Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: domenica 19 novembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

La Lavagna Interattiva Multimediale: i pro e i contro...

La Scuola cambia. Non sono solo i programmi ministeriali ad essere modificati ma anche il modo di porgere le unità didattiche... Oggi giorno stiamo assistendo ad una rivoluzione informatica non indifferente sin dalla scuola dell'infanzia. Spesse volte gli alunni sono più preparati degli insegnanti perché utilizzano il computer con disinvoltura tanto da dover far uso di Chat, Forum, Blog e quant'altro viene immesso in "rete" senza pensarci due volte. Molti sono i docenti che si aggiornano su queste nuove tecnologie ma molti sono ancora all'oscuro di quanto sta avvenendo, porgendo la lezione come si faceva 50 anni fa. Ritengo che i docenti hanno l'obbligo di tenersi informati sulle nuove tecnologie didattiche e padroneggiarle, altrimenti si cade nel ridicolo appena uno studente porge una domanda mirata nel campo delle Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione. Proprio per questi motivi, il Consiglio nazionale di presidenza dell'ASSODOLAB, www.assodolab.it ha votato favorevolmente per iniziare e portare avanti questo discorso sulle LIM - Lavagna Interattiva Multimediale: da una parte il corso di formazione e aggiornamento rivolto a tutti i docenti, dall'altra la LIM CERTIFICATE ®, equiparabile ad una «patente europea della LIM». La LIM CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato per la formazione e l'aggiornamento degli insegnanti sulla Lavagna Interattiva Multimediale. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la LIM CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi che frequentate i nostri corsi Basic, Intermediate e Advanced, buon lavoro e se avete qualche dubbio, postate pure il vostro scritto, tanto non costa nulla e ci sarà sempre colui che risponderà al vostro messaggio. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 10/02/2010 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 7749

COMMENTI - PAGINA 154

DATA 18/10/2012 23.36.19 - AUTORE Cristina Morabito

Ritengo che la LIM possa essere uno strumento di rinnovamento per la didattica. Trovo che un uso intelligente di questa tecnologia possa non solo agevolare il lavoro di noi insegnanti ma possa soprattuttto facilitare il lavoro dei nostri alunni nell'apprendere e costruire il loro sapere. Della Lim apprezzo soprattutto la flessibilità e la possibilità di creare sempre nuove opportunità di apprendimento, personalizzate nei contenuti e nelle modalità di presentazione. La Lim permette di rendere più partecipi e attivi gli alunni, consente di prolungare i tempi di attenzione e facilita i processi di memoria, perché opera su più canali comunicativi. E se questo è vero e valido per tutti gli alunni, molto di più lo è per gli alunni con difficoltà o con DSA. Cristina Morabito

DATA 19/10/2012 18.41.44 - AUTORE maugeri giuliana

ciao a tutti, mi chiamo Giuliana ed ho concluso da pochi giorni il mio primo corso sull'utilizzo della LIM. Ritengo motivante sia per gli alunni che per i docenti utilizzare la LIM nella pratica scolastica quotidiana. Rappresenta un modo alternativo e più coinvolgente della lezione frontale spesso noiosa per gli alunni.Di negativo c'è che la scuola dove insegno non ha tutte le aule attrezzate con la LIM quindi poca possibilità di lavorare con i bambini.

DATA 19/10/2012 18.55.42 - AUTORE Loredana_D754Z

Sono una docente di matematica, mi sono iscritta al corso sulla LIM perché convinta dell'importanza dell'utilizzo degli strumenti tecnologici all'interno del processo di insegnamento. Per le sue potenzialità, la LIM svolge un ruolo importante per l’innovazione della didattica in classe. A differenza di altre tecnologie possiede caratteristiche di praticità e semplicità che la rendono uno strumento molto appropriato per la costruzione di un ambiente di apprendimento adeguato alla società dell'informazione e della conoscenza. Loredana D754Z

DATA 19/10/2012 20.45.35 - AUTORE mauro antonella

Sono un'insegnante di scienze presso un liceo Scientifico. Quest'anno ho seguito un breve corso, tenuto a scuola ,per apprendere l'utilizzo della LIM.Sono convinta che l'uso della LIM possa coinvolgere attivamente anche gli alunni meno interessati e in tal modo creare all'interno della classe uno scambio reciproco stimolante. Le potenzialità sono tante: una di queste è la possibilità di mettere in archivio le lezioni spiegate in classe, consentendo ai ragazzi di accedere all'archivio e fare un ripasso veloce delle lezioni svolte. Confesso che, essendomi avvicinata relativamente da poco a questo mezzo, devo ancora fare tanta pratica per sfruttare al meglio le opportunità offerte. L'unico svantaggio è che, attualmente, non tutte le classi del mio istituto sono fornite di LIM.

DATA 20/10/2012 1.20.13 - AUTORE ValentinaC816N

Se nel mio primo intervento mi ero soffermata decisamente sugli aspetti positivi dell'uso della lavagna LIM in classe, ora vorrei fare qualche osservazione di differente natura, al fine di esplorare in maniera più completa il tema proposto. L'esperienza fatta in classe e le lezioni seguite durante il corso mi hanno infatti suggerito la necessità di impiegare molta cautela nel "confezionamento" di lezioni interattive molto colorate e variopinte. Ho notato che, soprattutto negli alunni più giovani o non ancora abituati all'impiego di questo strumento in classe, l'attenzione talvolta fosse catturata più dai colori degli schemi, dagli sfondi sfumati e dalle frecce, che dal reale contenuto della lezione. In particolare l'uso del riflettore o del pannello, scoprendo poco a poco i rettangoli realizzati per contenere le parole-chiave della mappa concettuale, sembrava distrarli perchè maggiormente motivati a fare a gara ad indovinare la parola nascosta piuttosto che ad ascoltare. Pertanto farei questo invito ai colleghi: benché strumento affascinante e coinvolgente persino per noi professori, facciamo attenzione a non trovare troppo compiacimento nella costruzione di pagine molto colorate, perchè rischiamo di perdere di vista il nostro obiettivo, ovvero trasmettere i contenuti!

DATA 20/10/2012 16.07.11 - AUTORE patrizia

Salve a tutti, sono Patrizia un’insegnante di scuola primaria, già nel mio primo intervento ho espresso la mia voglia di imparare a usare bene la LIM. Durante il Corso Digit@ndo 2 ho avuto modo di capire meglio il funzionamento della LIM e di cominciare a utilizzare alcune delle sue innumerevoli funzioni, e di apprezzare le varie opportunità che offre per preparare delle attività didattiche sempre più interessanti, divertenti e coinvolgenti. Non ci sono dubbi sul fatto che la LIM è uno strumento utile alla didattica e che, oltre ad usarla come una lavagna tradizionale, si possono fruttare tutte le opportunità del digitale e della multimedialità. Con la LIM si possono realizzare numerose attività di gruppo, dove ogni alunno è coinvolto direttamente, così la sua attenzione è sempre viva, il suo interesse costante. L’alunno ha la possibilità di scrivere, disegnare, allegare immagini, visualizzare testi, collegarsi a internet. Ogni lezione si può arricchire di audio, video, spiegazioni, esercitazioni interattive. Un lato positivo di lavorare con la LIM, a mio parere, è che tutte le attività si possono salvare e le lezioni si possono rivedere tutte le volte che occorre, si possono modificare, arricchire, adeguare a contesti e situazioni. Certo l’ideale sarebbe avere una LIM in ogni classe per poterla usare tutte le volte che serve senza perdere tempo, prima per predisporre il tutto e dopo per rimettere a posto. Inoltre la connessione a Internet dovrebbe essere sempre attiva. Un problema, inoltre, nell’uso della LIM è che non tutte sono dotate dello stesso software, per cui una lezione preparata con una LIM non è letta da un’altra con software diverso, per cui sarebbe opportuno che almeno nella stessa scuola venissero adottare LIM della stessa marca. Ciao a tutti, buon anno scolastico e buon lavoro!!!

DATA 20/10/2012 18.40.11 - AUTORE giuffrida danilo

La LIM può influenzare positivamente l’insegnamento e l’apprendimento di ogni materia. L’impatto sull’insegnamento e sull’apprendimento dipende dal modo con cui queste sono integrate con successo nell’attività di classe. Le LIM sono uno strumento forte per l’insegnamento, soprattutto per quanto riguarda: il miglioramento della qualità dell’insegnamento, il favorire la valutazione del docente nel promuovere interrogazioni efficaci, il miglioramento delle presentazioni, l'integrazione tra la programmazione dell'insegnamento e la preparazione delle risorse necessarie, l'incremento della velocità di apprendimento. Molti insegnanti hanno parlato di elevati indici di gradimento e di coinvolgimento degli allievi. E fra i "perché" hanno in particolare indicato la "proprietà" della LIM di allinearsi al linguaggio, delle immagini, dei filmati, della fruizione interattiva, cui le nuove generazioni e i loro stili d’apprendimento sono ormai abituate.

DATA 20/10/2012 18.44.15 - AUTORE giuffrida danilo

Sono abbastanza soddisfatto per l’entusiasmo e la partecipazione dei ragazzi, stupiti dal nuovo strumento tecnologico, con il quale, la maggior parte di loro, hanno avuto solamente un primo approccio. Nonostante ciò ne hanno capito l’importanza, ed hanno iniziato a comprendere le potenzialità del nuovo strumento proposto. Per i ragazzi con disturbi dell’apprendimento sono sicuramente lezioni che gli permetteranno di sentirsi protagonisti come i compagni. Oltre che per la didattica frontale, la lavagna interattiva può essere impiegata in aula per lezioni di tipo interattivo/dimostrativo, cooperativo, costruttivo; per condurre dunque attività collaborative e laboratoriali, per svolgere le interrogazioni, per la navigazione e ricerca su web, per presentare in modo innovativo studi ed elaborati realizzati dagli studenti.

DATA 20/10/2012 18.56.06 - AUTORE m.concetta

Sono una docente della Scuola Secondaria di Primo grado e insegno Lettere da poco più di dieci anni. La mia formazione è avvenuta nei modi più disparati: attraverso le tradizionali lezioni universitarie, la scuola si specializzazione all’insegnamento, i master universitari e, la più formativa di tutte, l’esperienza “sul campo” in classe. Non è la prima volta che mi avvicino allo studio delle nuove tecnologie nella didattica, infatti qualche anno fa insieme ad altri colleghi della scuola dove insegno, ho deciso di frequentare un corso per conseguire l’ ECDL. Come spesso accade la dotazione tecnologica delle scuole purtroppo non è sufficientemente adeguata, per non dire assente in alcuni casi, per cui solo all’inizio dell’attuale anno scolastico sono state installate in alcune classi le LIM e ho potuto sperimentarne utilizzo e potenzialità. Il primo e più immediato vantaggio dell’uso della Lavagna Interattiva Multimediale è di realizzare una lezione frontale tradizionale, abbinando all’esposizione del docente i benefici che vengono dal multimediale. Grazie alla convergenza digitale posso portare in classe risorse che prima richiedevano apparecchiature specifiche come la TV e il lettore dvd per la proiezione di un filmato, il lettore cd per l’ascolto di un brano, il computer per la ricerca in rete. Ora con la Lavagna tali attività sono immediatamente fruibili da tutte le persone presenti in classe. Sin dai primi approcci della LIM con la classe ho subito notato che i ragazzi apparivano più motivati, sono stata in grado di coinvolgere la loro attenzione e rendere “attraente” la lezione. Naturalmente sono pienamente consapevole che le competenze da sviluppare sono molteplici e che non possono essere ricondotte ad un mero addestramento tecnologico. Il risultato, che al’inizio di questo corso può ancora sembrare funambolico, è quello di riuscire ad acquisire la capacità di mediare in modo articolato le conoscenze disciplinari con quelle tecnologiche e didattiche. Ci riusciremo?! Lo auguro a tutti noi, buon lavoro.

DATA 20/10/2012 21.20.33 - AUTORE angelanicastrof830y

Molti esperti nel campo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione e moltissimi docenti concordano, ormai, nel ritenere la LIM una tecnologia innovativa per l'agire didattico, un valido strumento per una " gestione dinamica" dei contenuti: ciò che prima veniva scritto sulla lavagna e cancellato per far posto ad altri contenuti ora può essere salvato, riutilizzato, ampliato e sviluppato. Ma l'introduzione capillare dello strumento nelle scuole italiane richiederà sicuramente tempi non brevi, viste le difficoltà legate all'edilizia scolastica e, soprattutto, al reperimento delle risorse finanziarie necessarie per assicurare in ogni classe le nuove dotazioni tecnologiche e per la manutenzione delle stesse. Inoltre, alla fine del corso,ritengo necessarie per gli insegnanti non solo le azioni di formazione ma ancora di più quelle di supporto in itinere.

DATA 20/10/2012 22.19.53 - AUTORE antonio hans di legami

Uso la LIM da diversi anni, ma in quest'ultimo anno scolastico l'ho usata praticamente tutti i giorni, dal momento che ne hanno installata una in una mia classe. Indubbiamente la LIM favorisce l'apprendimento, ma solo se se ne fa un buono e corretto uso. A mio parere, bisogna evitare assolutamente i "tempi morti" (che possono anche essere quei lunghi 10 secondi di "che cosa faccio adesso?"): bisogna dimostrare agli studenti di avere le idee ben chiare sul da farsi, una scaletta di argomenti da trattare, una serie logica di link da aprire e visualizzare ecc.... saper usare la LIM non è tanto cnoscere la funzione di questo o di quel tool, bensì riuscire ad architettare e sceneggiare la propria lezione mediante l'uso di un nuovo strumento che non è solo visivo e sequenziale (come il libro), ma multimediale e dinamico. antonio hans di legami

DATA 20/10/2012 22.22.56 - AUTORE antonio hans di legami

Vorrei condividere con voi ( http://it.scribd.com/doc/96544332/51-apr-12 ) un interessante ed esauriente saggio di Bonaiuti che, tra l'altro, ben colloca la LIM tra "gli strumenti giusti al tempo giusto" e ne raccomanda un corretto uso nella pratica didattica quotidiana. E' poi vero che con la LIM bisogna riflettere su come ri-pensare la didattica. Nell'anno scolastico appena concluso avevo installata la LIM in una delle mie due prime classi liceali. In entrambe le classi ho svolto un programma pressoché idendito, ma i risultati migliori (sia nell'insegnamento che nell'apprendimento) li ho avuti senz'altro nella classe con la LIM, sia perché ho arricchito le mie lezioni con materiali accattivanti (video, slides ecc....), sia perché mi miei studenti hanno potuto servirsi dello strumento nel corso delle loro veantonio hans di legami

DATA 20/10/2012 22.25.29 - AUTORE antonio hans di legami

La LIM è un ottimo strumento per fare didattica multimediale. Fare didattica multimediale significa innanzitutto essere consapevoli che di fronte a noi abbiamo degli studenti ormai completamente digitalizzati, che vivono in un mondo digitale e multisensoriale. Sì, presto si arriverà a prendere appunti sul proprio tablet o magari esporre la propria tesina in un documento video. Fare didattica multimediale significa anche rassegnarsi al fatto che un domani il libro potrebbe scomparire del tutto (come, del resto, è accaduto alle tavolette d'argilla o ai papiri...) ed essere sostituito da altri materiali e supporti. Fare didattica multimediale significa ancora rendere edotti gli studenti che di tutti gli strumenti che attualmente utilizzano si può fare un uso più consapevole e appropriato. Fare didattica multimediale non significa rinunciare ai contenuti della didattica tradizionale, ma riuscire a presentarli in maniera innovativa e con strumenti a approcci che ne favoriscano un più agevole apprendimento. Fare didattica multimediale, inoltre, significa ri-considerare al centro del processo insegnamento/apprendimento lo studente, che già sa usare determinati strumenti come un dizionario online, un motore di ricerca, un archivio digitale ecc... Fare didattica multimediale, infine, significa per noi insegnanti rimetterci in discussione, misurarci con nuove istanze, proiettarci verso nuovi scenari. antonio hans di legami

DATA 21/10/2012 17.01.25 - AUTORE m.concetta

L’utilizzo della Lavagna Interattiva Multimediale in classe mi ha fatto constatare in prima persona che Le LIM hanno a che fare più con la comunicazione che con la tecnologia propriamente detta, infatti sono un mezzo agevole per parlare, ascoltare e, non trascuriamolo, per “agire”. Una lezione, articolata attraverso la manipolazione di un testo o di immagini, l’inserimento di dati in itinere anche da parte degli alunni, risulta altamente stimolante e non penalizza l’esperienza pratica. Una presentazione dinamica può aumentare le opportunità di impegno collettivo ed offre modalità varie ed interessanti per raggiungere i risultati dell’apprendimento. Molti allievi apprendono infatti più facilmente in maniera visiva: le immagini, le foto, i filmati e tutti gli altri supporti audio- visivi possono aiutare questi alunni ad imparare. Lo studente acquisisce una maggiore motivazione all’apprendimento dalla partecipazione diretta, dalla collaborazione, come potrebbe essere la semplice possibilità che gli si offre di spostare l’oggetto didattico per dargli una collocazione in cui prende logica e significato. Così come grande soddisfazione dà la dinamica ludica della manipolazione e dell’interazione di sensi differenti, pur in un contesto logico, strutturato e sorvegliato dal docente. Ciò su cui ogni insegnante deve riflettere oggi è che le nuove generazioni sono nate in un mondo multimediale il quale è costantemente presente in ogni ambito della loro vita domestica ed affettiva. Se vogliamo che la scuola venga sentita dagli alunni come un luogo di formazione in cui possono riconoscersi, identificarsi, in cui possano credere fino in fondo, non possiamo prescindere dal vedere noi stessi le nuove tecnologie come occasione di co-costruzione di un sapere dinamico e condiviso. Il rischio altrimenti è quello di alienare la scuola dalla realtà dei giovani e dal ruolo sociale che sempre ha avuto: quello di educare al presente per vedere il futuro.

DATA 21/10/2012 17.29.58 - AUTORE Marino Loredana

Salve.Vorrei esprimere delle considerazioni sulla base della mia esperienza. A mio avviso la LIM integra in un unico strumento le potenzialita' del computer e le caratteristiche della lavagna tradizionale. La possibilita' di manipolare materiali alla lavagna, di sentirsi parte attiva del processo formativo, di conforntarsi in modo diretto con i propri compagni determina una crescita dell'attenzione e del coinvolgimento della classe. Inoltre costituisce uno stimolo per noi insegnanti ad innovare i nostri metodi didattici.

DATA 21/10/2012 17.31.22 - AUTORE Marino Loredana

Sono un'insegnante di scuola media superiore ed e' il secondo anno che utilizzo la LIM. La mia esperienza mi porta a concordare sulla diffusa opinione che la LIM trasforma la classe e il modo di insegnare/apprendere. Gli alunni sembrano essere piu' interessati e coinvolti perche' in generale la multimedialita' e' vicina al loro mondo e quindi cattura la loro attenzione.

DATA 21/10/2012 18.09.42 - AUTORE VENERA LEOTTA

Sono un'insegnante di sostegno nella scuola primaria e il mio intervento didattico, trattando soggetti portatori di handicaps, può trarre grandi vantaggi dall'utilizzo della LIM, in quanto è capace di coinvolgere in modo attivo gli alunni in difficoltà, stimolando la loro attenzione e partecipazione molto più dei tradizionali colloqui e supporti visivi di routine. Inoltre ritengo che la LIM sia un mezzo assai moderno per introdurre l'alunno alla realtà prevalentemente tecnologica che lo aspetta fuori dalla scuola, sollecitandolo a una preventiva dimestichezza con il linguaggio informatico.

DATA 21/10/2012 18.14.46 - AUTORE VENERA LEOTTA

L'appunto più rilevante all'impiego della LIM è l'eccessiva esposizione a linguaggi visivi e informatici a discapito dei linguaggi più tradizionali. L'alunno viene gratificato dalla piacevolezza della lezione e anche se partecipa attivamente, memorizza solo a breve termine, sicché questo mezzo per sviluppare tutta la sua efficacia va comunque integrato con le unità didattiche tradizionali.

DATA 21/10/2012 19.10.05 - AUTORE laila

CIAO. LA LIM CONIUGA PERFETTAMENTE L'USO DELLE NUOVE TECNOLOGIE NELLA SCUOLA CON LA TRADIZIONALE LAVAGNA. INOLTRE STIMOLA GLI INSEGNANTI A RICERCARE NUOVE STRETEGIE PER COINVOLGERE GLI ALUNNI, ANCHE QUELLI PIU' DISTRATTI.

DATA 21/10/2012 19.37.57 - AUTORE Maria Chiara Pagano

Insegno Lettere in un liceo scientifico e da poco utilizzo in classe la LIM nelle ore di geostoria. A mio parere, grazie alla LIM si possono sperimentare nuove strategie di apprendimento affinchè gli alunni acquisiscano la competenza "imparare ad imparare": i ragazzi, infatti, partecipano più attivamente alla lezione, interagiscono maggiormente col docente e apportano contributi personali. Inoltre, il fatto di dover presentare un lavoro alla classe li rende più attenti alla qualità del prodotto, abituandoli a rivedere con spirito critico il loro operato, e stimola la loro creatività nella ricerca di modalità efficaci di visualizzazione.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

CALCOLAMEDIA

La calcolatrice pensata per gli insegnanti, da utilizzare online o offline

Registro elettronico dei voti

Modello per il monitoraggio disciplinare del profitto

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT