Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: mercoledì 28 ottobre 2020

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

Coding e pensiero computazionale.

Costruire contenuti digitali per la didattica con l’introduzione strutturale al pensiero computazionale. E’ questo il corso ideato dall’Assodolab per gli insegnanti che desiderano aggiornarsi o formarsi sul “Coding”. Sperimentare metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa in classe e a casa. L’iscritto che partecipa a questo percorso formativo e di aggiornamento “on-line” o “in presenza” è tenuto a formulare due considerazioni personali (POST) ed a inserirli in questo FORUM ASSODOLAB dopo essersi registrato.

DATA: 07/01/2018 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 35

COMMENTI - PAGINA 1

DATA 15/04/2020 13:06:18 - AUTORE AnnaMaria_G942F

Nell'attuale contesto di utilizzo della DAD dovuta alle restrizioni previste per il contenimento del COVID-19, l’uso di contenuti digitali, la disponibilità e l’uso degli strumenti digitali connessi ad Internet e le nuove metodologie di insegnamento con l’utilizzo di contenuti portano i docenti e studenti non solo alla fruizione ma anche alla creazione di materiale scolastico multimediale. Le riprogettazioni degli apprendimenti necessitano di azioni interattive, per stimolare e accompagnare gli studenti verso l’utilizzo efficiente e responsabile delle risorse e assicurare un apprendimento produttivo. L’utilizzo delle tic e di strumenti di costruzione delle conoscenze favorirà una sempre maggiore diffusione di contenuti digitali e la capacità degli studenti di utilizzare Internet in modo sempre più consapevole. In tale contesto è indispensabile implementare e somministrare valide verifiche, agli allievi rafforzando il rapporto di lavoro anche tra le mura domestiche.

DATA 21/04/2020 20:35:32 - AUTORE AnnaC

Salve a tutti,🤩 sono soddisfatta di essermi iscritta a questo corso ideato dall'associazione Assodolab. Il pensiero computazionale è un processo logico creativo che viene messo in atto quotidianamente per affrontare e risolvere problemi con metodi, strumenti e strategie specifiche. Sperimentare nuove metodologie e processi di didattica attiva e collaborativa mi permetteranno di realizzare attività innovative che saranno utili alla didattica scolastica, perché agevoleranno e semplificheranno la comprensione dei contenuti. 😘

DATA 21/04/2020 22:30:57 - AUTORE Gf

Salve, sicuramente un corso interessante ma lo vedo troppo complicato per i bambini della scuola primaria. Intanto andiamo avanti...

DATA 21/04/2020 23:10:50 - AUTORE MARIAELENA_A638U

Salve.Ho deciso di iscrivermi al corso "Coding e pensiero computazionale"in quanto ritengo che, in un contesto sociale orientato al digitale, sia necessario introdurre nella didattica i concetti fondamentali dell'informatica, affinchè le attività proposte siano sempre più coinvolgenti e innovative. Intendo, quindi, affinare le mie competenze su un linguaggio che offre importanti strumenti a supporto della fantasia e della creatività. Credo che l'utilizzo della tecnologia nella didattica rappresenti un valore aggiunto, in quanto stimola la curiosità e l'apprendimento negli alunni. L'acquisizione di nuove competenze mi permetteranno di progettare attività didattiche orientate alle logiche della programmazione,che indirizzino gli alunni verso la ricerca di soluzioni costruttive a problemi da risolvere.

DATA 22/04/2020 17:42:27 - AUTORE Grazia _A638D

La scuola attuale deve necessariamente adeguarsi a quelle che sono le esigenze della società multimediale di oggi, di conseguenza anche noi insegnanti dobbiamo impadronirci di nuove competenze. Le tecnologie multimediali costituiscono inevitabilmente la strada sulla quale la scuola del futuro si deve incamminare. L’uso dei mezzi multimediali e telematici costituisce un mezzo efficace di insegnamento-apprendimento; rende l’attività scolastica più accattivante per gli alunni; permette un’offerta più ricca di materiale di lavoro; consente di organizzare meglio percorsi di apprendimento individualizzato; favorisce l’apprendimento che viene sollecitato più efficacemente dalla pluralità dei media utilizzati; costituisce una risorsa in più in favore degli alunni che hanno difficoltà a seguire l’attività abituale. Sono molte le possibili utilizzazioni delle tecnologie informatiche multimediali, nella gestione organizzativa e soprattutto educativa della scuola a cominciare da quella della scuola dell’infanzia. Con l’uso del computer, si ottiene la partecipazione e l’interesse di tutti gli alunni, grazie alla operatività, al fare motivato, alla verifica immediata del risultato, alla possibilità di sbagliare e di correggere recuperando in tal modo sicurezza ed autostima.

DATA 22/04/2020 21:11:17 - AUTORE Carmy

Complimenti al promotore del corso "Coding e pensiero computazionale" per la semplicità e chiarezza espositiva delle lezioni online, adattabili, senza ombra di dubbio, a utenti di scuola primaria. Diciamo che è del tutto inutile lamentarsi. Inserire il coding e il pensiero computazionale nelle scuole è uno strumento che unisce studenti e docenti in un nuovo ambiente stimolante ed innovativo. Il motivo per cui ha senso parlare di computer e informatica a scuola è evidente, si tratta di una tecnologia formidabile per l'apprendimento.Credo che l'utilizzo della tecnologia nella didattica rappresenti un valore aggiunto, in quanto stimola la curiosità e l'apprendimento negli alunni.

DATA 23/04/2020 12:03:09 - AUTORE Gf

Negli ultimi anni il coding a scuola è stata una scoperta infatti prima non se ne sentiva mai parlare. Mettere la programmazione al centro di un percorso dove l’apprendimento, già a partire dai primi anni di vita, percorre strade nuove è al centro di un progetto più ampio che abbatte le barriere dell’informatica e stimola un approccio votato alla risoluzione dei problemi. Si parla di pensiero computazionale, ovvero di un approccio inedito alla soluzione dei problemi. Con il coding bambini e ragazzi sviluppano il pensiero computazionale cioè l’attitudine a risolvere problemi più o meno complessi. Non imparano solo a programmare ma programmano per apprendere. Con la speranza che questo corso ci aiuti a mettere in atto tali finalità, proseguo con la visione delle lezioni anche se appaiono un tantino sterili ( sarà a causa della voce computerizzata che le spiega). Buon proseguimento a tutti!

DATA 25/04/2020 07:43:23 - AUTORE Domenica Letizia A638R

Salve a tutti. Sto seguendo il corso, desiderosa di acquisire nuove conoscenze sul linguaggio di programmazione, per sviluppare il pensiero computazionale. Nella prima lezione è stato presentato il programma Scratch, cercherò di capire, grazie a questo ambiente di programmazione gratuito, come creare animazioni con l’utilizzo di comandi e blocchi che permettano di risolvere semplici problemi. Per me è una nuova esperienza, le video lezioni che possono essere riviste più volte, mi saranno sicuramente di grande supporto.

DATA 25/04/2020 12:02:48 - AUTORE Maria Tindara

Nel corso del tempo il coding sta diventando uno degli strumenti più usati per lo sviluppo del pensiero computazionale. Grazie al programma Scratch e seguendo le prime lezioni ho capito com'è possibile risolvere in maniera divertente e creativa dei semplici problemi. Inoltre credo che aiuti a creare un legame tra gli alunni e la tecnologia, rendendo le lezioni più stimolanti e migliorando l'apprendimento degli alunni che vedono qualcosa di "nuovo". Purtroppo lo trovo un po' difficile da usare con i bambini dell'infanzia.

DATA 26/04/2020 10:46:14 - AUTORE Alis

Buongiorno a tutti !ho deciso di fare un corso sul coding per incrementare le mie conoscenze e per poter lavorare con i bambini che seguo con metodologie sempre piu innovative e all'avanguardia .Il corso e' chiaro e ben strutturato ,ma viste le difficolta' che sto risontrando, dovute alla poca esperienza informatica ,avrei dovuto optare prima di tutto per un corso sul coding base .

DATA 26/04/2020 15:55:46 - AUTORE Vitina Pace

Salve, ho trovato molto utili alcuni video del corso coding i cui contenuti riproponibili in ambito matematico, potrebbero motivare gli alunni della primaria all'apprendimento di formule geometriche in modo pratico ed alternativo .

DATA 30/04/2020 17:57:21 - AUTORE AnnaMaria_G942F

Ho trovato il corso di “Coding e pensiero computazionale” molto interessante ed entusiasmante. Ciò che maggiormente mi interessa del coding è di poter infondere nei miei alunni (di scuola primaria) elementi importanti di problem solving. Se un tempo la società e le abitudini di vita imponevano, per necessità, che alla risoluzione di problemi si giungesse attraverso processi spontanei ed empirici; oggi si assiste, nonostante la diffusione della tecnologia e del benessere, ad una generazione di studenti universitari che faticano a gestire situazioni problematiche. Sono convinta che la conoscenza del linguaggio di programmazione sia utile e indispensabile nell’ottica di uno studio approfondito dell’informatica, a partire dalla scuola dell’infanzia e a seguire. Tuttavia, ritengo che non sia risolutiva nell’intento dello sviluppo delle competenze logiche. Attribuisco alla conoscenza della programmazione un aspetto importantissimo, perché conduce da una posizione di utente passivo ad una consapevolezza matura ed esperta dell’uso delle TIC. Ma, da sola, la programmazione non forma il pensiero computazionale che è, invece, capacità trasversale, di logica, intuizione, estro, cambiamento. In una società in continua evoluzione conoscere il “linguaggio macchina” è soltanto un tassello. Pertanto, sarà indispensabile fare affidamento al lifelong learning e affinare l’accrescimento del mio bagaglio culturale nell’approfondire la conoscenza delle diverse piattaforme esistenti, oltre Scratch, che permettono ai bambini di esercitarsi sul coding; nonché sullo studio delle relazioni esistenti tra razionalità e sensibilità, tra pensiero computazionale e sensibilità, tra la creatività digitale e la capacità di pensiero anche nell’ottica delle moderne neuroscienze che vedono sempre più ridursi il divario tra ragione ed esperienze sensoriali e passioni. Senza mai tralasciare la conoscenza scientifica e, anzi, fonderla con la magia, con l’attenzione e con l’apprezzamento delle emozioni concesse dalla natura, dall’arte, dalla musica. Elementi non meno cruciali nella costituzione del pensiero morale oltre che computazionale.

DATA 30/04/2020 19:53:51 - AUTORE carmen-g942s

Salve a tutti, mi sono iscritta a questo corso perché penso che nel nostro tempo la tecnologia fa parte della nostra vita quotidiana, e questo particolare momento storico in cui siamo stati costretti ad isolarci nelle nostre case per il bene comune lo ha evidenziato ancora di più. Risulta anche difficile immaginare un mestiere del futuro che non richieda almeno un minimo di conoscenze informatiche. Il mondo della scuola non può rimanere a guardare, i nostri alunni sono il futuro per questo ritengo sia importante introdurre il pensiero computazionale nelle nostre aule ,far comprendere come lavora un informatico: capire quale è il problema , porsi un obbiettivo ed elaborare un algoritmo per risolverlo per arrivare alla soluzione. La comprensione di questo modo di procedere trasforma le persone da fruitori passivi a fruitori attivi non solo della tecnologia , ma credo che abitui i ragazzi ad un atteggiamento da avere sempre in qualsiasi ambito, non solo scolastico accrescendo così il loro bagaglio di competenze.

DATA 30/04/2020 19:56:11 - AUTORE Carmy

Il pensiero computazional e il coding stanno rivoluzionando i metodi d’insegnamento e di apprendimento già a partire dalla scuola dell’infanzia: si tratta di una nuova e difficile sfida per i docenti, che non devono farsi trovare impreparati, dovendo quotidianamente rapportarsi ai nuovi “studenti nativi digitali”. Con “pensiero computazionale” si intende un processo mentale che consente di risolvere problemi di varia natura, seguendo metodi e strumenti specifici. Il coding è la sua applicazione pratica: attraverso la programmazione e lo svolgimento di esercizi, giochi, rappresentazioni e animazioni gli studenti imparano a programmare e di conseguenza a pensare per obiettivi. Il coding si applica sia alle materie scientifiche sia a quelle letterarie, permettendo una sperimentazione a 360° di nuovi approcci didattici da proporre in classe, sempre in un contesto ludico. Inoltre, è una strategia che permette di catturare l’attenzione anche degli alunni più distratti e demotivati che, credendo di giocare, imparano a risolvere un problema, più o meno complesso, in base alla fascia di età.

DATA 04/05/2020 21:45:12 - AUTORE Isabella De Carlo

Sono docente di Tecnologia nella scuola secondaria di I grado, ho deciso di seguire questo corso perchè ritengo che lo sviluppo del pensiero computazionale sia fondamentale non solo per la mia disciplina, ma rappresenta la via maestra per l'apprendimento in senso lato. Sto seguendo le lezioni programmate e ho notato che hanno prevedono una serie di esercitazioni con Scratch rivolte soprattutto ai docenti di Matematica. Tuttavia spero di acquisire le competenze che mi permetteranno di utilizzare Scratch almeno per le costruzioni geometriche.

DATA 05/05/2020 17:43:11 - AUTORE carmen-g942s

L’utilizzo di scratch mi è sembrato un buon strumento didattico in quanto presenta un approccio visuale abbastanza intuitivo e semplificato alla programmazione. Queste sue caratteristiche lo rendono indicato per ottenere dei buoni risultati in un lasso di tempo relativamente breve. Insegnando matematica, non posso negare lo stretto legame tra programmazione e matematica, la matematica si basa su algoritmi, precise sequenze di istruzioni con una logica analoga al pensiero computazionale, quando si programma perciò si mettono in gioco sempre competenze matematiche. La mia disciplina di insegnamento potrebbe apparire privilegiata, ma credo che non sia così, le innumerevoli possibilità che scrath presenta lo rendono adattabile a qualsiasi disciplina. L’utilizzo del coding in classe inoltre potrebbe rappresentare una buona metodologia per l’inclusione; offrendo un feedback immediato va a gratificare tutti gli alunni con scarsa capacità attentiva, crea un ambiente di apprendimento in cui potrebbero emergere capacità e attitudini a volte celate dalla didattica tradizionale, stimolando la curiosità, a pensare meglio ed in un modo creativo.

DATA 05/05/2020 20:22:44 - AUTORE Domenica Letizia A638R

La partecipazione a questo corso ha rappresentato per me una importante occasione d crescita professionale. Ho sperimentato come il coding rappresenti un linguaggio che permette di intessere un dialogo con il computer per conferirgli delle mansioni in maniera semplice. Credo che la programmazione informatica nella didattica, a partire dalla scuola primaria, sia fondamentale. Introdurre i concetti base del coding nelle aule dei più piccoli, attraverso l’utilizzo di strumenti divertenti, semplici e accessibili a tutti, consentirà ai bambini di risolvere, in maniera giocosa, delle situazioni problematiche. Il coding aiuta a sviluppare il pensiero computazionale, ovvero quella particolare attitudine che tutti noi abbiamo nel risolvere problemi più o meno complicati. È importante coltivare questa capacità, in quanto aiuta i bambini a comprendere determinati aspetti computazionali che, ogni giorno, svolgiamo durante le nostre attività. Ma soprattutto incentiva i più piccoli ad un utilizzo consapevole della tecnologia. Infatti, saper maneggiare sin dalla tenera età gli strumenti informatici, favorisce il libero arbitrio; si impara, infatti, sin da subito a limitarne gli eccessi e a non esserne succubi, imparando ad apprezzare gli strumenti informatici per le numerose opportunità che offrono. Attraverso l’introduzione del coding nelle scuole, i bambini, oltre a trovarsi di fronte a ciò che più piace (ovvero il tablet, un pc o un robot) e a porsi determinati obiettivi, imparano soprattutto a collaborare tra di loro. Viene, quindi, stimolato il lavoro di squadra, in quanto in qualsiasi team di sviluppo di un software, le soluzioni non vanno mai a vantaggio del singolo individuo, bensì dell’intero gruppo. In questo corso, inoltre, il programma Scratch ha rappresentato per me una bellissima scoperta perché mi ha permesso di sperimentare in modo gratuito un linguaggio di programmazione grafico semplice e intuitivo.

DATA 07/05/2020 18:31:53 - AUTORE Maria Tindara

Ritengo che questo corso è stato interessante, in quanto attraverso il programma scrach si possono realizzare scenari interessanti e percorsi personalizzati che suscitano curiosità negli allievi. Inoltre aiuta i bambini, anche i più piccoli, a comprendere diversi aspetti computazionali che, ogni giorno, svolgiamo durante le attività. Ma soprattutto li incentiva ad un utilizzo consapevole della tecnologia.

DATA 07/05/2020 20:28:53 - AUTORE Isabella De Carlo

Sono ormai in dirittura d'arrivo con questo corso. Sicuramente le cose da imparare sono ancora tante! Tuttavia credo di poter partire con gli alunni per svolgere semplici progetti utilizzando Scratch mi auguro in vari ambiti e non solo in quello delle costruzioni geometriche, poichè in questi giorni riflettevo sul fatto che gli strumenti digitali vanno utilizzati soprattutto per sviluppare la ceatività e che quindi, al di là delle procedure indispensabili per arrivare ad un certo risultato, l'aspetto interessante sarà proprio quello di vedere che si possono percorrere strada diverse per arrivare ad un risultato. In questo periodo di DaD diventa difficile proporre attività di coding se non si era già partiti prima, sicuramente alla ripresa delle lezioni in presenza partirò con il coding, magari affiancata e supportata dalle colleghe di matematica che stanno seguendo questo corso con me.

DATA 07/05/2020 21:02:46 - AUTORE Alis

buonasera alla fine di questo corso posso dire di aver imparato molte cose nuove , che utilizzerò sicuramente con i miei alunni , questo programma darà a loro e a me stessa l'opportunità di lavorare usando molto la creatività e tanta fantasia .E' Importantissimo aggiornarsi sempre ,per riuscire a lavorare con i bambini usando metodi sempre nuovi e che riescono a stimolare nel modo giusto chi esegue i compiti che gli vengono dai .Scratch sarà sicuramente un valido alleato ,cercherò di proporlo anche alle mie colleghe in modo da far aggiornare anche loro .Grazie INFINITE

Creare giudizi automatici con il Glossario di Word

Una proposta di utilizzo del glossario, molto utilie al corpo docente

Creare verifiche e test interattivi con i campi modulo di Word

Dalla verifica cartacea a quella elettronica

Creare un ipertesto con PowerPoint

Le fasi per la creazione di una presentazione professionale

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT