegnamento. I tempi per svolgere un argomento alla LIM quindi si allungano e rallentano anche il ritmo di lavoro. Occorre più tempo anche a far partecipare ogni alunno alle attività organizzate con la LIM poiché solo uno studente per volta può interagire materialmente con la lavagna che ho io nell'aula.

DATA 21/06/2012 18.12.03 - AUTORE Teresa_H742Y

Sono un insegnante di scuola secondaria di primo grado e ho partecipato volentieri al corso sulla LIM Interwrite che ho trovato molto interessante, grazie alla chiarezza dell'Esperto e al supporto del Tutor. L'uso della LIM in classe, a mio avviso,determina un maggiore coinvolgimento degli alunni agli argomenti trattati, si possono creare delle belle lezioni dove anche i ragazzi più timidi riescono ad esprimersi e quelli che hanno difficoltà di apprendimento possono essere stimolati con varie strategie. Spesso la lezione tradizionale genera un calo di attenzione, invece, l'integrazione di fotografie, immagini, disegni determina un livello di attenzione costante. La LIM quindi può essere vissuta come un completamento e arricchimento dell'attività di insegnamento.

DATA 21/06/2012 18.12.41 - AUTORE Teresa_H742Y

La potenzialità di questo strumento deve essere accompagnata da una adeguata formazione dei docenti, infatti sono ancora pochi quelli che usano la LIM con disinvoltura. La poca disponibilità del numero delle LIM nelle aule scolastiche comporta per noi docenti un uso raro e saltuario e quindi poca disponibilità ad esercitarci. Inoltre l'uso delle tecnologia digitale non deve sostituire il libro di testo, la riflessione indotta dalla lettura di un libro rimane fondamentale per lo sviluppo del pensiero dell'alunno. Un altro aspetto negativo è il cono d'ombra che si proietta sulla lavagna e quindi ostacola i contenuti proposti, un altro elemento negativo l'esigenza di ricalibrare la lavagna prima dell'uso.

DATA 21/06/2012 18.19.01 - AUTORE Natascia_F888U

Mi chiamo Natascia e sono una docente di scuola primaria. Partecipo ad un corso di formazione sulla LIM Interwrite Workspace per imparare la LIM e mi rendo conto che con essa, le unità didattiche,in presenza degli alunni, possono diventare più attraenti,interessanti,vivaci. Persino gli alunni con qualche difficoltà emergono,trovandosi a proprio agio e alla pari con i loro coetanei. Spero di saper padroneggiare tale strumento e di poterne fare largo uso.Importante è tenere il passo con le "generazioni digitali"che ci interrogano e ci stimolano a potenziare e ad usare in maniera più spedita le nuove tecnologie e favorire un apprendimento di tipo collaborativo, in cui l'alunno è protagonista attivo del processo di apprendimento. Con la LIM il docente rimane il programmatore della lezione, ma è l'alunno che, partecipando attivamente e interagendo con uno strumento familiare "impara facendo" insieme agli altri.

DATA 21/06/2012 18.20.45 - AUTORE Natascia_F888U

Nella mia scuola sarebbe necessario aumentare il numero delle LIM e ripristinare il collegameto a internet e gli insegnanti dovrebbero diventare pratici per ridurre al minimo le perdite connesse all'uso delle lavagne stesse. Altro problema è il pannello attivo costantemente e la mancanza di informazioni precise sui problemi di radiazioni (onde elettromagnetiche?) e l'attenzione degli studenti che invece dei contenuti proposti potrebbero essere attratti dal funzionamento dei pulsanti o dal movimento degli oggetti.Al momento non intravedo ulteriori aspetti negativi sull'utilizzo di questo strumento didattico.

DATA 21/06/2012 18.32.03 - AUTORE francescoC352P

Sono un insegnante di Arte–Immagine ed insegno in una scuola Secondaria di primo grado. Gli alunni, c’e’ da precisare, che sono più svegli degli insegnanti, soprattutto di coloro i quali sono nella scuola ormai da più di trenta anni, loro, infatti, utilizzano il computer con molta più disinvoltura e dimestichezza: i famosi "nativi digitali"... Sto effettuando un corso Pon sull'insegnamento della LIM Interwrite organizazzato dalla scuola, perché sono più che convinto che oggi, bisogna saper padroneggiare con le nuove tecnologie e le potenzialità dell’informatica(applicazioni didattiche con la LIM). Essa, infatti consente il coinvolgimento diretto degli alunni durante la lezione in quanto si sentono più stimolati e motivati; è anche un valido aiuto per l'insegnante nella costruzione della lezione frontale giornaliera. Spero per il prossimo anno scolastico di poter utilizzare la LIM, rendendo sempre più interessanti e innovative le lezioni.

DATA 21/06/2012 18.32.45 - AUTORE francescoC352P

Nella scuola dove insegno e sono titolare c’e’ un problema che penso accomuni altre scuole ed e’ il seguente: La lavagna interattiva multimediale (LIM )non è presente in tutte le classi, pertanto, alcuni alunni ne vengono penalizzati. Utilizzando la lavagna multimediale potrebbero esserci problemi di un uso limitato causato dalla mancanza di una rete Internet che arrivi nelle aule dove sono le LIM. Infatti nella mia scuola questa possibilità di andare on line in aula non c'è. In altri Istituti ho visto questa enorme possibilità. Vedo, inoltre,un grande disorientamento degli insegnanti per quanto riguarda l’approccio a questo nuovo mezzo tecnico, pertanto, per la preparazione delle lezioni,che richiedono molto tempo, ci si potrebbe imbattere in un rallentamento della didattica. In alcune scuole le lavagne interattive, delle classi in cui sono state installate, non hanno il computer disposto sulle mensole o sul sopporto dove dovrebbe stare, ciò porta noi insegnanti a dover fare una trafila per poter utilizzare la lavagna, poiché l'Amministrazione per tutelare lo strumento; affinchè non venga manomesso dagli alunni, preferisce tenerlo in segreteria, di conseguenza si viene a creare disagio per noi insegnanti e una perdita di tempo per gli alunni.

DATA 21/06/2012 18.51.10 - AUTORE Giovanni_F888U

Considerando gli aspetti negativi dello strumento L I M , se proprio mi devo pronunciare su come la penso: il primo punto su cui mi voglio soffermare è il numero limitato delle lavagne nelle classi e la diversa strutturazione di alcune macchine che ne rendono difficile la gestione. Molte volte affidarsi alla tecnologia riduce di molto i tempi, ma se viene meno la corrente elettrica? Se l'anno successivo il docente competente viene trasferito e sostituito da un insegnante non formato e con poca esperienza? Se la classe viene collocata in un'aula dove la L I M non c'è? Questi sono gli interrogativi che mi sono posto durante lo svolgimento di questo corso, ma posso affermare senza ombra di dubbio , che gli aspetti positivi sono molti di più rispetto agli aspetti negativi.

DATA 21/06/2012 19.18.52 - AUTORE Antonella_F888U

Ciao a tutti. Mi chiamo Antonella e insegno in una scuola primaria della provincia di Catanzaro, sto seguendo il corso LIM per sostenere la certificazione LIM BASIC per la LIM Interwrite e lo trovo molto interessante e utile. Considerando le potenzialità di questo nuovo strumento tecnologico,è sicuramente di notevole supporto all'attività didattica,per le sue infinite applicazioni. Ha numerosi vantaggi: è coinvolgente e stimolante per l'alunno,sempre meno propenso a usare le pagine del libro; permette di condividere lezioni e conoscenze fra docenti della stessa disciplina o discipline affini; permette di realizzare lezioni interdisciplinari organiche e ben articolate favorendo la collaborazione; comunica conoscenze con un linguaggio multimediale al quale i ragazzi sono più abituati,aumentandone il livello di partecipazione e di interesse; sollecita il docente a organizzare il proprio lavoro in maniera organica e rigorosa, anche se l’insegnante deve sapersi adattare alla situazione contingente e al gruppo classe che ha di fronte. In particolare ritengo opportuno utilizzare la LIM nell’attività di sostegno di alunni portatori di handicap; nelle attività di recupero extra-curriculare degli alunni in difficoltà, ai quali è possibile somministrare attività e lezioni diverse da quelle tipicamente frontali. Per concludere auspico che seguire questo corso mi permetta di mettere in pratica idee per realizzare lezioni diverse e più interessanti, ma fondamentalmente mi auguro di acquisire nuove conoscenze che, alla fine, penso sia l’aspetto più importante per chi affronta un percorso come questo.

DATA 21/06/2012 19.20.53 - AUTORE Antonella_F888U

La LIM ha alcuni svantaggi: il numero limitato di LIM, se non addirittura una sola LIM, in istituti particolarmente grandi e con molti docenti interessati ad utilizzarla, può comportare problemi nell’organizzazione del lavoro; i locali dedicati alle LIM non possono essere i laboratori o le aule video, ma aule dedicate e quindi attrezzate esclusivamente per l’utilizzo di questa tecnologia. Soluzioni poco adeguate porterebbero , a mio avviso, come unico risultato quello di scoraggiare anche i più intraprendenti; come tutte le innovazioni se non è conosciuta in modo adeguato rischia di provocare delusioni e conseguenti rifiuti, piuttosto che stimolare ad integrare il proprio lavoro; richiede tempo, almeno nella prima fase di conoscenza ed utilizzo e non sempre il tempo a disposizione è sufficiente. Non permette l’improvvisazione, bisogna sempre avere chiaro cosa si vuole comunicare agli alunni e perché; si può e ci si deve adattare alla piega che prende la lezione in base alle domande e agli esempi portati dagli alunni senza però perdere di vista l’obiettivo iniziale. Alla base di tutto, comunque, ci deve essere la motivazione se non si è motivati, difficilmente si riesce a motivare i ragazzi e non si può pretendere, di conseguenza, che essi rispondano in modo adeguato.

DATA 21/06/2012 19.38.44 - AUTORE VITANTONIO_C134M

Sto cercando di costruire nuove unita didattiche con l'ausilio della LIM e devo confessare che è di grande aiuto e utilità. Sicuramente con il passare del tempo riuscirò a sfruttare a meglio tutte le potenzialità di questo mezzo innovativo.

DATA 21/06/2012 22.21.07 - AUTORE mattiaE885Q

La Lim: i Pro - Buona sera, sono una docente di matematica di scuola secondaria di primo grado, utilizzo, sia pure non costantemente la Lim in classe in quanto ritengo, come riportato dall’autore,che la Lim evidenzia effetti positivi negli alunni, prevalentemente legati a un incremento di attenzione/partecipazione/coinvolgimento. A mio avviso il fattore decisivo perché questa tecnologia apporti valore aggiunto sta, però, nella capacità dell’insegnante di integrare con naturalezza tre componenti: la padronanza tecnologica, le risorse didattiche( i contenuti digitali disponibili) e la conoscenza/consapevolezza degli obiettivi didattici da raggiungere. I primi due elementi dovrebbero già essere disponibili e padroneggiati adeguatamente; l’attenzione del docente durante il processo didattico deve poter essere libera di convogliarsi esclusivamente sull’obiettivo( conoscenze e processi cognitivi di livello adeguato che si intende far conseguire), e sugli adattamenti da apportare in funzione dei livelli posseduti dagli studenti, senza che fattori di criticità o cause di incertezza possano venire dagli altri due versanti.

DATA 21/06/2012 22.22.08 - AUTORE mattiaE885Q

La lim: i contro - Quello chea mio avviso è il rischio maggiore è che la LIM venga impiegata essenzialmente a supporto/potenziamento della lezione espositiva tradizionale per mostrare alla classe video, dimostrazioni sequenziali, software specifico, redandola magari di qualche effetto scenografico. I dati disponibili sulla LIM al momento evidenziano effetti positivi negli alunni, prevalentemente legati a un incremento di attenzione/partecipazione/coinvolgimento. Ma il problema si presenta più complesso di quanto può apparire a prima vista. Non sappiamo se questi elementi sopravviveranno una volta che questa tecnologia sarà formalizzata; esiste un effetto Hawthorne anche per l’innovazione tecnologica: la consapevolezza di usare qualcosa di nuovo accentua il coinvolgimento temporaneo dei soggetti coinvolti ma questo di solito scompare quando l’utilizzo diventa routine. E’ anche possibile che la LIM, se pur riesce in modo immediato ad attivare l’attenzione, la focalizzi eccessivamente sul movimento, sull’aspetto manipolativo e gestuale, a scapito della capacità di interiorizzazione e riflessione, rischio che risulterebbe ancor più rilevante se a queste ultime dimensioni venisse lasciato poco spazio adottando un approccio eccessivamente tecnocentrico

DATA 22/06/2012 6.38.39 - AUTORE Eleonora_E885B

La scuola è una istituzione che ha il compito di formare i futuri cittadini e come tale ha l’obbligo di essere pronta ad affrontare le nuove sfide delle società. E’ un dovere per i docenti aggiornarsi per poter comunicare con i giovani che usano quotidianamente la tecnologia nei giochi e che un domani entreranno a far parte della società attiva che muove tutti i suoi passi sostenuta dai mezzi informatici. La LIM sembra essere una proposta allettante per affrontare questa sfida e per rendere adeguate le lezioni alle necessità di una utenza più esigente sul piano informatico e più bisognosa di stimoli motivazionali nel contesto sociale in cui vive.

DATA 22/06/2012 6.41.08 - AUTORE Eleonora_E885B

La lavagna interattiva multimediale rappresenta sicuramente un valido supporto didattico che consente di associare alla tradizionale lezione nuove soluzioni come la possibilità di reperire facilmente appunti, di recuperare attività lontane nel tempo o che un alunno non sia riuscito a seguire per diversi motivi, di realizzare in tempo reale percorsi di ricerca oppure test interattivi. Tutto ciò non deve farci dimenticare una delle risorse più importanti che abbiamo a disposizione ossia la realtà che ognuno degli studenti porta con sé, una ricchezza che deve essere sempre valorizzata al di là dei supporti tecnologici a disposizione.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT