Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: lunedì 18 dicembre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

TABLET e iPAD, uno strumento di lavoro: I pro e i contro.

La Scuola italiana è in continuo cambiamento. Non solo con le installazioni dei computer più attuali, di ultima generazione, installati nei laboratori di informatica, ma anche con le altre attrezzature dislocate in molte “aule per riunioni”, nelle “biblioteche degli Istituti scolastici” o addirittura nelle “aule comuni” in cui sia presente sia pur un accettabile collegamento WI-FI. Gli ultimi nati sono, da una parte le Lavagne Interattive Multimediali, dall’altra gli iPAD e Tablet in generale. Di pari passo, si intensificano sempre più in diverse Scuole della nostra Penisola e nelle Isole, i corsi su questi due attrezzi informatici, sia per gli studenti, sia per i docenti. Anche in questo caso è bene che l’insegnante padroneggi le nuove attrezzature e soprattutto è importante che la formazione, l’aggiornamento e la certificazione finale di un percorso così importante, sia effettuato da un Ente competente, accreditato e qualificato dal MIUR. A scendere in campo e a detenere il primato nel campo dell’Information Technology, con i suoi «Test Center» è appunto l’Assodolab. L’Associazione costituita da insegnanti di laboratorio, vanta oltre tredici anni di attività professionale seria non solo attraverso corsi di formazione e di aggiornamento “in presenza” e “on-line” nel campo informatico ma anche nel settore della certificazione. Allo stato attuale l’Assodolab può rilasciare ben sette certificazioni: LIM CERTIFICATE ® Basic, LIM CERTIFICATE ® Intermediate, LIM CERTIFICATE ® Advanced, SWA CERTIFICATE ® – Siti Web Accessibili, INFORMATION TECHNOLOGY CERTIFICATE ®, SLIDE SHOW CERTIFICATE ®, WEBMASTER CERTIFICATE ® nonché la sua ultima certificazione sui Tablet e iPAD denominata DEVICE TOUCH CERTIFICATE ®. Progettata dal gruppo di lavoro della nostra Associazione e dal sottoscritto che ne assume la responsabilità di “Direttore della certificazione”, la DEVICE TOUCH CERTIFICATE ® farà il suo primo debutto in Sicilia e da lì, si diffonderà nelle altre Regioni italiane. Insomma, i programmi ministeriali, il modo di porgere gli argomenti, le unità didattiche, le lezioni e quant’altro cambierà radicalmente il modo di comunicare. La tecnologia cambierà man mano che gli insegnanti e gli alunni diventeranno sempre più abili nel saper utilizzare e gestire gli strumenti informatici con le nuove tecnologie. Questo percorso certificativo si snoda attraverso tre punti cardini: la risposta a trenta test preparati sull’iPAD; su una tesina sull’utilizzo delle varie applicazioni; su due interventi proprio di questo FORUM TABLET e iPAD ASSODOLAB in cui saranno postati i “pro” e sui “contro” dei TABLET e iPAD. La certificazione è rivolta non solo ai docenti ma anche agli studenti e ai liberi professionisti che utilizzano abitualmente questo “device”. La DEVICE TOUCH CERTIFICATE ® è un marchio registrato, utilizzato dall’Assodolab per la formazione e l'aggiornamento del personale della Scuola sui TABLET e iPAD. Rimane sempre a noi docenti però, la scelta di formarci o meno e/o di conseguire tale certificazione. Ci auguriamo però, che dall'alto del Ministero dell'Istruzione, qualche premio venga dato a quanti frequentano i corsi di formazione e aggiornamento o conseguono la DEVICE TOUCH CERTIFICATE ®. Non mi resta che augurare a tutti voi un buon lavoro con TABLET e iPAD e con l’unica certificazione esistente in Italia in questo settore. [1] [Prof. Agostino Del Buono - Presidente Nazionale Assodolab]

DATA: 01/04/2013 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 255

COMMENTI - PAGINA 7

DATA 12/06/2016 16:44:43 - AUTORE Ilenia

Ho scoperto tantissime app di letteratura e storia davvero utili per approfondire certi argomenti.

DATA 12/06/2016 16:53:35 - AUTORE Salvatore

Se usato in modo adeguato, il tablet dá ottimi risultati. Ottimo per il coinvolgimento degli alunni di ultima generazione.

DATA 12/06/2016 16:55:12 - AUTORE Salvatore

Il tablet si presta benissimo soprattutto per materie quali arte e immagine o tecnologia, ricche di lavori grafici.

DATA 13/06/2016 17:57:31 - AUTORE Michela

Secondo le Indicazioni Nazionali MIUR, sempre più si richiede al corpo docente una preparazione e aggiornamento professionale continuo sulla metodologia didattica innovativa, intendendo con ciò anche l'utilizzo delle nuove tecnologie a supporto della didattica quotidiana. Ciò che cambia è la mediazione didattica e quindi cambiano le attività con cui si promuove l’apprendimento che sono effettuate integrando apparecchiature tecnologiche e risorse digitali quali, ad esempio, LIM, applicazioni opensource e di Web.2.0, Tablet, blog, wiki. Si utilizzano le metodologie didattiche innovative per promuovere la motivazione e lo sviluppo di nuovi interessi attraverso l’uso delle nuove tecnologie. Si vuole favorire la partecipazione attiva degli alunni nella costruzione di abilità, conoscenze e competenze; promuovere un uso consapevole e corretto delle nuove tecnologie per sviluppare nuove modalità di apprendimento e di organizzazione delle conoscenze; favorire l’integrazione degli alunni con la strutturazione di interventi individualizzati e percorsi didattici calibrati agli specifici bisogni; sviluppare la capacità di lavorare in gruppo e di collaborare tra gli alunni della classe, tra gli alunni e gli insegnanti; rendere gli alunni consapevoli che le tecnologie possono diventare un ausilio per costruire le proprie conoscenze in modo autonomo e personale; promuovere la partecipazione, il coinvolgimento e la collaborazione delle famiglie. La ricerca delle informazioni in rete permetterà una riflessione critica nei confronti delle informazioni reperite da parte dei ragazzi per comprenderne al meglio i contenuti, per ricercare, confrontare e verificare la correttezza delle informazioni ricorrendo a fonti diverse, attraverso la metodologia della ricerca-azione in collaborazione tra docente-studenti e studente-compagni, imparando ad ascoltare ed a condividere le idee. Si sviluppa altresì la capacità di progettare e realizzare un prodotto finale condiviso, utilizzando ad esempio le tecnologie per presentare un argomento.

DATA 15/06/2016 19:33:36 - AUTORE Michela

Ritengo utile l'utilizzo delle nuove tecnologie applicate alla didattica quando questi strumenti permettono di spaziare i campi di studio e di approfondimento, in classe tra docenti e studenti, in una dinamica di didattica laboratoriale. Altresì, non sono d'accordo all'ampliamento delle connessioni wi-fi nelle scuole di ogni ordine e grado poiché ritengo che queste onde elettromagnetiche siano molto nocive alla salute e stando in classe circa 6/7 ore al giorno ciò possa provocare danni fisici a tutto il personale scolastico, docenti, studenti e personale ata, tenico e amministravo, DS compreso. Si potrebbero utilizzare i cavi fissi con le linee ADSL ad alta velocità, senza avere così onde elettromagnetiche alla massima potenza decisamente nocive per il nostro corpo. Il pericolo nell'utilizzo delle tecnologie innovative quali tablet e LIM c'è quando non sono chiari gli obiettivi di progettazione, e si utilizzano quale tecnologia, piuttosto che come "tecnologia che permette di..." arrivare ad una conoscenza riflessiva critica della realtà e del mondo, con chiare CONOSCENZE applicate alle COMPETENZE.

DATA 16/06/2016 08:01:28 - AUTORE Diana

Nella vita di tutti i giorni usiamo costantemente le tecnologie digitali, che stanno diventando sempre più utili, più sofisticate e maggiormente conformi ai nostri bisogni e desideri. I nostri ragazzi si sentono assolutamente a loro agio davanti a questa ˝esposizione˝ tecnologica, tanto che PC, Internet, social network, smartphone e tablet fanno ormai parte integrante del loro modo di comunicare, socializzare, informarsi e apprendere. Per stare al passo con i tempi e andare incontro alle nuove esigenze didattiche, il nostro sistema scolastico ha avviato un processo di adeguamento dei programmi, dei metodi e degli strumenti di insegnamento che però alcuni di noi non riesci ancora a utilizzare in modo adeguato. Perciò vista la motivazione che questi strumenti riescono ad avere suoi nostri studenti penso che sia importante anche per noi adeguarci al loro uso nelle nostre classe. La cosa importante deve essere guidare ai nostri studenti (non dimentichiamo nativi digitali) verso un uso adeguato di essi, dobbiamo essere una guida in modo di evitare che usino questi strumenti in modo sbagliato. Non possiamo neppure dimenticare l'utilità del tablet per gli studenti dichiarati per esempio DSA, per alcuni di loro e molto più facile la comprensione attraverso questi strumenti.

DATA 17/06/2016 09:05:50 - AUTORE Diana

Le nuove tecnologie riescono anche ad abituarci ad un'altro modo di preparare lezioni, per esempio, con il modello "flipped classroom"( un tipo di lezione innovativa che negli ultimi anni ha avuto molto successo fuori della Italia e che inizia ad essere utilizzata anche nel nostro), un metodo di insegnamento/apprendimento che favorisce lo sviluppo socio-cognitivo e meta-cognitivo degli studenti, in questo modo loro possono gestire autonomamente il proprio apprendimento, non serve che si adattino alla velocità espositiva dell'insegnante, in quanto il proprio studente può confrontare il video, o la presentazione tutte le volte necessarie per apprendere i contenuti di forma individuale, questo ci permette dedicare più tempo in classe a realizzare attività molto più utili e coinvolgenti, piuttosto che star seduti ad ascoltare il docente che trasmette contenuti. Da un'altra parte questo metodo fa si che il docente deva affrontare una molle di lavoro, nel cercare, realizzare e gestire materiali e contenuti da mettere a disposizione del discente.

DATA 18/06/2016 14:12:12 - AUTORE Diana

Devo dire che la ricerca alla quale mi ha costretto questo corso, che altrimenti io non avrei fatto, mi ha fatto scoprire molte app, e non solo,cose utili per la preparazione delle classe e la motivazione dei discenti a scuola. Sono soddisfatta del percorso intrapreso con questi corsi e della grande possibilità che vedo ora nell'uso del Tablet.

DATA 27/06/2016 14:34:06 - AUTORE MARRA GIANLUCA

Il tablet rappresenta attualmente la più importante innovazione tecnologica nel mondo della scuola: caratteristica rivoluzionaria è il fatto che annulla qualsiasi complessità di interazione e permette un’assoluta immediatezza nell’utilizzo e nell’accesso ai contenuti. L’iPad diventa ciò che gli si fa fare; è quindi uno strumento che non “fa” quello che si vuole ma che “è” quello che si vuole. VANTAGGI: • La sua immediatezza lo rende particolarmente adatto come strumento di supporto agli studenti di diverse scuole di ogni ordine e grado. • L’introduzione del tablet in classe crea forte motivazione da parte degli studenti. • Grazie alla sua leggerezza rende le cartelle degli studenti molto meno pesanti perchè tutti i libri scolastici sono contenuti in esso. • Esso offre la possibilità di consultare Internet in qualsiasi momento per cercare spiegazioni, traduzioni, definizioni o fare ricerche, basta avere una connessione. • In esso sono contenute delle app adatte per l’apprendimento didattico. • Lo scambio di file e informazioni tra studenti e professori è molto rapido.

DATA 27/06/2016 14:43:33 - AUTORE MARRA GIANLUCA

SVANTAGGI:• L’utilizzo dell’ipad per uno studio prolungato provoca stanchezza e bruciore agli occhi.• Prendere appunti sull’ipad non è la stessa cosa che farlo sul quaderno: è molto più facile prendere appunti sul quaderno cartaceo ed è molto più veloce ed immediato. • All’interno di esso sono presenti molte app di gioco che distraggono e attirano l’attenzione degli studenti. • In mancanza di connessione Internet non si possono effetuare ricerche, si possono soltanto prendere appunti.

DATA 20/09/2016 13:03:23 - AUTORE Luana_C616R

Gli studenti appartenenti alla generazione “social”, ovvero i cosiddetti “nativi digitali”, rappresentano i veri fautori della Scuola Digitale. La scuola digitale non è altro che la rivisitazione del metodo di insegnamento, che utilizza le tecnologie in modo equilibrato, mixando competenze a metà tra il tradizionale e il moderno. Erroneamente si pensa che il digitale cancelli il tradizionale, ma non è così! Il digitale integra e assimila il tradizionale per migliorarlo. In particolar modo, l’uso dei tablet nella didattica presenta innumerevoli vantaggi: - con l’adozione di libri di testo digitali si ha un costo sensibilmente minore, il peso diventa nullo risolvendo il problema del peso eccessivo degli zainetti, si ha la possibilità di regolare la grandezza del carattere e la sua leggibilità, ed inoltre la possibilità di avere strumenti compensativi per i dislessici; - si ha la possibilità di realizzare verifiche in classe interattive; - i tablet sono l’ideale per navigare sul web; - i tablet offrono la possibilità di vedere filmati e ascoltare musica; - grazie ad alcuni software e allo schermo tattile, il tablet si può trasformare nella tastiera di un pianoforte, dove l’alunno può suonare e vedere la sua musica scritta direttamente sul pentagramma. Oppure il tablet si trasforma in una tela per dipingere, dove l’alunno traccia forme e colori direttamente con le dita, operazione completamente diversa rispetto a quella che si compie con un mouse; - lo schermo tattile presenta ugualmente uno strumento prezioso per alcuni tipi di disabilità motorie che rendono difficile l’uso del mouse. Anche la tastiera su schermo può essere ingrandita secondo necessità. Per problemi di dislessia si possono ingrandire i testi semplicemente e immediatamente con un movimento delle dita senza essere costretti a cambiare impostazioni.

DATA 20/09/2016 13:04:25 - AUTORE Luana_C616R

Nonostante gli innumerevoli vantaggi, l’impiego dei tablet nella didattica presenta anche degli svantaggi, tra cui: • Il primo è di tipo economico. Chi acquista il tablet? Lo studente o la scuola. In ambedue i casi potranno esserci problemi. • L’utilizzo del tablet provoca stanchezza e bruciore agli occhi a seguito di uno studio lungo e prolungato • Difficoltà di prendere appunti sul tablet: è molto più veloce ed immediato prendere appunti sul quaderno cartaceo. • All’interno di esso sono presenti molte app di gioco che distraggono e attirano l’attenzione degli studenti. • Se manca connessione Internet non si possono effettuare ricerche, si possono soltanto prendere appunti.

DATA 04/10/2016 18:56:13 - AUTORE stefanoA859B

Durante l'ultimo anno scolastico mi è spesso capitato che i colleghi, nel momento di sottoporre alla mia attenzione dei documenti scolastici, mi passassero direttamente il loro tablet invece del documento cartaceo. Così, con l'ambiente scolastico in continuo cambiamento, ho sentito il bisogno di fare un corso di aggiornamento sul tablet per capire quali vantaggi potesse avere l'uso di questo strumento al posto dei libri di testo, dei quaderni degli appunti e dei documenti stampati. Dopo qualche giorno di utilizzo ho scoperto l'esistenza delle applicazioni per realizzare le mappe mentali e, incuriosito, ho provato a trasformare gli appunti delle mie lezioni in file digitali. Ora gli schemi delle mie lezioni si presentano molto più ordinati e "professionali"; inoltre posso condividere con i miei studenti gli schemi che ho creato sul tablet e loro possono personalizzarli ulteriormente e utilizzarli per ripassare. Non sono del tutto convinto che il tablet possa sostituire completamente i libri di testo durante le ore di studio a causa del bruciore agli occhi che provoca (almeno a me), tuttavia si tratta sicuramente di uno strumento di lavoro utile per ripassare la lezione e fissare gli appunti sotto forma di schemi e mappe mentali.

DATA 04/10/2016 19:25:12 - AUTORE stefanoA859B

Ho provato ad installare sul mio tablet le applicazioni che consentono di visualizzare i libri di testo adottati per insegnare storia e filosofia nel liceo dove lavoro, e devo dire che sono rimasto favorevolmente impressionato sia dalla possibilità di avere sempre con me tutti i libri, sia dalla velocità con cui posso consultarli grazie allo schermo touch. Prima dovevo portare sempre con me 3 manuali di storia e 3 di filosofia, quindi un peso non indifferente, ora mi porto il tablet e i libri cartacei li lascio nel cassetto in aula insegnanti. Continuo ad avere qualche perplessità sul fatto che i testi cartacei possano essere completamente sostituiti dal tablet durante le ore di studio almeno per quelli che, come me, sono cresciuti lavorando su libri stampati; tuttavia forse si tratta solo di farci l'abitudine. Nel complesso la mia impressione è che il bilancio sia a favore di una integrazione tra testi cartacei per preparare la lezione e tablet per preparare gli schemi e le mappe mentali della lezione stessa. In particolare, ho l'impressione che l'uso del tablet con le app dedicate alla realizzazione di mappe mentali potrebbe rivelarsi una soluzione soddisfacente per facilitare la comprensione della lezione ai miei studenti.

DATA 08/11/2016 18:42:54 - AUTORE Carmelina_I644X

È ormai risaputo che il tablet rappresenta oggi una delle tecnologie innovative più importanti nel mondo della scuola, in quanto permette un’assoluta immediatezza nell’utilizzo e nell’accesso ai contenuti. Grazie alla sua immediatezza è particolarmente adatto come strumento di supporto agli studenti. La sua introduzione in classe motiva fortemente studenti e professori per lo scambio di file e informazioni. Tra gli altri vantaggi la possibilità di consultare Internet in qualsiasi momento per cercare spiegazioni, traduzioni, definizioni o fare ricerche di vario tipo. Non meno importante sono le app che esso può contenere per rendere più stimolante e proficuo l’apprendimento didattico. Infine, altro vantaggio è rappresentato dalla sua praticità rispetto agli usuali libri di testo poiché molto più leggero e rapidamente consultabile.

DATA 08/11/2016 19:07:19 - AUTORE Carmelina_I644X

Sebbene siano notevoli i vantaggi, l’utilizzo del tablet comporta anche alcuni svantaggi. Tra questi uno dei più rilevanti consiste nella possibile presenza di molte app di gioco, che senza alcun dubbio attirano e distraggono l’attenzione degli studenti. Altro svantaggio è rappresentato dall’impossibilità di effettuare ricerche in assenza di connessione Internet. Infine, sebbene da un lato l’immediatezza nell’accesso ai contenuti in caso di ricerche possa rappresentare un vantaggio a porta di un semplice clic, dall’altro essa ha determinato negli studenti la difficoltà se non l’incapacità di utilizzare altri strumenti di ricerca vedi dizionari, enciclopedie, riviste e altri supporti di tipo cartaceo.

DATA 21/11/2016 16:59:34 - AUTORE Sergio_L103T

L’uso del tablet ha rivoluzionato il mondo della didattica sia dal punto di vista tecnologico sia da quello metodologico. A differenza di altri strumenti informatici, i VANTAGGI derivanti dall’utilizzo di un tablet possono essere identificati prima di tutto in termini di mobilità e portabilità perché il tablet ti libera dal desktop e può essere utilizzato in situazioni in cui un normale computer non potrebbe essere facilmente impiegato, cioè, ad esempio, quando si è in movimento e fuori da casa/scuola/ufficio. Inoltre, è decisamente più versatile sia degli strumenti cartacei sia di un computer perché permette di poter prendere appunti e di inserire note, sia per uno studente sia per un impiegato, in modo rapido, diretto ed efficiente. Altro aspetto da tener in considerazione è il peso di questo strumento; infatti, questo dispositivo è decisamente leggero e consente di avere tutte le funzionalità di un libro o un computer, evitando pesi inutili. Altri due vantaggi che noto in un tablet sono la grande dinamicità che permette di essere rapidi nel cogliere le novità tecnologiche e l’ampia gamma di applicazioni, aspetto nel quale un computer è poco competitivo.

DATA 21/11/2016 17:03:15 - AUTORE Sergio_L103T

L’uso del tablet ha rivoluzionato il mondo della didattica sia dal punto di vista tecnologico sia da quello metodologico. A differenza di altri strumenti informatici, i VANTAGGI derivanti dall’utilizzo di un tablet possono essere identificati prima di tutto in termini di mobilità e portabilità perché il tablet ti libera dal desktop e può essere utilizzato in situazioni in cui un normale computer non potrebbe essere facilmente impiegato, cioè, ad esempio, quando si è in movimento e fuori da casa/scuola/ufficio. Inoltre, è decisamente più versatile sia degli strumenti cartacei sia di un computer perché permette di poter prendere appunti e di inserire note, sia per uno studente sia per un impiegato, in modo rapido, diretto ed efficiente. Altro aspetto da tener in considerazione è il peso di questo strumento; infatti, questo dispositivo è decisamente leggero e consente di avere tutte le funzionalità di un libro o un computer, evitando pesi inutili. Altri due vantaggi che noto in un tablet sono la grande dinamicità che permette di essere rapidi nel cogliere le novità tecnologiche e l’ampia gamma di applicazioni, aspetto nel quale un computer è poco competitivo. Infine il tablet rende la lettura di un libro digitale una esperienza da sperimentare e permette una facile interazione globale.

DATA 21/11/2016 17:37:20 - AUTORE Sergio_L103T

Le nuove generazioni sono decisamente aperte ad apprendere le caratteristiche di strumenti informatici di nuova generazione come i tablet che, però, oltre ad avere numerosi vantaggi, evidenziano nel settore scolastico anche alcuni SVANTAGGI su cui porre l’attenzione; infatti, l’utilizzo dei tablet potrebbe risultare diseducativo, prima di tutto perché lo si inserisce nella didattica senza un vero e proprio progetto educativo, poi c’è anche un aspetto commerciale in quanto, dovendo pagare le app, ci sarà un gap tra chi può permettersi ulteriori aggiornamenti e chi no. Inoltre, la presenza di molte app di gioco potrebbe essere causa di frequente distrazione. Un altro svantaggio è legato alla forte dispersione, generata in fase di apprendimento, dall’incapacità di molti soggetti di fare multitasking perché in tanti sono in grado di concentrarsi e comprendere efficientemente solo un argomento alla volta. Così come c’è un vantaggio fisico legato al peso del tablet, c’è anche lo svantaggio fisico legato allo sforzo intenso degli occhi che può generare, a medio – lungo termine, problemi di vista, irritazione agli occhi ed affaticamento. La tecnologia digitale è essenziale e rappresenta un grande progresso, ma bisogna mantenere l’attenzione sulle metodologie didattiche e cercare di evitare che l’aspetto commerciale di questo prodotto generi uno sviluppo formativo per pochi.

DATA 14/12/2016 19:31:02 - AUTORE DARIOL109W

L'ausilio di tablet, LIM ed altri supporti informatici è indubbiamente una grande opportunità per il mondo della scuola. Da sempre infatti il problema principale di ogni studioso o semplicemente di chiunque volesse saperne di più è stato il reperimento delle informazioni. Ebbene, con internet tale problema non esiste più. Il rischio, tuttavia, è che ci si disaffezioni alla scrittura e alla ricerca manuale. Spesso infatti riscontro nei miei studenti una difficoltà nell'esprimersi, non solo negli scritti, ma anche nella forma orale. Essi risultano iperesperti nell'uso della tecnologia, ma poco attenti e precisi nell'espressione personale. Insomma la tecnologia è un'opportunità, ma sarebbe il caso di prestare attenzione anche ad attività "tradizionali".

Importare un database di Excel in Office Access

Come importare dati da Excel in Access

La scrittura stenografica con Word

Una proposta per l'utilizzo del glossario di Word

Giocare con grafici dinamici

Una proposta didattica per abituare gli alunni alla lettura di grafici

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT