Ente accreditato e qualificato che offre formazione - D.M. 177/2000 e Direttiva n. 90 del 01/12/2003.

DATA: mercoledì 18 ottobre 2017

Preparati alla prova preselettiva Concorso Docenti su TastoEffeUno.it

Su TastoEffeUno.it sono disponibili i quiz ministeriali, in formato interattivo, per una preparazione seria e mirata al superamento della prova preselettiva Concorso Docenti. Poiché il tempo a disposizione per la preparazione è limitato, i quesiti sono stati organizzati per ognuno dei 70 MODULI e per AREE: a differenza dell'allenatore del MIUR, è possibile quindi esercitarsi solo su alcune AREE escludendo quelle in cui si ha una adeguata preparazione. VAI AL SITO

Siti Web Accessibili: per noi, per loro.

Siamo solo agli inizi per quanto riguarda i Siti Web Accessibili nonostante la Legge Stanca, nonostante le indicazioni dell’Unione Europea. La strada che abbiamo percorso è solo un piccolo segmento tortuoso ma se abbiamo voglia e desideriamo veramente fare qualcosa per gli altri, per tutta la comunità internettiana, si potrebbe iniziare proprio dai Siti Web e farli diventare tutti “Accessibili”. Costruire un sito web è semplice ma attenzione: strutturare un bel sito adatto anche ai più bisognosi, occorre farlo con diligenza ed attenzione. Quello che a noi potrebbe sembrare irrilevante, per gli altri potrebbe essere un ostacolo insormontabile. Ecco perché chi progetta un sito deve trovare metodi e tecniche diverse per elaborare un progetto comune. Le raccomandazioni sulla e-Inclusione, e-Accessibilità ed altre emanate dall’Unione Europea, unite alle linee guida per l’accessibilità ai contenuti web elaborate dall’organizzazione w3.org sono tutte da tener presente, punto per punto, per l’elaborazione di un progetto prive di barriere per noi e per gli altri. Sarà questa la grande sfida che ci attende in questi anni. Saremo in grado di affrontare la sfida? Agostino Del Buono

DATA: 05/06/2012 - Autore Prof. Agostino Del Buono - Post 63

COMMENTI - PAGINA 2

DATA 21/06/2012 11.31.16 - AUTORE lagrotta

Prima di tutto un saluto a tutti. Se un sito web viene progettato per essere accessibile, sarà sicuramente un sito web di qualità. Questo perché nella progettazione e nello sviluppo di un sito accessibile il team di sviluppo mostrerà particolare attenzione alle esigenze dell’utenza soprattutto per gli utenti disabili. Inoltre è una maniera di progettare in modo universale un prodotto che rispecchia degli standard internazionali conformi alle normative di: w3c css, w3c xhtml, w3c wai-aa.

DATA 28/06/2012 12.57.11 - AUTORE Concetta

Dal momento che i bambini negli ultimi anni tendono a cercare da soli notizie, informazioni, conoscenze tramite web, la creazione di siti web accessibili a tutti è importante per fornirgli risorse valide e sicure.

DATA 28/06/2012 12.57.53 - AUTORE Brigida

I servizi di Internet offrono alle nuove generazioni un accesso diretto alle conoscenze. Questo influisce sullo sviluppo dei processi cognitivi dei bambini determinando il fenomeno del sovraccarico cognitivo. Ecco perché le categorie che la scuola postmoderna deve utilizzare sono quelle di accessibilità, interattività, multimedialità, simultaneità, virtualità e amplificazione che sono concretizzabili nel circuito dei siti web. Da ciò deriva anche una grande responsabilità e capacità del personale docente nel dare origine ad un’adeguata progettazione che sia congrua agli scopi che intendiamo raggiungere.

DATA 30/08/2012 16.47.59 - AUTORE simona076

Bè noi italiani siamo indietro anche in questo, ma l'italia è piena di persone che avrebbero bisogno di siti accessibili, anche per molti siti istituzionali italiani ancora non è stata prevista l'accessibilità.

DATA 22/10/2012 17.08.54 - AUTORE annabattaglia_z404a

Nel corso dei miei anni di insegnamento,ho consultato parecchi siti WEB, ma quello che utilizzo maggiormente è quello di "Lannaronca",perchè sempre aggiornato e ricco di schede stampabili.

DATA 27/11/2012 22.34.47 - AUTORE floraC514Y

Non c'è dubbio, la LIM serve a potenziare l'efficacia dei metodi di insegnamento, permette di personalizzare il proprio lavoro e sviluppa una didattica cooperativa stimolando la partecipazione di tutta la classe. Davvero incredibile!

DATA 27/11/2012 22.38.02 - AUTORE floraC514Y

Scusatemi ma ho inserito un commento riferito ad un altro argomento. Perdonatemi!

DATA 27/11/2012 22.53.43 - AUTORE floraC514Y

Avere la possibilità di poter ricercare liberamente ciò di cui si ha bisogno è molto importante e la creazione di siti web accessibili a tutti è la migliore opportunità che si possa offrire.

DATA 29/11/2012 14.24.17 - AUTORE Silvia

La rete internet è una grande risorsa di materiale didattico, di spunti di riflessione e di campi di ricerca articolati... attenzione: troppo spesso gli alunni sono più bravi degli insegnanti!!!

DATA 04/12/2012 16.55.21 - AUTORE MAGORNOGILDA

Sono assolutamente daccordo

DATA 07/01/2013 20.10.42 - AUTORE marinaf

Costruire siti è frutto di competenza nel settore, ma anche di capacità nella comunicazione. Non si può dare per scontato che gli insegnanti siano dei bravi comunicatori, anzi, la disattenzione degli alunni, la loro noia e i fenomeni di dispersione scolastica dovrebbero far riflettere in tal senso. La comunicazione non si improvvisa, come non si improvvisa la costruzione di siti web, così insieme alle conoscenze disciplinari i docenti dovrebbero essere formati su elementi di pedagogia e sulle regole che sovrintendono alla buona comunicazione.

DATA 09/01/2013 21.26.22 - AUTORE FRANCESCA

E' importante mettere in rete le conoscenze e collaborare con i colleghi.

DATA 09/01/2013 21.27.39 - AUTORE FRANCESCA

Accedere alle informazioni in rete porta notevoli vantaggi

DATA 18/01/2013 16.48.56 - AUTORE ArmyF158R

Rendere dei siti accessibili a tutti è un ottima idea..nel mio piccolo ho creato con il joomla un sito per due alunni ipovedenti. Ritengo ormai inoltre l'uso della Lim indispensabile per ogni attività didattica.

DATA 03/02/2013 20.08.34 - AUTORE Annalisa

Scusate ma quanti sono i siti di interesse pubblico che ottemperano all’obbligo di legge dell’accessibilità? Ahimè veramente pochi… Un’altra grande vergogna italiana!

DATA 16/02/2013 16.25.12 - AUTORE giampaola

Per me è stato importante ed interessante partecipare al corso della LIM.Frequentare questo corso ha migliorato le mie conoscenze personali per quanto riguarda l'informatica.

DATA 28/02/2013 16.59.10 - AUTORE antonella

Ciao, sono Antonella tutor del corso Pon D1 della mia scuola. Sono molto soddisfatto dei corsisti che hanno partecipato con interesse e hanno ampliato le loro competenze per la loro didattica.

DATA 02/03/2013 9.45.40 - AUTORE silviaD960V

Insegno inglese in un Istituto Tecnico Settore Economico. Ho frequentato un corso per l'utilizzo della LIM con il software Smartmedia. Penso che lavorare con la LIM sia molto utile e accattivante per gli studenti. Per noi docenti l'uso delle tecnologie multimediali costituisce uno sprone a migliorare e ad aggiornare il nostro modo di lavorare.

DATA 18/03/2013 16.02.54 - AUTORE Enzo Sacco

Siti Web Accessibili: per noi, per loro. L'accessibilità è quella caratteristica dei Siti Web che li rende usabili in modo efficace e con soddisfazione anche da persone che si trovano in condizioni "di svantaggio", quali, per esempio, le persone disabili, ma anche le persone anziane, quelle con bassa scolarità, persone con tecnologia hardware e software obsoleta, immigrati, e così via. Rendere accessibile un Sito Web significa quindi includere tra i potenziali utenti del sito anche quelle categorie di persone che altrimenti sarebbero escluse e quindi può avere, oltre che una valenza sociale (poiché ne favorisce l'integrazione), anche un'importanza economica (più utenti del sito) e tecnologica (dato che la progettazione "per tutti" porta benefici alla totalità degli utenti). L'accessibilità dei Siti Web è regolata in Italia da una legge: Legge 4/2004 o Legge Stanca, dal nome del ministro che l'ha promossa. Questa legge, intitolata "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici" si applica alla pubblica amministrazione, ma costituisce anche un modello per i privati. La Legge definisce tutta una serie di requisiti da rispettare e definisce delle procedure per verificare l'accessibilità di un Sito Web. Il primo livello è una "verifica tecnica", il secondo è una "verifica soggettiva". Tali verifiche sono condotte da Valutatori dell'Accessibilità certificati dal CNIPA. A riconoscimento della notevole esperienza acquisita partecipando a numerosi progetti di analisi e verifica delle caratteristiche di accessibilità di Siti Web, la Fondazione ASPHI onlus ha ottenuto la qualifica di Valutatore dell'Accessibilità certificato e il suo nome è stato inserito nell'elenco pubblico che si trova nel sito del CNIPA ANALISI ACCESSIBILITA' DEI SITI WEB La legge 4/2004 prevede di realizzare una completa analisi di accessibilità attraverso due modalità: la verifica tecnica e la verifica soggettiva. Esiste anche la possibilità di effettuare prove pratiche di accessibilità/fruibilità dei Siti Web, secondo una metodologia messa a punto da ASPHI, con la partecipazione di persone con diverse disabilità. 1. Verifica tecnica La verifica tecnica dei Siti Web viene effettuata con riferimento alle normative/raccomandazioni pubblicate in attuazione della Legge 4/2004: Decreto Ministeriale 8 luglio 2005 - "Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità agli strumenti informatici", pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 183 dell' 8 agosto 2005. Questo tipo di verifica consiste nel controllo che le pagine soddisfino un certo numero di requisiti tecnici e che siano state sviluppate utilizzando tecnologie nelle versioni più recenti (in totale 22 requisiti). Sono previsti poi altri controlli, per esempio sui colori, sui diversi browsers, ecc. La verifica tecnica viene effettuata sulla home page e su un significativo numero di altre pagine del sito, servendosi anche di tools automatici (validatori). I risultati dei vari tipi di analisi (manuale / con strumenti automatici), opportunamente interpretati da specialisti, vengono sintetizzati in un rapporto finale di conformità o meno ai requisiti. 2. Verifica soggettiva La verifica tecnica costituisce il primo indispensabile livello di analisi, tuttavia per una effettiva verifica del livello di qualità del sito è previsto un secondo tipo di verifica (verifica soggettiva). Questa si realizza attraverso un processo articolato, con il coinvolgimento di un esperto di fattori umani (ergonomo), che fornisce una prima valutazione del sito. Viene poi costituito un gruppo di lavoro, con utenti anche disabili, cui viene richiesto di navigare nel sito in esame. Al termine vengono raccolte tutte le valutazioni e si assegna un punteggio (in una scala da 1 a 5) a 12 caratteristiche qualitative, quali: percezione, comprensibilità, operabilità, coerenza, apprendibilità, aiuto e documentazione, tolleranza agli errori, gradevolezza, flessibilità. La media delle valutazioni costituisce il livello qualitativo del sito. 3. Prove pratiche di accessibilità/fruibilità La verifica tecnica costituisce il primo indispensabile livello di analisi, tuttavia per l'effettiva valutazione di un sito è fortemente consigliabile coinvolgere sempre degli utenti disabili, per fare in modo che siano loro stessi ad indicare se il sito è veramente fruibile. Proprio per questo, se non si vuole eseguire una verifica soggettiva secondo le modalità previste dalla legge, ASPHI ha sviluppato una metodologia per effettuare prove pratiche di fruibilità con modalità più semplici, eseguite da un gruppo di persone con diverse disabilità. Tale metodologia, messa a punto grazie alle numerose esperienze, prevede di identificare una serie di percorsi di navigazione sufficientemente articolati e significativi per gli scopi e le finalità di utilizzo del sito che si vuole sottoporre a verifica. Questi percorsi vengono tradotti in "compiti", la cui esecuzione è poi affidata ad un gruppo composto da persone con diverse disabilità, che lavorano individualmente a casa loro, usando le tecnologie assistive hardware e software che usano abitualmente. Per ciascun compito viene richiesto ai componenti del gruppo di riportare risultati e commenti su un apposito modulo, e poi di compilare una scheda riepilogativa con una valutazione su una serie di caratteristiche qualitative del sito. Tutti i rapporti confluiscono infine in un documento che riporta una sintesi delle impressioni, dei commenti e dei suggerimenti per migliorare la fruibilità del sito.

DATA 22/05/2013 11.46.52 - AUTORE alfonsina

Insegno Disegno e Storia dell'Arte e ho già seguitio in passato un corso LIM ma senza risultati soddisfacenti per l'impossibilità di avere una LIM anche al di fuori del corso.Questo non mi ha impedito, però, di coglire pienamente la valenza didattica di tale strumento soprattutto per l'insegnamento della mia disciplina che avrebbe necessità di operare immediati e continui confronti tra opere,artisti e periodi.

Excel fa "tendenza"

Una analisi della funzione TENDENZA e delle sue possibili applicazioni

Sfondi per Desktop

Una raccolta di fotografie ad alta risoluzione per dare un tocco di originalità al nostro PC

Creare giudizi automatici con il Glossario di Word

Una proposta di utilizzo del glossario, molto utilie al corpo docente

Partecipa alla discussione

Per inserire un commento occorre essere registrati.

USER  PASSWORD 

ASSODOLAB - Associazione Nazionale Docenti di Laboratorio

Via Cavour, 76 - 71049 TRINITAPOLI BT - Italy

ASSODOLAB.IT