Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: lunedì 23 ottobre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

Un aiuto concreto agli alunni con DSA, BES ecc.. da parte degli insegnanti di sostegno e curriculari.

In questi venti anni ed oltre di insegnamento, penso di aver visto un po’ tutto quello che succede negli Istituti di Scuola Superiore italiana. Dal Nord al Sud, dall’Est all’Ovest, anche se gli edifici scolastici cambiano dal più moderno a quello più obsoleto, il materialo umano è sempre lo stesso. Gli alunni in difficoltà vanno motivati o rimotivati, gli insuccessi scolastici vanno portarli a dei buoni risultati, la perdita di autostima ed atteggiamenti rinunciatari nei confronti della Scuola devono essere un punto prioritario di ogni docente, sia esso specializzato sul sostegno, sia esso curriculare. Ognuno deve dare il meglio di se stesso, partendo dalla propria esperienza professionale. Gli alunni ed in special modo, gli studenti con Disturbi Specifici di Apprendimento, gli alunni che necessitano di BES – Bisogni Educativi Speciali o con altre patologie, andranno trattati “con guanti bianchi” perché il loro avvenire è alquanto incerto ed insicuro. Il buon educatore dovrà alleviare il disagio, le difficoltà, i disturbi ed ottimizzare i bisogni che portano ad un rallentamento del programma nel soggetto affetto da patologie. Occorre fare di tutto affinché gli alunni abbiano lo stesso trattamento e la stessa «change» nella vita piena di ostacoli che a volte sono insormontabili. Un ringraziamento va all’associazione Assodolab che ha affrontato questi discorsi attraverso corsi di formazione e aggiornamento on-line e in presenza sia sui DSA che sui BES attraverso momenti di formazione in videoconferenza e a voi che seguite con attenzione questi bambini. Prof. Agostino Del Buono Presidente Nazionale Assodolab

DATA: 10/02/2011 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 1250

COMMENTI - PAGINA 61

DATA 29/08/2017 17:18:07 - AUTORE Alessandra_B180A

Essere insegnante al giorno d’oggi non è semplice. Ed inserirsi nel contesto scuola lo è ancora meno. Ho seguito sia il corso Advanced sui DSA che quello BES Advanced tenuti dal Prof. Ugo Avalle, che sinceramente ringrazio di cuore. Sono stati due percorsi interessanti, che mi hanno aiutata a capire meglio cosa posso fare io, come persona e come insegnante, per migliorare la vita scolastica dei miei alunni “SPECIALI”. Ottimo materiale comunque anche per la gestione della classe in generale, la quale, a mio parere, deve essere coinvolta per facilitare l’inclusione dei soggetti meno fortunati. La cooperazione tra individui è essenziale e quando l’aiuto parte da tutti, si apprende meglio e con più volontà.

DATA 18/09/2017 10:18:44 - AUTORE marusca_c745r

Su questo tema oggi c’è molta confusione. Una lettura superficiale della normativa rischia di portare a delle affermazioni come “i Bes non esistono”; “Allora sono tutti studenti-Bes” oppure “Senza certificazione non posso fare niente” e molte altre ancora. Ma è tutto inesatto. Un primo dubbio è: “chi sono gli alunni con Bes?”. “Un Bes è per sempre”. No, o meglio, non è sempre così. Infatti i Bisogni Educativi Speciali degli alunni nell’area dello svantaggio socio-economico, linguistico e culturale, prevedono interventi verificati nel tempo, così da attuarli solo fin quando serve. il Bes non si certifica, Bes e Dsa non sono la stessa cosa. I Bes sono gli strumenti di intervento didattico che mettiamo in atto in classe sia per gli alunni con Dsa che per tutti gli “alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni”.

DATA 19/09/2017 15:13:13 - AUTORE Alessandra85

Sono una maestra d'asilo e scuola dell'infanzia da 6anni e mi sono avvicinata alle problematiche DSA durante il mio percorso di formazione in un corso di aggiornamento che ha stimolato il mio interesse e la mia curiosità ed è per questo che nel corso di questi anni ho affiancato personale qualificato che seguiva un percorso formativo di supporto con bambini di scuola elementare con DSA. grazie a questo corso on-line mi rendo conto di quanto stia crescendo la mia formazione/informazione riguardanti tali problematiche. Ho trovato molto interessanti le parti riferite alle strategie di intervento e di supporto di dislessia, discalculia, disortografia e disgrafia.

DATA 19/09/2017 23:34:02 - AUTORE ansea326k

Buonasera, voglio ringraziare e congratularmi con l’ASSODOLAB per il corso on-line sui DSA – Disagio, Difficoltà, Disturbi Specifici di Apprendimento. E’ uno dei pochi esistenti in Italia che è possibile seguire dalla propria abitazione nei propri momenti liberi. Le video lezioni sono organizzate molto bene, è stata utilissima la parte riferita alla Discalculia, alla Dislessia, ai Disturbi Specifici della Scrittura. . Mi auguro che ci sia un proseguo di questi corsi on-line magari integrandolo con più esercitazioni in modo da poter approfondire gli argomenti. Grazie

DATA 20/09/2017 00:06:35 - AUTORE ansea326k

Sono giunto al termine della parte del mio percorso sui DSA con Assodolab e vorrei riflettere con voi su quanto è importante la tempestività dell'intervento. Una formazione capillare che comprenda la conoscenza degli indicatori precoci che possono aiutare ad individuare i bambini a rischio al fine di poter intervenire in tempi rapidi e utili. La precocità e la tempestività degli interventi vengono infatti considerati due elementi prognostici favorevoli .Quando si interviene precocemente è possibile identificare e suggerire fin da subito all’alunno delle strategie utili per supportare la didattica e modificare la manifestazione del disturbo dal punto di vista psicologico, favorendo l'integrazione ed aumentando il livelli di autostima. secondo luogo si ha una prognosi più ampia anche a livello psicologico e sociale, riducendo la frustrazione, il senso di inadeguatezza e di conseguenza aumentando l' autostima.

DATA 30/09/2017 10:49:09 - AUTORE marusca_c745r

Con la direttiva del 27 dicembre 2012 relativa ai Bisogni educativi speciali (BES) il MIUR ha accolto gli orientamenti da tempo presenti in alcuni Paesi dell’Unione europea che completano il quadro italiano dell’inclusione scolastica. Il concetto di Bisogni Educativi Speciali (BES) si basa su una visione globale della persona con riferimento al modello ICF della classificazione internazionale del funzionamento, disabilità e salute (International Classification of Functioning, disability and health) fondata sul profilo di funzionamento e sull’analisi del contesto, come definito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS, 2002) . Rientrano nella più ampia definizione di BES tre grandi sotto-categorie: quella della disabilità; quella dei disturbi evolutivi specifici e quella dello svantaggio socioeconomico, linguistico, culturale. Rimane da chiedersi come mai cosi tanto o tempo il MIUR ha impiegato per esprimersi con una circolare, e se gli strumenti messi a disposizione sono effettivamente efficaci, calati nella relata della scuola di oggi nel nostro paese

DATA 04/10/2017 00:49:17 - AUTORE Alessandra85

voglio,innanzitutto,congratularmi con l'ASSODOLAB per questo corso in quanto ritengo importantissimo che voi ci abbiate dato la possibilità di usufruire della vostra formazione nei luoghi e nei tempi più idonei ad ognuno di noi.Grazie a questo corso credo di avere più chiara la difficoltà con cui si approcciano all'ambiente scolastico tutti i bambini con difficoltà.E' necessaria perciò la formazione di ogni insegnante affinchè ogni alunno che ha questo tipo di difficoltà possa essere seguito nella maniera piu giusta per essere condotto verso un autonomia scolastica sempre maggiore.E' importante tutelare, sostenere e collaborare con le famiglie di alunni con dsa avere con esse un contatto costante e diretto e trovare una didattica individualizzata, partendo dai bisogni del bambino, finalizzata al raggiungimento di conoscenze e competenze con percorsi creati "ad hoc" sui singoli casi in base alle loro competenze e abilità.

Sfondi per Desktop

Una raccolta di fotografie ad alta risoluzione per dare un tocco di originalità al nostro PC

Creare giudizi automatici con il Glossario di Word

Una proposta di utilizzo del glossario, molto utilie al corpo docente

Creare verifiche e test interattivi con i campi modulo di Word

Dalla verifica cartacea a quella elettronica

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT