Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: lunedì 23 ottobre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 347

DATA 29/12/2014 14.34.47 - AUTORE floriana

Sono già due anni che utilizzo la LIM in classe, e ne sono entusiasta. devo confessare che all'inizio ero un po' perplessa, perchè temevo l'effetto distrattore del mezzo informatico in classe, ma ora mi sono ricreduta, perchè ho notato che, se utilizzata bene, la LIM è uno strumento eccellente. Questo perchè rende immediatamente accessibili, senza fatica e senza costi aggiuntivi per la scuola, risorse on line preziose per lo studio; perchè riesce a tirar fuori le potenzialità degli alunni, soprattutto di quelli appassionati di informatica; inoltre perchè permette agli insegnanti di fare capire in concreto come utilizzare bene internet; infine, ma non da ultimo, perchè sa avvicinare generazioni spesso anche molto lontane.

DATA 04/02/2015 0.16.08 - AUTORE cosimol837u

Sono un insegnante di Matematica e Fisica e ho sempre insegnato, da 30 anni ormai, nel triennio del Liceo Scientifico. Mi sono laureato nel lontano 1985 in Matematica in quegli anni la conoscenza dell’informatica nelle Università di Palermo muoveva i primi passi. Io ho sostenuto alcuni esami che prevedevano la programmazione nel vecchio Pascal, l’Università aveva messo a disposizione dei ragazzi un Apple 2C. Devo riconoscere che fin dall’inizio l’informatica non mi ha affascinato più di tanto. Nei primi anni di insegnamento in provincia di Milano (anni ottanta) ho cercato di evitare di avere un rapporto con il PC. Nel 1993 ho ottenuto il trasferimento in provincia di Palermo presso il Liceo dove mi ero diplomato. In quell’anno la scuola ottiene un finanziamento per l’acquisto di 20 PC il Preside mi convoco dicendomi che essendo io il Docente di matematica più giovane avrei dovuto gestire, per le presunte conoscenze possedute, quell’aula. Inizialmente entrai nella confusione totale non sapevo da dove cominciare, l’informatica dei PC era ancora all’anno zero il sistema operativo era il vecchio MS-DOS non si parlava di corsi di aggiornamenti per docenti. Per fortuna un mio alunno usare il PC per scopi ludici con una certa disinvoltura e allora chiesi aiuto senza nessuna preoccupazione a questo mio alunno che mi ha aperto la strada nel mondo dell’informatica. Dall’ora non mi sono più allontanato dal mondo dell’informatica e ho seguito con una certa disinvoltura l’evoluzione che questa ha avuto diventando un punto di riferimento nel campo dell’informatica per la mia scuola dove sono riuscito a far diventare questa un Test-Center per gli esami della Patente Europea di Informatica (ECDL) ed io ne ero l’esaminatore, poi con il cambio di dirigenza il centro è stato chiuso per motivi di difficolta di gestione economica. Oggi per le lezioni uso regolarmente la LIM ; strumento che non ha reso più facile la mia disciplina, ma che mi permette di evitare di ripetere più volte la stessa lezione, perché di ognuna di questa ne faccio una registrazione dinamica che i ragazzi a fine lezione caricano su una pen-drive e portano a casa ed hanno modo di rivedere ed ascoltare più volte la stessa lezione. Ripeto che la LIM il PC e altri ….sono strumenti che servono per presentare i contenuti della propria disciplina usando mezzi e strumenti che i ragazzi usano quotidianamente nella loro vita e questo può essere una strategia per avvicinare il ragazzo allo studio.

DATA 05/02/2015 0.37.57 - AUTORE martino

Autore Martino MNCMTN - Sono un docente di Educazione Fisica della provincia di Firenze. In questi ultimi due anni ho avuto la fortuna d’ insegnare sia nella scuola secondaria di primo grado sia nella scuola secondaria di secondo grado. Credo che la LIM, nell’ ottica di una costante ricerca di nuovi strumenti e nuove tecnologie didattiche d’insegnamento , abbia un ottimo potenziale anche e soprattutto nella nostra classe di insegnamento e per “nostra classe di insegnamento” intendo A029 e A030. Le Scienze Motorie e Sportive prima, l’Educazione Fisica dopo, comunque la si voglia chiamare, ha come rappresentazione figurata nella mente degli alunni quella di una bella e facile materia pratica. Tanto bene quando si tratta di andare al campo da gioco o al campo di atletica piuttosto che in palestra, tanto male quando si tratta di affrontare temi e argomenti teorici in classe. L’atleta e lo studente devono praticare attività ma allo stesso tempo devono conoscere. Devono conoscere come è fatto e come funziona il proprio corpo, se parliamo di anatomia o biochimica; devono conoscere le regole, se parliamo di un gioco sportivo; devono conoscere determinati fasi di un gesto tecnico, se parliamo di ginnastica artistica piuttosto che di atletica. Più volte mi sono trovato, come docente, in grande difficoltà nel dover affrontare ed organizzare una lezione di teoria delle Scienze Motorie e Sportive perché privo del giusto mezzo di comunicazione. Ecco che finalmente abbiamo un aiuto concreto nella LIM. Abbiamo la possibilità, con questo mezzo comunicativo e tecnologico, di avvicinarci enormemente al loro mondo. E’ come se noi facessimo un passo verso di loro, per ottenere da loro un passo verso di noi; per di più scegliendo un campo non proprio neutro ma facendoli giocare in casa. Le potenzialità della LIM sono infinite, potremmo organizzare rapide ed efficaci lezioni monotematiche e allo stesso tempo potremmo organizzare gruppi di lavoro e proporre la presentazioni degli elaborati direttamente agli alunni. Beh adesso cari colleghi è come se ci avessero regalato la bicicletta, non ci resta che pedalare.

DATA 08/02/2015 18.42.55 - AUTORE Ignazio

Sono un docente di Disegno e Storia dell'Arte nel Liceo Scientifico e nel Liceo delle Scienze umane. Sono in possesso della patente europea del computer ECDL ed in passato sono stato anche esaminatore presso il Test Center della mia Scuola. Utilizzo il computer da molti anni ed ho potuto verificare, anno dopo anno, l'utilità dell'uso delle Nuove Tecnologie a scopo didattico. Oggi , più che mai, nell'era della società dell'informazione, gli alunni tendono sempre più a trascurare l'uso del tradizionale libro di testo con altri mezzi più moderni. Pertanto la lezione frontale, secondo me, deve essere accompagnata dall'uso delle moderne tecnologie informatiche, anch con l'ausilio di applicazioni multimediali per suscitare l'interesse degli alunni e migliorare la qualità dell'insegnamento.

DATA 08/02/2015 18.54.36 - AUTORE Francesca2

Sono un'insegnante di Materie letterarie Lingua Latina in un Liceo ad indirizzo Scientifico e Scienze Umane. So usare il computer poiché è diventato uno strumento indispensabile sia per l'insegnamento che nella vitta di tutti i giorni. Ritenendo che la Scuola cambia, credo che l'uso delle moderne tecnologie e della LIM possa migliorare il modo di porgere le unità didattiche . Pertanto credo che la ricaduta didattica, in termini di efficacia e di motivazione allo Studio sugli alunni sia notevolmente più elevata rispetto alla tradizionale lezione frontale che rimane tuttavia sempre un valido Strumento.

DATA 08/02/2015 22.51.35 - AUTORE martino

Autore Martino MNCMTN - Alla fine di questo corso Basic LIM Interwrite ho avuto la possibilità di conoscere le funzionalità dell’applicazione Workspace Annotazione abbinato alla LIM Interwrite. Ho avuto occasione nel mio precedente intervento di sottolineare tutti gli aspetti positivi di questa nuova tecnologia didattica. Adesso proverò ha sottolineare alcune controindicazioni all’ utilizzo della stessa. Gli alunni, utilizzando a scuola come a casa questo tipo di tecnologia, possono perdere la capacità di sintesi e di riassunto tipica di una istruzione classica fatta di studio sui libri, scrittura sui quaderni e copiature di spiegazioni fatte alla lavagna. Inoltre si viene inevitabilmente a smarrire il tanto agognato “metodo” di studio, tanto importante nella scuola secondaria di primo e secondo grado, quanto nel proseguimento della propria eventuale carriera universitaria. La LIM rischia, con le sue molteplici funzioni, che non venga vista come un comodo ed efficace ausilio tecnologico alla didattica tradizionale, ma che le prenda direttamente il posto. L’insegnante stesso rischia di non prepararsi più le lezioni con scrupolo e dedizione, perché privo di ogni altri supporti tecnologico, ma di ricorrere sistematicamente ad essa (LIM) come mezzo di “salvataggio” per affrontare una lezione improvvisata. La LIM ha un grosso potenziale ma come ogni cosa potente è necessario che ci sia un estremo controllo perché non c’è potenza senza controllo.

DATA 17/02/2015 0.18.23 - AUTORE MariaChiaraE541V

Modalità di utilizzo della LIM La lavagna interattiva multimediale permette un nuovo modo di insegnare e apprendere, essendo tecnicamente predisposta a coinvolgere la classe nella costruzione della lezione secondo l’ottica costruttivista. Infatti, la LIM può essere utilizzata nella lezione frontale con materiali multimediali, per attività di classe o interattive e laboratoriali, per le verifiche, per la presentazione di elaborati realizzati dagli alunni e per navigare sul web in classe. Le molte funzionalità della LIM permettono di aumentare la progettualità didattica e metodologica del docente, rendendo possibile adeguare la lezione al livello di apprendimento della classe e alla curiosità dei singoli alunni.

DATA 17/02/2015 17.29.11 - AUTORE Francesca24

Salve! Sono un ‘insegnante di Matematica in classi del 1° biennio di Liceo Scientifico e Classico, in un paese della provincia di Palermo. Già da qualche anno l’Informatica è diventata uno strumento di lavoro utilissimo, limitato comunque alla preparazione di test, all’utilizzo di software ed applicazioni per lavori con i ragazzi. Sicuramente, però, la Didattica con il computer e gli strumenti informatici quali, appunto, la Lim, è tutt’altro! Richiede di”riformattare e resettare” tutto il nostro modo di essere Docenti! Internet, la multimedialità e l’immediatezza dei nuovi modi di comunicare sono una fonte inesauribile di risorse da cui trarre spunto, personalizzandole per adattarle alle esigenze dei singoli alunni. Sono però anche fermamente convinta della necessità di integrare “vecchia” e “nuova” didattica: il maneggiare un libro, il fare un disegno con matita e squadretta, il risolvere mentalmente (anche se meno velocemente di un computer) dei calcoli, il memorizzare una poesia, un brano servono! Perché aiutano a sviluppare funzionalità di aree specifiche del nostro cervello che in molti ragazzi della generazione del digitale sembrano, a volte atrofizzate. Mi sbaglio?

DATA 18/02/2015 21.29.24 - AUTORE MariaChiaraE541V

Didattica con i sussidi offerti dalla LIM. Tra i vari sussidi offerti dalla LIM alla lezione tradizionale, i quiz interattivi appaiono funzionali ad avviare attività partecipate di riflessione sui contenuti appresi e sulle modalità di apprendimento, favorendo lo sviluppo di competenze cognitive e metacognitive negli alunni. L’uso dei quiz interattivi somministrati attraverso la LIM in modo ludico risulta efficace sia sul piano didattico che pedagogico, perché permette di “far imparare” non attraverso il modo tradizionale, che prevede lo studio e la rielaborazione del contenuto, ma attraverso un modo “senso-motorio” in cui si osserva qualcosa, la si percepisce con i sensi, si interviene con un’azione e si riflette sul processo attuato. Il quiz si configura sia come attività ludica, da svolgere prima della verifica orale o scritta, che formativa capace di consolidare le conoscenze e stimolare l’impegno. In pratica, si divide la classe in due squadre e, a turno, uno studente di ciascun gruppo deve rispondere alla stessa domanda prenotando la risposta che, successivamente, viene segnata sulla LIM per verificarne la correttezza grazie al software che visualizza automaticamente la risposta esatta. Il livello di attenzione e partecipazione della classe risulta generalmente elevato.

DATA 20/02/2015 10.49.19 - AUTORE patriziaE098R

Sono una docente che sta attualmente frequentando il Tirocinio Formativo Attivo (classe di concorso A043-A050), e al contempo il corso LIM Basic. Nella mia esperienza di tirocinante ho incontrato recentemente alcune classi di alunni frequentanti la scuola superiore di primo grado (delle quali una è una classe 2.0), che fanno largo uso della tecnologia e ovviamente della LIM. Ciò che mi ha colpito maggiormente è la grande capacità dei ragazzi di destreggiarsi tra linguaggi e strumenti differenti (da quelli tradizionali alle nuove tecnologie), con competenza, senso critico e creatività. Si tratta di ragazzi già nativi digitali, che fanno largo uso di tecnologie anche fuori dalla scuola. L’elemento di continuità con la vita quotidiana è secondo me un valore aggiunto di queste nuove modalità di apprendimento, trasferimento e condivisione delle conoscenze, perché permette di portare dentro la scuola competenze e conoscenze acquisite altrove e viceversa. Ho rilevato che l’uso di una LIM in classe da parte degli insegnanti e dei ragazzi promuove un maggior protagonismo da parte di questi ultimi e una educazione tra pari che probabilmente non è presente (o è quasi sempre mediata dall’insegnante) nella didattica che usa strumenti più tradizionali. PatriziAE098R

DATA 21/02/2015 16.18.50 - AUTORE giovannaB486Z

Ritengo che uno dei compiti fondamentali di ogni docente è quello di trasmettere entusiasmo agli alunni per il sapere e trovare le modalità più opportune per entrare in comunicazione con essi. L'uso della LIM nella didattica è sicuramente positivo e necessario perchè stimola gli alunni, anche quelli con maggiore difficoltà a diventare parte attiva nel processo di insegnamento - apprendimento e favorisce la cooperazione. E' utile anche per i docenti perchè possono condividere unità didattiche, realizzare lezioni interdisciplinari, modificare con estrema facilità lezioni precedentemente preparate in funzione delle diverse esigenze degli alunni.

DATA 21/02/2015 21.39.31 - AUTORE Francesca2

La LIM può svolgere un ruolo importante per l’innovazione della didattica essendo uno strumento che permette di utilizzare in classe una metodologia basata sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica. L'utilizzo della LIM avvicina la didattica alle nuove generazioni e permette di avvicinare il discente al sapere mediante strategie di apprendimento più affini alla sua capacità di apprendere. L'insegnate, attraverso la LIM permette all'allievo di diventare partecipe e soggetto attivo nell'acquisizione di competenze e abilità.La LIM può svolgere un ruolo importante per l’innovazione della didattica essendo uno strumento che permette di utilizzare in classe una metodologia basata sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica. L'utilizzo della LIM avvicina la didattica alle nuove generazioni e permette di avvicinare il discente al sapere mediante strategie di apprendimento più affini alla sua capacità di apprendere. L'insegnate, attraverso la LIM permette all'allievo di diventare partecipe e soggetto attivo nell'acquisizione di competenze e abilità.

DATA 21/02/2015 21.56.38 - AUTORE Francesca2

L'uso della LIM nella didattica è sicuramente positivo e necessario perchè stimola gli alunni, anche quelli con maggiore difficoltà a diventare parte attiva nel processo di insegnamento - apprendimento e favorisce la cooperazione. E' utile anche per i docenti perchè possono condividere unità didattiche, realizzare lezioni La LIM può svolgere un ruolo importante per l’innovazione della didattica essendo uno strumento che permette di utilizzare in classe una metodologia basata sulle Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione nella didattica. L'utilizzo della LIM avvicina la didattica alle nuove generazioni e permette di avvicinare il discente al sapere mediante strategie di apprendimento più affini alla sua capacità di apprendere. L'insegnate, attraverso la LIM permette all'allievo di diventare partecipe e soggetto attivo nell'acquisizione di competenze e abilità. Questo commento sostituisce il precedente.

DATA 23/02/2015 11.03.12 - AUTORE patriziaE098R

Ricollegandomi al mio post precedente in merito alle positività dell’utilizzo di nuove tecnologie a supporto della didattica tradizionale e in particolare della LIM, volevo ora sottolineare quali siano secondo me – sempre dal punto di vista di una tirocinante TFA AO43-A050 che osserva il lavoro in classe – le criticità di tale uso. In particolare, vorrei sottolineare il pericolo di rendere alcuni contenuti più superficiali e schematici, se non approfonditi quando necessario anche con altri strumenti: questo sia da parte dell’insegnante che degli alunni. Inoltre, non possiamo dare per scontato che tutti gli studenti siano allo stesso modo attratti dalla tecnologia o abbiano facilità con l’utilizzo delle nuove tecnologie, qualora applicate alla didattica e all’apprendimento. Il rischio che un gruppetto di “esperti” siano più protagonisti degli altri e che i “non esperti” o i “non interessati” si annoino di più c’è. Ovviamente si tratta di un meccanismo presente anche durante la didattica tradizionale, e ritengo sia uno dei compiti dell’insegnante (qualsiasi strumento o strategia didattica decida di utilizzare) rendere i contenuti proposti il più possibile appetibili e stimolanti. Tra gli elementi di criticità penso anche ad eventuali problemi tecnici che possono in certi casi apportare dei ritardi alla lezione (nelle lavagne tradizionali al massimo finiscono i gessetti..). Non sempre infatti le scuole sono dotate di tecnici specializzati presenti a tempo pieno e l’eventuale ricerca di soluzione da parte del docente o degli alunni può essere frustrante e/o dispersiva in termini di tempo e di calo dell’attenzione della classe. Ciò detto, confermo la mia opinione che gli elementi/effetti positivi offerti da questo nuovo strumento siano di gran lunga superiori alle eventuali criticità. PatriziaE098R

DATA 23/02/2015 16.40.33 - AUTORE Ignazio

La Didattica con l'uso della LIM. Sono convinto che l'uso delle nuove tecnologie possa migliorare molto il processo di apprendimento degli alunni con positive ricadute sul rendimento scolastico di tutte le discipline . Le nuove generazioni hanno un'apertura mentale verso questi nuovi mezzi di comunicazione di gran lunga superiore rispetto alle vecchie generazioni per cui riescono ad apprendere in maniera più immediata e veloce i concetti con l'utilizzo delle moderne tecnologie informatiche. In particolare la LIM può essere un mezzo che , se utilizzato correttamente, può consentire di migliorare i livelli di attenzione, di partecipazione e rendimento scolastico generale della Classe in cui viene utilizzata. Personalmente utilizzo la LIM sempre con maggior frequenza, soprattutto nelle Classi in cui la LIM è presente all'interno dell'aula didattica. Particolarmente utile ed interessante risulta l'utilizzo della LIM per la Storia dell'Arte che io insegno sia al Liceo Scientifico che nel Liceo delle Scienze Umane . La lettura ed il commento delle Opere d'Arte risulta più efficace e facilitata con tale strumento anche perché le opere e gli argomenti possono essere integrati con immagini (fondamentali per tale disciplina) , filmati files sonori e files di testo . Ignazio_E541

DATA 24/02/2015 11.58.44 - AUTORE angelae541o

Sono una docente di Scienze Motorie e Sportive e insegno in un I.I.S.S.della provincia di Palermo. Sono contenta di essermi iscritta a questo corso sulla Lim perchè ho arricchito le mie conoscenze informatiche e perchè credo molto in queste forme di linguaggio di cui oggi non si può fare a meno. Considerando le potenzialità di questo strumento tecnologico è sicuramente di notevole supporto all'attività didattica per le sue infinite applicazioni.

DATA 25/02/2015 11.35.57 - AUTORE MariaChiaraE541V

Fare lezione con la LIM. Le nuove tecnologie didattiche hanno ridefinito il codice comunicativo della lezione tradizionale, riducendo le difficoltà interpretative della lezione frontale ed aumentando l’attenzione degli alunni. Con la lavagna digitale per esempio è possibile salvare schermate di lavoro e file prodotti dagli alunni, registrare lezioni, connettersi ad internet per reperire materiale utile, costruire mappe concettuali e tanto altro. Grazie alla LIM è possibile potenziare la wiki, trasformandola in uno strumento di creazione di documenti frutto della collaborazione tra docente e alunni. Ad esempio, alla fine della lezione si possono approfondire i contenuti sul web mostrando alla classe, direttamente sulla LIM, i risultati della ricerca, favorendo in tal modo gli interventi, le discussioni e le proposte degli alunni. Il docente fa da moderatore e guida la corretta procedura di elaborazione dei materiali che confluiranno nella voce creata. In tal modo gli alunni imparano a selezionare e vagliare fonti diverse, a comprendere quanto letto, ad estrapolare informazioni in modo consapevole e critico, a rielaborare i contenuti appresi con efficacia comunicativa.

DATA 27/02/2015 16.27.00 - AUTORE MariaI356B

considero la LIM un ottimo strumento di lavoro finora l'ho usata con i digital book allegati ai libri di testo, ma spero di riuscire a creare io stessa attività

DATA 27/02/2015 20.57.46 - AUTORE MariaI356B

la LIM è uno strumento molto utile nella didattica,io la uso con i digital bbok allegati ai libri di testo,spero di poterla usare con attività create da me

DATA 27/02/2015 21.33.39 - AUTORE MariaI356B

la LIM è uno strumento veramente utile nella didattica, finora l'ho usata con i digital book allegati ai libri di testo ma spero di potere creare io attività con la LIM

Sfondi per Desktop

Una raccolta di fotografie ad alta risoluzione per dare un tocco di originalità al nostro PC

Creare giudizi automatici con il Glossario di Word

Una proposta di utilizzo del glossario, molto utilie al corpo docente

Creare verifiche e test interattivi con i campi modulo di Word

Dalla verifica cartacea a quella elettronica

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT